ARTICOLI CHE PARLANO DI ROMANO_NERI

mer 21 apr 2010 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Allorché a Rimini si dice Neri, il pensiero corre al vecchio Romeo, che è stato, sicuramente, lo sportivo riminese più famoso nel mondo. Ma non è del campione plurilaureato che voglio scrivere. Qui vorrei ricordare suo figlio Romano, il più eclettico, il più forte atleta (almeno potenzialmente) che la nostra città abbia mai prodotto. 
Nato nel 1931, sotto il segno del Leone, fin da bambino ha avuto modo di primeggiare in ogni disciplina sportiva alla quale si dedicasse. Non c'era nessuno che restasse tanto tempo sott'acqua come lui, nessuno lo superava nella corsa, nessuno lo sopraffaceva nella lotta, nessuno lanciava i sassi così lontano e con la di lui precisione. Ma la tradizione famigliare lo voleva ginnasta e così seguendo gli insegnamenti (rudi) del padre, Romano si confrontò con gli attrezzi e naturalmente primeggiò. Erano trascorsi vent'anni dacché il padre aveva realizzato l'incredibile "tripletta" alle Olimpiadi di Los Angeles, quando Romano venne inserito nella squadra azzurra per partecipare alle olimpiadi di Helsinki del 1952. Un brutto infortunio gli impedì di gareggiare. Ma le sue presenze sulle pedane mondiali ed europee non si contano: tre Campionati Europei, due Mondiali (Basilea e Roma), i Giochi del Mediterraneo (Alessandria d'Egitto e Barcellona). Fu proprio nell'edizione dei Giochi di Barcellona che si impossessò di due medaglie d'oro che andavano ad aggiungersi ai Campionati Italiani ed alla prestigiosa affermazione nella Coppa Buriani del 1954. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - č