ARTICOLI CHE PARLANO DI SANTARCANGELO_40

gio 03 giu 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Redazione

Il festival di Santarcangelo lancia le iniziative del "manifesto rosso" e del Quarantennale. Innanzi tutto la direzione artistica ha deciso di riattivare il sottotitolo originario, quel "Festival Internazionale di Teatro in Piazza" che è entrato nella storia della cultura italiana. Di qui l'iniziativa del "manifesto rosso". Santarcangelo 40 ha scelto come immagine una campitura rossa come "spazio aperto alla creazione": il festival accoglierà tutte le proposte in arrivo, che verranno esposte nella galleria online sul sito www.santarcangelofestival.com. L'invito alla composizione di manifesti per Santarcangelo 40 è stato rivolto anche ad alcuni artisti, ai quali è stato chiesto di donare i propri originali che verranno venduti in un'asta pubblica per sostenere le compromesse economie della manifestazione. "Un modo di reagire al clima cupo in cui siamo immersi", afferma il direttore artistico Enrico Casagrande. 

mer 30 giu 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Succi Daniela

Quarant'anni di teatro in piazza, quarant'anni di convivenza fra cittadini, artisti, appassionati e critici. Nel frattempo il teatro ha fatto in tempo a mutare tante forme espressive, stravolgere i tempi per raccontare cose, vedere tramontare mostri sacri e vederne emergere di altrettanti. In mezzo è passata anche tanta fuffa, ma questo fa parte di ogni arte, il tentativo di buttarcisi dentro senza averne capito un bel niente. Nel frattempo anche la cittadina di Santarcangelo è cambiata molto, non è più il paesino un tantino arretrato di Romeo Donati, i clementini purosangue hanno fatto un po' di spazio ai nuovi arrivati, quelli che adesso il Festival se lo ritrovano già consolidato, e forse lo danno anche un po' per scontato. 

mer 30 giu 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Frenquellucci Carlotta

Per il mondo musicale intervengono a Santarcangelo 40 Ronin e OvO, a "consumare" un impasto di musica, evocazione cinematografica ed eccessi (Piazza Ganganelli, 17 luglio), il pianista irrequieto Elew (Eric Lewis), prediletto dalla famiglia Obama, compagno di scena di molti grandi del rock, che si diverte a spettinare partiture e posture classiche, e a mescolare i generi senza diritto di epoca (Villa Torlonia, 15 luglio) e la musicista e cantante Jessie Evans, con la sua carica sensuale e folle intrisa dell'immaginario degli eroi sudamericani, del fascino mediorientale e dell'afro-beat (Piazza Ganganelli, 10 luglio). 
Fanno parte integrante del programma anche i film documentari di Pietro Marcello (La bocca del lupo, 15 luglio, presentato da Dario Zonta), Federico León (Estrellas, 16 luglio, presentato da Tatiana Saphir), e Gianfranco Rosi (Below the Sea Level, 10 luglio, presentato da Marco Bertozzi), indagini ai margini della vita. Così come le letture di scrittori dal vivo, La voce degli scrittori, con Nicola Lagioia, Gaia Manzini, Giorgio Vasta e Simona Vinci. E Finestre di luce, le proiezioni di disegni animati sulle finestre del paese a cura del Corso di Perfezionamento di Disegno animato del Liceo artistico "Scuola del libro" di Urbino. Oltre al ballo notturno in piazza, adiacente al centro festival, con Dj d'eccezione (tra gli altri Ics, Trinity, UbiBroki, Squat#5, Nada, Bronson prod.).

mer 30 giu 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Frenquellucci Carlotta

Santarcangelo 40 si terrà dal 9 al 18 luglio, concentrando gli appuntamenti nei due finesettimana, ovvero nei giorni 9, 10, 11 e 15, 16, 17, 18. Diretto da Enrico Casagrande di Motus con la collaborazione di Rodolfo Sacchettini e Daniela Nicolò - all'interno dell'andamento triennale Santarcangelo 2009/2011 condiviso con Chiara Guidi della Socìetas Raffello Sanzio che ha firmato l'edizione scorsa e Ermanna Montanari del Teatro delle Albe che condurrà la prossima - Santarcangelo 40 vuole essere un festival "singolare plurale", esploso, un occhio gettato all'esterno e in movimento verso un "reale" dai margini incolti e imprevedibili. Saranno ospiti di questa edizione circa 30 produzioni internazionali che spaziano dal teatro alla danza alla performance e attraversano cinema, letteratura, disegno, arte pubblica, musica. Un festival che s'interroga sulla fluttuante condizione che l'oggi attraversa tra finzione e "realtà" non può non trascinare nel proprio rischio spudorato lo spettatore. E così il gruppo italiano Fagarazzi & Zuffellato in Enimirc (Lavatoio 9, 10 e 17, 18 luglio) sguinzaglia in scena cameramen e spettatori per costruire una storia che intreccia l'arte col crimine; da Inghilterra e Germania i Gob Squad s'intrufolano nella città, immortalandola con immediatezza e piglio surreale (Teatro Supercinema 10, 11 luglio); e Codice Ivan sono autori di un'inchiesta che, condotta tra il pubblico, vuole restituire i rovesciamenti e le invenzioni di un festival senza confini (Teatrino della Collegiata, prima assoluta, 16, 17 luglio).

mer 14 lug 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Frenquellucci Carlotta

L’attesa è scemata e la quarantesima edizione del festival di Santarcangelo si è aperta col successo atteso e nel contempo disatteso da buona parte della critica. Il clima è suggestivo ed energico: i muri della città sono dipinti ad arte dai protagonisti della street art internazionale o ricoperti dai manifesti dei precedenti festival, le case e i locali pubblici verdeggiano di piccoli orti urbani, i laboratori svoltisi nelle settimane precedenti al festival lasciano segni tangibili di creatività, i bambini vestiti del rosso festival furoreggiano. Il primo weekend da spettatrice di Santarcangelo 40 mi ha regalato una certezza: protagonisti assoluti di questo festival sono il pubblico e l’interazione fra le arti. Nella decadente ed affascinante cornice della corderia nella prima serata si sono susseguite due compagnie italiane: Babilonia Teatri e Fagarazzi & Zuffellato. Babilonia Teatri è una compagnia veronese che irride le convenzioni, i luoghi comuni, i cliché della vita moderna e del teatro contemporaneo e This Is the End My Only Friend the End, lo spettacolo presentato al festival, ne è una testimonianza.

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - č