ARTICOLI CHE PARLANO DI RIMINI

mer 25 giu 2008 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Il 28 marzo scorso erano scaduti i termini per la presentazione delle proposte partecipanti a due avvisi pubblici di project financing lanciati dal comune di Rimini. Si tratta di realizzare un "sistema di parcheggi e relativa riqualificazione del lungomare Murri rispettivamente nei tratti piazzale Boscovich - piazzale Kennedy e piazzale Kennedy - piazza Martelli".

mer 03 dic 2008 - Notizia di primo piano - scritto da Redazione

I Pooh, Gloria Gaynor, Tony Hadley degli Spandau Ballet, Kid Creole and the Coconuts, Simona Bencini  dei Dirotta su Cuba: sono i primi nomi annunciati dall’Amministrazione comunale per il Capodanno di Rimini in diretta Rai dal palco di piazzale Fellini.

mer 03 dic 2008 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Con quali interventi il Comune ha fin'ora sostenuto le imprese riminesi? Lo chiediamo al sindaco Alberto Ravaioli:"La rete delle imprese si sostiene - risponde Ravaioli - non tanto e non solo con contributi economici diretti ma con un'attenzione a 360° che comprende gli interventi sulle infrastrutture, l'accessibilità e la rapidità della macchina comunale nel dare risposte alle istanze dell'imprenditorialità, la disponibilità a ragionare insieme sullo sviluppo territoriale, la capacità di compartecipare alla definizione e realizzazione di progetti ed iniziative.

mer 03 dic 2008 - Notizia di Zeinta de Borg

Si rinnova anche quest’anno la tradizione ormai avviata di costruire Presepi oltre che nelle case anche all’aperto (nelle piazzette, nei crocicchi delle strade, nei giardini privati, sulle facciate delle case, nelle vetrine, ecc.). Il Natale senza Gesù non ha senso. Facciamo una festa dimenticandoci del festeggiato? Non vogliamo andare nell’errore commesso dagli Inglesi di Oxford dove il Consiglio comunale ha deciso di abolire il Natale suscitando un coro di critiche. Ha deciso di cancellare la parola “Christmas” sia all’aperto che sui bigliettini di auguri, dovunque al suo posto si scriverà “Winter Light Festival” “La festa della Luce d’Inverno”.

mer 03 dic 2008 - Notizia di Centro Storico - scritto da Ortalli Matteo

Torna anche quest'anno, in occasione delle festività natalizie, la Mostra-Mercato dell'Artigianato Artistico e Tradizionale, organizzato dalle Associazioni artigiane CNA e Confartigianato di Rimini presso la Vecchia Pescheria, in Piazza Cavour a Rimini, Giunta alla XXVIII edizione, la mostra verrà inaugurata sabato 6 dicembre alle ore 10, alla presenza delle Autorità cittadine e sarà aperta al pubblico tutti i giorni fino al 24 dicembre, dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 15 alle 20.

mer 03 dic 2008 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Da lunedì primo dicembre, la sede provinciale dell’Avis è situata presso la sede A.Usl di via Coriano (nel cosidetto “Colosseo”). L’inaugurazione ufficiale della nuova sede avrà luogo sabato 6 dicembre alle ore 10,30. Resterà invece presso l’attuale collocazione, situata in via Settembrini (presso l’Ospedale “Infermi”) la sede comunale dell’Avis. E in quei locali potranno continuare a recarsi i donatori per l’effettuazione delle periodiche donazioni.

mer 03 dic 2008 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Il 6 e 7 dicembre alla nuova Fiera di Rimini si svolgerà la Mostra-scambio di automobili e motocicli d’epoca, organizzato dal Museo Nazionale del Motociclo. Si tratta dell’ultimo appuntamento dell’anno fra i tanti organizzati dal Museo e che raccolgono un folto gruppo di appassionati. Il Museo Nazionale del Motociclo, (Rimini, via Casalecchio tel. 0541 731096- 0541 633287) è nato nel 1993, su iniziativa di tre amici riminesi, Germano Corvatta, Giuseppe Savoretti e Tino Zaghini che riunirono all’epoca le proprie collezioni.

mer 03 dic 2008 - Notizia di cultura - scritto da Costantini Claudio

Quasi ogni chiesa, meno in quelle moderne, anche in quelle più piccole di paesi e borghi, ha quadri nelle absidi o negli altari laterali raffiguranti scene sacre, santi adoranti, Madonne con bambino o un Cristo benedicente. Quasi mai si trova un cartello anche piccolo che indichi l’autore a meno che non sia uno dei pochi famosi. Sono migliaia in Italia questi quadri di autori sconosciuti e non meno belli perché senza firma. Nessuno ci fa ormai caso e nessuno si chiede chi mai li avrà dipinti quei quadri. Non tutti però, non l’autore del libro “Anastasio da Coriano” Pier Giorgio Pasini.

mer 03 dic 2008 - Notizia di attualità - scritto da Micucci Eva

Si è costituita lo scorso 20 novembre e già accoglie 30 attività tra commercianti e artigiani di Viserba e zone limitrofe. E’ l’Associazione “Promo Viserba”, che ha sede in via Bonsi 45 a Rimini ed è promossa da CNA.COM. E’ nata per volontà degli imprenditori con lo scopo di favorire e valorizzare tutte le attività economiche, sociali e culturali di Viserba, per migliorarne la vivibilità e la fruizione da parte dei residenti e dei cittadini. Viserba è sempre stata la porta naturale per l’accesso a nord della città, un centro commerciale all’aperto con una sua identità, e per riconfermarla i commercianti intendono sostenere e realizzare interventi a favore di singole imprese e per far tornare la città allo splendore di qualche anno fa. Tra gli obiettivi prioritari dell’associazione, quindi, c’è la promozione delle aree con potenzialità commerciali, attraverso interventi sull’arredo urbano e azioni di comunicazione, eventi e manifestazioni culturali. Possono fare parte di “Promo Viserba” i cittadini, le associazioni, gli esercenti attività commerciali, artigianali, turistiche o economiche in genere operanti nella zona. Il presidente dell’associazione è Roberto Mazzotti, titolare dell’impresa “Salsedine”.

mer 03 dic 2008 - Notizia di Zeinta de Borg - scritto da Micucci Eva

CNA.COM, in collaborazione con il Coordinamento dei quattro borghi del centro storico di Rimini e Chiamami Città, organizza per il Natale 2008 la prima edizione del concorso a premi “Oscar della vetrina”, dedicato alle imprese del centro storico e dei quattro borghi che allestiscono in modo più originale le vetrine per il periodo natalizio. In occasione del concorso, nei quattro Borghi e nel centro storico di Rimini si disputerà un vero campionato, con le vetrine dei negozi a fare a gara nel mettere in scena piccole scenografie a tema. La Libera Accademia di Belle Arti di Rimini (LA.BA) offrirà una consulenza completamente gratuita per l’ideazione e l’allestimento delle vetrine, a cura degli studenti dell’Accademia stessa. 

mer 17 dic 2008 - Notizia di attualità - scritto da Ioli Luca

Usare la crisi difendendo i propri prodotti per ripartire immediatamente. Questa in sintesi la filosofia illustrata dal Presidente Cagnoni durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno.
I numeri di Riminifiera danno l'immagine di un'azienda sotto controllo, che si appresta ad affrontare un periodo difficile non sottraendosi alle responsabilità di volano economico del territorio.

mer 14 gen 2009 - Notizia di attualità - scritto da Barlaam Lorella

"Non-Congelateci il sorriso", quest'anno alla sua seconda edizione, è un'iniziativa delle gelaterie artigianali per contrastare il fenomeno del bullismo. Il progetto, realizzato dalle gelaterie artigianali in collaborazione con CNA e BuonLavoro, l'Università di Bologna, l'Ufficio Scolastico provinciale e l'Assessorato al Servizi Sociali della Provincia di Rimini, con il sostegno della Fiera di Rimini, ha coinvolto quest'anno la scuola media Alighieri-Fermi di Rimini e la Manfroni-Pascoli-Cervi di Riccione.

mer 11 feb 2009 - Notizia di attualità - scritto da Vici Luca

 

 

Subito dopo l’apertura della Domus del Chirurgo avevamo sottolineato il fatto che il bookshop del complesso archeologico di Piazza Ferrari fosse completamente privo di guide specifiche sullo scavo, in quanto l’opuscolo di Jacopo Ortalli, ancora in fase di realizzazione, vedrà la luce solo tra qualche mese.

E’ dunque una splendida notizia per i riminesi e per tutti i turisti che visiteranno la Domus, l’uscita dlla pubblicazione “La domus del chirurgo e il complesso archeologico di piazza Ferrari”.

 

 

mer 11 feb 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

Castagnole e fiocchetti sui banconi delle pasticcerie hanno già fatto la loro comparsa da qualche settimana e per i profani questo è sufficiente a sancire l’inizio ufficiale del carnevale che terminerà con il martedì grasso del 24 febbraio. Non saremo a Rio (peccato!) e non avremo la tradizione che ogni anno riempie vie e piazze a Venezia, Cento e Fano con carri allegorici e migliaia di persone sotto piogge di coriandoli, ma anche Rimini si difende, e soprattutto per i giovani nottambuli le occasioni per trascorrere una serata diversa, in maschera, non mancano.

mer 11 feb 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Celi Lia

Ogni tanto faccio un incubo fantozziano. Sono una turista fanatica dello shopping che può trascorrere solo mezza giornata a Rimini ma - disgraziatamente - è un martedì pomeriggio. Mi aggiro fra due ali di saracinesche chiuse, salvo i negozi in franchising e i supermercati uguali dappertutto. Tutte quelle deliziose buticchine di cui mi hanno parlato le mie amiche sono sbarrate. Off limits la famosa gelateria, il fantastico negozio di casalinghi e la pizzicheria segnalata dai gourmet. Per fortuna sono aperte le farmacie, così se ho bisogno di un antidepressivo so dove trovarlo. 

mer 11 feb 2009 - Notizia di Centro Storico - scritto da Redazione

Crisi del commercio? Perché non farsi aiutare anche dalla dea bendata? Magari provando a mettral in contatto con il cliente. E’ l’idea venuta a CNA.COM e all’associazione Promo Viserba: per ogni spesa superiore a 10 euro, presentando il volantino che in questi giorni é stato distribuito nelle buchette delle lettere di tutti i residenti di Viserba e Viserba Monte, si riceverà in omaggio un autentico “Gratta e Vinci”.

La spesa va effettuata nei negozi che espongono il logo dell’associazione Promo Viserba dall’11 febbraio al 31marzo. I voucher sono numerati per poter localizzare la vincita; il “Gratta e Vinci” andrà utilizzato nel negozio stesso.

mer 25 feb 2009 - Notizia di sport - scritto da Sani Emer

Ha meno di un quarto degli abitanti di Rimini, ed è la più piccola e tra le più antiche repubbliche del mondo. Proprio questo stato giuridico porta spesso la minuscola realtà di San Marino a trovarsi alla ribalta sulla scena internazionale. Sarà così anche il  7 marzo, giornata dedicata alle celebrazioni del Cinquantenario del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese, più brevemente il Cons, che sul Titano ha le stesse funzioni di ente gestore dello sport che ha il Coni per l’Italia. Sarà una giornata speciale per il movimento sportivo sammarinese che si vestirà a festa per celebrare il 50° anniversario dalla costituzione. Mezzo secolo (1959-2009) contrassegnato da molte storie ed esperienze, che nell’occasione saranno rievocate con testimonianze ed eventi in grado di rinverdire ricordi, di riscaldare passioni e sentimenti, di esternare l’orgoglio di un’appartenenza. Per onorare degnamente questa ricorrenza il Cons si sta impegnando per mettere insieme tutti gli elementi in modo da valorizzarla al massimo. 

mer 06 mag 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Ogni anno la Banca d’Italia sforna i suoi rapporti sulla ricchezza degli italiani. E ogni volta, da almeno vent’anni a questa parte, il rapporto ripete monotonamente le stesse cose. E cioè: «La distribuzione della ricchezza è mutata a vantaggio delle famiglie dei lavoratori autonomi e in parte dei dirigenti e dei pensionati, a scapito di quelle degli operai e degli impiegati». Più precisamente, la metà della ricchezza nazionale è nelle mani del 10 per cento delle famiglie. Inoltre, le famiglie che detengono queste ricchezze sono sempre le medesime, poiché l’Italia è uno dei paesi più immobili del mondo. Ancor più che le differenze sociali, contano le barriere che separano le classi: e sono invalicabili. Deteniamo saldamente il record mondiale dei figli d’arte, avvocati figli di avvocati, medici figli di medici, giornalisti figli di giornalisti, baroni universitari figli di baroni. Inoltre, è sempre Bankitalia che parla, «la rete di protezione sociale italiana è debole e in momenti di crisi economica pesa la mancanza di strumenti di sostegno al reddito». Il che fa parte delle barriere di cui sopra. Perché il particolarismo interessa tutte le classi sociali, anche le più basse, ciascuna dedita a difendere strenuamente il proprio orticello. E così, se da una parte il fiorire degli ordini professionali non ha altra funzione che impedire la libera concorrenza, dall’altro i sindacati italiani non hanno saputo ottenere di meglio che la cassa integrazione. E cioè uno strumento che protegge solo i dipendenti della grande industria, quelli appunto più sindacalizzati.

RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 2 )
mer 11 mar 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Da mercoledì 11 a sabato 14 marzo Rimini Fiera organizza la prima edizione di Technodomus, Salone delle tecnologie per la lavorazione del legno e componenti per l´edilizia. Obiettivo di Technodomus che si articolerà su sei padiglioni (circa 25.000 mq e 140 aziende), è di rivolgersi all’intera filiera del legno, con un´attenzione particolare ai moderni impieghi nel settore edilizio, nell´architettura ecosostenibile e nel comparto del mobile.


Ci si rivolge dunque a serramentisti, mobilieri, distributori, artigiani, carpentieri e progettisti, con l´adesione di aziende leader, come Biesse, Cefla Finishing e Scm.

mer 25 mar 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Domenica scorsa l’Italia in Miniatura ha inaugurato la sua stagione offrendo l’ingresso libero a tutti i residenti della provincia di Rimini. Una volta di più, è stata un’occasione preziosa per conoscere il nostro Paese. Non solo per visitare le magnifiche riproduzioni dei monumenti, oltre alle tante attrazioni di un parco che ha fatto scuola in tutto il mondo. Ma soprattutto perché, se l’Italia a Viserbella è in miniatura, gli italiani che vi si recano sono a grandezza reale. Con tutti i pregi ed i difetti del caso. Ecco innanzi tutto l’ingorgo epocale che paralizza la statale 16. Le auto parcheggiate sulle aiuole spartitraffico, a sbarrare i passi carrai, a pencolare sui cigli dei fossati, a precludere ogni via d’uscita a chi è arrivato prima.

mer 25 mar 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

La settima edizione di My Special Car Show, il Salone dell'Auto Speciale e Sportiva, torna a Rimini Fiera dal 27 al 29 marzo 2009.

My Special Car Show e' il luogo dove regna la passione per l'automobile in tutte le sue declinazioni: dalla personalizzazione estetica e meccanica fino a quella dell'impianto audio, tutti settori rappresentati a Rimini da Aziende che operano sul mercato italiano.

mer 25 mar 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Uno sguardo sul passato, sulla storia, alle origini della nostra cultura. Tutto questo è il Festival del Mondo Antico, che anche quest’anno, per l’undicesima edizione, si rinnova e si arricchisce. Intanto è stata confermata la data (dal 18 al 21 giugno), con la conferma della tendenza ad avviluppare tutto il territorio della Provincia in questa ‘caccia all’antico’. Occorre partire da un dato, che è il record di presenze dello scorso ann o: ben 11 mila sono stati infatti gli spettatori tra convegni, mostre e seminari, oltre 2500 persone in più dell’edizione precedente. Un successo che per essere replicato richiede un programma altrettanto ricco e interessante.

mer 25 mar 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Il ciclismo amatoriale ha una propria cultura che affonda le radici nel passato. I nomi dei corridori (alcuni di costoro conosciuti nell’ambiente esclusivamente attraverso i soprannomi) paiono venire da un’età etnica lontana, da un tempo in cui la definizione di un individuo era tratteggiata attraverso esclusivi fenomeni esemplari (Gino Bartali il Pio; Learco Guerra la Locomotiva Umana; Vasco Bergamaschi Singapore; Darrigade il Guascone). In più questi nomi hanno il potere di sopravvivere a dispetto degli anni: nella grande roulette del cimento sono punti cardinali che hanno il compito di riagganciare un episodio, anche insignificante, alle essenze codificate dei grandi caratteri. Come si può definire un ciclista buono nelle gare contro il tempo senza paragonarlo a Jacques Anquetil? Chi è, se non Charly Gaul, il metro di paragone per qualsivoglia scalatore?

mer 25 mar 2009 - Notizia di sport - scritto da Ortalli Matteo

E’ considerato uno sport povero, ma ha regalato all’Italia una montagna di allori. Ed esalta prima di tutto gli uomini e la loro volontà. Stiamo parlando della canoa, che a Rimini ha la giusta visibilità grazie all’impegno e alla passione del Canoa Club. Proprio quest’anno il sodalizio compie 25 anni  e per festeggiare nel migliore dei modi questo traguardo proporrà “Correva l’anno…Scorreva il fiume”, una mostra fotografiche sul Marecchia e il suo ambiente, presso la sala del Podestà in piazza Cavour. L’inaugurazione sarà martedì 7 aprile alla presenza della campionessa mondiale e olimpica Josefa Idem. Fino all’11 aprile sarà possibile vedere altre due mostre, corredate da documentari, e opere divulgative dedicate al Marecchia.

mer 25 mar 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

È un viaggio onirico nella fantasia, una fuga dalla realtà e un tuffo nella natura rigogliosa, viva, vitale e poetica quella proposto da Moses Pendleton, direttore artistico e coreografo dei Momix, in “Bothanica”, spettacolo che approda a Rimini il 27 e il 28 marzo al 105 Stadium (ore 21). Conosciuta nel mondo intero per le sue opere di eccezionale inventiva e bellezza, Momix è una compagnia di veri e propri ballerini-illusionisti. Sin dalla fondazione, Momix ha acquisito grande notorietà per la sua capacità di evocare un mondo di immagini surreali utilizzando costumi, giochi di luci ed ombre, movimenti del corpo ed allusioni comiche.

mer 25 mar 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Quando incroci i neo-laureati per le strade di Rimini, incoronati d’alloro come consoli di ritorno dalle Gallie o come feretri ambulanti, vieni colto da sentimenti ambivalenti. Non sai se essere contento per loro, o mettergli una mano sulla spalla e dirgli «Coraggio, figliolo, tutto deve finire, prima o poi». Anche gli sfottò di rito acquistano un sapore amaro. Una volta aveva senso umiliare il laureando che, dopo la dura naja accademica, vedeva aprirsi davanti a sé un futuro sicuro da professionista. Lo sberleffo era la tassa che i compagni ancora non affrancati dagli studi facevano pagare al neo-dottore che, col suo papiro sotto braccio, partiva alla conquista del mondo. Ma se ci laureassimo oggi, sarebbe molto difficile non interpretare il coro «dottoore, dottore del buco del *, vaffan*, vaffan*» come un’anticipazione di quello che ci diranno all’agenzia di lavoro interinale quando chiederemo un impiego adeguato al nostro titolo di studio, specie se è una laurea triennale. E ci chiederemmo se vale la pena di spendere l’equivalente di un anno di tasse universitarie (come notava Giampaolo Proni su queste pagine) per festeggiare la nostra entrata in una delle categorie più vittimizzate dalla crisi: i neolaureati.

mer 25 mar 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Quando il mio buonismo ha bisogno di un'azione caritatevole verso qualche pietoso “caso politico”, mi aggiungo ad un piccolo drappello di masochisti e vado su www.libera-lugaresi, il personale sgabuzzino online dell'unico “comunista spretato” che sia riuscito a diventare, contemporaneamente, “pizzolantiano” di complemento, aspirante leghista, neo-moralizzatore urbanistico e orecchiante socialista. Mi è così capitato di leggere di un mio presunto obbligo a concordare quanto scrivo in questa rubrica con  Salvatore Bugli, il “potente” leader della CNA raccontato come il dispotico editore di “Chiamami Città”. Se ciò fosse vero, mi troverei in imbarazzo nel continuare a parlar male di Berlusconi, ora che Bugli ha appena detto, in un'intervista, di non trovarlo quel personaggio negativo che viene dipinto, attribuendogli un voto appena inferiore a quello del Sindaco di Rimini. A dimostrazione che i soliloqui di www.tana-liberarimini sono aria fritta condita di spacconeria, persevererò nel mio peccato, continuando nel contempo a voler bene a Salvatore, nonostante... questa sua piccola macchia; comprensibile in chi abbia il non invidiabile ruolo di tenere assieme... il “diavolo milanista” di Berlusconi e l'acqua santa con cui ha certo più dimestichezza Ravaioli.

mer 25 mar 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Dal punto di vista monetario, la crisi è un 'credit crunch', cioè, per dirla alla riminese, 'scriccata del credito': girano meno soldi. Ci sono meno soldi perché una massa enorme di valore, costituita da titoli di credito, è scomparsa. Di fatto si è trattato di tanti debiti che non sono stati pagati. Un debito viene scritto in bilancio come una somma che devi avere, quindi è un 'più'. Inoltre, ci sono gli interessi, che il debitore paga nei modi previsti dal contratto di prestito, che sono profitti. Ma quando il debitore non paga, si arriva alla fine all'inevitabile: la cancellazione della somma. Quei soldi il creditore non li avrà mai più. Il debitore può averli usati in tanti modi: comprando beni, prestandoli a sua volta, facendoseli rubare, ecc ecc. Quei soldi da qualche parte sono andati a finire, quindi non sono scomparsi. Ma sono scomparsi gli interessi. Se il debitore doveva il 5% di 100, quel 5% esisteva solo sulla carta. E se il titolo di credito veniva a sua volta venduto (come di fatto avveniva) e quotato in borsa, e se questo lo moltiplichiamo per un fattore molto alto, otteniamo una cifra enorme, che però non esisteva in moneta, ed è sparita. Il valore non è moneta se non nello scambio. Ma il valore virtuale di qualsiasi cosa muove la moneta.

mer 25 mar 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

La Provincia di Rimini invita Associazioni, Enti, Organizzazioni, Ditte, Aziende, Istituti ed i cittadini tutti a partecipare alla presentazione dei lavori conclusivi del processo di Agenda 21 Locale, in programma venerdì 27 Marzo alle ore 15.30 Sala Marvelli - Via Dario Campana 64 a Rimini

La Provincia nel febbraio e marzo scorsi ha coinvolto tutti gli interessati nell’elaborazione di proposte utili alla predisposizione del Piano di Azione Provinciale per la Promozione del Risparmio Energetico e delle Fonti Rinnovabili PARFER e del Piano di Tutela delle Acque PTA: a tal proposito sono stati istituiti rispettivamente il Forum Energia 2020 e il Forum Acqua.

mer 25 mar 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Il progetto preliminare per la realizzazione di un centro sportivo per il gioco del calcio a Corpolò è stato approvato dalla Giunta comunale di Rimini nella seduta del 17 marzo

Il nuovo campo da calcio sarà lungo 105 metri e largo 65 con fasce di rispetto in erba naturale. Il centro sportivo sarà inoltre dotato di un’area destinata agli allenamenti in terra naturale di dimensioni 40 per 60 metri, dotata anch’essa di fasce di rispetto. Verrà inoltre realizzato un nuovo edificio che ospiterà spogliatoi, servizi igienici e docce per gli atleti, nonché spogliatoi per gli istruttori, personale di servizio e pronto soccorso, una sala riunioni con ufficio, un magazzino e una centrale termica. Il nuovo impianto sarà arricchito dalla piantumazione di essenze arboree e al suo esterno saranno realizzati spazi per la sosta dei veicoli.Il nuovo impianto sportivo di Corpolò, il cui costo ammonta totalmente a 1.414.000 euro, sarà realizzato con il concorso per 1.020.000 euro del soggetto attuatore del piano particolareggiato di iniziativa privata relativo alla zona residenziale di Corpolò a scomputo degli oneri d’urbanizzazione secondaria. Il Comune di Rimini si farà carico delle rimanenti spese per 394.000 euro.

 

mer 25 mar 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

La valorizzazione del lavoro degli artisti e del panorama culturale del territorio è l’obiettivo di “Reti della cultura” progetto coordinato da Emma Petitti e promosso dal Comune di Rimini, che mira a favorire collaborazioni e promuovere la produzione artistica. Attraverso Map2008 – lavoro di mappatura realizzato con il coordinamento diAngela Piegari e il supporto dell’associazione Riminiteatri – è stato possibile realizzare un censimento delle realtà artistiche e culturali del territorio riminese, riportate anche sul portale retidellacultura.org, già attivo da alcune settimane. 

mer 25 mar 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Partirei con il film di animazione “Ponyo sulla scogliera” di Hayao Miyazaki. Forse non sopportate i cartoni animati, ancora meno se sono riconducibili al tratto giapponese, ma vorrei ugualmente invitarvi ad uno sforzo nell’avvicinarvi a questa ennesima pellicola straordinaria del regista Miyazaki. Il cinema del giapponese non si è mai adeguato alla modernità del digitale e per rappresentare i suoi fondali marini impiega le matite di ben 70 artisti che hanno disegnato a mano centosettantamila disegni.

mer 25 mar 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Pari Gianmarco

Dite una canzone di Samantha Fox….bene, ora dite una caratteristica fisica di Samantha Fox. Fine del test, se avete saputo rispondere esattamente alle due domande o siete Samantha Fox o eravate adolescenti (probabilmente maschi) a metà degli anni ‘80.

Se poi non vi viene in mente altro che la riguardi non preoccupatevi, è del tutto normale. Samantha è una di quelle meteore impossibili da dimenticare nonostante anni di oblio e una sterile carriera discografica. In effetti che cantasse importava ben poco, Samantha è stata una perfetta operazione di marketing: presa di peso dalla terza pagina del Sun (quella delle starlette semivestite) buttata dietro al microfono e trasformata nella sex-symbol di un decennio, la nave scuola di una generazione laddove l’algida rivale Patsy Kensit incarnava il ruolo di fidanzatina che tutti sognavano.

mer 25 mar 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Anche quest’anno, per il quarto consecutivo, a Rimini si rinnoverà l’antichissima tradizione del Somarlungo, grazie all’organizzazione del coordinamento dei Comitati dei borghi. Il Somarlungo era ed è la “Pasquetta fuori porta” dei riminesi, che da tempo immemorabile si recano a Covignano per salutare l’arrivo della bella stagione. Il 13 aprile, Lunedì di Pasqua, si partirà con ogni mezzo, purché non motorizzato, in corteo da Borgo Marina, per raggiungere il santuario della Madonna delle Grazie dopo aver attraversato tutta la città. Qui, dopo la Messa, saranno offerti spuntini e intrattenimenti vari, con premi per i partecipanti.

SOMARLUNGO | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 08 apr 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Quella scossa di domenica sera in Romagna, poche ore prima della catastrofe che si è abbattuta sull’Abruzzo, ci ha lasciato la sensazione di averla scampata bella. Quasi che la malasorte avesse deviato il suo colpo all’ultimo momento. Ora, di fronte alla tragedia, le iniziative di solidarietà nascono spontanee. Anche Chiamami Città intende fare la sua parte. Per raccogliere fondi destinati alle vittime del sisma, è già attivo un conto corrente presso la Banca Malatestiana, intestato a “Chiamami Città pro terremoto Abruzzo – Ondalibera Srl” IBAN IT 48 T 07090 24210 018010119950.

mer 08 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Ohanyan Narine

Ho parlato con una giovane donna moldava che aspetta un bambino e le ho chiesto un po’ della sua storia e quali sono le sue aspettative per il futuro lontano dal proprio paese e con un bambino che sta per nascere.
In Moldavia che cosa facevi?
“Dopo aver terminato gli studi della scuola secondaria, ho frequentato l’università e mi sono laureata in giornalismo. Dopo l’università ho fatto uno stage presso la tv moldava. Il progetto era basato sull’intervistare le persone su vari argomenti. Ricordo bene l’entusiasmo con il quale intervistavamo le persone sulla festa di “Merziscior”. “Merziscior” è un’antichissima tradizione moldava, che festeggia l’arrivo della primavera. Di solito questa festa si svolge nel mese di marzo.

mer 08 apr 2009 - Notizia di sport - scritto da Ortalli Matteo

Sport, Pasqua, Rimini. Ti dò dieci secondi per dirmi una parola che accomuna le tre appena elencate. L’hai già indovinata vero? Troppo facile.
Torna anche quest’anno sulle spiagge riminesi in occasione del weekend pasquale (dal 9 al 13 aprile) il Paganello, la Coppa del Mondo di Beach Ultimate diventata negli anni molto di più di un evento sportivo. Quella del 2009 sarà la diciannovesima edizione, la prima risale al 1991 per idea di alcuni giovani riminesi appassionati di freesbee. Andrea Ramberti, componente storico dell’ organizzazione, ci spiega con quale spirito è partita l'avventura il 16 marzo del 1991.

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Missiroli Marco


Com’è potente sapere che un pezzetto della storia di Rimini comincia già nella copertina di un libro. Un libro che ha le gambe lunghe e lo sguardo attento, un libro che si chiama “Tempi a confronto” (edito da Chiamami Città) e che è stato scritto da chi ne ha viste tante. È il nuovo lavoro di Ariodante Schiavoncini, scrittore nato nel 1922 che ha da sempre messo il suo talento al servizio di Rimini e dei suoi cittadini. È un libro che esce in questi giorni nelle librerie. E davvero basta fissare bene quell’immagine di copertina, ci sono una donna e un uomo abbracciati, sotto di loro la sabbia nostrana e dietro di loro degli alberi ormai dimenticati.

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Rimini affida quest'anno l'ideazione del messaggio che la rappresenti ad Alessandro Bergonzoni, poliedrico artista bolognese impegnato sul fronte del teatro, della scrittura, della radio, del cinema e, da qualche anno, della pittura. Alla conferenza stampa di presentazione del manifesto balneare istituzionale della città che caratterizzerà, a partire dalla Pasqua, la promozione della prossima stagione turistica, spalleggiato dall'Assessore alla Cultura Stefano Pivato, Bergonzoni straripa in un fiume di parole che non lascia dubbi sull'entusiasmo dell'attore per l'iniziativa.

mer 08 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Barlaam Lorella

Il baghino è così buono… che mantiene sempre le sue promesse. Domenica 1 marzo 2009 il maiale, con la sua antica tradizione, si è ripreso la Vecchia Pescheria di Piazza Cavour, dove c’erano un tempo le macellerie più antiche di Rimini, con “E’ Baghin in tla piaza”, manifestazione organizzata dal Consorzio Macellerie Verde e Sole in collaborazione con Ondalibera SRL e CNA Alimentare, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Rimini.

mer 08 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Fattori Franco

Quasi un anno fa un gruppo di imprenditori ravennati ha deciso di puntare sull’importante mercato automobilistico riminese. E’ nata così Riviera Auto, la nuova concessionaria Volkswagen di Rimini sita in via XXIII Settembre 91/93 (zona Celle). Dal 7 Maggio 2008 gli affezionati del rinomato marchio automobilistico tedesco hanno così potuto fare affidamento su di un servizio completo, puntuale e affidabile, che dà assoluta priorità alla soddisfazione totale del cliente. Una filosofia che non ammette eccezioni. E che anche in tempi non facili, come quelli che stiamo vivendo, sta riguadagnando la fiducia del pubblico.
Riviera Auto, infatti, punta tutto sulla serietà e la credibilità, in perfetta sintonia con la garanzia di qualità assoluta che Volkswagen da sempre rappresenta.

mer 08 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

L’annuncio è di Gabriele Gatti, Segretario di Stato alla Finanze della Repubblica di San Marino: “L’aeroporto di Rimini diventerà internazionale e San Marino potrà usufruire di quella struttura ad esempio per immatricolare, oppure per avere una sua compagnia di bandiera ed in questo è chiaro che ci sarà un aumento delle quote da parte nostra in Aeradria”. Sarà così esaudito un auspicio di antica data, che era stato ribadito anche di recente dal presidente di Aeradria, Massimo Masini. Il “Fellini” potrà contare su un’iniezione di denaro fresco, che di questi tempi farà davvero comodo, ma soprattutto potrà fare quel salto di qualità che lo porrà in primo piano fra gli scali italiani; di più, in una posizione assolutamente atipica e privilegiata, diventando líaeroporto ufficiale di uno stato sovrano.

mer 08 apr 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

“Bdoc arfat”: pidocchio rifatto. Il dialetto aggiunge efficacia alla definizione popolana che bolla chi, con espressione più raffinata, è anche chiamato “parvenu”: colui che pensa che i soldi lo rendano di per sé affascinante e simpatico; ma poi, a cena nel ristorante chic, chiama il cameriere battendo il cucchiaio sulla bottiglia e reclamando a gran voce che “è finito il champagne”.
Mettiamo che in un paese di buontemponi un siffatto personaggio diventi capo del governo e partecipi alla riunione dei più grandi leader del mondo.

mer 08 apr 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Per la serie «I grandi nemici del riminese», oggi parliamo dell’Autobus. Oppure, se preferite, per la serie «I grandi nemici dell’autobus», oggi parliamo del Riminese. Cambia solo l’ordine dei fattori, non il loro rapporto, all’insegna dell’incomprensione, della sfiducia reciproca e di un’ostilità tutt’altro che malcelata. E’ evidente che il riminese non si fida del mezzo pubblico. Forse perché il termine «mezzo» gli evoca qualcosa di incompiuto, di lasciato a metà, appunto, e anche perché, come romagnolo, viaggiare su un autoveicolo in cui al posto di guida non c’è lui gli procura un vero e proprio dolore fisico.

mer 08 apr 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Alcuni anni mi trovavo a Granada, in Spagna. Ricordo un'immagine che mi disse molto sull'ordine pubblico in quella città.
Nell'incrocio centrale della città vecchia, dove passa il traffico, tipo piazzale della stazione a Rimini, c'era sempre una pattuglia di poliziotti in moto, giorno e notte. Stavano lì e basta.
Credo che nel centro di una città, dove si trovano i luoghi istituzionali e i simboli culturali, ci debba sempre essere un presidio di forze dell'ordine.

mer 08 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Costantini Claudio

Il Presidente della Banca Carim Giuliano Ioni e il Direttore Generale Alberto Martini, prima di illustrare i dati del bilancio 2008, hanno dichiarato di non avere nel loro portafoglio alcun titolo “tossico” e di aver rimborsato integralmente il prestito obbligazionario emesso nel 2004.
La raccolta diretta  aumenta del 12,72%, l’utile netto risente dell’andamento negativo delle borse e quindi anche dei titoli posseduti dalla banca, una componente che porta l’utile netto ad una riduzione del 58,70%..

mer 08 apr 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Per capire un salame, un prosciutto, anche una semplice salsiccia bisogna averli visti ancora maiale. Non si scappa: la carne buona, la carne suina buona, è frutto di un maiale felice. Magari agli animalisti fa storcere il naso, ma è inscindibile il rapporto che c'è tra i maialini, il lattonzoli di Mora romagnola che vediamo girare nella stalla di Fausto Zavoli (tel. 0541 858041) a Saludecio e i suoi salumi. Tornare alla terra, è l'unico modo per capire cosa si mangia. I supermercati hanno disgiunto le uova dalle galline, i pomodori dagli orti, i salami dai maiali... Allora se si sale un pomeriggio sulle colline alla ricerca dei maiali neri, dei grufolatori di Romagna, della Mora che sembrava quasi estinta con quei dodici esemplari rimasti al mondo meno di trent'anni fa...

mer 08 apr 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Ne abbiamo pubblicate in questi anni di ricette da fare in meno di mezz'ora. Più di cento. Possiamo anche permetterci adesso di passare un po' più di tempo in cucina, magari intorno a qualche piatto dal profumo intenso della tradizione come le tagliatelle al ragù. Le tagliatelle se non le sapete fare compratevele. Ma il ragù no, metteteci del vostro, è alchimia dei fornelli. In un tegame mettete un cucchiaio di ottimo strutto (se non è ottimo, preferite l'olio extravergine d'oliva) e fate rosolare un trito di cipolla, sedano e carota. Aggiungete due bicchieri di Sangiovese. Evaporate. A parte, in una padella, rosolate la carne macinata.

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

L. I. S. Ovvero Lingua Italiana dei Segni. È lo strumento che consente ai sordomuti di oltrepassare la barriera del suono, ma non è certo l’unico: le risorse della comunicazione non verbale sono infatti quasi infinite. Poiché le tavole di un palcoscenico funzionano, in tal senso, un po’ come catalizzatore, su questo concetto è nata a Rimini una compagnia teatrale che fa della lingua dei segni la propria forza per comunicare e ha come obiettivo quello di far ascoltare al pubblico il “suono del silenzio”. Non a caso si chiama “La voce del Sssilenzio” (proprio così, con la ‘s’ sibilante), è nata da un’iniziativa dell’Ens (Ente Nazionale Sordomuti) ed ha appena fatto il suo debutto ufficiale. È aperta ad attori udenti e non udenti, proprio perché si pone come strumento di integrazione. Per informazioni rivolgersi a Francesca Bianco 339.6584947

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Marangoni Elena

Torna la Compagnia del Centro Storico con un nuovo spettacolo.
Nuovo ma collaudatissimo!
Si tratta di “Harvey”, la classica pièce teatrale di Mary Chease, divenuta poi film ed entrata, quindi, nella cultura hollywoodiana degli anni d’oro.“Harvey” torna come “Alvaro” in un’edizione completamente italianizzata e portata in scena con impegno dalla Compagnia del Centro Storico, per la regia di Emanuele Amati.
Tre atti per un’opera impegnativa, audace e divertente: in scena con un po’ di orgoglio e un po’ di umiltà al teatro della parrocchia di San Nicolò, venerdì 24 aprile, alle 21.

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Facendo zapping con il telecomando, ascoltando concentrati (una volta tanto) il testo e il sottotesto di qualche canzone, oppure navigando su internet tra un blog e un social forum - a meno di non essere già stati irrimediabilmente sedati dalla vita - può capitare di riflettere sul mondo dei più giovani. Categoria in cui, con un pizzico di buona volontà, potremmo rientrare un po’ tutti.
Allora può capitare anche di essere stufi delle banalizzazioni (“la generazione venuta dopo di noi è sempre peggiore”), delle generalizzazioni (il “popolo della Playstation”, come se anche i videogiochi con il tempo non fossero andati oltre la “Play”), del disfattismo fine a se stesso. E magari a questo punto può davvero venire voglia di riflettere su dove stanno andando, e soprattutto su dove vogliono andare, le nuove generazioni.

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

A sipario appena chiuso, proviamo a tracciare un bilancio della stagione 2008/2009 del teatro Novelli con Giampiero Piscaglia, direttore di Musica, Teatro, Eventi del Comune di Rimini.
Davvero una "bella stagione", per qualità e varietà di proposte...
«Non tutto si può misurare a numeri e il resto appartiene alle rielaborazioni individuali, con suggestioni (provocazioni a volte) che riaffioreranno con imprevedibili positività. Ma dico chiaro e forte che è stata, come la precedente, una gran bella stagione, per i livelli di qualità e la ricchezza di spunti messi in circolo. La percentuale di gradimento pervenuto è decisamente alta, anche il tradizionale, sobrio "contegno" del pubblico riminese si è sciolto spesso in ben più caldi applausi. Sui numeri il segno è positivo in ogni sezione: un patrimonio prezioso di pubblico raccolto intorno al Novelli, agli Atti e all'Auditorium, vero antidoto alla crisi, non solo economica, incombente.»
Quali sono stati i percorsi più seguiti? Le belle e brutte sorprese?

mer 08 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Al pari di Federico Fellini, René Gruau - al secolo Renato Zavagli Ricciarelli delle Camminate - è stato uno dei simboli della città di Rimini nel XX secolo. E nel centenario della nascita, a cinque anni dalla scomparsa, la sua città ricorda questo grande personaggio, protagonista della storia mondiale della moda, artista pubblicitario dall’ingegno straordinario. Lo fa con un monumento funebre, ideato dal figlio di Gruau, Aldo, che è stato progettato in collaborazione con l’architetto Pier Luigi Foschi e con l’artista Vittorio D’Augusta. L’opera d’arte è collocata nel piazzale d’ingresso del Cimitero monumentale, in simmetria con La Grande Prua di Arnaldo Pomodoro, dedicata a Federico Fellini e a Giulietta Masina.
Intanto continua fino al 13 aprile la mostra dedicata a Gruau nelle sale del Museo della Città.

mer 08 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Zecchini Ivano


Se la ionizzazione è un fenomeno ampiamente noto in fisica nucleare, la baglionizzazione è un fenomeno della fisica musicale ancora forse non adeguatamente studiato. Consiste nella diffusione del culto di Baglioni, che pure non pubblica un album di inediti da anni, sotto altre forme: lo strampalato film-musical “Questo piccolo grande amore” così, come le citazioni di Marco Carta in quel di Sanremo: “Un bacio ad acqua salata”, “Il mio gancio in mezzo al cielo”.

mer 08 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micheli Stefano

E’ passato poco più di un mese dal 21 febbraio scorso quando Paolo Bonolis annunciava dal palco del Teatro Ariston di Sanremo che il trionfatore della 59a edizione della più importante kermesse musicale italiana era Marco Carta con la canzone “La forza mia” ed ora Marco Carta……è qui! Il reuccio cagliaritano approda infatti in Romagna con il suo tour 2009 il prossimo 30 aprile dove, al Carisport di Cesena presenterà in concerto le canzoni del suo nuovo album, il primo di soli inediti e già disco di platino con oltre 70 mila copie vendute.

mer 08 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

L’ospitalità romagnola torna in tv a ridosso delle festività di Pasqua e i weekend del 25 aprile e 1 maggio. Anche nella stagione 2009 prosegue infatti l’operazione “spot parchi”, con Palmiro Cangini - Paolo Cevoli che dal 1 aprile in onda su Rai e Mediaset per quattro settimane, annuncerà, con 176 passaggi televisivi, la riapertura di Mirabilandia, Italia in Miniatura, Oltremare e Acquario di Cattolica e di tutta la Riviera, pronta ad accogliere i turisti. Nell’estate 2008, caratterizzata da una flessione generalizzata del movimento turistico ed in particolare della propensione alla spesa, i 15 parchi di divertimento della Riviera dell’Emilia Romagna hanno ottenuto una crescita complessiva del +2,7%, in controtendenza rispetto all’andamento generale.

mer 08 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Tullio Kezich dal 27 marzo è il nuovo Presidente Onorario della Fondazione Fellini. Critico cinematografico, commediografo, scrittore, sceneggiatore e amico personale del Maestro, Kezich ha seguito l’intero arco dell’avventura felliniana, da Lo sceicco bianco fino a La voce della luna. È considerato il biografo ufficiale del regista riminese e a lui ha dedicato Fellini, un’opera fondamentale, per chiunque voglia conoscere la vita e l’arte dell’uomo Fellini. Collabora attivamente con la Fondazione che lo considera come un padre nobile. Al prossimo Festival di Cannes (13 – 24 maggio 2009) verrà presentato un documentario ideato dallo stesso Kezich, realizzato dalla Fondazione Fellini e da Raisat, girato dal regista Gianfranco Mingozzi. Attualmente sta preparando un nuovo volume sul maestro che si intitolerà Il libro dei miei film.

mer 22 apr 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Già che della nostra storia ci importa ben poco, quel poco ci piace raccontarcelo in versione taroccata, consolatoria, auto-assolutoria. E così dopo oltre 60 anni siamo all’assurdo. Il 25 aprile, che insieme al 2 giugno è la festa di fondazione di questa nostra repubblica, è ancora un’occasione per dividerci, per litigare, per pescare qualche voto in più all’immancabile turno elettorale primaverile. Cosa è successo da noi durante la guerra? Uno che ne ha scritto molto, raccogliendo e confrontando meticolosamente le notizie, i ricordi, le versioni discordanti, è Antonio Montanari. 

mer 22 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Sabato 4 luglio torna la Notte Rosa, il capodanno dell’estate. Anche quest’anno l’evento si snoderà lungo i 110 chilometri di costa della Riviera adriatica dell’Emilia Romagna, ma avrà il proprio cuore pulsante nei 40 chilometri di Riviera di Rimini.

 

La formula della Notte Rosa è quella delle prime tre edizioni: arredi e scenografie in rosa, spettacoli, concerti, feste sui lungomari e sulla spiaggia, look rosa ovunque (dai capelli, all’abbigliamento, alla tavola), fuochi d’artificio.  In più quest’anno, sarà rilanciato il bagno di notte, con un grande tuffo collettivo nell’Adriatico.

 

mer 22 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Prosegue la raccolta di fondi di Chiamami Città a favore delle delle vittime terremoto in Abruzzo. In pochi giorni le donazioni hanno superato i 1.500 euro. Al termine della sottoscrizione, la somma verrà destinata alla ricostruzione delle piccole medie imprese della provincia dell’Aquila, come espressamente segnalato fra le priorità dalle stesse popolazioni colpite. Chi volesse ancora contribuire può effettuare versamenti nel conto corrente aperto presso la Banca Malatestiana, intestato a “Chiamami Città pro terremoto Abruzzo - Ondalibera Srl” IBAN IT 48 T 07090 24210 018010119950, oppure recarsi direttamete presso la nostra redazione, in via Bonsi 45, Rimini.

mer 22 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Costantini Claudio

In questo secondo numero di Chiamami Junior, i bambini, i piccoli alunni delle scuole elementari continuano a raccontarci come vedono loro il mondo, la realtà che li circonda in continuo cambiamento. Un mondo pieno di storie e lingue diverse con le quali convivere e trarne proficui stimoli di crescita e conoscenza. Gli scolari in queste pagine possono leggere le loro esperienze, confrontarsi e ritrovarsi in percorsi simili e nelle stesso tempo diversi. Sono sempre più numerosi gli iscritti alle scuole primarie provenienti da paesi esteri che seguono modelli di integrazione che in molte classi si tramutano in risorse e nuove conoscenze per tutti gli alunni.

mer 22 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Costantini Claudio

Il week-end di Pasqua ha dato, a dispetto delle infauste previsioni del tempo, attendibili indicazioni sulla prossima stagione turistica: nonostante la crisi la Riviera potrà essere ancora la meta di milioni di turisti. Si sta già oliando la poderosa macchina economica dell’accoglienza costituita da migliaia di alberghi, ristoranti, bar, stabilimenti balneari, parchi di divertimento, negozi e decine di altre attività. Un complesso economico che fornirà il lavoro a migliaia di persone secondo la loro qualifica e professionalità. Un’occasione per molti di ricavare un reddito che sommato a quello di altri componenti della famiglia, permetterà di affrontare i mesi invernali, l’affitto, il mutuo per la casa... il futuro. 

mer 22 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

A partire dal prossimo autunno Castel Sismondo accoglierà fra le sue mura un po' di States: dal 10 ottobre 2009 al 14 marzo 2010 il cuore di Rimini pulserà di autentici capolavori riuniti nella mostra “Da Rembrandt a Gauguin a Picasso. L’incanto della pittura. Capolavori dal Museum of Fine Arts di Boston”. La chiusura per restauro di alcuni ambienti del Boston Museum of Fine Arts dà, infatti, l'opportunità a Rimini di ospitare sessantacinque tele rappresentative della storia dell’arte del Vecchio Continente. La mostra di Rimini, che pur ripercorre molte importanti scuole nazionali in Europa, sarà allestita da Marco Goldin, direttore de “La linea d'ombra” e stratega della comunicazione artistica, secondo un’idea di continui e significativi accostamenti

mer 22 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Dopo oltre quattro mesi di restauro, sabato 18 aprile al Museo della Città di Rimini è stato presentato un frammento della veste Sigismondo Pandolfo Malatesta, scoperta nel 1756 e mai esposta stabilmente prima d’ora. Il restauro - finanziato dal Rotary Club Rimini Riviera – ha consentito di esporre stabilmente per la prima volta la pezza di stoffa (58 cm di altezza e 230 cm di lunghezza), scoperta all’apertura della tomba di Sigismondo nel 1756, recuperata nel 1920 e restaurata una prima volta in Svizzera nel 1970. Il tessuto – che rimarrà in esposizione in una teca del Museo – potrà ora continuare a far parlare di sé dopo decenni di silenzio, raccontando aspetti meno noti, ma non meno significativi, della vita quotidiana, pubblica e privata, di Sigismondo.

mer 22 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Domenica 19 marzo lo scrittore Marco Missiroli ha presentato “Tempi a confronto. Una famiglia proletaria riminese nella tragedia del ‘900”, il libro autobiografico di Ariodante Schiavoncini, classe ’22, edito per i vent’anni di Chiamami Città.  “Molti di noi parlano di memoria - così Missiroli ha introdotto l’opera - Ma è difficile mettere in pratica la memoria, ci vuole non solo dignità e coraggio, ci vuole anche l’istinto del recupero. Questo libro potente va fatto leggere alle persone, c’è una vita intera dentro, e Ariodante è un grande narratore.” A seguire, la testimonianza emozionante e arguta di Ariodante Schiavoncini, che ha sollecitato le domande e gli interventi dei presenti, un pubblico foltissimo e partecipe, di tutte le età. Perché, come ha scritto l’autore, il suo libro è dedicato “Ai giovani perché sappiano, agli anziani perché ricordino”.

mer 22 apr 2009 - Notizia di cultura - scritto da Piva Beatrice

La Nuova Ricerca di Rimini diventa contenitore inusuale d’arte: tre piani allestiti del policlinico tutti da visitare, spazi che, cambiando la loro naturale connotazione, diventano sorprendentemente luoghi d’arte, di incontro e di comunicazione. Fino al 19 giugno il policlinico di via Settembrini, ospita la personale dal titolo “Stazione Rimini” di Kiril Cholakov, artista bulgaro-italiano che vive e lavora a Rimini. Laureato nell’89 presso l’Accademia di Belle Arti di Sofia è fortemente segnato dagli eventi che nello stesso anno hanno portato al crollo del Muro di Berlino. “La mia ricerca si sviluppa attorno al concetto di spaesamento interiore - spiega l’artista - diversi miei dipinti, sculture, interventi architettonici, affrontano l’indagine dello spazio d’identità dell’individuo”.

mer 22 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Lunedì 27 e Martedì 28 aprile per chi ancora non l’avesse visto troviamo il bel film di Demme “Rachel sta  per sposarsi” con Anne Hathaway e Rosemarie Dewitt.

Un ritratto di una famiglia americana con le sue fragilità e turbamenti. Un velo che si alza sui peccati all’interno delle mura domestiche.

Il 4 ed il 5 maggio sarà la volta di un piccolo film israeliano che ha stupito anche per il successo ottenuto: “Il giardino di limoni” di Eran Riklis.

mer 22 apr 2009 - Notizia di healthness - scritto da Bellentani Rita

Paolo Novi e Marco Tanda sono i soci fondatori di Ioè, società di consulenza organizzativa e formazione delle risorse umane per imprese ed enti che affrontano il cambiamento, che nel 2005 ha organizzato a Rimini il workshop ”Ethics in business” alla presenza del Dalai Lama.

Il prossimo 9 e 10 luglio è in programma al Palacongressi di Rimini una nuova iniziativa, “Change management e benessere nel lavoro”.

Abbiamo chiesto a Novi e Tanda perché hanno pensato di promuovere e realizzare il workshop, e quale sia il filo conduttore che lega questo progetto a quello precedente.

PALACONGRESSI RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 22 apr 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Dopo il sisma in Abruzzo sembra finalmente che in Italia molti comincino a chiedersi: “Ma la mia casa è sicura? E quanto è sicura?”

Buona domanda.

Ci si può aggiungere anche: “La scuola dove vanno i miei figli, l'ospedale, l'ufficio dove lavoro, gli edifici pubblici, lo stadio, il palasport, insomma tutti i luoghi dove passiamo la nostra vita, sono a sicuri?”

Se digitate http://zonesismiche.mi.ingv.it/ trovate nel sito dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dove potete vedere e scaricare la mappa ufficiale del rischio sismico, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.108 dell'11/05/2006 e la classificazione dei Comuni italiani. Rimini e tutta la costa sono in zona 2, della quale si dice: “in questa zona possono verificarsi terremoti abbastanza forti.”

mer 22 apr 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Che monotonia il giovedì sera di Rai2! Più che Anno zero dovrebbero chiamarlo “Di Pietro day”, dal momento che un sempre più bolso Santoro lo costruisce  immancabilmente attorno all'evanescenza dialettica e all'arrancante sintassi gesticolata del “Tonino dei Valori”. Ad eccezione di qualche occasionale saggio della scemenza pseudo-comica che il Pappagrillo porta in giro per l'Italia a pagamento, tutto il resto è contorno; sia che si tratti del “quanto mi piaccio  Travaglio”, o dell'imitatrice da parrocchietta Guzzanti, o di quel geniale “stalinista della vignetta” di Vauro. Ciò che più infastidisce è che poi, al venerdì, tu che credi sul serio che la libertà di espressione debba essere salvaguardata in tutte le sue forme, compresa la predicazione televisiva rozza e spocchiosa, sei costretto a difendere quel plotoncino di allegri narcisisti dalle aggressioni dei cultori del pensiero melmoso alla Gasparri; pur sapendo che per gli auto-compiaciuti martiri del tubo catodico quelle aggressioni sono manna dal cielo, ragione di vita, condizione di remunerato successo professionale; e che per questo le hanno scientificamente ricercate ed  invocate.

mer 22 apr 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Forse l’unico effetto non tragico del terremoto abruzzese è di averci fatto passare, per paradosso, una Pasqua più serena. Dopo giorni di maratona mediatica su cumuli di macerie, lutti, tendopoli fustigate dalle intemperie e moltitudini di sfollati privati di tutto, poterla trascorrere nel modo più banale, sotto il proprio tetto e insieme ai propri cari, ci è apparso per quello che è: un meraviglioso regalo del destino. Anche la gita di Pasquetta ha assunto un altro sapore. Nel senso che pranzare all’aperto seduti su una coperta, con un occhio agli eventuali capricci del tempo, è piacevole solo se sai che la sera cenerai con le gambe comodamente allungate sotto il tavolo del tinello di casa tua. Ma se non hai più una casa in cui tornare, la tua vita diventa un agghiacciante picnic a tempo indeterminato, e la prospettiva di riavere un’abitazione decente e un lavoro su cui reimbastire una routine quotidiana, ti appare allettante come una vacanza. Saggezza spicciola, ma non troppo in una città come Rimini, dove l’insoddisfazione si manifesta in un continuo sciame sismico di lamentele, senza mai sfociare nello scossone in grado di abbattere lo stato delle cose.

mer 22 apr 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Ioli Luca

L’Osteria del Mare in Piazza ha cambiato gestione.

Ci siamo andati con curiosità. Era una sera infrasettimanale, ma ciò nonostante il locale era affollato.

L’impostazione è sempre quella, il locale è caldo, con molti tavoli e le tovagliette gialle di paglia come una volta. L’unico neo la tv che imperversava con Striscia la Notizia, ma fortunatamente il volume era molto basso.

Il nuovo gestore Luciano Villa ci ha accolto bene, dandoci un menù chiaro sia nella composizione che nei prezzi; rispetto alla precedente gestione il pesce fresco è molto più presente.

mer 22 apr 2009 - Notizia di attualità - scritto da Barlaam Lorella

Fra le tante le iniziative per festeggiare il 25 aprile nella nostra provincia si segnala “Libera Rimini”, tre giorni promossi dall’Anpi. Mercoledì 22, alle 17, Patrizia Dogliani, presidente dell’Istituto storico di Forlì-Cesena presenta il suo libro “Il fascismo degli italiani. Una storia sociale”; Sala del Buonarrivo della Provincia di Rimini, corso d’Augusto, 231. Giovedì 23, alle 21, Alberto Pagliaro presenta le sue “Storie Partigiane” a fumetti nella libreria Interno4 - via di Duccio, 26, Rimini. Sabato 25 in piazza Cavour dalle 15.30 artisti di strada, cantanti, giochi e animazioni per i più piccoli, con stand gastronomico dell’osteria Harissa. Alle 20.30 concerto di “Araba Fenice”, alle 21.30 coro della Mondine di Novi di Modena.

mer 08 apr 2009 - Notizia di Valconca - scritto da Micucci Eva

E’ alle porte la stagione turistica 2009. Quali timori per un’estate che, complice la crisi economica, si preannuncia più difficile del solito?

“Qualche preoccupazione è inevitabile che ci sia perché tutto il contesto lancia messaggi poco rassicuranti, anche se penso che la cartina tornasole l’avremo con la Pasqua e le manifestazioni estive che la nostra costa e il nostro entroterra hanno saputo proporre. Nonostante la crisi robusta sono convinto che il territorio riminese venga scelto sempre e comunque dai turisti”.

mer 11 mar 2009 - Notizia di Valconca - scritto da Micucci Eva

 

Piccolo commercio e grande distribuzione, come si sta muovendo CNA per sostenere le imprese in questo periodo di crisi?

“Siamo stati tra i primi a parlare con le istituzioni, con i Comuni, la Camera di Commercio e la Provincia per cercare di aiutare il piccolo commercio su più fronti: abbiamo chiesto di non far aumentare le tasse sull’occupazione sul suolo pubblico, di ridurre le imposte sui costi sulla pubblicità e dei parcheggi. Non solo, stiamo cercando di lavorare sul piano regionale per modificare la Legge 41 del 1997, nata per riqualificare i centri storici ed il piccolo commercio. Fino al bando del 2005, infatti, solo le imprese organizzate in associazioni o altre forme temporanee presentavano la domanda al fondo così solo le stesse imprese potevano usufruire dei contributi”.

 

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Secondo Il Sole 24 Ore, Rimini è la città più cara d’Italia. Il quotidiano economico ha esaminato la spesa media per 20 beni alimentari di prima necessità. I riminesi spenderebbero oltre 4.100 euro all’anno, record nazionale. Le rilevazioni hanno riguardato fra l’altro i prezzi di acqua, pane, pasta, parmigiano, caffé, biscotti. A Rimini, ad esempio, per un chilo di pane si spendono 3,75 euro; nella città più economica, Napoli il pane costa in media 1,94 euro. Nei primi 15 posti ci sono ben sei province della nostra regione. Contrastanti le reazioni alle pubblicazione dei dati: le associazioni dei commercianti non nascondono qualche perplessità sulla loro fondatezza, mentre secondo quelle dei consumatori i prezzi in realtà sarebbero ancora più alti.

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

 

Il Comandante Colonnello Fabrizio Barone, oltre a condurre il 7° Reggimento Aves “Vega”, comanda anche il presidio di tutte le forze armate di stanza a Rimini.

Quante forze sono impiegate in questo gruppo e che percentuale femminile c’è?

“Siamo circa seicento. Purtroppo ci sono poche donne, meno di venti principalmente impiegate nel settore sicurezza e personale: abbiamo un ufficiale, un sottufficiale e un maresciallo. Le ragazze sono integrate molto bene, dimostrano volontà e in alcuni casi eccellono”.

Di quali attività vi occupate?

“Come attività principale c’è la preparazione e l’addestramento per gli equipaggi di volo per essere sempre pronti in caso di missione in patria o all’estero. C’è l’aspetto molto importante della manutenzione degli elicotteri per pronto intervento ed emergenza”.

 

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Quali attività svolge la Capitaneria di Porto?

“La nostra è una forza armata atipica. E’ un corpo specialistico della Marina Militare che opera soprattutto in campo civile. I nostri militari hanno a che fare tutti giorni con i cittadini. Ci occupiamo di immatricolazione delle navi, del rilascio delle patenti nautiche, siamo come la motorizzazione civile per le auto. Abbiamo poi competenze operative per la ricerca e soccorso in mare, la Capitaneria è l’ente dello Stato che coordina, in caso di soccorso in mare, la guardia di finanza, i carabinieri e i vigili del fuoco, sulla sinistra del porto c’è un gruppo operativo pronto all’occorrenza. Vigiliamo poi sull’intera filiera della pesca, abbiano funzioni di Polizia Giudiziaria e di vigilanza ambientale e abbiamo la tutela del patrimonio sommerso. Non abbiamo compiti militari, viviamo in mezzo alla collettività semplificando al massimo la vita dei cittadini”.

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

 

Come vivono i tanti militari di stanza a Rimini? Che rapporti hanno con la città? Con quali problemi e quali soddisfazioni? Per saperne di più su un argomento di cui si parla davvero poco, abbiamo intervistato i comandanti delle tre principali Forze Armate che hanno presidi nella nostra città. Iniziamo con il Tenente Colonnello Massimo Zanchiello, Comandante 2°/121° Reggimento Artiglieria Contraerea Ravenna, che ha base alla caserma “Giulio Cesare”

Quante forze sono impiegate nel suo reparto?

“Tra militari di truppa, ufficiali e sottoufficiali siamo circa 400 unità. Abbiamo poi una decina di civili che operano nell’amministrazione della difesa. Gli ufficiali sono 30, i sottoufficiali 130 mentre la truppa, che si divide a sua volta tra volontari in servizio permanente, in ferma breve e in ferma prefissata di un anno, sono 130.

 

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Non tutti sanno che all’interno della Caserma Giulio Cesare c’è un Museo Storico-Militare. Una raccolta minuziosa ed accurata di oggetti, cimeli, reperti, armi e divise utilizzate dall’Esercito Italiano. Materiali originali ed unici, dal risorgimento ai tempi moderni, una vasta raccolta di medaglie e cartoline militari dell’epoca. L’interessante collezione arriva anche da donazioni di privati. Tra i cimeli esposti c’è anche una camicia garibaldina appartenuta ad un reduce che fece parte della colonna “Medici” accorsa in rinforzo alla spedizione dei Mille del 1860.

mer 06 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Per descrivere i Marlene sfrutto un commento di Enrico Brizzi: “non sono un gruppo di rock italiano, ma l'unico gruppo italiano di rock”. Nel corso della loro storia le sonorità sature e soniche, hanno attraversato una maturazione compositiva verso uno spleen ordinato più europeo, adeguato per la ricerca autorale di Cristiano Godano. Converso con il chitarrista Riccardo Tesio.

Il nuovo tour coincide con l’uscita del cd ‘Best of Marlene Kuntz’. Si può dire che questo tour riepiloga la vostra carriera lunga vent’anni?

“E’ un ritorno ai club dopo qualche anno di tour principalmente nei teatri. Un tour vecchia maniera, un concerto rock e in un certo senso è quello che dicevi tu, una specie di riepilogo di tutta la nostra storia. Il live è una specie di ‘Best of’ ma non ci sono tutti i brani del disco anzi, ci sono molti brani diversi. Credo che sia un bel concerto, invito a venire il più numerosi possibile”.

mer 06 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Sappiamo tutti in quale squallore morale versi il mondo del calcio. Un miliardario barnum mediatico in cui variopinti pupazzi bisticciano, ciaramellano, come morsicati da pugliesi tarantole. Nessuno, a mio parere, si salva: né i tecnici, deprimenti nella loro albagia che li porta ad inanellare altisonanti discorsi con l’automatismo delle macchiette, né i giocatori, avidi muscolari ai quali è caro solo il rombo delle auto fuoriserie, né i “tifosi”, veri e propri trogloditi, respinti agli orli dalla marea della storia. Ma tant’è. Se ne è parlato e si continua a parlarne fin troppo.

mer 06 mag 2009 - Notizia di Valconca - scritto da Micucci Eva

 

A Renato Ioli, presidente provinciale di Cna, chiediamo un quadro del commercio e del turismo nella nostra provincia e in particolare nella Valconca.

“Il settore del commercio nella provincia di Rimini – risponde Ioli - è un comparto economico di grande importanza con le sue 9 mila imprese che rappresentano circa il 27-28% del totale provinciale. Inoltre occorre considerare il ruolo chiave che le imprese in questo settore, assieme all’artigianato di servizio, hanno per il distretto turistico e per la crescita di qualità del nostro tipo di accoglienza. Pensate a cosa sarebbero i nostri centri storici e i nostri borghi se non vedessero la presenza di botteghe e negozi che rappresentano la rete commerciale di questa città. Sono un modo per tenere alto il tenore di vita dei nostri comuni: dove ciò non è avvenuto abbiamo assistito ad un degrado. Anche in Valconca il settore del commercio si realizza su imprese individuali di piccola dimensione, che in questi anni hanno saputo reagire alle crisi cicliche, trasformazioni e cambiamenti. In concomitanza con la nascita e l’affermarsi di nuove tipologie di commercio, come la grande distribuzione, ma non solo, sono cambiati gli stili di consumo ed il modo di acquisto delle persone”.

 

mer 06 mag 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Lungi da me l'idea di sottovalutare l'allarme per questa febbre di origine suina. Bisogna però ammettere che ogni volta che il mondo è alle prese con gli effetti di qualche catastrofica scemenza provocata dai potenti della terra, ecco arrivare puntualmente, quasi per provvidenziale coincidenza, un mansueto animale da fattoria a rubare i titoli d'apertura con la sua minaccia di pandemia: ieri la mucca inglese e il pollo cinese, oggi il “baghino” messicano. Mentre va ripetuto che non comporta alcun rischio mangiare carne di maiale, non è invece ancora ben chiaro se siano infettive pure le porcate metaforicamente intese, né se il contagio possa trasmettersi anche attraverso la diffusione del “pensiero maialesco”. Nel primo caso  è bene non avere a che fare con la produzione legislativa di Calderoli; nel secondo, si raccomanda di tenersi prudenzialmente lontani da Borghezio.

mer 06 mag 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Una volta tanto, spezziamo una lancia a favore delle automobili riminesi. Non sono cattive, anzi, hanno un’anima e un cervello spesso superiori a quelle dei loro conducenti. Stufe di essere solo oggetti, status symbol, nonché simbolo di una tecnologia e di uno stile di vita bocciati dalla crisi economica e dal degrado ambientale, i Suv malatestiani hanno deciso di farsi una cultura.

Un bel mattino il macchinone si è guardato allo specchio e si è detto: «Vergogna, un bestione grande e grosso come te non è capace di leggere né di scrivere. Magari sai quanti chilometri puoi fare con un litro, ma se ti chiedono quanti ne fai con due, vai in panne. Avrai pure un motore da cinquecento cavalli, ma come cervello vali meno di un somaro.»

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

 

Lunedì 18 maggio, al Palasport ‘Flaminio’ di Rimini con inizio alle 20.45, la Nazionale di basket dei politici sfida la Nazionale italiana di basket over 45 per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto, e per Eleonora Calesini, la giovane riminese salvata dopo 43 ore sotto le macerie. 

La Nazionale di basket dei politici è nata di recente, e vi aderiscono parlamentari e amministratori di tutti gli schieramenti.
La allena Alberto Bucci, già coach della Nazionale italiana e del team riminese.

 

mer 06 mag 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Ci avviciniamo alle elezioni provinciali ed è giusto chiedersi se, come molti dicono, si tratta di enti inutili. La discussione, tuttavia, spesso è superficiale. Cosa vuol dire che un'amministrazione è inutile? Se si intende che le sue funzioni le potrebbe svolgere un'altra, è un conto, se vuol dire che tali funzioni sono vane o inesistenti, è un altro.

Il fatto è che le pubbliche amministrazioni italiane non nascono solo per svolgere dei servizi. Pertanto non sono organizzate in modo funzionale, ma, al contrario, sono costruite per essere diseconomiche. Prendete le tasse. Il sistema fiscale italiano è così complicato che per compilare i vari modelli il cittadino deve farsi assistere da esperti. Questi esperti sono i commercialisti, i CAF e l'Agenzia delle Entrate. In pratica, paghiamo per pagare.

mer 06 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Il mare e i bambini saranno tra i protagonisti dell’XI edizione del Festival del mondo antico - dal 18 al 21 giugno, nella provincia di Rimini – con “Nauticamente. La navigazione antica” e “Come giocavano gli antichi?”.

“Nauticamente” è una rassegna sulla storia della navigazione nell’antichità, che prevede lezioni, proiezioni, rappresentazioni teatrali, ma non solo: sabato 20 giugno, grazie alla collaborazione con il Museo di Cesenatico, si potrà salire a bordo di imbarcazioni storiche alla Darsena di Rimini. Durante il Festival si potrà inoltre scoprire come giocavano i bambini dell’età antica con tanti appuntamenti dedicati ai più piccoli, tra cui operazioni di scavo sulla sabbia, laboratori sulle tracce dell’uomo primitivo, gialli archeologici, tornei dei latrunculi e costruzione di capanne preistoriche.

mer 06 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Zecchini Ivano

Fatto con X Factor, fatto con Amici e amici come prima, per chi è curioso di vedere giovani talenti all'opera è tempo di metter via i telecomandi e uscire a riveder le stelle. Torna infatti, per l'edizione numero 15, il concorso “Un e mezzopalo rock”, che al Centro Giovani di Santa Giustina mette a disposizione delle giovani rock band di casa nostra, rigorosamente a gratis, un palco e premi interessanti. Quattro eliminatorie (15 e 22 maggio, 12 e 19 giugno) e quindi le finalissime (25, 26 e 27 giugno). Per i vincitori, mille euro e il palco del Velvet. Per tutti, la possibilità di far sentire il risultato di ore e ore in sala prove. E per celebrare i suoi primi tre lustri, il Mezzopalo annuncia il Mezzo Palo Live Stars: un concerto in luglio, sempre al Velvet, con i vincitori delle ultime edizioni. Perché è giusto che chi premia talenti poi non si dimentichi di loro: è recente la notizia di Dennis Fantina, vincitore della primissima edizione di Amici, tornato a far l'operaio perché la sua carriera artistica è rimasta senza sbocchi.

mer 06 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Dall'14 al 16 maggio al Cinema Tiberio di Rimini il festival nazionale di cinema indipendente alle ore 21 (ingresso libero a tutte le proiezioni). Nelle tre serate un articolato programma dedicato agli autori indipendenti di tutta Italia e le consuete vetrine di alcune prestigiose manifestazioni nazionali dedicate al cinema indipendente. La rassegna è competitiva solo per le opere prime, al cui vincitore, scelto dalla direzione artistica, verrà assegnata la Targa Paolo Scarponi. Oltre alla selezione curata dalla direzione artistica di Round (22 le opere in rassegna), sono in programma selezioni curate dal Festival Sur le Pas de Mon Oncle di Saint Maur de Fosses e del Festival Cinema Indipendente di Foggia, oltre ad una rassegna di cortometraggi italiani scelti dalla FICE Emilia Romagna. Per informazioni: segreteria Round, tel. 0541/784193.

mer 06 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Se qualcuno pensa che i Gattamolesta siano una band classica di quelle che sogna comparsate in Tv davanti ai sacri giudici MorganVenturaMaionchi allora non ha capito niente. I Gattamolesta li troverete forse più facilmente “nei quartieri dove il sole del buon Dio non dà i suoi raggi” tanto per citare il buon Faber. E nei quartieri dove la vita diventa passione loro saranno lì, in un angolo coi cappelli e le custodie aperte a raccattare qualche euro dalle tasche dei più volenterosi, suonando canzoni di briganti e di zingari. Ad allietare le danze dei curiosi troverete Andrea Gatta, saltimbanco e giullare, cantante e chitarrista, Niccolò Fiori al contrabbasso, Jader Nonni alla batteria, Luigi Flocco alla fisarmonica. Il 16 maggio saranno al bar Neon di Rimini ad allietare il sabato della città riminese, per presentarvi un concerto che non dimenticherete facilmente. E ricordate “omme si nasce, brigante se more”…

mer 06 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Le uscite del mese di Aprile dedicano molto spazio al cinema italiano, speriamo che questa nuova attenzione sia meritata.

Sicuramente Stefano Incerti con “Complici del silenzio” confermerà la propria solidità autoriale.

Il film, diretto e compatto, scoperchia le complicità anche italiane verso il regime di Videla in Argentina.

Corretto senza essere retorico è un inno alla persistenza della memoria.

Molto più leggero “Focaccia blues” di Nico Cirasola con Lino Banfi, Michele Placido, Nichi Vendola, Renzo Arbore.

Ricco di partecipazioni amichevoli il film racconta una piccola storia vicina al mondo di slow food (scoperto ora anche dagli USA). Una piccola focacceria pugliese si prende il lusso di sfidare McDonald e riesce anche a farlo chiudere nella città di Altamura.

mer 06 mag 2009 - Notizia di healthness - scritto da Bellentani Rita

Seminario intensivo dal 22 al 24 maggio. Sviluppare la consapevolezza della propria femminilità, del proprio corpo, ecco lo scopo del seminario condotto dalla dott.ssa Reuma Bat Cohen che si terrà presso il Centro Nikoniko di Rimini. Reuma Bat Cohen è ginecologa laureata a Tel Aviv, omeopata, osteopata ed agopuntore, vive e lavora in Israele. Allieva prima del maestro Sivananda e di Aviva Steiner, ha poi consolidato ed arricchito la sua preparazione (shiatsu e agopuntura) col M° Masahiro Oki, per poi specializzarsi nella pratica delle tecniche naturali per il riequilibro energetico degli organi sessuali. Da oltre trenta anni ha lasciato l’impiego ospedaliero di ginecologa, per dedicarsi solo alla ricerca comparata di pratiche “naturali” nelle varie culture ed alla loro applicazione medico-pratica. Argomenti trattati: Problemi ginecologici – Menopausa - Fertilità e concepimento - Preparazione al parto - Sessualità maschile - Gruppo di studio operatori.

mer 06 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

Chissà se a qualche altro riminese è capitata la disavventura occorsami tanti anni fa. Andò così: studente a Bologna, ospite a cena di amici nessuno dei quali romagnolo,  avevo intravisto che in cucina la pentola sul fornello cominciava ad agitarsi. Ebbi un bel lanciare l’allarme “Vonta! Vonta!”: invece di correre a togliere il coperchio, tutti restarono a guardarmi come se parlassi arabo. E la pentola disastrosamente vontò. In quella circostanza, alla veneranda età di vent’anni, appresi così che “vontare” non esiste come verbo italiano, ma appartiene allo schietto dialetto nostrano. E ancora oggi, se non esco dai confini aviti, mi capita ben di rado sentir dire che la pentola trabocca o che il fiume straripa, tracima o addirittura esonda. D’altra parte, pare che invece pentole e fiumivontino solo a Rimini e dintorni; in Romagna più in su dicono trabuchè o perfino, in Emilia, svaglièr.

VONTARE | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 06 mag 2009 - Notizia di Valconca - scritto da Piva Beatrice

 

Quali sono le iniziative della Provincia, approvate e in corso d’opera, per rilanciare il commercio e il turismo nel bacino della Valconca?

“Stiamo ragionando sull’idea di un territorio turistico unico. Un territorio formato da venti diversi comuni, ma fortemente integrati tra loro attraverso la cultura della ricettività e dell’ospitalità. Dal mare alla collina, senza divisioni. Oggi puntiamo molto sul turismo in collina, valorizzandone le tipicità: i nostri prodotti enogastronomici, le sagre, le tradizioni che perpetuano un’ospitalità antica. Tra i nostri progetti sono previsti investimenti per le piste ciclabili in Valconca e l’organizzazione di eventi nell’entroterra”.

 

mer 06 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Come sta vivendo il territorio della Valconca questo momento di crisi nazionale ed internazionale?

“Soffermandomi sui dati economici relativi alla Valconca, la crisi non risulta evidente: ad esempio per quanto riguarda la nascita di nuove aziende, confrontando il primo trimestre 2008 con quello del 2009, si evince un incremento ed  il saldo è dunque positivo. Da notare che, mentre le attività avviate da italiani crescono mediamente del 2%, quelle avviate da straniere aumentano circa del doppio, e questo mi sembra un elemento che si presta a varie interpretazioni. La Valconca  è, soprattutto, una parte significativa dell’economia della Provincia: gli addetti impiegati in questo territorio costituiscono il 9,50% di tutta la Provincia, e, nel 2008, si è rilevato inoltre un sostanziale aumento della popolazione. Il territorio della Valcona contribuisce poi al Pil della Provincia con il 18,80% nel settore industriale e con il 15% nella produzione agricola”.

mer 06 mag 2009 - Notizia di Borgo Marina - scritto da Barlaam Lorella

Te lo sanno dire tutti, in via Derna, dove abita Olga Tamburini “la velaia”. Mario, fratello di Olga, dopo aver imparato a fabbricare barche negli storici cantieri Carlini, dagli anni ’30 si mette in proprio, diventa maestro d’ascia e comincia a costruire da solo barche da pesca e  batane. Si specializza nei “beccaccini”, agili barche in legno di 5 metri con un solo albero, randa e fiocco, facili da governare. Ne fabbrica anche sei o sette in un inverno: Olga gli cuce le vele. Nel dopoguerra, con Angelo Deitos, marito di Olga, che dà una mano in cantiere, riescono a costruire la casa dove lei abita ancor oggi, con il laboratorio annesso. Nel ’64 Mario muore. Angelo ha continuato fino al ’78 a costruire mosconi, Olga ha cucito e riparato vele fino a un paio di anni fa. Suono al cancello, il figlio mi apre. “Vediamo se è sveglia.” Dice. “Ha avuto problemi di salute, non so se vorrà raccontare.”

mer 20 mag 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Se è vero, com’è vero, che tutte le nazioni ricche respingono gli immigrati clandestini, come mai solo noi abbiamo dichiarato guerra all’Onu? Se è vero, com’è vero, che la grandissima maggioranza degli irregolari arriva con visto turistico e poi si dà alla macchia, oppure aveva un permesso di soggiorno che non è stato rinnovato, come mai tutto il clamore deve essere puntato sui disperati dei barconi? Humphrey Bogart direbbe: sono le elezioni, bellezza. Se i soldi per il terremoto dell’Abruzzo non si sa se ci sono, a che servono i consigli dei ministri e i G8 all’Aquila? Se l’emergenza terremoto e la ricostruzione di Umbria e Marche andarono bene, come mai ora che si sta facendo lo stesso e anche un po’ meno si grida al miracolo di efficienza? Elezioni, sempre elezioni. Già in tempi normali il cittadino deve ingoiare polveroni a pranzo e a cena, scoprire le notizie vere in telegiornali lardellati di tonnellate di bufale e diversivi. Ma se poi si deve votare, allora altroché polvere. Sono nuvoloni di fumo, perturbazioni atlantiche, fronti ciclonici dove scorgere la realtà diventa impossibile anche per i più scafati. Eppure la realtà è sotto gli occhi di tutti. E’ nei portafogli, nelle tasche, nei conti in banca. E’ la crisi

mer 20 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Schiavoncini Ariodante

 

Sessantatre anni fa sì e votato per il referendum, Repubblica o Monarchia.

Il primo voto libero dopo la fine della guerra e l’infausto ventennio fascista. Una data storica che ha segnato la fine di una Monarchia guerrafondaia, colpevole di avere mandato a morire centinaia di migliaia di giovani soldati italiani, dalla desolata e fredda steppa russa, ai cocenti deserti africani.

Dall’unità al 1945, se si escludono pochi e brevi intervalli, l’Italia è sempre stata in guerra. Guerre sempre iniziate da noi.

Per il referendum del due giugno 1946, ho votato in uno dei seggi, allestito nelle aule delle scuole Ferrari, nel palazzo dove oggi si trova la sede centrale della cassa di risparmio riminese.

Dopo la guerra, le scuole Ferrari sono state costruite in via Gambalunga 106, al posto del Politeama Riminese, distrutto dai bombardamenti aerei.

 

mer 20 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

Dal 21 al 23 maggio alla Fiera di Rimini si svolgerà “Amici di Brugg”, esposizione di attrezzature e materiali per l’odontoiatria, in occasione del cinquantaduesimo covgresso dell’omonima associazione. Un appuntamento che ormai è una consuetudine per questa categoria medica: tre giornate congressuali intense, tavole cliniche e dimostrazioni in diretta anche via satellite, workshop e corsi tecnologici, crediti ECM, sessioni specifiche per Igienisti e assistenti alla poltrona, una mostra merceologica con oltre 200 espositori. Il tutto all'insegna dei valori di collaborazione ed amicizia che hanno sempre ispirato l’associazione.

 

mer 20 mag 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Che bello se fossimo un po' più “l'Italia con la schiena dritta” di Napolitano e un po' meno “l'Italia carponi”  di Berlusconi! L'Italia che fa finalmente incontrare - per di più al Quirinale - Gemma Calabresi e Licia Pinelli; non quella che, insieme alle ronde, prepara una nuova stagione di istigazione all'odio e alla coglionaggine, due inseparabili facce della stessa medaglia. L'Italia che denuncia in perfetto inglese, dinnanzi alla Conferenza del Centro Europeo delle Fondazioni, la dilagante «retorica improntata a razzismo e xenofobia»; non quella che teme e nega di stare diventando multietnica e si intossica delle grevi litanie leghiste, recitate con quell'insopportabile cantilena gutturale. Una delle ultime, parla di vagoni “anti-terun” sul metrò, da riservare ai soli milanesi; ne è ideatore quel Matteo Salvini, capogruppo del Carroccio a Milano, già distintosi come campione di cretinaggine leghista per gli insulti a Ciampi ed in cento altre occasioni. Io non auguro il male a nessuno, sia chiaro; se però costui, una volta o l'altra, scendendo le scale di Palazzo Marino inciampasse in una delle sue tante stronzate, procurandosi qualche settimana di busto gessato, credo che non riuscirei a dispiacermene.

mer 20 mag 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

 

Lo ha certificato il Sole24Ore: a Rimini la spesa è la più cara d’Italia. Più che a Milano, più che a Cortina, perfino più che nella solita Venezia, dove tutto viene trasportato in barchetta. Non sappiamo se sentirci lusingati o imbarazzati. Sempre un primato è, in fondo. Non proprio quello che scriveresti sui cartelli all’ingresso della città - «Benvenuti a Rimini, la città con i generi alimentari più costosi d’Italia» -, ma è sempre qualcosa.

Però, a pensarci bene, l’idea del cartello non è male. Visto che come nuove attrazioni turistiche siamo un po’ scarsucci, vantare la spesa più cara d’Italia potrebbe attirare folle di visitatori, curiosi di sapere come mai qui pane e latte costano più che a Portorotondo. E siccome è effettivamente difficile capirne il motivo, e il mistero intriga sempre, ci torneranno nella speranza di scoprire l’arcano. Rimini potrebbe diventare una meta per i turisti dell’occulto, quelli che affollano le rive di Loch Ness o i castelli della Transilvania. Come mai in questa cittadina marittima da tempo non più sulla cresta dell’onda, soffocata dal cemento e dal traffico, e collocata in una delle zone agricole più produttive d’Italia, la roba da mangiare costa come se arrivasse a dorso di mulo da chissà dove? Che sia una maledizione lanciata da Francesca da Rimini, in punto di morte? O è l’inquieto fantasma di Sigismondo Malatesta che fa la cresta sulla spesa dei cittadini per mettere insieme il denaro necessario a completare il suo Tempio lasciato a metà? O il boom dei prezzi è solo l’eco dei troppi «boom» che squassarono Rimini nel 1944? Materia per una puntata di Voyager di Roberto Giacobbo, più che per un Report di Milena Gabanelli, che preferisce indagare sulle banche di San Marino piuttosto che sui banchi del Mercato coperto.

mer 20 mag 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Eventi recenti hanno portato i riflettori della giustizia e dei mass media sul sistema bancario e finanziario di San Marino.

La Repubblica di San Marino, per noi, è molto di più di uno stato estero. Fa parte del nostro territorio, in una simbiosi particolare e sotto certi aspetti unica.

Ogni riminese ha amici sammarinesi, spesso parenti. Ognuno di noi frequenta la Repubblica del Titano almeno per fare shopping. Ognuno di noi ha per lo meno sentito parlare di affari e transazioni economiche di vario tipo, ha udito storie più o meno attendibili su San Marino. Molti di noi ci lavorano o conoscono qualcuno che ci lavora. La gente della costa conosce San Marino più di ogni altro italiano.

RIMINI | SAN MARINO commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 20 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Venerdì 15 maggio in piazza Cavour un esercito di 14 mila persone ha applaudito l’esibizione di Malika Ayane, Arisa, Sergio Muniz, Stadio e Zero Assoluto. Ed è proprio alla dolce Arisa e agli Zero Assoluto che abbiamo rivolto qualche domanda.

 

Arisa

Arisa, che cos’è per te la sincerità?

“La sincerità è come una droga, perché una volta che inizi ad essere sincero non puoi più farne a meno, ti dà una sensazione di sollievo talmente piacevole che non riesci più a fermarti. Da questo punto di vista, ha su di me gli stessi effetti del canto: libera l’animo”.

Che cos’è per te il wellness?

“Per me il wellness è una condizione mentale, non deriva da quello che fai ma semplicemente da come sei. Certo, mantenersi in forma è importante per stare bene, ma non è sufficiente, perché lo stare bene passa prima di tutto dall’equilibrio della mente e dell’anima. Comunque, anche io che non sono mai stata sportiva, sono intenzionata a iscrivermi in palestra, per mantenermi in forma”.

 

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

La Sagra è una signora che porta molto bene i suoi anni, non solo per l’eleganza ma anche per l’incisività. Sono autentiche parole d’amore quelle che Giampiero Piscaglia, direttore dell’Istituzione Musica Teatro Eventi, spende per questa manifestazione che negli ultimi anni ha raggiunto costantemente il tutto esaurito, ovvero il tetto massimo di più di 1300 persone a serata.

Passione, competenza ed emozioni, secondo Stefano Pivato, assessore alla Cultura del Comune di Rimini, sono i punti di forza della Sagra Musicale Malatestiana, che a settembre tornerà all’Auditorium di Rimini per la sessantesima edizione.

È una storia ricca di spunti e appassionante quella della Sagra. La prima edizione - dedicata alla musica sacra - si svolse al Tempio Malatestiano nel 1950: anno in cui il Tempio compiva 500 anni e veniva restituito ai riminesi dopo tre anni di restauro per i danni causati dai bombardamenti. Nel parlare delle tappe fondamentali di questi sessant’anni – tappe che saranno oggetto di una mostra – Piscaglia ha ricordato il musicologo ed editore Glauco Cosmi, anima della Sagra: “Diceva che per creare un evento culturale è necessario un incontro tra chi propone e chi partecipa, e a Rimini chi partecipa è un pubblico particolarmente esigente”.

 

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Dal 10 al 22 agosto al Teatro degli Atti di Rimini (ore 21.30) andrà in scena il ciclo “BWV – Bach”, rassegna di musica barocca che costituisce un’anteprima al cartellone sinfonico della Sagra. Il concerto inaugurale vedrà il gruppo London Baroque impegnato nell’esecuzione di un ciclo di Trio Sonate (10 agosto). Due gli appuntamenti con le suite per violoncello solo, eseguite da Pieter Wispelwey (13 e 15 agosto). Stefano Bagliano e Andrea Coen eseguiranno le sonate per flauto e cembalo (18 agosto), mentre l’ultimo appuntamento vedrà il gruppo Academia Monte Regalisproporre due concerti per due clavicembali e archi e una Suite per Orchestra (22 agosto).

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Nanni Gabriele

Quante volte sarete passati in questi giorni davanti ai Musei comunali senza sapere che all’interno di quelle mura, a due passi dalla decantata Domus del chirurgo, si trovavano altre testimonianze d’inestimabile valore, legate alla svolta che la storia della scienza ha subito esattamente 400 anni fa, quando per la prima volta Galileo Galilei alzò il cannocchiale al cielo facendo crollare con le sue osservazioni la teoria tolemaica e dando una nuova immagine del mondo. Tutto questo lo potete trovare nella mostra “Dalla Terra al Cielo. L’osservazione scientifica attraverso gli strumenti”, un’esposizione di materiale libraio, di strumenti scientifici (provenienti dalla Biblioteca Gambalunga; dai licei Serpieri, Giulio Cesare ed Einstein; dagli istituti tecnici Valturio e Belluzzi; dal Museo della Piccola Pesca e delle Conchiglie) e opere di studenti del Liceo Artistico, che rende omaggio al grande scienziato pisano nell’anno mondiale dell’Astronomia indetto dall’Unesco. Questi antichi apparecchi forniscono una testimonianza visiva di raffinate tecniche di lavorazione e aprono un’affascinante finestra sul passato, su come all’epoca venivano studiate meccanica, astronomia, ottica e acustica: i quattro settori scientifici – gli stessi affrontati da Galilei – in cui la mostra è articolata. 

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Era il 1975. Noi liceali cominciavamo timidamente ad affacciarci ai collettivi femministi. Nella borsa di Tolfa c’era “Speculum: l’altra donna”, la tesi di dottorato della psicoanalista e filosofa Luce Irigaray, allora appartenente all’École Freudienne de Paris di Jacques Lacan. La Irigaray mostrava fino a che punto la psicologia e la filosofia classiche non fossero capaci di risolvere l’enigma della femminilità, “luogo abissale, sottratto alle indagini” secondo Freud. E ripercorreva i testi sacri della cultura occidentale, da Platone a Lacan in cerca delle metafore che veicolano il costituirsi della donna come altro rispetto al soggetto, ovviamente maschile. Esclusa dalla produzione del discorso, necessaria a garantirne il rilancio, la donna non poteva secondo questa cultura che essere lo specchio del maschio. E trovare rifugio nell’isteria dall’irrimediabile iato tra essere corpo ed essere parola. Quello che è ormai un classico le costò a suo tempo l’esclusione dall’École. Il pensiero della Irigaray, oggi direttrice di ricerca in filosofia presso il CNRS di Parigi, ha attraversato molti territori, dalla psicologia alla filosofia all’analisi del linguaggio, da “L’Etica della differenza sessuale” pubblicata negli anni ottanta, bibbia del pensiero della differenza, all’ultimo libro “Condividere il mondo” (Bollati Boringhieri, 2009), che affronta il tema del come costruire l’incontro con l’altro. Lunedì 18 maggio nel corso della benemerita rassegna “Manifesta” a Rimini ha tenuto una lectio magistralis nell’aula magna dell’Università, davanti a un pubblico per lo più di ragazze, giovani e vintage, parlando in italiano “perché il primo gesto di condivisione è parlare la lingua dell’altro.

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Nei 16 mesi del periodo 1 gennaio 2008- 30 aprile 2009 sono stati 32 i casi accolti e trattati dallo Sportello d’ascolto Dafne, tredici dei quali nel solo anno in corso.

Ventotto le donne italiane che hanno denunciato violenza subita nella maggioranza dei casi dal coniuge (21) o dal convivente (5). Tutte le persone rivoltesi al servizio hanno lamentato violenza psicologica, molte (22) fisica, economica (17) o sessuale (6), cinque i casi di stalking.

Dodici le donne oltre i 50 anni, le quali hanno trovato la forza di rivolgersi al servizio dopo decenni di violenza subita dal partner. Nove le situazioni di donne con figli minorenni. La Casa delle Donne del Comune di Rimini ha cominciato nell’ottobre 2005 la sua collaborazione con questa iniziativa tramite l’attivazione dello Sportello di Ascolto; a partire da febbraio 2007, con la firma del protocollo d’intesa tra Ausl e Comune di Rimini, il servizio, ora parte integrante della rete Dafne, è cresciuto ancora.

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Ad orientare i visitatori delle Cantine Aperte quest’anno ci sarà una freccia. Sarà così più facile trovare quelle che parteciperanno alla diciassettesima edizione della più grande festa del vino che si svolga in Italia. Il successo fa nascere spesso imitatori e anche in questo caso vi sono cantine che, pur non appartenendo al circuito di Cantine Aperte, domenica 31 maggio apriranno le loro porte. Da qui l’idea, anche quest’anno, della freccia. Una freccia semplice, colorata che gli enoturisti troveranno alle porte e ai cancelli delle cantine associate al Movimento Turismo del Vino, quelle che danno garanzie di vino ed accoglienza di qualità. Una edizione importante che, dalle richieste di informazioni giunte sinora alla Segreteria Organizzativa, dimostra come a dispetto del tempo che passa questa manifestazione entusiasmi sempre più. Ecco le principali novità di Cantine Aperte 2009 in Emilia Romagna.

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

“Il giardino delle petunie blu. Quasi una sceneggiatura”, primo libro di Norma Giacchero (Capitani editore, 2008, presentazione di Sergio Zavoli), ha il respiro dei grandi romanzi ottocenteschi. Racconta di una famiglia toscana con al centro una figura femminile, sensibile e forte: Evelina. Norma Giacchero è un vero archivio di ricordi sulla stagione d’oro del nostro cinema: è stata per trent’anni la segretaria di edizione di Federico Fellini. L’abbiamo intervistata.

Evelina somiglia a Giulietta Masina…

«Il libro nasce come una sceneggiatura: Giulietta Masina l’ha letta nel ’93, e anche se c’è qualcosa di mio in Evelina l’avevo pensata per lei. I produttori trovavano bella l’idea, ma per loro il film non avrebbe incassato, e così è rimasta nel cassetto. Ne ho parlato con Tonino Guerra che mi ha detto: “Ma se non riesce a girare film Francesco Rosi, figurati se ci riesci tu. Mettiti a scrivere e fanne un romanzo”. L’idea del film però non mi ha abbandonata, è un progetto che sto ancora seguendo. Come protagonista ho pensato a Milena Vukotic: tutti quelli che hanno lavorato con Fellini, almeno quelli che ci sono ancora, sono pronti ad aiutarmi.»

mer 20 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Se per fare un tavolo ci vuole un fiore, per ridare lancio al centro storico ci vuole un bel giardino. Così, almeno han pensato due noti nomi della ristorazione del territorio come Neon e Teatini e Pilgrim Comunicazione, che con la collaborazione del Comune (proprietario dello spazio), Hera (pulizia) e Anthea (cura del verde) hanno organizzato una domenica coi fiocchi, anzi con i fiori. Il 31 maggio, infatti, nel Giardino degli Aromi (meglio noto come Giardino Palazzo Lettimi, in via Tempio Malatestiano 26, dalle 18 si farà festa con dj set di Marta, Gabo, Bizio, Pasteris e il concerto di Dany Greggio and the Gentlements con proiezioni di tavole originali Gianluigi Toccafondo e di foto del centro storico. Non mancheranno momenti di ristoro con prodotti a chilometro zero. L’ingresso è gratuito. Per informazioni: 347/6529770

mer 20 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Dal 2 al 6 giugno, come annuncia il manifesto del celebre illustratore Igort, ritorna Anteprima.doc a Bellaria.

Arrivato alla sua 27° edizione è il festival più longevo dedicato al Cinema Italiano Indipendente. Dal 2006 ha intrapreso nuove strade diventando il festival del Documentario Italiano.

Nel festival si approfondisce la rappresentazione della realtà nell’immagine contemporanea, sfidando le leggi di un mercato cinematografico che non lascia spazio al documentario indipendente.

AnteprimaDoc è il concorso riservato ai film documentari inediti.

mer 20 mag 2009 - Notizia di Borgo Sant'Andrea - scritto da Costantini Claudio

 

In questi ultimi anni, dopo la batosta dell’apertura quasi in contemporanea di due ipermercati, il piccolo commercio della città ha saputo in qualche modo accettare la sfida puntando sulla qualità, la diversificazione, l’assistenza,  risalendo così pian piano la china. Ora l’apertura di altri due centri di grande distribuzione, coprendo insieme agli altri già esistenti quasi l’intera gamma dei prodotti distribuiti sul territorio, sta preoccupando seriamente gli operatori. Questo si sente in qualche modo abbandonato e penalizzato e non solo a Rimini; la stessa preoccupazione si riscontra in altri comuni della provincia, come a Riccione dove aprirà un’altra grande struttura.

Il Mercatone addirittura raddoppia, mentre, ci assicurano operatori del Borgo che, alla presenza delle tre confederazioni che rappresentano il commercio della provincia, il Comune e la Provincia avevano garantito che  vi sarebbero state nell’area a Nord di Rimini solo trasferimenti di superfici commerciali. Insomma, decine di piccoli esercizi rischiano grosso; insieme a loro, anche i borghi e il centro storico, tagliati ulteriormente fuori dai flussi degli acquirenti.

 

mer 20 mag 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

Il Centro Pio Manzù va on-line. Dal 15 maggio è attivo il nuovo sito www.piomanzu.org, rinnovato nella grafica (dal noto studio londinese True Design) e nei contenuti.

Dentro vi si trovano quarant’anni di storia. Il Centro Internazionale Ricerche Pio Manzù è infatti un organismo in status consultivo generale con le Nazioni Unite che opera dal 1969 come Istituto di studi per l’approfondimento dei temi economici e scientifici di interesse cruciale per il futuro dell’umanità.

Suo obiettivo primario è quello di elaborare, su singole problematiche, indagini globali condotte attraverso il contributo di diverse competenze, da mettere a disposizione di quanti del segmento pubblico, privato e non-profit intendano formulare strategie di pronto ed efficace intervento. Il Centro Pio Manzù in questi anni ha dato vita a studi di grande importanza innovativa nel campo della ricerca scientifica e tecnologica.

mer 20 mag 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Redazione

Il 4 e 5 giugno, al Grand Hotel di Rimini, quattro chef stellati Michelin italiani e francesi cucineranno insieme per “A tavola con le stelle”. In programma atelier gastronomici e degustazioni aperte al pubblico. Completano la manifestazione un percorso del gusto dedicato al pubblico e agli addetti ai lavori con il meglio delle produzioni enogastronomiche di Romagna e Beaujolais. La prima edizione dell’evento era stata infatti tenuta a battesimo nel Beaujolais a due passi da Lione. Orari: pranzo 12.30-14.30 (orario ultimo per entrare), cena 19.30-21.30 (orario ultimo per entrare); per prenotazioni: tel. 0541 56000. La mostra-mercato dei prodotti tipici romagnoli e francesi e delle rispettive proposte turistiche sarà aperta per tutto il giorno, giovedì dalle 14 alle 19,30; venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 19,30, con ingresso libero

mer 20 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Ioli Luca

Chicco Ravaglia è scomparso da dieci anni, il 23 dicembre del 1999, ma la sua memoria è ancora viva in chi l’ha visto crescere e giocare, dai campetti di periferia al grande palcoscenico della serie A. Chicco Ravaglia era un play 23enne quando un brutto incidente stradale se l’è portato via e oggi, anno dopo anno, a Miramare si svolge un torneo di basket dedicato a lui, con le migliori realtà cestistiche del territorio ad affrontarsi. Giovedì 14 e venerdì 15 si è svolta la sesta edizione del torneo, un “Memorial Ravaglia” tra i migliori degli ultimi tempi per qualità, livello tecnico e incertezza delle partite decisive (giocavano i nati nel 1994). Nel corso della prima giornata si sono svolte le semifinali, con le facili affermazioni delle corazzate Ibr/Angels Santarcangelo e Crabs Rimini ’95 rispettivamente su Riccione (104-22) e Miramare basket (112-36).

mer 20 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Redazione

Caldo, fatica, applausi, 2.000 euro di incasso per l’Abruzzo. Questo è il risultato della serata di beneficenza di lunedì al Flaminio dedicata ad Eleonora Calesini, la ragazza di Mondaino estratta dalle macerie dopo due giorni dalla terribile scossa sentita in Abruzzo. Ambiente perfetto da NBA con orchestra jazz negli intervalli ed i disegni dei bimbi delle scuole elementari all’ingresso. Poi la nazionale over 45 era troppo forte per la compagine dei politici e gigioneggia trasformando la partita in un galoppo di allenamento. Occorre sottolineare che i vari Riva, Fantozzi, Capone, Magnifico, Ponzoni e Carera sono ancora in forma. Un po’ meno i politici, dove tengono botta, accanto all’infiltrato Pozzecco, i due ex assessori Santolini e Ioli insieme a Pizzolante, l’unico in grado di involarsi in contropiede. Ma la star della serata è lui, Walter Veltroni che si fa portare le scarpe da Elisa Marchioni, suscitando l’invidia dei compagni subito sedata dal sergente di ferro Alberto Bucci, che gli concede il quintetto e dieci minuti. Walter risponde con una prestazione di qualità e non di quantità e ti pareva. Bella serata divertente e proficua, meritava una cornice di pubblico maggiore anche se 300 spettatori sugli spalti c’erano tutti. Un grazie doveroso a Marco Pizzolante ed Elisa Marchioni per l’impegno.

mer 20 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Ritrovo nelle illustrazioni in bianco e nero dell’ormai arcaico Sport Illustrato, i volti quasi imberbi di Franco Magnani e Sergio Fabbri. Chi sono mai costoro? Franco Magnani di Cesena (classe 1938) e Sergio Fabbri di Rimini (1939), diedero vita per oltre un ventennio (con l’esclusione degli anni compresi tra il 1961 ed il 1965, periodo in cui Magnani corse tra i professionisti) ad un vera e propria contesa sportiva. Codesta rivalità, come nel racconto di Conrad: “Il duello”, che vide gli ufficiali dell’esercito napoleonico D’Hubert e Feraud, protagonisti di una controversia assurda che si protrasse per buona parte della loro esistenza, ha caratterizzato il “destino” di questi due atleti straordinari.

mer 20 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Ioli Luca

L’8 aprile di 25 anni fa a Rimini accadeva il più leggendario degli eventi che la storia sportiva ricordi, un evento da affiancarsi alle telecronache di Mario Ferri da Las Vegas per l’incontro Righetti Spinks o ai festeggiamenti sul lungomare per la serie B del calcio di 4 anni fa. Ma nessun evento è stato più incredibile di quello dei 18 pullman che presero la strada di Vigevano per portare 800 tifosi (più le macchine ed il resto, chi scrive c’era ed i riminesi superavano il migliaio) a partecipare alla storica promozione in A1. Gli anni, la forza, l’ardore agonistico passano ma le emozioni rimangono, così come gli affetti per chi sudava sul campo e sulle tribune per arrivare alla vittoria, ognuno mettendone del suo fossero muscoli e polmoni, fossero ugole e voce.

mer 20 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Cicchetti Stefano

E’ stata davvero una grande energia quella che ha preso corpo nel corso della quarta edizione di Rimini Wellness, dal 14 al 17 maggio, chiusa con un record di partecipazione: 161.518 visitatori (+24,2% sul 2008) e la partecipazione di 350 aziende (erano 330 nel 2008) tra le migliori del settore. "Il successo della formula di Riminiwellness - commenta il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni - che con le sue due anime, WPRO e WFUN, coniuga business e divertimento, sposando appuntamenti in fiera ed eventi sulla riviera, in questa edizione ha superato ogni aspettativa. Rimini Fiera ha definitivamente sancito la sua leadership indiscussa su questo mercato e, nuovamente, ha messo in risalto la sua capacità di saper costruire strumenti di promozione tangibili e pienamente efficaci per supportare le aziende anche in una situazione economica difficile come l'attuale".

mer 20 mag 2009 - Notizia di attualità - scritto da Ioli Luca

Grazie all’accordo tra Myair e l’aeroporto di Rimini Parigi, Amsterdam e Bucarest sono più vicine. A partire dall’8 maggio sono iniziati i collegamenti con l’aeroporto Charles De Gaulle di Parigi, Baneasa di Bucarest e Schipool di Amsterdam, quest’ultimo con inizio voli il 30 maggio. L’aeroporto Federico Fellini si dimostra ancora una volta un polo strategico, l’ampio bacino di utenza che gravita attorno allo scalo permette di sviluppare fortemente il mercato low cost. Myair ha scelto Rimini ed il suo aeroporto e questo apre nuovi orizzonti al Presidente Masini ed ai suoi collaboratori. Myair.com nasce nel 2004, l’obiettivo è di diventare il vettore low cost di riferimento in Italia. Eliminazione dei biglietti tradizionali a favore di un codice di prenotazione virtuale, razionalizzazione delle risorse, ampia gamma di opportunità questo ha permesso di offrire ai passeggeri un servizio di qualità che non penalizza né la sicurezza né il comfort dei passeggeri. Con 320 dipendenti ed una flotta di 11 velivoli (6 Airbus A320, 4 Bombardier CRJ 900 e un Saab con un ulteriore ampliamento entro il 2012 di altri 15 Bombardier CRJ 1000, acquisiti nel settembre 2006 attraverso un’operazione da 600 milioni di euro) Myair si avvia a diventare la prima compagnia italiana nel settore lowcost Fra i presupposti su cui la compagnia aerea sviluppa la propria attività vi sono la massima efficienza e affidabilità della flotta e la qualità del servizio, pur nella autentica filosofia low cost. 

mer 03 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Rimini balla: in tv e in fiera. “Ritmo” è una miniserie che Rossella Izzo girerà qui per Canale 5. Ad attirare la produzione, i Campionati Italiani di danza sportiva della FIDS, organizzati per il secondo anno consecutivo a Rimini Fiera dal 19 al  28 giugno. Il tv-movie infatti sarà incentrato sul mondo della danza. Le riprese si faranno a Rimini l'8 giugno fino al 13 giugno e il set sarà proprio uno dei padiglioni fieristici. In esterna le riprese coinvolgeranno il Grand Hotel, la darsena Marina di Rimini, il ristorante Molo 22 osteria sul mare e l'entroterra. Nel cast Antonio Cupo, Katia Ricciarelli, Corinne Cléry, Adalberto Maria Merli, Anna Safroncik, Andrea Montovoli, Alessio di Clemente, Samuel Peròn e Natalia Titova (vincitrice dell'ultima edizione di Ballando con le stelle in coppia con Emanuele Filiberto di Savoia).

mer 03 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Il Sodalitas Social Award è il premio nazionale per le imprese, le associazioni imprenditoriali, i distretti industriali che sono concretamente impegnati in progetti di responsabilità sociale. A Milano il 28 maggio due aziende artigiane riminesi associate a CNA hanno il vinto ex equo il Premio Speciale per il Miglior Progetto con la Scuola. Sono Colorificio MP e di Eurotec - Impianti Elettrici, che hanno ricevuto il riconoscimento insieme a colossi come Enel, Edison, banca Popolare di Milano. Entrambi, grazie al servizio BuonLavoro di CNA Rimini hanno instaurato da anni una serie di rapporti con il mondo della scuola finalizzati alla diffusione della cultura del lavoro e d’impresa.

mer 03 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

 

· Otto pagine colorate e frizzanti da sfogliare comodamente sdraiati sul lettino

· Gossip, trend, giochi ed eventi della Riviera

· La mappa dei locali più trendy per l’aperitivo, la cena, la notte

· 30mila copie distribuite gratuitamente in spiaggia da splendide hostess e steward

· Dal 12 giugno ogni 15 giorni su tutta la Riviera, da Bellaria a Cattolica

 

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Oreste Capocasa torna dunque a Rimini, nuovo Questore di questa provincia che ne ha già apprezzato le gesta di “splendido poliziotto”; e dove ad accoglierlo, insieme all'ufficialità istituzionale, sarà l'affettuoso saluto di quanti hanno potuto conoscerne le dote umane, oltre che professionali. Dovrà fare i conti con le precarie condizioni, logistiche e di organico, di una Questura che, nei fatti, non è molto dissimile dal gracile Commissariato che lasciò un po’ di anni fa; innanzi tutto perché ancora sprovvista di un sede decente, a causa del gigantesco concorso di insipienze che ha generato l'incredibile e grottesco “pastrocchio Damerini”. Ma ci metterà l'anima, Oreste Capocasa, così come fanno ogni giorno migliaia di appartenenti alle forze dell'ordine, checché ne dica Brunetta.

mer 03 giu 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Il traffico, enorme, efficientissimo tubo digerente, ingoia e metabolizza le sue tragedie in tempi rapidissimi, lasciandosi dietro rimorsi che durano lo spazio di un ruttino al monossido di carbonio. Quando queste righe verranno pubblicate, l’orrore per il pluriomicidio (questo è il suo nome) di via Euterpe si saranno già spenti. Centinaia e centinaia di automezzi saranno passati – ovviamente, senza rallentare – su quelle strisce pedonali insanguinate. E siccome è più facile che i pedoni imparino a volare che gli automobilisti imparino a rallentare, i due poveri nonni falciati davanti al Garden e il loro meno sfortunato nipotino non saranno certo le ultime vittime della Filibusta del volante che infesta le nostre strade.

Nella viabilità riminese, il cittadino appiedato riminese è abituato a sentirsi considerato alla stregua di un acaro della polvere sul tappeto di un salotto: un minuscolo, fastidioso parassita che provoca reazioni allergiche. Ma è davanti a un attraversamento pedonale che lo sventurato tocca con mano (e a volte, disgraziatamente, anche con parti vitali del corpo) la sua condizione di senza-diritti.

mer 03 giu 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Qualche giorno fa, tornando a casa, ho visto il mio sindaco sul corso, a piedi, con una pesante borsa da ufficio. Aveva l'aria stanca ed era solo. Nessuno, in quel momento, gli prestava particolare attenzione. Molti forse non lo riconoscevano neppure.

Ho percepito il senso della democrazia. In una città di 130.000 abitanti il sindaco può camminare per strada come un normale cittadino, può essere stanco come un normale cittadino dopo una giornata di lavoro, è un normale cittadino. In questa normalità c'è tutta la forza della democrazia. Quando i capi sono circondati di guardie e chiusi in palazzi sontuosi lo stato è debole. Quando i capi sono cittadini come gli altri lo stato è forte. Perché la forza dello stato non è nei capi ma nel legame tra loro e i cittadini. Dove i cittadini odiano i loro capi, lo stato non è forte. Di fronte a un pericolo, si sfalda. In democrazia c'è chi si è opposto alla scelta di un rappresentante, e forse non lo ama. Ma almeno la metà di chi ha votato, lo ha scelto. Chi non lo ha votato, può sperare di cambiarlo la volta successiva. In ogni caso, non vedrà il potere passare come eredità ai suoi figli.

RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 03 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Padovani Cesare

 

In un clima di sfrenata edilizia, di bulimia del cemento, che soffoca città, coste, spiagge e zone naturali per vocazione, me ne vado, non so dove, magari su un altro pianeta, proponendo questo scambio:

 

«Posseggo due casette adiacenti, attrezzate di ogni confort, a due passi dalla Luna, ne regalo una a famiglia tranquilla che mi procuri una scala…»

 

Si consigliano gli interessati di rispondere entro sei giorni dall’uscita del periodico “Chiamami Città” per la pubblicazione della risposta più interessante, inviandola alla mail: cesarepadovani@libero.it

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Il 12, 13 e 14 giugno appuntamento con la seconda edizione di “Mare di Libri”, il primo festival di letteratura dedicato agli adolescenti. Una manifestazione all'insegna del divertimento culturale, un luogo di appuntamento per tutti i ragazzi che amano i libri e la lettura e che hanno voglia di incontrare altri coetanei con la stessa passione, e un'occasione di incontro e di riflessione per coloro che si interessano di adolescenti e di lettura. Fra gli ospiti di quest'anno Niccolò Ammaniti, Licia Troisi, Anna LavatelliGuido Sgardoli, Annika Thor, Elisabetta Gnone, Christian FrascellaMarino SinibaldiRita BorsellinoAntonio Faeti e, sabato 13 giugno (ore 15, alla Cineteca Comunale) salirà in cattedra, come nelle sue abitudini, Daniela Donati insegnante e autrice riminese di libri per bambini, che, cimentatasi in una storia rivolta agli adolescenti, “Il grande Puff”, ha vinto il Mondadori Junior Award. A lei, protagonista dell'evento, chiediamo cosa ne pensa.

mer 03 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

 

 “Di Rimini sono stato l’ultimo sindaco comunista”, così Zeno Zaffagnini si definisce nel suo terzo libro, appena uscito: ché dal 1944 al 1983 a Rimini i sindaci sono stati sempre uomini del PCI, una “dinastia” sui generis,espressione di una base assai forte. Quasi un’anomalia, in una città aperta al sistema turistico internazionale, in cui il boom economico aveva accelerato il passaggio del ceto contadino e operaio al  “ceto medio”. Ne “L’ultimo sindaco comunista di Rimini” (Edup), attraverso il racconto dei duemiladuecento giorni da Primo Cittadino c’è il bilancio di un’avventura politica e umana. Relativamente giovane al momento della sua elezione, nel 1977, Zaffagnini fu candidato perché aveva alle spalle una intensa militanza politica: era stato segretario della Federazione del PCI, veniva da un’esperienza nel Comitato regionale e alla Commissione nazionale di controllo del PCI. Un politico di professione, quando questa qualifica veniva avvertita ancora come un valore. In brevi capitoli Zaffagnini ripercorre le luci e le ombre del suo mandato attraverso le domande circostanziate e affettuosamente provocatorie di un’intervistatrice, dal “caso Valloni” alla realizzazione dell’attuale Museo della città, dal Center Gros, che ha permesso a Rimini di diventare un importante centro interregionale del commercio all’ingrosso, al palazzo dei Congressi, la prima struttura in Italia capace di diecimila posti. E il rapporto con i cittadini, il suo primo pensiero, e con le forze politiche, economiche religiose e sociali della città. “Scrivi sulla sabbia i torti e sul marmo le cose belle che ti succedono”.

mer 03 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Dal 18 al 21 giugno, a Rimini e dintorni, nuovo annuale appuntamento con il Festival del Mondo Antico che, giunto alla sua undicesima edizione, ripropone il consueto viaggio nel mondo dei Greci e dei Romani, nel vicino e lontano Oriente, alle origini dei riti e dei miti del tempo presente, in compagnia di protagonisti della cultura contemporanea. Il festival si aprirà con una giornata di studi inerente “La guerra degli antichi (e dei moderni)”curata da Giovanni Brizzi. Un posto di rilievo sarà occupato da commenti, presentazioni editoriali, introduzioni a testi letterari, filosofici o anche cinematografici, con interventi tra gli altri di Alberto Angela, Edoardo Boncinelli, Maurizio Bettini, Luciano Canfora, Massimo Cacciari, Gabriella Caramore, Ivano Dionigi, Luigi Magni, Laurent Pernot, Giuseppe Pucci, Silvia Ronchey, Tzvetan Todorov e Paul Zanker. Poi dialoghi a più voci; la simulazione di un processo penale romano; la riproposizione teatrale dell’ “Asino d’oro” di Apuleio; la prima di “Sottoterra”, dialoghi ispirati all’ “Antologia di Spoon River” e alle iscrizioni funerarie greche e latine; interventi di “animazione poetica”itinerari di visita a monumenti e siti di interesse archeologico; l’apertura della nuova “taverna”, spazio di ristoro enogastronomico del Museo della Città; le letture bibliche; le lezioni sulla vita quotidiana dei Romani tenute da Maria Grazia Maioli; il mini corso letterario di Marinella De Luca dedicato ad Aristofane e alla comicità dei Greci e tanti altri appuntamenti. Al fianco di Marcello Di Bella, curatore del festival, c'è l'Assessore alla Cultura Stefano Pivato che, data la neo nomina di Rettore dell'Università di Urbino, passerà l'ultimo anno dietro le quinte dell'evento.

mer 03 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

E’ cominciato il conto alla rovescia per la Notte Rosa 2009. Al 4 luglio manca solo un mese e gli artisti di punta che animeranno l’appuntamento clou dell’estate riminese sono stati già individuati. Il programma di quest’anno non ha nulla da invidiare ai precedenti, per la ricchezza di proposte che promettono a tutti di divertirsi, come è nella filosofia di quello che è il Capodanno dell’estate. Nella consueta scenografia che vestirà la Riviera in Rosa, a partire dal tre luglio fioriranno iniziative che vanno dalla presentazione dell’ultimo libro di Vinicio Capossela “In Clandestinità” (3 luglio, Corte degli Agostiniani) alla Notte rosa dei bambini a Bellaria (3 luglio, dalle ore 20, in varie location). Gli appuntamenti con la musica sono una miriade, dal concerto a Cattolica della PFM che canta De Andrè (Arena della Regina, 3 luglio ore 21.30, a pagamento con agevolazioni rosa), alla Notte Rosa vera e propria in cui la prima parte della serata sarà dedicata a concerti gratuiti di grande richiamo, dislocati nelle varie location della riviera. Alle 21 a Rimini in Piazzale Fellini canterà Fiorella Mannoia, a Riccione in Piazzale Roma Franco Battiato in concerto.

mer 03 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Mercoledì 10 giugno il RockIsland propone una serata particolare grazie alla reunion di alcuni dei migliori dj rock della riviera attorno ad un ospite veramente speciale: Dj Toki. Regista e produttore di molti programmi con Ringo in onda tutti i giorni su Rete 105 e il sabato notte dj resident all'Alcatraz di Milano, Dj Toki arriva a Rimini anche per festeggiare l’amico Lollo dj, in questa serata in consolle con gli altri djs rock Enrica, Capoz, Marta e Olo. Dalle 23 in poi quindi vari stili e sound dalla musica rock’n’roll anni ’50 alla più recenti produzioni travolgeranno al 100% gli appassionati di rock. Una serata non solo per il ballo ma anche per il palato: sarà possibile degustare una ottima cena a base di pesce ( €25 dall’antipasto al limoncello). Info: 338-2748173

mer 03 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

E’ la rassegna estiva di Rimini, nel cuore della città: Percuotere la Mente. Anche quest’anno si propone con appuntamenti musicali trasversali e contaminati. La caratteristica fondamentale è la novità, intesa più forse come cosa inaspettata. Tra i cinque appuntamenti, infatti, si trova anche un omaggio al rock progressive seventies, il 13 luglio. Cosa c’è di inaspettato? Che questo omaggio è offerto da Roberto Gatto assieme purissimi musicisti jazz come Gianluca Petrella, Luca Mannutza, Maurizio Giammarco, Fabrizio Bosso, Roberto Cecchetto e Francesco Puglisi: quale inaspettata formazione per l’opera dei King Crimsom o dei Genesis? Ma andiamo in ordine. La rassegna inizia giovedì 2 luglio con ‘Concerto della Penombra’, in collaborazione con ‘Assalti al Cuore’, con esibizioni di Gli Ex, Banda Olifante, H.E.R, Erica Scherl e Daniele Maggioli, ideato da (e con poesie di) Valerio Corzani, coordinamento artistico di Simone Bruscia e immagini visionarie di Pablo Echaurren. Segue lunedì 13 luglio ‘Progressivamente. Omaggio al progressive rock’, già sopra citato. Quindi tutto è pronto per decollare verso la musica urbana brasiliana il 23 luglio con lo spettacolo ‘Brasileirinho ao vivo’, evento dedicato al “Choro”, con il Trio Madeira e la partecipazione di Silvério Pontes, Sergio Krakovski e Gabriele Mirabassi. Se tale esperienza fosse ancora inappagante, gli Oi Va Voi, made in UK sono pronti a contaminarci tra klezmer ed elettronica sofisticata.

mer 03 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Pari Gianmarco

 

Sabato 6 Giugno calici al cielo in via Garibaldi, si festeggia il 3° compleanno del Neon Cafè, un piccolo spazio con grandi idee che ha rinnovato l’idea di aperitivo abbinandolo a dj set, concerti dal vivo, performance, video proiezioni, mostre e sfilate di moda. Per festeggiare il traguardo e la contemporanea fine della stagione invernale Don Botte (leggi Matteo Botteghi, gestore e mente malata del Neon Cafè) giocherà la carta del “Tutto in una notte”: apriranno la serata i fratelli Franz e Ricky Cardelli dei Rangzen con una live performace lasciando poi la selezione musicale a 15 (quindici!) djs, ovvero quelli che hanno dipinto di musica l’inverno del Neon: Oreo, Giamma, Giovanni, Gabo, Michele, Bizio, Emiliano, Capizzi, Federica S., Domenico, Federica F., Anna, Fattori, Gode e Fulvio avranno 10 minuti a testa per suonare la propria musica. La serata sarà immortalata dagli scatti di Chico De Luigi e c’è da scommettere che sarà fotonica! 

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

 

Ripensando al ciclismo rivedo la pista di cemento del vecchio Stadio Comunale, le case popolari sullo sfondo, e sul prato il signor Daini dai candidi baffi asburgici, Riccio, “il bambino più veloce del mondo” ed i pistards inguantati in aderenti maglie di seta: l'amletico Lino Rossi, il poderoso Lombardi, l’irrequieto Cavioli e soprattutto Leopoldo Alessi.

Leopoldo Alessi, classe 1930, è stato, nei primissimi anni cinquanta, uno dei migliori dilettanti italiani, protagonista di imprese entusiasmanti: capace di battere gli specialisti dell’inseguimento, di vincere caroselli forsennati, in quelle vere e proprie roulettes russe che erano le gare dietro motori e di umiliare, su strada, i migliori passisti e scalatori del periodo. Giorni veramente splendidi.

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di sport - scritto da Redazione

Per  la sua settima edizione, Sportimpresa ha raddoppiato: la manifestazione organizzata da CNA pensionati, che coniuga attività sporti, festa e solidarietà, ha riscontrato tanto successo da “costringere” gli organizzatori a sdoppiarlo: quest’anno, infatti, l’evento è stato ripartito in due giornate: il 31 maggio si è svolta la podistica ludico-motoria, in collaborazione con Arcus, Alt Rimini Nord e Sanges, mentre il 2 giugno è toccato alla cicloturistica, in collaborazione con il G.S. Geko Bike e valida come seconda prova del calendario Uisp. Anche quest’anno sono stati ospiti della festa i bambini di Cernobyl ospitati nella nostra provincia. E la gente, ancora una volta, ha risposto con entusiasmo partecipando in massa alle due giornate.

Come per le passate edizioni, l’incasso di Sportimpresa sarà devoluto allo Ior, Istituto Oncologico Romagnolo.

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di Centro Storico - scritto da Vici Luca

 

La biblioteca di Alessandro Gambalunga, che può essere ritenuta la prima pubblica in Italia, si formò inizialmente grazie alle acquisizioni di libri sulla piazza di Venezia, trasportati via mare e rilegati in parte a Venezia e in parte nello stesso palazzo, nell’attrezzato laboratorio del libraio Matteo Severini.

I testi, inizialmente, furono collocati “nelle stanze da basso della casa”, dove vi era la libera consultazione.

Nel testamento del 1617 Alessandro Gambalunga diede precise disposizioni riguardo la fruizione della biblioteca, oltre a prevedere 300 scudi annui per l’accrescimento della raccolta libraria e 50 scudi per lo stipendio del bibliotecario.

I libri di cui disponeva la biblioteca avevano argomenti svariati, che rispecchiavano i molteplici interessi del Gambalunga: dai testi di diritto si affiancavano libri di letteratura greca e latina, oltre ad autori italiani classici e moderni, e naturalmente trattati scientifici, soprattutto di matematica e astronomia.

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

 

Antichrist di Lars von Trier con Charlotte Gainsbourg e Willem Dafoe.

Dopo un forte trauma, una coppia decide di rifugiarsi nel proprio 'Eden', una baita in un bosco. Qui cercano di ritrovare l'equilibrio perduto, ma la natura tradisce le ambizioni umane e le cose peggioreranno...

Dopo una forte depressione che aveva fatto abbandonare il cinema all’autore, ritorna il più controverso regista contemporaneo, Lars Von Trier.

Fischiato e dileggiato a Cannes (dove peraltro Charlotte Gainsbourg ha ottenuto la palma d’oro) è nato per scandalizzare.

Pretenzioso, pazzesco, figlio di un egocentrismo pornografico, “Antichrist” ha permesso alla critica internazionale di esplodere l’astio verso un regista che si è sempre burlato di intellettuali e pubblico pagante. Stia lontano chi già odia il regista, Antichrist è il film più personale dell’autore danese.

Solo per fans.

 

mer 17 giu 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Sabato scorso, chi verso sera si è trovato a Rimini a metà strada fra lo stadio e il mare ha vissuto una sensazione che solo in questa città si può provare. Da una parte arrivavano le grida e i cori dei tifosi; più che altro anconetani, purtroppo. Dall’altro, la consueta colonna sonora della riviera di notte: musiche e annunci rimbombanti, applausi, risate. Per i cuori dei biancorossi riminesi, uno strazio. Ma forse minore, senza dubbio diverso, rispetto a come si vive una retrocessione calcistica in una “normale” città italiana. Sorridere e far sorridere è il nostro mestiere. A volte, come in questa occasione, il mestiere è crudele. Ti costringe a mandare avanti lo spettacolo anche quando non ne avresti nessuna voglia. Ma ti aiuta anche a collocare le cose in una dimensione differente. E va bene, il dramma è consumato. Ma è un dramma largamente annunciato. Non si può restare in B quando lo stadio non registra il tutto esaurito nemmeno per la “partita della vita”. 

mer 17 giu 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Il Senato l’11 giugno scorso ha cancellato lo “strampalato” emendamento - così lo ha definito il sottosegretario Carlo Giovanardi (Pdl) - che eliminava il limite di orario delle 2 di notte al divieto di somministrazione degli alcolici nei locali di pubblico intrattenimento e spettacolo. “Una grande vittoria a cui abbiamo contribuito in modo determinante” dichiarano Asaps (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale) e Aicat (Associazione Italiana Club degli Alcolisti in Trattamento). Alla Camera il divieto era stato eliminato con un emendamento firmato Pini (Lega Nord) e Pizzolante (Pdl), che dava la possibilità ai pubblici esercizi, siano essi bar, ristoranti, pub o discoteche, di somministrare alcolici fino a mezz’ora prima dell’orario di chiusura. Meno soddisfatti gli operatori turistici riminesi: Confcommercio, Confesercenti e CNA.Com tornano a chiedere a gran voce che si elimini “una legge ingiusta e proibizionista”. Secondo l’on. Elisa Marchioni (Pd) “è stato vanificato un percorso di concertazione che aveva visto convergere gli sforzi di diverse parti politiche al fine di trovare, insieme, una buona soluzione condivisa”. Ora la normativa tornerà alla Camera per la quarta lettura.

mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Aeroflot è tornata a Rimini. Dopo dieci anni, la più grande compagnia russa ha riallacciato i collegamenti con l’aeroporto “Fellini”; le destinazioni in terra russa sono Mosca (Sheremetevo) ed Ekaterinburg, a oriente degli Urali. Aeroflot oggi in realtà si chiama Aria (Aeroflot Russian International Airlines) ed è una delle maggiori compagnie del mondo, sia nel settore passeggeri che nei cargo. Non vedremo però atterrare a Miramare i Tupolev di sovietica memoria, ma moderni Boeing 767 nella nuova livrea argento.

mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

L’Italia sta cambiando ed è sempre più multietnica. Alcuni lo negano e ad altri non piace, ma è ben difficile ignorare il dato di fatto. Del quale fa parte il passo più importante della vita: il matrimonio. Sono sempre più numerose le unioni fra stranieri e italiani, ma anche fra stranieri di nazionalità e anche di religioni diverse. Quante sono oggi queste coppie? E come vivono, con quali problemi?

Secondo l’elaborazione dell’Ufficio Statistica della Provincia di Rimini e sulla fonte degli Anagrafi Comunali, nel corso del 2008 oltre il 12% dei matrimoni è tra sposi stranieri con stessa nazionalità (+ 2% rispetto al 2007). Quasi 2.600 quindi i matrimoni celebrati tra immigrati, prevalentemente tra albanesi, rumeni, cinesi, marocchini e macedoni. La percentuale dei matrimoni tra stranieri con diversa nazionalità è dello 0,5%. L’anima gemella prediletta dagli uomini italiani della nostra provincia, per convolare a nozze, è quella proveniente dalla comunità ucraina; a seguire, la rumena, albanese e russa. 

 

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

A vent’anni sono già divi. Tra i loro risultati già raggiunti: dvd di platino per il ‘Lost live@MTV’, TRL Awards, Wind Music Awards, il nuovo album ‘Sospeso’ direttamente al 4° posto in classifica, un brano con Joel Madden dei Good Charlotte (band internazionale pop punk), un nuovo tour. Io non ho più vent’anni, ma intervistare il cantante Walter Fontana è stato piacevole, per la forza di volontà e tenacia che la band ha saputo dimostrare.

Siete molto giovani. Da quando suonate?

“Dal 2003. Il nostro batterista aveva 14 anni. All’inizio è nato un po’ per gioco, per imitare le nostre band preferite come Good Charlotte, Blink 182. Grazie a qualche concerto abbiamo visto che le nostre canzoni piacevano. Ci siamo iscritti al Myspace, in Italia ancora poco conosciuto e abbiamo incominciato a girare anche fuori della nostra provincia. Poi il Cornetto Free Music Audition e l’esibizione in diretta tv con MTV: lì una casa discografica si accorse di noi”.

 

LOST | TRL_ON_TOUR | MTV | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 2 )
mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Albu Raluca

 

Finalmente la campagna elettorale 2009 è finita. Speriamo che per un po’ di tempo la caccia allo straniero, colpevole, secondo alcuni, del degrado delle città italiane finirà e si darà più attenzione alle problematiche economiche e sociali che richiedono soluzioni immediate.

“Consumate, consumate e consumate!” sembra essere lo slogan del momento. Anche se in molti si chiederanno come sia possibile far spese con il portafoglio vuoto. In questa società consumistica sono attori a pieni diritto anche gli stranieri che abitano in Italia e verso i quali mostrano sempre più interesse le società di telefonia mobile, le società creditizie, le società specializzate nel trasferimento di soldi all’estero, le banche. Dato il numero considerevole di immigrati in Italia essi rappresentano una fetta considerevole del mercato per i quali si sono creati strumenti speciali per l’accesso a beni e servizi. Per acquistare auto e moto, per arredare la casa, per comperare elettrodomestici e computer, gli immigrati in Italia usano sempre più i vari strumenti di finanziamento messi a disposizione da società come Agos, Unicredit, Banca Intesa, Banca Antonveneta, Compass. La stessa cosa è accaduta alle società di telefonia quando si sono accorte che l’Italia diventava sempre più multietnica. Sono spuntate così le “tariffe etniche”, le carte per telefonare all’estero, i piani telefonici per chiamare “a casa” a prezzi bassi. Wind, Vodafone, Tim e Tre si fanno concorrenza nell’attirare il cliente con varie offerte: “Call your country”, “One Nation”, “ Welcome home”, “Super 0 Mondo”.

 

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Quale maggior lustro per Rimini che abbracciare il solstizio d'estate facendo rivivere le voci degli antichi? Dal 18 al 21 giugno, con il Festival del Mondo Antico un weekend di cultura che allontana la nostra città dalla fama ormai stereotipata di città esclusivamente vacanziera e discotecara. Questo grazie alla mirabile intuizione di Marcello Di Bella, audace direttore della nostra biblioteca comunale che ha creduto in ciò che noi tutti probabilmente non avremmo creduto mai: la permanenza dell'interesse per il mondo classico nella nostra contemporaneità. Dato l'abbandono di Stefano Pivato al Festival per la sua nuova carica di rettore dell'università di Urbino (tema che abbiamo affrontato nello scorso numero) chiediamo a Di Bella spiegazioni riguardo alle voci su un suo presunto addio al festival.

"E' un'ipotesi molto sullo sfondo, è vero che sono vicino all'età del pensionamento ma francamente mi trovo molto bene nella mia posizione attuale!".

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

 

La graphic novel comincia da Rimini. Nel 1967 il “nostro” Hugo Pratt pubblica “Una ballata del mare salato”, in cui l’attenzione al personaggio, alla creazione del segno, al montaggio aprono la strada a un nuovo raccontare per immagini: “letteratura disegnata”, secondo le sue parole. O graphic novel, come la chiama Will Eisner, con esponenti quali Jiro Taniguchi e Art Spiegelman. In Italia, attraverso disegnatori come Igort ha contagiato una nuova generazione di fumettisti. Come il riminese Giacomo Nanni.

Giacomo, raccontati in cento parole.

«Sono nato a Rimini, ho iniziato a pubblicare storie a fumetti circa otto anni fa su Black, una rivista diretta da Igort (autore fra le altre cose di “5 è il numero perfetto” e fondatore della casa editrice Coconino Press). Nel frattempo ho fondato assieme ad altri autori una rivista, “Canicola”, premiata al festival internazionale di Angouleme in Francia come migliore autoproduzione nel 2007. Ho pubblicato tre libri per Coconino Press in Italia, uno di questi è già uscito in Francia per l’editore Cornelius, che si prepara a pubblicare anche gli altri.»

 

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Ricomincia il 24 giugno con la proiezione speciale della “Dolce Vita” di Fellini, nel cinquantesimo anniversario della pellicola, Agostiniani estate. L’ingresso per questa serata sarà gratuito.

Come ogni anno la manifestazione cinematografica organizzata dal Comune di Rimini e dalla Fondazione Fellini è molto attesa dai riminesi e dagli ospiti per recuperare le migliori pellicole della stagione appena trascorsa.

Spulciando il programma salta subito all’occhio la serata del 28 giugno dove alla proiezione di “Vincere” sarà presente il regista Marco Bellocchio. Proseguendo ci imbattiamo quasi subito nell’imperdibile pellicola “La classe” di Laurent Cantet il 6 luglio, nella piccola sorpresa dalla Francia “Stella” di Sylvie Verheyde, nel pluripremiato “The Milionarie” di Boyle l’11 luglio e nell’affascinante e commovente film d’animazione israeliano “Valzer con Bashir” il 15 luglio. Il 17 spazio invece al balletto “E’ permesso?” interpretato dagli allievi della scuola di danza Les Petit Pas di Katia Tubini (balletto con proiezioni felliniane).

mer 17 giu 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Qual’è l’attrazione cittadina più fotografata dai turisti? Non l’Arco d’Augusto né il ponte di Tiberio, né tanto meno la Casa del Chirurgo, di cui i riminesi sono così gelosi da non aver predisposto in città nemmeno uno straccio di cartello che ne indichi l’ubicazione ai forestieri, molti dei quali ripartono senza sospettare di aver “bucato” uno dei siti archeologici più straordinari d’Italia.

No, il soggetto più immortalato dagli obiettivi dei turisti sono le mamme riminesi in bicicletta. Mi riferisco a quelle donnine – in genere giovani e minute - che sfrecciano in città con due o più puponi sistemati su seggiolini anteriori e posteriori delle dimensioni di una poltrona Frau, più borse della spesa e borsoni da spiaggia. Al confronto, la madre peruviana che si inerpica sulla Cordigliera andina con il figlioletto legato sulla schiena è una scansafatiche, e il ciclotaxista di Hanoi è un pappamolle.

mer 17 giu 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

È il caso di dire che Pizzolante sia rimasto con la bottiglia vuota in mano! Il rumoroso trascinatore del PDL riminese (detto per questo “il trattore della libertà”) aveva millantato ai quattro venti di aver debellato -insieme al “buana padano” Pini- il proibizionismo a ore di Giovanardi. “L'etilometro della libertà” ha invece prontamente ripristinato la norma in base alla quale uno può “fare la gatta” anche ogni sera, purché si finga astemio dopo le due di notte.

Oltre a questa, un'altra tegola stava per abbattersi su chi vende alcolici, specie gli importatori di champagne che, credendo al preannunciato 42% del PDL alle europee, avevano rafforzato gli ordinativi in previsione di tanti brindisi in onore di Berlusconi. Per fortuna, a non lasciare invenduto quel surplus di mercanzia è poi arrivato il voto della Camera sulla legge che di fatto abolisce l'uso delle intercettazioni per scoprire e perseguire il crimine; cosicché è tutto uno stappar bottiglie da parte di ladri, truffatori, stupratori e aspiranti criminali, i quali festeggiano l'insperata impunità che d'ora in poi sarà loro assicurata.

mer 17 giu 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Cosa succederebbe se un partito di quelli grandi, PDL o PD, decidesse di candidare alla Presidenza del Consiglio uno straniero?

In fondo, nello sport è del tutto normale sentire grandi campioni che adorano (almeno a parole) il loro club italiano e che parlano italiano con fatica. Ci sono tanti immigrati che parlano male la nostra lingua ma sono cittadini migliori di quelli con la 's' romagnola da 7 generazioni.

Come sarebbero le elezioni se, supponiamo, un partito italiano candidasse Angela Merkel?

Siamo sicuri, per esempio, che la Merkel prenderebbe meno voti di Franceschini o Berlusconi?

Come sarebbe se si scatenasse l'acquisto del 'campione' straniero anche per la politica?

mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Osservando il Bollettino sulla Struttura della Popolazione Residente a Rimini a fine 2008 (fonte: Anagrafe – Elaborazione dati: Ufficio Comunale di Statistica) salta all’occhio come diversi indici siano influenzati dalla consistenza degli stranieri che, di anno in anno, vanno aumentando nel nostro territorio. Pensiamo ad esempio all’indice di invecchiamento piuttosto di quello sulla natalità; nel 2008 il numero degli stranieri residenti è passato dalle 11.281 unità del 2007 a 12.910, con una crescita di 1.629 unità. Ora rappresentano il 9,21% della popolazione riminese, con un sostanziale bilanciamento numerico tra uomini e donne. L’incremento degli stranieri non è determinato solamente da quelli che immigrano, ma anche dalla propensione a creare famiglie numerose e prolifiche che nel 2008 ha comportato il raggiungimento di un indice di natalità (cioè il numero di nati per ogni mille residenti) pari al 20%, più del doppio rispetto al 9% dei nati con cittadinanza italiana.

mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Shiomien e Giuseppe, lei cinese e lui italiano, si sposarono nell’86, quando dalle nostre parti era le unioni “miste” erano ancora una rarità. Cattolico lui, di famiglia buddhista lei, dopo sei mesi dal primo incontro avvenuto a Riccione, dove lei lavorava come commessa, decidono di convivere per poi unirsi in matrimonio. Da allora sono inseparabili. Oggi lei è la presidente dell’Associazione Arcobaleno, lui è cancelliere in procura a Rimini. Chiediamo a Shiomien di raccontarci la sua esperienza.

Come avete conciliato la diversità culturale e religiosa?

“Avendo una mentalità differente, già dall’inizio del nostro rapporto abbiamo avuto dei problemi di relazione. Io avevo 27 anni, lui 28 e i primi tre anni di matrimonio sono stati duri per la diversità culturale, litigavamo per delle sciocchezze, una battuta, una frase non capita era motivo di battibecco, non riuscivamo a comunicare. E poi noi cinesi, soprattutto le donne, abbiamo delle usanze che difficilmente vengono capite dagli stranieri; ad esempio diamo periodicamente dei soldi ai nostri genitori, perché anche il matrimonio è occasione aiutare i familiari, è una tradizione che non sempre viene accettata dal partner. 

mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

L’italiana Daniela Berardi ha sposato e Juan Carlos Garcia Duarte, messicano.

Daniela, come mai questa scelta?

“ Ebbene sì, per amore! Siamo sposati da quattro anni e il nostro è stato il vero e proprio colpo di fulmine. Ci siamo conosciuti a casa di comuni amici a Città del Messico, io ero lì in vacanza, ci siamo visti una sera per cena e…dopo tre mesi eravamo già sposati. All’inizio dovevamo sposarci in Messico poi abbiamo preferito invece venire a Riccione e vivere in Italia, qui ho l’appoggio dei miei familiari e poi è arrivata subito la nostra prima bimba, Silvia”.

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Nanni Gabriele

Bisognerà aggiungerci una stella da qualche parte sulle Notte Malatestiane, come sugli scudetti quando si vince il decimo. Sì perché quest’anno la rassegna musicale di Rimini spegne 10 candeline e lo fa regalandosi le note del periodo cinque-seicentesco, tra Rinascimento e Barocco, rievocato attraverso il titolo del secondo romanzo di Piero Meldini: “L’antidoto della malinconia”. Il primo concerto (17 giugno al Coriano Teatro, ore 21) sarà dedicato al genere musicale e letterario forse più rappresentativo della cultura tardo-rinascimentale, il madrigale, genere raffinato e affascinante che è stato praticato da un numero notevole di compositori riminesi. Sarà eseguito da Chiara Ciotti e Lorenza Donadini (soprani), Javier Robledano Cabrera (alto), Giovanni Cantarini e Matteo Mezzaro (tenori), Ismael Gonzalez Arroniz (basso), Michal Gondko (liuto), Corina Marti (flauto) e sarà diretto da Giovanni Cantarini. 

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Giovagnoli Luciano

Rimini Jazz 2009, che si svolgerà dal 23 al 27 Giugno, compie nove anni e consolida il prestigio conquistatosi nell'ambito delle rassegne jazzistiche a livello nazionale. Le serate, nella splendida cornice del Parco Fellini e del Grand Hotel, ricreeranno, anche quest’anno, la magica atmosfera dell’America dei ruggenti anni Venti. La rassegna si aprirà martedì 23 con un concerto che vedrà assieme l’americano Jimmy La Rocca, figlio di Nick La Rocca, il celeberrimo cornettista di origine siciliana, con la sua Original Dixieland Jazz Band e il simbolo italiano del jazz tradizionale Lino Patruno. Da non perdere! Mercoledì 24 si festeggerà il centenario della nascita dei grandi Benny Goodman, Gene Krupa e Lionel Hampton, protagonisti dello swing degli anni Trenta e Quaranta. E sarà il sestetto olandese 4 Beat 6 ad interpretarli in perfetto stile del leggendario Benny Goodman Sextet. Giovedì 25 sarà la volta della 1a Rimini Dixieland Jazz Band con un incalzante repertorio tratto dalla New Orleans degli anni Venti. 

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

“Il piacere della legalità” è il tema di un incontro con Gherardo Colombo, organizzato dall’associazione “La cosa giusta”

Gherardo Colombo, già magistrato di punta del pool Mani Pulite, ha di recente pubblicato due libri - “Sulle regole” e “Sei Stato tu? - La Costituzione attraverso le domande dei bambini” – che affrontano alla radice i concetti di legalità, diritti e doveri nel nostro Paese. “E anche l’attualità con l’aspro confronto politico intorno alle norme sulle intercettazioni giudiziarie – aggiunge Loris Grossi, presidente di “La cosa giusta” – fornirà certo al pubblico molti elementi di dibattito. Ma innanzi tutto da un ospite tanto qualificato avremo occasione di avere informazioni tecniche preziose, così che ciascuno possa formarsi un giudizio su quanto sta accadendo”.

Giovedì 25 giugno Sala degli Archi (P.zza Cavour, Rimini) dalle ore 21.

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

“A journey to fame” è un laboratorio di canto davvero particolare, che si svolgerà dal 18 al 19 luglio nell’ambito della rassegna “Donne jazz in blues”. A insegnare – non solo la tecnica vocale ma anche a come prepararsi alla carriera e a come gestire il proprio business - sarà l’attrice, ballerina e cantante Cynthia Gibb, indimenticabile Holly del celebre “Saranno famosi”. Al suo fianco Giovanna Gattuso jazz singer, soprano, docente di tecnica vocale e compositrice di fama internazionale. 

Le iscrizioni al corso – aperto a tutti, senza limiti di età, professionisti o principianti - scadono il 29 giugno.

Per informazioni e iscrizioni 335.5483679

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Dal 26 al 28 giugno si svolgerà a Rimini “Parola di donna”, convegno di studi dedicato a Francesca da Rimini. Linea guida degli incontri – con relatori provenienti dalle più prestigiose università europee e americane – è il tema della voce poetica femminile ma verranno affrontati anche problemi di carattere sociale come la discriminazione e la violenza. Non mancheranno, infine, momenti aperti al pubblico con musiche d’epoca (26 giugno ore 18.30 e ore 23 Corte Palazzo Petrangolini – Guidi), melodie cameristiche e vocali a cura dell’Istituto Musicale Lettimi di Rimini (27 giugno, Lapidario romano del Museo ore 21.30), proiezioni (28 giugno Castelsismondo o Teatro degli Atti ore 21.30), esposizione e illustrazione del “Codice Gradenigo” (4 luglio Biblioteca Gambalunga ore 10.30) e “Alla ricerca di Francesca, visita  ai luoghi del Trecento riminese” itinerari guidati e conversazioni a cura di Pier Giorgio Pasini (4 luglio Biblioteca Gambalunga ore 11.30).

 

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Da metà giugno riparte la rassegna cinematografica itinerante che propone in tutta la Romagna la visione di film in abbinamento ai vini e ai prodotti gastronomici del territorio. Il tutto direttamente nelle aie delle aziende vinicole. In totale saranno 54 le serate in programma e oltre 70 le cantine che hanno aderito al progetto in rappresentanza di ben cinque province. Ecco i film in proiezione nel riminese: mercoledì 17 giugno a Casa Zanni di Villa Verucchio “Revolutionary Road”; venerdì 3 luglio alla Valle delle Lepri di Coriano: “Louise Michel”; venerdì 10 luglio al Podere Vecciano di Coriano (Rn): “L’ospite inatteso”; venerdì 17 luglio nella Torre del Poggio a San Giovanni in Marignano: “Ponyo sulla scogliera”; sabato 18 luglio al San Valentino di San Martino in Venti: “Milk”; venerdì 31 luglio nella Tenuta del Monsignore a San Giovanni in Marignano: “Ti amerò sempre”. Per informazioni: www.cinemadivino.net

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Di passaggio in Italia insieme ai Metallica per le date di Milano (22 giugno) e Roma (24 giugno), gli statunitensi Lamb of God terranno un concerto da headliner il prossimo 23 giugno al Velvet Club di Rimini. La band di Richmond, da annoverare assolutamente tra i portabandiera della nuova ondata metal americana, ha recentemente pubblicato l'apprezzato album “Wrath” e sarà per l'occasione supportata sul palco dagli acclamatissimi Hatebreed.  Per tutti gli amanti del metal è dunque un imperdibile evento per ammirare questa micidiale accoppiata di metalcore tutta made in USA.

mer 17 giu 2009 - Notizia di attualità - scritto da Sani Emer

L'Emilia Romagna Lines è una compagnia marittima romagnola che da 4 anni collega ogni estate i porti della regione, compreso quello di Rimini, con gli scali croati di Rovigno, Lussino e Zara. Oltre ad offrire dei soggiorni completi di sistemazioni, è possibile anche trascorrere una sola giornata a Rovigno rientrando a casa la sera stessa.

L'ingresso nel porto canale di Lussino è un vero spettacolo, una volta sbarcati sul molo, proprio in pieno centro storico, il pullman attende i passeggeri per condurli direttamente davanti all’albergo. Sistemati in camera, si va alla ricerca di un ristorante fronte mare per assaporare l’ottimo pesce fresco: la Croazia è famosa infatti in tutto il Mediterraneo per la sua gastronomia. Il giorno seguente si può godere dello splendido sole passeggiando lungo la baia, l’isola di Lussino ha una grandissima rete di sentieri.

mer 17 giu 2009 - Notizia di healthness - scritto da Micucci Eva

Con la sua struttura termale, il centro benessere e la spiaggia Riminiterme è un grande centro per la salute, l’estetica ed il divertimento: e per il 2009 rilancia sui servizi.

Tante sono infatti le novità che riguarderanno il potenziamento, la qualificazione e la grande flessibilità delle offerte. A cominciare – ha spiegato il Presidente Panciroli durante la presentazione della stagione 2009 - da quelli forniti alle famiglie e ai ragazzi iscritti al centro estivo “Bluecamp”, come i menù della salute e le diete a base di verdure e frutta fresca da ordinare al rinnovato servizio catering. E’ poi stato realizzato un ingresso direttamente dalla spiaggia al centro benessere, rinnovato in servizi e attrezzature. Poi un nuovo procedimento semiautomatizzato di lavaggio e sanificazione dei lettini e dell’attrezzatura di spiaggia consentirà di fornire servizi puliti e igienizzati.

mer 17 giu 2009 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

Abbiamo chiesto a Paolo Novi, Presidente di Ioè, società riminese organizzatrice del workshop “Change management e benessere nel lavoro”, in programma al Palacongressi di Rimini il prossimo 9 e 10 luglio, di analizzare il grado di attenzione che i media riservano ai temi del workshop.

Fra meno di un mese si svolgerà il workshop “Change management e benessere nel lavoro”.

“Da quando Ioè ha deciso di realizzare questa iniziativa culturale – risponde Novi - sono stato ancora più attento a cogliere nella stampa i ‘segni’ dell’attualità e della importanza dei temi che abbiamo proposto per questo appuntamento. Mi soffermerò su due recentissimi articoli, uno del Sole 24 Ore e l’altro del Corriere della Sera, pubblicati rispettivamente il 29 maggio ed il 1 giugno scorsi. L’articolo del Sole 24 Ore, a firma di Mario Platero, intitolato ‘I valori? Iniziamo dall’identità’, di presentazione della quarta edizione del festival dell’economia di Trento svoltosi nell’ultimo week-end di maggio, è una intervista al premio Nobel dell’economia (2000) James Heckman. 

mer 17 giu 2009 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

Quest'anno oltre mille incontri sulle 12 Spiagge del Benessere di Rimini per un totale di 23 bagni coinvolti da Torre Pedrera a Marebello per vivere e sperimentare il benessere e il relax a 360 gradi, dallo spuntare del sole a dopo il tramonto. Il programma prevede interventi di: shiatsu, automassaggio Do-In, giochi di felicità, La via delle coccole, Body Fly, Pilates, Nia Danza, danze orientali, Yoga, riflessologia plantare, metodo Feldenkrais, Aura Soma, Fiori di Bach, Qi Gong e TaiChi Chuan. Le spiagge interessate sono: Torre Pedrera bagni 70-71 Elio; Rivabella bagno 5; Lido San Giuliano; Bagno 39 Carlo; Bagno 63; Bagno 76 Hedonism; Bagno 78 Luca e Guido, Bagno 79 Giovanni, Bagno 80 Lamberto, Bagno 85b Gibo; Bagno 95 Florido, Marebello Beach bagni 104a, 104c, 105.

mer 17 giu 2009 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

Fino al 22 agosto tornano anche le "Albe del Benessere", meditazioni in mare con uscite in barca a vela al sorgere del sole (ogni mattina dalle 5.30 alle 9 con partenze dal vecchio porto canale o dalla nuova Darsena), mentre al tramonto ci si incontra per momenti di meditazione in riva al mare. Fra le novità del 2009 i "Dobloni Oro e Salute", veri e propri investimenti di benessere attraverso percorsi benessere "corpo e mente" programmati in hotel. Confermata l'esperienza di Benessere e Armonia nei castelli dell'entroterra riminese con "Le Giornate del Re", viaggi emotivi e sensoriali destinati a piccoli gruppi, con metodi di contatto sul corpo, accompagnamenti emozionali e sperimentazione di creatività. Per info: 0541/787643

mer 17 giu 2009 - Notizia di sport - scritto da Ortalli Matteo

Mercoledì 17 giugno dalle ore 20.30per il secondo anno consecutivo allo stadio “Romeo Neri” di Rimini si giocherà “Una partita per la vita” dedicata al piccolo Emanuele, che nel 2007 si è spento a causa fibrosi cistica.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Romagnola per la “Lotta alla Fibrosi Cistica” allo scopo di fare conoscere la grave malattia degenerativa, ma anche a raccogliere fondi per finanziare una borsa di studio per l’inserimento di un medico che opererà al “Centro Cura e Diagnosi per la Fibrosi Cistica” presso l’Ospedale “Bufalini” di Cesena. La serata sarà presentata da Elio Pari.

mer 17 giu 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Mi sono voluto mettere sulle tracce di Edo Petrucci, un “peso leggero” di Torriana che, negli anni sessanta, pur non essendo un fuoriclasse, riuscì ad occupare una posizione dignitosa nell’affollato ed agguerrito boxing nazionale. Lo ritrovo dopo tanto tempo e noto che non è cambiato affatto: lo stesso fisico asciutto, quelle braccia magre, smisuratamente lunghe, perennemente gesticolanti, il medesimo entusiasmo ed una grande voglia di ricordare e di raccontarsi.

“Era il 1953, avevo quindici anni, abitavo a Torriana. I miei lavoravano la terra. Anche correre a piedi o le sfide in bicicletta alla domenica, su per la salita di Torriana, erano una vacanza, seppure faticosa ed impegnativa, ma sapevamo, per certo, che l’indomani saremmo tornati alla fatica vera”.

mer 17 giu 2009 - Notizia di Borgo Marina - scritto da Vici Luca

 

Abbiamo parlato spesso in passato dell’importanza del porto di Rimini nel Medioevo, e in particolare nel XV secolo, grazie agli interventi che apportarono i Malatesta, le cui possenti mura nei pressi del ponte di Tiberio, in corso di restauro, mostrano ancora la loro imponenza.

Ma un porto non è fatto solo dell’approdo: se di una certa importanza, ha cantieri, squeri e tanta gente che vi lavora. A Rimini fin dal ‘300 è infatti documentata la presenza di maestranze addette alla costruzione navale, oltre che al raddobbo e alle riparazioni dei navigli.

Nei documenti archivistici di inizio XVI secolo si registrano diversi calafati, i cui nomi spesso tradiscono l’origine veneta: “mastro Angelo Milzo da Caurlo”, citato in un rogito del 1583, fu chiamato a stimare un naviglio “di tenuta de stare 300 in circa veneziane” nel porto di Rimini. Qualche anno più tardi il figlio Giovanni Maria, fu chiamato ad esaminare un navigium di 400 staia venete: tali valutazioni ci fanno presupporre che si trattasse di calafati tra i più rilevanti di quegli anni.

 

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Lei è bella, bellissima ed in questi giorni sicuramente l’avrete vista a passeggio o in bici in città. Lui è molto simpatico e un animatore di folle, stimola continuamente le fans che non gli danno tregua ma si ritiene fortunato del suo lavoro “E’ molto divertente, mica è come stare in miniera!” E gli ospiti? I più amati dai giovani di tutta Italia. Stiamo parlando di Trl (Total Request Live), la fortunata trasmissione di Mtv che va in onda dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 16 condotta da Elisabetta Canalis e Carlo Pastore, che ha scelto Rimini come seconda tappa del suo tour. Tantissimi gli artisti che ci hanno accompagnato nei giorni scorsi: dall’apertura del 9 giugno con Ashley Tisdale (Da High School Musical) su cui Pastore ha dichiarato “Dalla gente che c’era in piazzale, è stato come portare Minni ai lettori di Topolino!” ai Dari per cui il cuore delle giovani dark romagnole ha accelerato il battito il 15 giugno, un successo che sinceramente “Non pensavo”. 

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

“En Arke en o logos: In principio era il verbo”, comincia il vangelo secondo Giovanni, ma se pensate che chi suona metal deve per forza fare riferimenti alla religione o al satanismo state sbagliando di grosso. Almeno non è così per gli Opposite Sides, gruppo death metal di Rimini, nati quasi dieci anni fa dalla mente e dal cuore di Massimo Arcucci (Arke) che di satanismo e religione nei suoi testi non ne vuol sentir parlare. Per lui suonare è un’esigenza di vita, come mangiare, bere, dormire. La band, che è riuscita a conquistare l’attenzione di artisti importanti come il saxofonista e compositore americano John Zorn e il cantante Aaron Stainthorpe degli inglesi My Dying Bride, negli anni ha subito qualche trasformazione, ma oggi Massimo (leader, voce e chitarra), Fabio “Amon 418” Bartolini (chitarra), Simone Benati (basso) e Claudio Tirincanti (batteria) sono i membri della line up che promuoverà dal vivo il loro album di debutto “Soul Mechanics”. “Era cominciato nel 2000 come un progetto technical death metal – dichiara Arke - un tipo di metal estremo virtuoso dove le parti vocali vengono urlate. Abbiamo poi inserito ritornelli melodici cantati con voci pulite e arricchito il riffing con influenze provenienti dal rock progressivo e dalla musica electro/industrial. Non tutti, infatti, sanno che esiste una tecnica anche per urlare. Devi spingere l‘aria con il diaframma e vibrare le corde “false” per distorcere la voce”.

mer 01 lug 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Arriva la lettera, intestata “Regione Emilia-Romagna”, che grosso modo recita: lei non ha pagato il bollo per l’anno 2007. Siccome invece il bollo non solo l’ho pagato eccome, ma posso anche dimostrarlo, passo a leggere i possibili passi successivi: raccomandata, invio dei dati tramite internet, etc. Scelgo quello che appare meno oneroso, cioè recarmi di persona in un ufficio Aci. Primo errore: l’ufficio è zeppo di gente e quindi se ne andrà la retribuzione di almeno un’ora di lavoro. Anche perché, maledetta iella, proprio quel giorno non funziona nemmeno il ticket salvafila e non si può fare altro che aspettare il turno sul posto. L’attesa non si rivela però del tutto inutile. Serve a scoprire che praticamente tutti i “clienti” hanno in mano la stessa lettera. Il problema non è però sempre il medesimo: a qualcuno viene contestata una cifra sbagliata, ad altri un ritardo nel pagamento. Istruttive anche le conversazioni fra il cittadino e l’impiegata, fra l’altro svolte in totale assenza di privacy. L’unica addetta allo sportello è un’anziana signora munita di una tale pazienza che al confronto Giobbe finirebbe nel girone degli iracondi. 

mer 01 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

 

ECIPAR CNA, in collaborazione con CNA Giovani imprenditori e CNA Impresa Donna, organizza “Drizza le antenne day!!”, lunedì 15 luglio dalle 18 all’Empty Space (Via Matteotti, 28 - Borgo S. Giuliano di Rimini). Cioè, come trasformare la propria impresa in un’impresa di successo. Si parlerà dunque di “Innovazione e creatività. Come creare un’azienda di successo”  con Marco Ricciotti resp.le Progetto Impresa CNA Rimini; di “Crisi e innovazione: cercare nuove strade nella gestione e nell'accesso al credito” con Roberto Menzioni, consulente di direzione per la gestione d’impresa; di come “Tutelarsi attraverso un buon contratto” con Elio Piersanti Gessaroli, resp.le ufficio legale CNA Rimini. Infine, “Team di vertice: Dritti alla meta!” a cura di Francesco Muzzarelli, senior trainer aziendale area management education

Nella MIAIMPRESA CORNER ciascuno potrà esporre il materiale promozionale della propria azienda.

Per adesioni: Stefania Succitti - Ecipar CNA 0541/760270-272 comunicazione@ecipar-rn.it 


 

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Finalmente Notte Rosa! Per il quarto anno arriva la festa mobile che coinvolge tutta la Riviera, con i suoi protagonisti. Che non sono solo gli artisti eccellenti del ricco programma di concerti e spettacoli, ma chiunque vi partecipa pensando in rosa. Ogni edizione infatti è un mosaico di iniziative ed eventi diffusi, con il Rosa, simbolo di una notte soft dedicata al sogno e al divertimento, declinato nell’abbigliamento dei partecipanti, nei creativi menù proposti dai ristoratori, nelle luci e nei fuochi artificiali che fanno da scenografia. A Rimini i monumenti della città saranno illuminati di rosa,  a Riccione Viale Ceccarini avrà un cielo di palloni rosa, a Cattolica le fontane danzeranno in rosa. San Giuliano Mare inaugurerà un percorso di murales a tema sulla sponda del Marecchia. E come colonna sonora, una serie di concerti da non perdere. 

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Pari Gianmarco

Sono migliaia le domande che vorrei fare a Morrissey, le accumulo dagli anni ’80 quando “Moz” era la voce degli Smiths. Me la faccio sotto, lo ammetto, ad incontrarlo per parlare dei due concerti che terrà proprio a Rimini e del suo nuovo album “Years of refusal”. Sembra un sogno: nel 2009, dopo anni di adorazione, intervisto Morrissey! Lo trovo sovrappeso, rughe e capelli grigi mi ricordano che un mese fa ha compiuto cinquant’anni: sembra Oscar Wilde con la Fred Perry. So che non ama i giornalisti nonostante lo venerino come un dio. “In linea di massima sono dei musicisti falliti” dice subito, poi però aggiunge “Alla fine comunque viviamo lo stesso sogno”. Lo saluto, lui ricambia come se mi conoscesse da una vita, mi sciolgo un po’ ed è inevitabile chiedergli del suo nuovo album. “Credo sia il migliore che ho fatto, sono finalmente soddisfatto al 100% del risultato finale”, risposta scontata a domanda scontata, giusto così. 

MORRISSEY | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 01 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Dopo il successo del Festival del Mondo Antico, ad animare nuovamente l'estate del centro storico di Rimini dall'1 al 7 luglio, torna per il quinto anno il festival di musica e letteratura Assalti al cuore che propone una voce altra sulla scena contemporanea e spettacoli unici creati appositamente per l'evento e che coniugano interdisciplinarità e originalità. Ad aprire il festival, il 1° luglio (Chiostro Biblioteca Gambalungaore 18.15) l'incontro live set col poliedrico geografo Franco Farinelli, il talentuoso scrittore Fabio Fiori e l'innovativo musicista Marco Mantovani e inprima assoluta la proiezione del film Insulo de la Rozoj, La libertà fa paura (Corte degli Agostiniani, ore 21.15) di Stefano Bisulli e Roberto Naccari. A chiudere la prima giornata (Teatro degli Atti ore 23.15L'isola di cemento,performance dal racconto di James Graham Ballard con Dany Greggio (voce recitante), Paq Ootchio (live set),Caterina Tonini (pianoforte)

mer 01 lug 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

La cena in spiaggia è un rito che ci fa sentire più amici, più riminesi, più in vacanza. Ma bisogna arrivarci preparati. Ecco una piccola guida ai “topoi” del pasto consumato sotto l’ombrellone o sui tavoloni di legno.

PASTA FREDDA. Regina incontrastata del beach-food, nasce dalla leggenda metropolitana secondo cui d’estate una ciotola di maccheroni gelidi e unti è meglio di un bel piatto di lasagne fumanti. La ricetta è semplice: si cuoce troppo o troppo poco una carriolata di pasta, la si condisce con gli avanzi del frigo, la si stiva in un Tupperware grande come un silos e la si tira fuori in spiaggia quando i commensali sono così allupati che divorerebbero pure secchielli e palette. Da maggio a settembre inoltrato, intere famiglie riminesi non mangiano altro, e quando in autunno rivedono gli spaghetti caldi piangono di commozione. Misteriosa caratteristica della pasta fredda è che, a prescindere dal numero degli ospiti e dalla quantità, ne avanza sempre un casino. Ma «il giorno dopo migliora», e non è una bugia: peggio di così non può diventare.

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Nel 1968 al largo di Torre Pedrera appare la Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose e si staglia orgogliosamente per “vedere fiorire le rose sul mare”. Nel 2009, mentre la Riviera si tinge di rosa, con tanti concerti ed eventi, a Rimini si recupera anche la memoria perduta di questa micro-nazione. Non si tratta dunque della materializzazione di una mia fantasia psichedelica ma vera storia, ricostruita nel documentario ‘Insulo de la Rozoj’. La prima visione del film avverrà il 1 luglio per l’apertura di ‘Assalti al Cuore’, appuntamento che incrocia ‘La Notte Rosa’ e a questo proposito Roberto Naccari commenta: “…d'altronde è l’Isola delle Rose, il progettista si chiama Giorgio Rosa, mi sembra che tutto si sposti verso quella direzione”.

mer 01 lug 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Gran sospiro di sollievo per Lombardi, che a maggio dichiarava: «Sono preoccupato. Sono quasi sicuro di vincere»! Lo confortava pensare che già nel ‘94 e nel ‘96, battendosi “uno contro uno”, aveva perso contro Grassi e Andreatta; ma lo tormentava la non certezza di perdere pure con Vitali. Colpa di quel «Rimini cadrà, Berlusconi ci crede» che Capezzone, mandato apposta da Roma, gli sussurrava col suo modo soave da Arcangelo Gabriele che annunzia il verbo berlusconiano. Si era poi aggiunto l'autorevole pronostico della Scuola Superiore di Studi Politici “Mario Urecia” di Viserba, diretta da Lugaresi che ormai passa le giornate ad implorare che qualcuno vada a dargli una mano a “liberare Rimini”, perché non può fare tutto da solo.

Per rassicurare Lombardi ed aiutarlo a perdere, è così partita nel PDL una generosa gara di solidarietà: un gigantesco “fuoco amico” contro il suo slogan rivoluzione moderata; rispetto al quale, per esservi conseguente, Lombardi avrebbe dovuto suscitare un'immagine di sé rilassata e paciosa, fatta di risini all'olio, salutari passeggiate, pisolini pomeridiani con la borsa dell'acqua calda. Invece tutt'intorno a lui era un gridare “vi spezzeremo le reni”, con la nerboruta regia di Pizzolante, i cui esami del sangue evidenziano consistenti tracce di sfollagente. In più, un interminabile sciame di ministri a spararle grosse: dall'Addolorata Carfagna («nella lotta alla prostituzione mi sono ispirata a Don Oreste») alla Brambilla, neo-ministra pon pon al turismo («aiuti dal Governo solo se vince Lombardi»).

mer 01 lug 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Passate le elezioni, si possono riprendere alcune riflessioni politiche. La prima è che siamo alle solite. Non mi sto lamentando degli attacchi a Berlusconi né mi indigno particolarmente per la sua moralità. Se tutti i settantenni possedessero 120.000 miliardi le ragazze  da piscina non basterebbero a soddisfare la domanda. E neppure quella dei loro amici. Ci sono molte persone ricche moderate nei piaceri e nel lusso, alcune semplicemente avare, e altre che hanno fatto i soldi per potersi permettere quello che gli altri immaginano. Berlusconi si circonda di fanciulle ignude e i circoli degli anziani si consolano con Miss Teen Ager (citazione storica). Persino Agnelli stava nudo sul suo yacht. E' per quello che nei paesi un po' più maturi nessuno trova opportuno eleggere un miliardario come premier. Miliardario e capo del governo sono due mestieri diversi. Lo capiremo? Mah. Di fondo c'è un'altra immaturità, molto più grave. E' l'idea che devi eleggere un potente. Non che fai potente quello che eleggi. I paesi democraticamente arretrati eleggono grandi personalità, nababbi, generali, capi religiosi. Le democrazie mature eleggono persone che sanno fare il loro mestiere, possibilmente non troppo potenti. La Thatcher era figlia di un droghiere. Sarkozy è figlio di un immigrato ungherese. Obama è anche lui figlio di un immigrato. Siamo noi, ildemos, il popolo, che diamo il potere e lo togliamo. Nel famoso paese normale, loro sono normali cittadini che per qualche anno prestano un servizio e poi se ne tornano a casa. Fine.

mer 01 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Una commistione di musica colta e popolare, di suggestioni strappate da un sax o magari strapazzate da un mandolino. È la world music, ragazzi. È Percuotere la mente, una delle rassegne più interessanti che si sono sviluppate tra le vestigia romane e gli ombrelloni di Rimini. Dopo il Concerto della Penombra (inserito in Assalti al Cuore) che la sera del 2 luglio aprirà la rassegna, il 13 luglio spicca l’omaggio al Progressive Rock di Roberto Gatto, batterista, compositore, affezionato “cliente” dell’Umbria Jazz e di tutti i principali teatri e luoghi di musica europei. Prima di tutto vale la pena ricordare brevemente che il progressive (per gli amici Prog) ha influenzato in maniera determinante la musica degli anni Settanta (ma anche un po’ la fine dei fricchettoni Sessanta), arrivando oltre, là dove era difficile persino pensare di andare a finire: i tempi inusuali, le variazioni sul tema, virtuosismi al limite dell’ubriacatura, il prepotente ingresso di strumenti musicali completamente nuovi, dall’organo Hammond ai sintetizzatori, sino all’espansione delle canzoni dalla striminzita taglia della musica pop (i 2-3 minuti dell’era Beatles) sino ad un intero lato del buon vecchio 33 giri (talvolta anche fronte-retro). Poi tutto questo è andato via via scemando, ma l’influsso di gruppi come Genesis, Van Der Graaf Generator, Yes ha lasciato un segno profondo. 

mer 01 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Cantèdi (Moby Dick, 2009) è il terzo libro di poesie di Gianfranco Miro Gori, che ha fondato e dirige la cineteca di Rimini, è autore di saggi e articoli di argomento cinematografico e di studi sulla cultura romagnola. Dalla prima raccolta, Strafócc (Chiamami Città, 1995), Gori usa il dialetto di San Mauro, recuperato non come lingua “madre” – i suoi gli parlavano in italiano, come in tutte le famiglie degli anni ’60 al tramonto della cultura contadina - ma quasi lingua  “padre”, volontariamente appresa nell’ascolto degli amici al bar, “uno degli ultimi luoghi, almeno a San Mauro, dove si parla dialetto”. Una lingua da uomini, “che rimanda ai rapporti faccia a faccia” scrive Giuseppe Bellosi.

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

II Festival Internazionale del Cinema d'Animazione e del Fumetto di Rimini, organizzato da UNASP ACLI, festeggia 25 anni con un ricco calendario di appuntamenti dal 10 luglio al 1 agosto. Come sempre è un festival itinerante e tocca sia il centro che la marina riminese.

Si comincia in piazzale Fellini il 10 luglio con una serata dedicata a “Cartoon Network“ e sabato 11 luglio con uno spettacolo con l'artista Alvalenti.

Il 12 sempre al mare ritorna a Rimini, Gruppo Alcuni, con il nuovo spettacolo teatrale “Il circo dei cartoni - Il mistero di Leonardo ragazzo”.

Anche nel week end successivo il piazzale sarà preso d’assalto dai simpatici “Ed, Edd & Eddy”, dalla Banda Cartoon(musica) e dai Pinguini del film Madagascar.

mer 01 lug 2009 - Notizia di Borgo San Giovanni - scritto da Vici Luca

 

11 luglio 2009: questa data segnerà il ritorno tanto atteso degli obelischi seicenteschi nel borgo di San Giovanni. L’inaugurazione dei lavori di ripristino degli obelischi coincide con la prima delle due giornate della festa borgo di San Giovanni, giunta alla sua nona edizione.

E’ da anni che si discute sul recupero e la valorizzazione dei pilastrini seicenteschi, collocati fino alla II° guerra mondiale all’ingresso del ponte dell’Ausa, lungo l’antica via Flaminia.

 

mer 01 lug 2009 - Notizia di Zeinta de Borg - scritto da Redazione

 

Nei ricordi della mia infanzia l’Osteria era il luogo pubblico dove si servivano vino, bevande e talvolta pasti: quella che oggi si chiama Bar.

Ricordo che quando era un bambino, andavo con i miei amici alla stazione di Rimini a vedere i treni e dopo ci fermavamo all’Osteria di fronte al vecchio ospedale, a bere la gazzosa. Era un luogo molto autentico, tradizionale che rispecchiava l’Osteria tipica, con le sedie e i tavoli di legno, il bancone con la macchina del caffé e i bottiglioni di vino. Ricordo che mio nonno acquistava proprio qui il vino bianco da bere a casa. Come lui anche altri, avevano l’abitudine di comperare il vino sfuso. In sottofondo la radio o quando andava bene si sentivano le prime televisioni.

 

mer 01 lug 2009 - Notizia di Zeinta de Borg - scritto da Costantini Claudio

 

E’ da qualche anno che i borghi della città dialogano fra loro nel Comitato dei Quattro Borghi.

Ora, il Comitato si è costituito in associazione con finalità culturali e promozionale con una precisa veste giuridica. Un passo che gli permetterà di accedere ai fondi dei finanziamenti europei per i centri storici erogati alle imprese e alle associazioni culturali e per queste ultime è assegnato un punteggio aggiuntivo. Alla regione Emilia Romagna spetta un contributo di 25 milioni di euro, alla provincia di Rimini 4 milioni e 860 mila. Il comitato, pur valorizzando le singole caratteristiche di ogni Borgo e del Centro Storico, è stato fondamentale per ricostruire un’immagine unitaria della città. I problemi del traffico, della viabilità e dei parcheggi o anche gli interventi sull’arredo urbano  non si riferiscono mai ad una singolo quartiere, debordano influenzando inevitabilmente le aree limitrofe. Fin dall’inizio, il Comitato si è posto come interlocutore propositivo dell’Amministrazione Comunale per quanto riguarda i progetti urbanistici, le opportunità della legge regionale 41 sui centri commerciali naturali, l’individuazione di aree e la costruzione di parcheggi. Un annoso problema, quest’ultimo, per la città che può frenare, se non affrontato, lo sviluppo e il rinnovamento della sua struttura commerciale con una perdita significativa della propria capacità competitiva. 

 

mer 01 lug 2009 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

 

Abbiamo chiesto a Marco Tanda, responsabile della formazione di Ioè, la Società che ha organizzato per il prossimo 9-10 luglio al vecchio Centro congressi il convegno su Change Management e Benessere, di darci qualche anticipazione sui contenuti della giornata di COACHING ESPERIENZIALE di venerdi 10 luglio e, in particolare, sul significato e sulle finalità del change management e del coaching esperienzial.

“La giornata del 10 luglio replica in modo essenziale e efficace ciò che noi riteniamo sia il modulo esperienziale di riferimento per i gruppi aziendali che noi seguiamo.

 

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

La Pink Beauty per la Notte Rosa è a cura di CNA. Il 4 luglio dalle 21 alle 24, in varie postazioni della Riviera, estetiste e parrucchieri associati CNA offriranno la possibilità di truccarsi e acconciarsi a tema. Acconciatura e relax col baby parking il Nido della Cicogna presso le postazioni dell’Isola dei Platani a Bellaria, con Angela Ricci di Divi e Divine e Meris & Co di Meris Saponi e a p.le Santa Margherita a Igea Marina, con le parrucchiere Antonella Giovanardi e Michela Spinelli. A Marinagrande di Viserba c’è la parrucchiera Barbara. A Rimini musica dal vivo e acconciatura a tema a Marina Centro, al Coconuts Dreams, con Lauro Parrucchiere, e al pub The Old Bull & Bush con trucco e parrucco di Sabry Centro Estetico e Progetto Corpo di Simona Ghidini e Ramona Urbinati. A Miramare in Via Oliveti, con musica dal vivo, bellezza in rosa col parrucchiere Abbondanza, il parrucchiere Giò, e il Centro Estetico Sesel.

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Sono tante le iniziative per i bambini organizzate in Riviera per la Notte Rosa. E c’è una vera e propria Notte Rosa su misura per i piccoli che va in scena a Bellaria e Igea Marina venerdì 3 luglio: dalle 20 a mezzanotte le strade e le piazze si riempiranno di equilibristi, giocolieri, clown, burattini, con ludobus che arrivano da tutta Italia a proporre giochi, animazione e laboratori, con attività e spettacoli gratuiti. La prima edizione, nata da un’idea di Alex Gabellini della Compagnia dei Ciarlatani e di Massimo Celli della cooperativa sociale Tanaliberitutti, in collaborazione con il comune di Bellaria-Igea Marina, ha coinvolto circa 2 mila bambini, con mamme e papà. Ancora più ricco questo secondo appuntamento: 17 gli eventi negli 8 luoghi coinvolti. Dalle ore 20 animazione itinerante di giocolieri e mangiafuoco della Combriccola dei Lillipuziani nell’isola pedonale di Igea Marina, a Bellaria nell’isola pedonale parata di trampoli della Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno. La zona Belverde di Igea Marina si trasformerà ne “La piazza in gioco” con tre ludobus che proporranno diverse attività.

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Finalmente Notte Rosa! Per il quarto anno arriva la festa mobile che coinvolge tutta la Riviera, con i suoi protagonisti. Che non sono solo gli artisti eccellenti del ricco programma di concerti e spettacoli, ma chiunque vi partecipa pensando in rosa. Ogni edizione infatti è un mosaico di iniziative ed eventi diffusi, con il Rosa, simbolo di una notte soft dedicata al sogno e al divertimento, declinato nell’abbigliamento dei partecipanti, nei creativi menù proposti dai ristoratori, nelle luci e nei fuochi artificiali che fanno da scenografia. A Rimini i monumenti della città saranno illuminati di rosa,  a Riccione Viale Ceccarini avrà un cielo di palloni rosa, a Cattolica le fontane danzeranno in rosa. San Giuliano Mare inaugurerà un percorso di murales a tema sulla sponda del Marecchia. E come colonna sonora, una serie di concerti da non perdere. Quest’anno si comincia il tre luglio, con la PFM che canta De Andrè (Cattolica, Arena della Regina, ore 21.30, a pagamento con agevolazioni rosa). Con un crescendo rossiniano dal tramonto del 4 luglio all’alba del 5: da Comacchio a Gabicce la Riviera diventerà un unico palcoscenico. 

mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Quest’anno alla Notte Rosa portatevi dietro il costume. La novità di questa quarta edizione è infatti “Bagno di luna”, la possibilità di tuffarsi nel mare vellutato di mezzanotte. Suggestioni felliniane e l’amarcord delle estati di una voltahanno ispirato questo evento che rinnova la magia e l’emozione del bagno di mezzanotte con la persona amata o con gli amici. Un rito che ha emozionato intere generazioni, malinconicamente accantonato negli ultimi anni. Da quando le spiagge sono state chiuse al pubblico per ragioni di sicurezza nelle ore notturne e il buio felpato della notte cacciato via dalle mille luci della città che non dorme mai. Appena spenta la magia dei fuochi artificiali che illumineranno tutta la Riviera, alzate gli occhi al cielo: tre mongolfiere rosa illuminate vi indicheranno le zone dove è possibile immergersi sotto i raggi della luna. Che sono i bagni 21 e 58 di Rimini e il 144  a Miramare, da mezzanotte e mezza all’una e mezza.

mer 01 lug 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

È estate. La voglia di uscire la sera, di fare baracca con gli amici, fa a pugni con i vini importanti che tutti cercano di realizzare anche sulle colline riminesi. Diciamolo, le grandi bottiglie da griglia e da bistecca, meglio si addicono alle serate davanti al camino.

E per adesso? Dove sono finiti i vini beverini? La vocazione a sbicchierare di queste colline? No, non i vinacci, ma i vinelli contadini, magari ripuliti un po', vestiti a nuovo. Introvabili o quasi diremmo. A parte un paio di eccezioni quasi eccezionali: I Caprai, etichetta a base di Sangiovese, del Podere Vecciano nel Corianese che è rosso semplicissimo di grande godimento, compagno ideale di piada e porchetta, e, soprattutto, il Sangiovese, quello senza nomi aggiunti, non superiore, dell'azienda agricola Fiammetta di Croce di Montecolombo. Monumento di piacevolezza senza fronzoli, fresco, profumato, asciutto seppur morbido, da bere con il pesce alla griglia, gli spiedini di sardoncini, la seppia coi piselli...

mer 01 lug 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Nel Dopoguerra c'era la fame e la voglia di sfamarsi in fretta. Alla rinascita hanno contribuito anche gli allevamenti di polli. Questo è un merito che nessuno può togliere a quei capannoni puzzolenti e bui che spesso si incontrano nelle campagne della Romagna. Se ci si sofferma la somiglianza con le casupole dei campi di concentramento nazisti è inquietante. E gli allevamenti di polli sono oggi un'aberrazione vergognosa: migliaia di esemplari ammassati in pochi centimetri quadrati, ingozzati di mangimi, tenuti svegli con luci artificiali, "curati" con un'infinità di antibiotici per garantire un minimo di salubrità ad animali che in quaranta giorni, anche meno, raggiungono il chilo e mezzo di peso e prendono la strada del banco frigo del supermercato. Non c'è niente di peggio che mangiare un pollo d'allevamento.

mer 01 lug 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Non è la prima volta che la potenza narrativa dello scrittore Erri De Luca mi suggerisce sapori da scoprire in cucina. Lapastepatate, scritta così, tutt'attaccata, di Don Gaetano sa talmente di buono nel romanzo "Il giorno prima della felicità" che non potevo non mettermi alla ricerca di una ricetta adeguata. Soffriggete, sì, col profumo di soffritto, un trito di aglio, cipolla, sedano e carota, aggiungete due o tre patate tagliate a cubetti, una decina di pomodorini maturi e acqua a coprire. Fate cuocere per una ventina di minuti, salate, aggiungete abbondante basilico e un po' di prezzemolo. Poi la pasta, gli spaghetti spezzati sono i più buoni. Cuocete aggiungendo acqua se serve, spegnete con la pasta al dente, condite con abbondante parmigiano o caciocavallo da grattugia, mescolate e lasciate riposare per cinque minuti. Poi servite una minestra che sa di Napoli, davvero.

mer 01 lug 2009 - Notizia di sport - scritto da Fattori Franco

In bilico tra divertimento e solidarietà, sabato 11 e domenica 12 luglio si svolgerà “Rimini for Mutoko”, il Settimo Torneo Giallo di Beach Tennis femminile e maschile, in programma dal Bagno 12 al 17 di Rimini. Un evento che già lo scorso anno aveva permesso di offrire un bel contributo  all'opera di Marilena Pesaresi e che aveva anche fatto registrare una bella partecipazione di "racchette" di ottimo livello provenienti da diverse spiagge. Anche quest’anno l'appuntamento sportivo si preannuncia di grande qualità, merito delle adesioni non solo riminesi e delle vicine Riccione e Cervia, già iscritte alla manifestazione. 

Il torneo Giallo si caratterizza per la sua particolarità che ad ogni turno le coppie saranno sorteggiate. Tutti i partecipanti disputeranno almeno tre partite. Le iscrizioni sono aperte fino al 6 luglio, mentre le gare iniziano sabato 11 alle 10 (si gioca di mattina e pomeriggio) e proseguono domenica 12 ldalle 9,30 al tramonto.

mer 01 lug 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

E’ per tornare al vero, che desidero prendere le dovute distanze dallo sport di oggi, traboccante di esasperazioni mercantilistiche, di degenerate visioni d'onnipotenza, affacciato in ingorda attesa sul problema del dopo, del poi. Dalla babele di impolverate minuzie, dall'inutile ciarpame, dalla malinconica chincaglieria, dalle oziose reliquie del passato, spunta la fotografia ingiallita di un corridore motociclista. Il corridore è Pio Galassi di San Vito. La sua è una storia minimalistica, un'avventura agonistica che si è compiuta velocemente in un mondo paesano, all'ombra dell'olmo dietro la canonica, tra i tavoli del caffé di paese, in un periodo in cui le automobili erano ancora un privilegio e dove il "motore" era sogno, evasione, libertà.

mer 15 lug 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Vent’anni fa, di fronte a quel mare color caffelatte, erano molti i riminesi a piangere. Lacrime vere, amare, nel vedere l’Adriatico ridotto in quel modo. Si piangeva per i turisti in fuga, ma non solo. Ancora più dal profondo saliva l’angoscia per quella che appariva una ribellione della natura. Per il senso di colpa di chi da questo mare aveva tratto tutto il benessere possibile, dimenticandosi troppo spesso di restituire qualcosa. Eravamo stati i primi, negli anni ’60, a dotarci di depuratori. Ma da allora la salute delle acque non era più stata esattamente in cima ai nostri pensieri. Ed ecco che dovevamo imparare una nuova parola, “mucillagine”. Da quei giorni drammatici sono successe tante cose. Mentre gli scienziati non hanno saputo dirci gran che sulle cause, gli storici ci hanno assicurato che il fenomeno della “neve di mare”, com’era chiamata nel passato, si era verificato anche in tempi non sospetti d’inquinamento, come in pieno ‘700.

mer 15 lug 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

La settimana scorsa la Scm aveva presentato ai sindacati il proprio piano di ristrutturazione aziendale. La risposta è stata nel presidio dell’azienda, con un gazebo davanti ai cancelli dello stabilimento sulla via Emilia. Dunque fra azienda e sindacati non c’è alcuna intesa. Non sulla cassa intergrazione a rotazione, che la Scm definisce non fattibile. E soprattutto non sul numero degli esuberi strutturali, che l’azienda calcola in 530 unità, rispetto ai 400 previsti inizialmente. La Scm nel suo piano prevede investimenti da 30 milioni di euro in tre anni per rilanciare l’azienda, con il rinnovamento di tutti i comparti aziendali. Dalle stime effettuate da Scm sembra che nell’arco temporale della riorganizzazione, circa 300 lavoratori usciranno dal gruppo, per scadenza del contratto, pensionamenti o turn over. L’impatto sociale a fine periodo, potrebbe ridursi, secondo l’azienda, a circa 80 persone su scala nazionale. Ma le organizzazioni sindacali non ci stanno. E avevano anche annunciato la richiesta d’attivazione di un tavolo regionale, in cui denunciare le presunte irregolarità messe in atto dall’azienda.

 

mer 15 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

Dal 9 luglio, ogni giovedì fino al 30, si svolge alle Celle di Rimini “La festa è mia! - dedicata ai ragazzi da 0 a 90 anni”. Nel piazzale I Portici (via XXIII settembre) ci sono tanti laboratori per giocare: con le Banche del Tempo (che da ottobre gestiranno un gruppo d’acquisto per favorire le famiglie e i prodotti locali), i maestri artigiani di CNA (il 23 luglio Leo Polverelli, il 30 luglio Pasquale Bove). Non mancano tavoli di solidarietà: per I Niños della Colombia, il Progetto Ebano e Avorio, il Progetto una giostra per Lorena, per l’Ail. Inoltre per il primo anno, il mercatino del baratto: si viene, si scambia, e ciò che rimane viene venduto per beneficenza!

 

mer 15 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

 

Rimini è un palcoscenico, si sa. E i riminesi accettano di buon grado di fare la loro parte di attori su un immaginario set felliniano. Ma il nostro territorio è fertile anche di molto teatro vero, che fa ricerca e porta le sue esperienze in Europa. E c’è chi risponde a tutt’e due le chiamate alla ribalta. Come Francesco Montanari, attore ristoratore e bagnino. Un riminese doc, perciò.

Francesco, come sei diventato attore?

«Ho studiato a Milano, alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi. Avevo accompagnato un amico ai provini e invece hanno preso me. Otto ore di lezione al giorno per quattro anni, il primo anno piangevo tutti i giorni. Avevo un insegnante giapponese che veniva dal NÔ, è stata durissima: lavoravamo sulla presenza del corpo. Per me il teatro è sudore, è fatica, è un lavoro da operaio, come quello di mio padre. Poi mi ha preso “L’impasto, comunità teatrale nomade”, e sono partito in tournèe con loro. Intanto avevo deciso di tornare a Rimini: mi mancava il mare, il mare d’inverno, mi mancava la mia città con i suoi legami. E poi la Romagna è una fucina di fatti teatrali.»

 

mer 15 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Ioli Luca

All’alba del terzo millennio, nell’epoca della comunicazione globale, di internet e dei cellulari, un messaggio ci viene lasciato in una bottiglia. Sì, come i naufraghi settecenteschi, come i pirati delle favolose favole di Salgari, questo mezzo di comunicazione arcaico fa da sfondo ad uno dei drammi del nostro tempo. Di quelli che allontaniamo con fastidio al solo apparire, di quelli che releghiamo volentieri alla guardia di finanza, alla polizia ed ai carabinieri: l’arrivo dei barconi di clandestini nel nostro paese. La bottiglia è stata ritrovata dal personale della Associazione “Area Marina Protetta” di Lampedusa, un’associazione che si occupa della gestione dei parchi marini dell’isola. Ragazzi in gamba che ti fanno vedere delfini, tartarughe marine e ti accompagnano a fare snorkeling. Insomma ti fanno vedere la vita. Ma ogni tanto si imbattono nella morte. Quella morte che ai giorni nostri sembra impossibile, un barcone stracarico che si inabissa, uomini, donne, bambini che vanno giù nel mare scuro e freddo. Un dramma che fortunatamente nell’epoca dei rientri forzati non entra più nella contabilità delle competenze italiane. 

mer 15 lug 2009 - Notizia di opinioni

Come tanti italiani anch'io ho vissuto con una badante. Una donna rumena, di nome Maria. Una splendida persona, una madre sola che era uscita dal suo paese per mantenere il figlio handicappato, lasciato con la nonna. Si occupò di mia madre finché visse. Non è un bel mestiere passare sette giorni su sette, notte e giorno, con un anziano, spesso con poche facoltà mentali e non autosufficiente. Con due mezze giornate libere. E' molto meglio un ufficio con l'aria condizionata. Maria era clandestina, quando arrivò. La mia famiglia non avrebbe messo in casa di mia madre una clandestina se il sistema sanitario avesse provveduto in qualche modo. Ma in questo paese di vecchi il sistema sanitario è incapace di affrontare il problema della vecchiaia. E' bene che ne prendiamo atto, perché le cose andranno peggiorando nei prossimi anni. E' la famosa gobba demografica.

mer 15 lug 2009 - Notizia di Borgo Sant'Andrea - scritto da Vici Luca

 

E’ solo un nome in un antico documento di un notaio. Della Tomba di Sant’Andrea non sappiamo altro, né dove fosse esattamente, né che aspetto avesse. La citazione, che risale al 1450, precisa solo che si trovava appunto nel territorio del Borgo S. Andrea “in fondo de Canteriis”: punto e capo, perché di questo fondo non sappiamo niente, se non che i canterii erano i pali delle viti. Quindi, o il fondo in questione era costituito da vigne, com’era piuttosto comune nell’agro riminese, o era posseduto da una famiglia che portava quel nome.

Ma di cosa si trattava? Lo storico Oreste Delucca distingue le tumbae in quattro tipologie: residenze-fortezza, fattorie fortificate costruite al centro di proprietà terriere, case-forti più semplici realizzate a difesa di strutture produttive situate in luoghi isolati, borghi rurali dotati di cinta muraria. Da ciò si può arguire che la Tomba di Sant’Andrea appartenesse alla seconda tipologia. Infatti, il trovarsi ai margini della città e in un luogo non isolato, fa escludere automaticamente la prima e la terza ipotesi, mentre se fosse stata del quarto tipo le dimensioni sarebbero state tali da avere ben più che un’isolata menzione nei documenti.

Invece, alla prima tipologia, quella della tumba come residenza fortezza, fanno riferimento gli insediamenti posti in luoghi isolati oppure al centro di nuclei abitativi non incastellati detti villae, come ad esempio la Tomba di Riccione, o degli Agolanti, o la Tomba de’ Berni, oggi Palazzo Marcosanti.

 

mer 15 lug 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

È estate, ma non mandiamo in vacanza il bisogno di trovare risposte alle grandi domande che la vita propone. Per esempio, non s’è ancora spenta la disputa su chi -Meucci o Graham Bell?- sia l’inventore del telefono, quand’ecco irrompere un nuovo appassionante quesito: chi ha inventato la Notte Rosa? Fino a ieri non avevamo dubbi: Andrea Gnassi. Ma oggi La Voce, maestra nell’unire il futile al dilettevole, insinua che il merito sia del “Verde” Luigino Garattoni. Prima che a qualcuno venga in mente di farci sopra altre primarie, sarà bene fidarci una volta tanto dell’apparenza: basta un’occhiata per cogliere di Gnassi “le phisique du role” del plausibile inventore de “la nuit en rose”; mentre Garattoni comunica di sé l’immagine di chi, al massimo, può aver inventato la grigliata mista. Ha suscitato un dibattito divaricante anche il manifesto de Le fantastiche 4, le ammiccanti fanciulle che pubblicizzano le sedi romagnole dell’Ateneo bolognese portandone i nomi stampati sui seni procaci, ancorché debitamente coperti. 

mer 15 lug 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Rassegniamoci: la decadenza del secchiello e della paletta come giochi da spiaggia è irreversibile. Nei negozi l’offerta è decuplicata rispetto agli anni della nostra infanzia, fra i lettini si ammucchiano secchielli, palette e stampini di ogni foggia e colore, sulle passerelle sfilano rassegnati genitori-caddies oberati da sacche zeppe di giocattoli, ma è solo fumo negli occhi. Tutto l’armamentario serve solo a innescare litigi con gli amichetti, o a far venire il mal di schiena a nonna e a mamma che, a fine giornata, devono raccogliere tutte le carabattole. I bambini non sanno più che farsene di quella roba. Molta della quale, peraltro, era già inutile ai nostri tempi.

mer 15 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Padovani Cesare

L'annuncio di compravendita lanciato sul numero precedente richiedeva un dono allusivo.

«Vorrei che qualcuno mi regalasse una frase breve e magica, in grado di scuotere coloro che operano nella nostra città perché ascoltino con maggior attenzione bambini, anziani e chi non sa gridare».

Con questa richiesta intendevo far riflettere sulla diffusa indifferenza, specie nelle pubbliche mansioni (uffici pubblici, programmazioni, interventi...), per le problematiche sociali più necessarie: spesso infatti, chi non è “rampante” o chi non fa “la voce grossa” non è ascoltato.

A questo appello hanno risposto pochissimi, per la maggior parte con toni intrisi di retorica e di pessimismo da far impallidire anche Leopardi. Tranne uno, che qui riporto per primo.

Quando qualcuno ti chiede qualcosa, guardalo negli occhi per un istante, e ti potrai vedere rispecchiato dentro. La magia sta tutta nel riconoscersi.

mer 15 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

L’Arco d’Augusto sotto le stelle crea la suggestiva cornice di “Arco In Danza” una rassegna dedicata all’arte tersicorea nelle sue svariate forme di espressione e comunicazione (dal 17 al 25 luglio).

Aprirà la manifestazione una serata di danza classica, moderna e africana (con le scuole Arteficio, Mantra, Scuola di Balletto, TamburaBa’). Mentre la Compagnia di Giovani Danzatori dell'Aulos proporrà uno spettacolo ispirato al fantasy e al musical d’autore (18 luglio).

Domenica 19 luglio la serata sarà dedicata a “Rimini In Danza 2009. Danza senza frontiere”: si esibiranno gli allievi e alcuni degli insegnati dell'Accademia Internazionale Estiva - giunta quest'anno all'ottava edizione – che ha il compito di formare artisti coreutici e cantanti.

mer 15 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Abbiamo parlato spesso delle rassegne che tengono vivo l’interesse per il cinema nelle afose serate estive della riviera, qui vogliamo soffermarci sulle nuove uscite di quest’estate 2009.

Sicuramente la più importante e attesa è “Harry Potter e il principe mezzosangue” in uscita il 15 luglio anche al Multisala Placet di Riccione.

L’ennesimo capitolo del mago più famoso si preannuncia come quello più dark e forse come il più “adulto” della serie.

Non mancheranno pellicole da brivido che si sposano sempre bene con il clima vacanziero estivo.

mer 15 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Il 19 luglio presso Empty Space, al Borgo San Giuliano di Rimini, si terrà la presentazione del Moonlight Festival che si terrà a Fano dal 31 luglio al 2 agosto. Saranno presenti gli organizzatori, fra cui Piero Balleggi voce dei Neon, band italiana di riferimento della new wave italiana negli anni 80, e Miss Lucifer del duo dj Razorblade. La serata di presentazione è definita “warm up” e prima di Rimini aveva fatto tappa a Bologna e Milano. Un festival itinerante che vuole essere momento di aggregazione e confronto sulla new wave e la sua influenza nell’arte, dalla musica alla letteratura. Nella musica la new wave è stata la diffusione degli esperimenti avanguardisti dell’elettronica, innovazione stilistica, sonora e di costume che ha affiancato l’esplosione del punk negli anni ‘70 fino a assumere una propria identità. Tre giorni, dal mattino alla notte, di musica dal vivo, dj set, presentazione di libri, dibattiti, musico-terapia, momenti di aggregazione e confronto con gli stand gastronomici e vendita di merchandising che si dislocheranno in tre punti diversi di Fano in una sorta di attraversamento della città per approfondirne anche la sua storia e la sua cultura. Da segnalare la performance di Tying Tiffany il 31 luglio alle 23.30 e le monografie (di particolare interesse quella su Nick Cave sabato 1 agosto).

mer 15 lug 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Non è la stagione ideale per la mozzarella di bufala che è al meglio alla fine dell'autunno. Ma la voglia di sapori freschi la rende una delle regine della tavola d'estate. Da un po' di tempo acquisto al mercato coperto di Rimini quella del Caseificio De Martino, che trovo molto buona: non ha la Dop perché non è fatta in Campania  ma è realizzata a base di latte di bufala. Per la nostra insalata cuocete dei fagiolini in poca acqua salata per una quindicina di minuti, scolate e lasciate raffreddare. Nel frattempo dissalate un paio d'acciughe sotto sale e scioglietele in un tegame con due cucchiai di olio extravergine d'oliva e un cucchiaino di aceto. Con la salsina ottenuta ricoprire la mozzarella tagliata a fette e lasciate marinare per un'ora. Mescolate i fagiolini e la mozzarella, condite con un po' d'olio e un altro goccio di aceto, salate e lasciate riposare mezz'ora prima di servire. Accompagnate con fette di pane casereccio.

mer 15 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Sani Emer

L'Emilia Romagna Lines è una compagnia marittima che da 4 anni collega ogni estate i porti romagnoli con gli attracchi croati di Rovigno, Lussino e Zara. Oltre ad offrire dei soggiorni completi di sistemazioni, offre la possibilità di passare una giornata a Rovigno rientrando a casa la sera stessa. Alle ore 8.15 il catamarano veloce Eurofast lascia il porto di Ravenna/Porto Corsini alla volta dell'Istria. Alle 11, dopo meno di 3 ore, attracca nel porto di Rovigno. La città storica sorge proprio ai piedi del porto e quindi non c'è bisogno di utilizzare mezzi per spostarsi.

mer 15 lug 2009 - Notizia di sport - scritto da Redazione

Venerdì 17 luglio (Corte degli Agostiniani, via Cairoli 42 - ore 21,30) la Fondazione Fellini rende omaggio al Maestro con uno spettacolo di danza a scopo benefico, realizzato in collaborazione con Pallacanestro Rimini Crabs. Attraverso le coreografie ideate da Katia Tubini, le allieve della scuola Le petit pas di Verona, supportate da alcuni attori del Teatro Stabile di Verona, metteranno in scena le fasi più significative della vita e della carriera del regista riminese. L'incasso della serata sarà interamente devoluto all'Associazione Special Crabs che da anni lavora con ragazzi di tutte le età, affetti da distinte forme di disagio psichico.

Info: Fondazione Fellini - 0541-50303 - fondazione@federicofellini.it - www.federicofellini.it


mer 15 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Nell´epoca del satellite e del Gps, come fare ad orientarsi in mare se gli strumenti dovessero andare in tilt? L'unica salvezza può dipendere dalla conoscenza degli antichi sistemi di orientamento, quelli che per millenni hanno consentito all´uomo di solcare i mari, prima ancora delle invenzioni della bussola e del sestante. Di questi temi affascinanti venerdì 17 luglio alle ore 21 parlerà l´Ammiraglio di Squadra Cristiano Bettini, riminese, per la prima volta in conferenza nel Club Nautico della sua città. La sua sarà una riflessione che sta da tempo stimolando gli addetti ai lavori, non solo verso il recupero delle tecniche e degli strumenti elementari di orientamento, ma anche l’organizzazione di eventi di navigazione ad hoc, per renderle di nuovo operative e conservarne lo studio, la conoscenza e la possibilità di uso semplificato anche ad un futuro sempre più legato all’elettronica.

mer 29 lug 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Il condono delle multe stradali è una porcheria. Una bastardata, un’infamia, una schifezza, trovate voi le (peggiori) parole adatte. Non mi importa un accidente di ogni ragione che possa essere addotta per giustificare questo ennesimo colpo di spugna. Non le voglio nemmeno sentire. Sento invece solo una gran rabbia. Forse condivisa da quel 94 per cento che a Rimini le multe invece le ha sempre pagate. Dunque, se la norma passerà alle Camere, avrà avuto ragione quel 6 per cento. Verrà premiato chi ha fatto orecchie da mercante e che in taluni stravaganti paesi, tipo gli Usa, sarebbe filato dritto in galera. Ben magra è poi la soddisfazione di essere qui in tanta numerosa compagnia, mentre in altre parti dello stivale il fesso che fa il suo dovere è una mosca bianca e i furbi che non scuciono ammontano addirittura a due terzi dei multati, con il picco di Reggio Calabria dove sono stati riscossi 91 mila euro su 5,5 milioni. A Roma l’ha fatta franca “solo” la metà; il che spiega l’attivismo a favore del condono da parte del deputato Pdl nonché assessore capitolino Maurizio Leo. Che può dimostrare conti alla mano quanto convenga al suo comune prendere quei denari sporchi, maledetti e subito, piuttosto che affrontare contenziosi enormemente più cari.

mer 29 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Malgrado il fortunale della crisi stia imperversando da mesi anche sul mare dell’editoria, all’orizzonte si vede ancora uno zampillo. Laggiù – infatti – soffia ancora Moby Cult: un soffio rassicurante, perché garantisce che l’estate sul Porto Canale sarà ancora ricca di libri e di scrittori. Dopo le 25 mila presenze del 2008, la rassegna di incontri con gli autori organizzata da Cna.Com con la collaborazione del consorzio ‘Il libro nella città’ e la direzione artistica di Manola Lazzarini torna dal 1 al 30 agosto. Con “vecchi amici” di questa storica rassegna e gradite novità. “Tra le novità – afferma Manola Lazzarini – ci sono sicuramente belle sorprese come Roberto Vecchioni, Andrea Mingardi e Salvo Sottile. Anche nel cartellone di quest’anno spiccano tante firme autorevoli, dagli psicologi Crepet, Pasini e Parsi a Sergio Zavoli in veste di poeta, dalla criminologa Elena Attala Perazzini, riminese trapiantata a New York agli scrittori Marco Missiroli e Andrea Vitali. Senza dimenticare che il parterre è di alto livello anche tra i testimonial, con giornalisti e scrittori”. La settimana di Ferragosto poi sarà dedicata agli autori locali. “Mi piace definirlo il nostro scaffale romagnolo – prosegue Manola Lazzarini – da un’idea di mio padre di tanto tempo fa: scrittori che hanno qualcosa da dire in diversi campi, tutti rigorosamente a chilometri zero”.

mer 29 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

 

Piacevole consuetudine estiva A’marena ritorna ad illuminare, con il fascio di luce del cinema, le spiagge della riviera dal 20 luglio al 9 agosto.

La rassegna, giunta alla dodicesima edizione con successo immutato, ha sempre proposto ogni anno qualche gustosa novità. Quest’anno il cartellone l’hanno scelto gli appassionati spettatori della manifestazione. Così A’marena 2009, rassegna “democratica per eccellenza” (l’ingresso è gratuito), è stata costruita dai propri fruitori. Tramite email sono state scelte alcune delle pellicole più belle della stagione come “Gran Torino” di Clint Eastwood (5 agosto a San Giuliano), “Il curioso caso di Benjamin Button” di David Fincher (30 luglio a Marinagrande di Viserba),“Wall-e” (31 luglio a Miramare) e altri film freschi e stuzzicanti, “Si può fare” con Claudio Bisio (7 agosto a Miramare) e “Yes man” con l’irresistibile Jim Carrey (29 luglio a San Giuliano).

 

mer 29 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

 

Un appuntamento da non perdere quello del 2 agosto in Piazza Cavour dove le griffes “Made in Romagna” dalle 21.30 sfileranno per l’ottava edizione del tour Riviera delle Mode 2009, l’evento CNA più glamour dell’estate.

Ecco che anche quest’anno le creazioni moda della prossima stagione saranno le protagoniste: dai vertiginosi tacchi da 14 cm alle borsette illuminate a giorno da brillanti e swarowsky agli abiti più sofisticati portati con gli stivali.

Ma anche per chi vuole scoprire le prossime tendenze e confermare il proprio stile “La Riviera delle Mode” è il defilè di riferimento.

 

mer 29 lug 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Cosa succede alla città di Rimini? E il centro di Rimini, come sta? E i riminesi, dove pongono la loro identità di luogo? Dov'è il focolare di tutti?

Una ricerca che ho diretto due anni fa ha dato delle risposte interessanti.

Innanzitutto, il cuore dei riminesi è ancora saldamente rinchiuso tra le proprie mura.

D'altra parte, la vita sociale, il passeggiare, i segni identitari, quelli che si invitano i parenti a visitare, sono lì. Se prendete una mappa della città, vedete che le aree residenziali esterne al centro sono molto più ampie della città dentro le mura. Ma nella maggior parte dei quartieri residenziali si va solo se ci si abita o a trovare qualcuno che si conosce. Chi, a parte i residenti, è mai entrato tra i nuovi condomini di Rivazzurra o Viserba Monte? Chi, tra i riminesi, conosce i nuovi quartieri di Santarcangelo? Tra l'altro l'attaccamento al centro è addirittura in aumento presso i giovani, che vi trovano punti di aggregazione e tempo libero.

mer 29 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Nell'Edipo a Colono - testamento letterario del grande tragediografo Sofocle - Teseo, il giovane re di Atene, nonostante la riluttanza della sua popolazione, accorda ospitalità e protezione a Edipo che, ormai mendico e cieco, arriva a Colono, un sobborgo nei pressi di Atene, in obbedienza ad un'antica profezia che diceva che lì sarebbero terminati i suoi giorni. A Siracusa, nell'antico teatro greco riallestito da Fuksas per l'XLV ciclo di rappresentazioni classiche, è stato Massimo Nicolini alias Teseo ad accogliere nel suo regno l'Edipo Giorgio Albertazzi. Massimo, riminese, classe 1981, si staglia con decisione fra le giovani promesse del teatro italiano e ha già conquistato, grazie alla voce suadente e all'occhio ceruleo, il cuore di molte fan (guardate i gruppi su facebook se non ci credete). A 27 anni vanta già un curriculum di tutto pregio corredato di ruoli principali e secondari in spettacoli di successo, fiction televisive e spot pubblicitari. E la ciliegina sulla torta è arrivata proprio quest'estate, protagonista della scena siciliana con i venti spettacoli già presentati a Siracusa e i due, ad Agrigento e a Tuscolo, per cui dovrà a breve mettersi in viaggio. Ma se chiediamo a lui ragguagli ci risponde con una semplicità spiazzante:"Sono stato contattato un mese dopo la fine della tournee con il Teatro Stabile di Bolzano con cui ho rappresentato Il gabbiano di Checov. Ho fatto un provino a Siracusa per il ruolo di Teseo e mi hanno preso".

mer 29 lug 2009 - Notizia di Borgo San Giuliano - scritto da Vici Luca

 

Uno dei principali problemi urbanistici che l’amministrazione Palloni (1929-33) si propose di affrontare fu l’ingresso della città per chi proveniva dalla via Emilia. Quindi, “lo sventramento (del Borgo San Giuliano) era divenuto ormai necessario non solo per ragioni sociali e igieniche ma anche per il transito, divenuto pericolosissimo con l’aumento della circolazione”.

Come l’Arco D’Augusto, il ponte romano doveva essere isolato. Soprattutto, al borgo San Giuliano andava applicato un risanamento edilizio che doveva essere anche politico, nel senso di cancellare le memorie sovversive del quartiere: “All’animo di noi fascisti tale opera appare necessaria, giusta e bella; è opera fascista, o camicie nere di Rimini, imporre il segno della nostra ricostruzione sulle rovine di quel borgo di San Giuliano che ricorda tutte le ore tristi della nostra città, che fu leggendaria barriera alle coorti fasciste, che impose alle pavide autorità di allora di sciogliere i nostri funebri accompagni di qua del ponte (…). L’opera prima ancora di essere apprezzata nel suo aspetto edilizio ed igienico, va considerata atto di prevenzione e redenzione sociale”.

 

mer 29 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

 “Io sono Mabel Morri, e sono una disegnatrice di fumetti.” E’ una lucertolina svelta con occhi intelligenti e mani sensibili, le ho chiesto di raccontare chi è in cento parole, e non ha esitazioni nel rispondere. Con tranquillità, senza spocchia. Si sente che è un’affermazione di identità costruita negli anni. L’intervista parte dal suo ultimo libro “Io e te su Naboo”, graphic novel appena uscita da Kappa editore e già in ristampa. Poi mette le ali. “Ho sempre disegnato, quando ho capito che poteva essere un lavoro, con tutte le difficoltà e sofferenze che avrebbe comportato, mi sono specializzata. Avere un piano B non importava, la verità è che la mia vita non avrebbe senso se non potessi scrivere o disegnare. È come l’aria da respirare.” Che evoluzione c’è stata? “Il racconto in me si genera dall’inizio come una cosa scritta e disegnata, e in questi dieci anni c’è stato un percorso personale e artistico in cui ho costruito delle cose importanti. La conferma di essere nel giusto me la danno le parole di quelli che seguono il mio lavoro e ci si ritrovano. Scrivo e disegno per arrivare al cuore delle persone, attraverso il mio mondo, in cui i miei personaggi vivono le loro vite, e ne regalo una parte a chi legge. Che è Rimini perché è la città che amo. Ma non solo. Nella vita di tutti i giorni c’è qualcosa di poetico e di magico, non c’è bisogno di spade laser. È giusto che io scriva quello che vivo adesso. 

mer 29 lug 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

E’ di questi giorni la notizia che il comune di Gerenzano, provincia di Varese, di stretta osservanza leghista, invita ufficialmente i cittadini a non affittare le case agli extracomunitari. Vivo sollievo nel resto del mondo, dal Canada alla Nuova Zelanda, nell’apprendere che solo i membri dell’Ue rischiano di diventare inquilini di un gerenzanese. Ancora non si sa se i padroni di casa di Gerenzano hanno accolto l’invito delle loro autorità, o, nel loro foro interiore, hanno valutato che, anche se l’inquilino è straniero, i suoi euro sono comunitari purosangue, e hanno diritto di essere accolti nelle tasche dei locatari varesotti, sotto forma di canone. Il nostro Comune non scoraggia l’affitto agli stranieri; ci pensa già il governo, che nella nuova legge sulla sicurezza minaccia la confisca dell’immobile e addirittura la reclusione a chi affitta a stranieri irregolari. Chi conosce qualche straniero personalmente, e non solo attraverso gli articoli pulp di Libero o della Voce, sa che la vera fabbrica dell’irregolarità è la farraginosa burocrazia italiana. 

mer 29 lug 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

La necessità di interpretare a posteriori la norma che sanziona la pericolosa categoria degli ubriachi in bicicletta non è dunque una mia ironica trovata della volta scorsa: è proprio la legge appena votata dal centrodestra a richiedere quelle vere e proprie “patacate interpretative”.

Ne è nato un dibattito talmente dotto da meritare l'intervento dell'on. Pizzolante, che a Rimini, quando non gira in autoblindo, può considerarsi il primo “ciclista della libertà”. Egli ci rassicura a mezzo stampa: tranquilli, Maroni non ritirerà la patente-auto al ciclista beone, gli confischerà solo il biciclo. Ma qui sorge un ulteriore dilemma: cosa fare delle bici sequestrate? Tremonti vorrebbe trasformarle in buoni del tesoro, il ministro Padre Rotondi usarle come ex voto, Giovanardi portarle senz'altro in discarica, pur senza accedere alla pretesa  leghista di riservare ugual sorte anche ai relativi ciclisti, se “negri o terroni”.

mer 29 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Schiavoncini Ariodante

Il venticinque luglio del 1943, giorno della caduta del fascismo, è una data che ogni democratico Italiano dovrebbe sempre ricordare.

In verità, non è stata valutata e valorizzata abbastanza. Dagli storici, il merito di quell’evento, non è stato attribuito alle lotte degli Antifascisti italiani, imprigionati perseguitati, e molti uccisi ma, al tradimento della casa Reale, preoccupata della situazione fallimentare della guerra e quindi, decisi a salvare dalla tragedia, la dinastia dei Savoia.

Alle ore 22.40 di domenica venticinque luglio 1943, il giornale radio, trasmetteva agli Italiani increduli, la seguente notizia: “Attenzione, attenzione, Sua Maestà il Re e Imperatore ha accettato le dimissioni dalla carica di Capo del Governo, primo ministro segretario di Stato, presentate da S.E. il cavaliere Benito Mussolini ed ha nominato Capo del Governo, primo ministro segretario di stato, S.E. il cavaliere Maresciallo d’Italia Pietro Badoglio”.

mer 29 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Gli aerei Myair sono stati bloccati negli aeroporti di Venezia, Bergamo, Napoli e Palermo. Il 22 luglio l’Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile) ha revocato la licenza alla compagnia aerea  e Myair ha cancellato definitivamente i propri voli dagli aeroporti di tutt’Italia.

Ma a Rimini si è corsi ai ripari: “Parigi, Amsterdam, Lampedusa, Pantelleria: da Rimini si vola verso queste destinazioni anche senza Myair! La vicenda Myair – spiega Massimo Masini, presidente Aeradria Spa, società di gestione dell’Aeroporto Internazionale “Federico Fellini” di Rimini – San Marino – ha avuto innegabili ripercussioni sulla nostra attività aeroportuale. Fermo restando la cancellazione dei voli su Parigi e Bucarest (in programma il lunedì e mercoledì), a sole 24 ore dallo stop del vettore - grazie all’impegno, immediato e concreto di Holding Turismo, i voli del venerdì su Parigi, del sabato su Amsterdam, Lampedusa e Pantelleria vengono confermati e garantiti attraverso l’impiego di aerei di altre compagnie internazionali. Chi ha prenotato la vacanza non dovrà rinunciarvi”.

mer 29 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Padovani Cesare

L'annuncio di compravendita lanciato sul numero precedente richiedeva un dono allusivo.

«Vendo nuvole policrome già impacchettate e predisposte a pioggerelle rinfrescanti. Indicare il luogo preciso dove istallarle».

N.B. Per “luogo” si può intendere anche come luogo mentale.

Tra le più simpatiche abbiamo scelto queste:

• Curioso posizionare queste nuvolette sopra la testa di ciascuno di noi, pronte a dare una bella spruzzatina qualora servisse a "rinfrescare un po' le idee". Un bel monito?! Cari saluti. Anna Curci

• Compro nuvole policrome possibilmente di due misure: XXL e XXS. Le prime per poterle posizionare sui punti della città dove cemento su cemento si sta sostituendo ad aree più verdi e vivibili, affinchè possano ricordarci, con i loro colori e la loro pioggerella rinfrescante, che la natura sa essere bella anche a dispetto delle conseguenze più tetre della tecnologia umana. Le seconde, invece dovrebbero essere talmente piccole da poter entrare nel cuore di ognuno, ma talmente potenti da inondarlo di gioia ed entusiasmo per ogni secondo di vita che si sta vivendo, indipendentemente da tutto e da tutti, poichè la nostra gioia e il nostro entusiasmo possono veramente cambiare in meglio la nostra vita!. Daniela Grossi

mer 29 lug 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Lo stato in cui, attualmente versa la boxe, è certamente agonico. Il sottoproletariato dell'Italia contadina e pre-industriale, che alimentava le palestre negli anni 50 e 60 è sparito, non c'è più. Oggi, i piccoli borghesi vanno sugli sci, giocano a tennis, praticano il basket, si esercitano nelle arti marziali. Nessuno di questi si sogna di avventurarsi tra le dodici corde alla ricerca di fama e di denaro.

Negli anni cinquanta, allorché Ezio Raggini (classe 1939), iniziò a frequentare la palestra del maestro Vincenzo Pandolfini, a Santarcangelo, secondo una fortunata immagine di Pier Paolo Pasolini, "i fiumi erano azzurri, le rogge trasparenti e le lucciole brillavano ancora, di notte nei campi". Attraverso questi paesaggi, percorrendo i tratturi della transumanza, Ezio, col suo gregge, partecipava di una realtà antica. C'erano, per lui, mattinate fredde e cristalline, notti passate all'addiaccio, campi sterminati, terreni impervi dove le pecore pascolavano. Un mestiere duro ed impietoso, quello del pecoraio, nel quale, necessariamente, occorreva essere tenaci, forti, stoici. In simili condizioni, all'epoca, erano ben poche le prospettive e le possibilità, per un ragazzo sano, esuberante, desideroso di fare sport.

mer 29 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

Una nuova via della città sarà intitolata a Walter Ceccaroni, storico sindaco di Rimini in tre periodi (1948- 1949, 1951- 1954 e 1958- 1970), scomparso il 15 giugno di dieci anni fa. Nato nel 1921 a Cesena, fu tra i principali protagonisti della ricostruzione della città.
 “La Rimini del dopoguerra – aveva ricordato Silvano Cardellini all’indomani della scomparsa– nel bene e nel male l’ha fatta lui. Non è stato solo il sindaco della ricostruzione della riviera, ma l’inventore di una scuola e cultura politico-amministrativa che, per più versi, tiene ancora banco.”

Via Walter Ceccaroni sarà a Viserba, dalla rotatoria di via Barzilai alla rotatoria di via Prampolini.



 

mer 29 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Il 27 luglio la Camera ha un ordine del giorno legato al Decreto anticrisi presentato dall’On. Elisa Marchioni (Pd) sul decreto anticrisi. Secondo la FIPE, gli operatori turistici registrano la diminuzione di 4 miliardi del fatturato e di 40 mila posti di lavoro Va ancora peggio per i pubblici esercizi, con  3,7 miliardi di fatturato in meno, 20 mila chiusure e la perdita di 100 mila occupati. “Gli operatori sono stati lasciati completamente soli davanti alla crisi –ha detto la deputata riminese - e nonostante il solito spot con la creazione del Ministero il Governo non ha idee (il rilancio dell’Enit registra un ‘non pervenuto’) e non mette neppure un euro a disposizione del settore turistico.”



mer 29 lug 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

www.placenta.x è il titolo dell’ultimo libro di poesie di Maria Grazia Zamparini, poetessa e giornalista riminese, appena uscito presso Tracce. Titolo che ha tutto l’aspetto di un indirizzo web, ma cliccandoci sopra la pagina risulta “non trovata”: il gioco rivela il suo artificio. Non ci sono password per accedere, e forse il sito non esiste. O forse è il libro nel suo insieme. Non è un caso che la raccolta si apra con una citazione di Pessoa, poeta plurale. E’ anche in questa mise en abyme di rimandi che sta il sapore dell’agile, giocosa raccolta di epigrammi della Zamparini, una tele-novela d’amorosi sensi che attraverso l’alias di una donna giovane e animosa - la “Voce narrante” della dedica -  alle prese con lo stereotipo maschile più bieco, un Gallo della Checca accessoriato di sguardo assassino odore ferino e catenone, percorre tutti gli stilemi dell’innamoramento tormento & estasi e abbandono. 

mer 29 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

 

Cartoon Club, Festival Internazionale del Cinema d’Animazione e del Fumetto di Rimini chiude la XXV edizione con il gran finale alla Corte degli Agostiniani di Rimini. Appuntamento con i lungometraggi d’animazione a partire da giovedì 30 luglio con l’ultimo capolavoro del maestro giapponese Hayao Miyazaki “Ponyo sulla scogliera”, preceduto dai cortometraggi realizzati nell’ambito del laboratorio “La voce dei popoli 2009”. Venerdì 31 luglio è invece in programma Le avventure del topino Despereaux diretto da Sam Fell e Robert Stevenhagen, anticipato dall’assegnazione del Premio Signor Rossi, per il miglior cortometraggio animato realizzato da studenti di scuole d’animazione internazionali. Serata di chiusura sabato 1 agosto con “Tiffany e i tre briganti” di Hayo Freitag, tratto dal celebre libro per bambini di Tomi Ungerer. Inizio serate ore 21. Ingresso € 5,00, ridotti € 4,50. In caso di maltempo le proiezioni si terranno al Cinema Corso Per informazioni: segreteria Cartoon Club tel. 0541/784193 www.cartoonclub.it

 

mer 29 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

 

 

Per il ciclo “Loo Fai per stare bene, al mare" ecco una serie di appuntamenti ‘alternativi’ del giovedì al Turquoise, recentemente riconosciuto come uno tra i Beach Club più divertenti d’Europa. Nuova gestione e tante le iniziative. In attesa di Freak Antoni il 3 settembre, giovedì 30 luglio dalle 19,30 è il momento di "Surf Party at the Beach" con il concerto dei Psycho Surfers, la prima surf music band in Romagna alle prese con tutte le leggende anni ’60 come Dick Dale, Surfaris, Trashmen, Tornadoes, Centurians, Link Wray, Neptunes, Astronauts e Ventures. Andy Lee Roid in consolle per un djset surf/rock’n’roll, espositori ed auto e moto d’epoca ne completeranno l’atmosfera. Ingresso libero.Prenotazioni ristorante e pizzeria: 333 8682169.

 

 

mer 29 lug 2009 - Notizia di healthness - scritto da Ortalli Matteo

Che praticare sport faccia bene alla salute è ormai risaputo. M a se al benessere fisico e al divertimento si associa un’azione benefica che aiuta popolazioni svantaggiate, il risultato finale non può che regalare una soddisfazione doppia: un risultato che nessuno sforzo sportivo da solo potrebbe conseguire. E’ quanto successo al torneo “di beach-tennis “Rimini for Mutoko”, andato in scena l’11 e 12 luglio a Marina Centro di Rimini (dal bagno 12 al 17), che ha permesso di raccogliere fondi per l’ospedale della Dottoressa Marilena Pesaresi in Zimbawe.

L’ospedale di Mutoko serve oggi circa un milione e mezzo di abitanti in un raggio di 150 km e costituisce il punto di riferimento per i casi più gravi di cardiopatia infantile ed un baluardo nella lotta all’AIDS.

mer 29 lug 2009 - Notizia di attualità - scritto da Sani Emer

Zara è senza dubbio la città “dell’altra sponda” che ha più stretti legami con Rimini. I due centri si trovano praticamente sulla stessa latitudine e gli scambi reciproci sono stati intensi fin dal passato più remoto, soprattutto dal periodo romano in poi. Basti dire che ancora in tempi recentissimi la rotta più battuta dai trabaccoli riminesi era proprio verso Zara, dove si esportavano vino, grano e laterizi, per riportarne legname, miele e il celeberrimo maraschino, il tipico liquore zaratino.

Zara (in latino Iadera, in croato Zadar, in ungherese Zàra) fu la capitale storica della Dalmazia dopo la rovina di Salona. Era stata fondata intorno al IX secolo avanti Cristo dalla tribù illirica dei Liburni; successivamente fu romana, veneziana, ungherese, ancora veneziana, francese, austriaca, italiana, jugoslava. Del periodo romano conserva l'assetto urbanistico e numerosi reperti (strade perpendicolari, foro, terme con acque del vicino lago Vrana). Con la divisione dell'Impero divenne capitale della Dalmazia Bizantina, ma fin dal 1000 Venezia cercò di impossessarsene usando ogni mezzo, trovando ostacolo soprattutto nei re ungheresi. Resta celebre l’episodio del 1202, quando la Serenissima riuscì a dirottare la Quarta Crociata scatenandone gli eserciti contro i pur cristianissimi ungheresi che controllavano Zara. 

mer 29 lug 2009 - Notizia di Borgo San Giuliano - scritto da Redazione

 

Ennio Carando presidente della Società de Borg nel 2002 e nel 2005 dopo una breve ed inesorabile malattia, domenica mattina ha lasciato l’affetto dei suoi cari, e di tutti coloro che hanno saputo apprezzarlo e gli sono stati amici, ed erano molti.

Ennio era approdato a Rimini per motivi professionali - era un esperto grafico e uomo della pubblicità - e per lavoro una Guida di Rimini e dei dintorni, si è incontrato con il Borgo ed i suoi abitanti, da cui nacque un sodalizio che sarebbe poi durato fino alla fine. Veniva da Torino, un piemontese un “un po’ chiuso e grigio” che - e queste sono le sue parole - ha scoperto attraverso i romagnoli come la vita poteva essere vissuta a ruota libera, anche senza perdere di serietà e di concretezza”.

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

 

Una signora presenta una ricetta in una farmacia di Rimini. La dottoressa dietro il banco gliela deve restituire con queste parole: “Mi dispiace davvero, ma lei è di San Leo e questa prescrizione è valida solo nei territori delle Ausl marchigiane”. E la signora risponde: “Ah già, è vero. Ma ancora per poco!”.

Una scena veramente accaduta, ma che dunque non vedremo più.

Per la gente comune la soluzione di problemi di questo tipo sarà certamente il risultato più tangibile della storica vittoria: il ritorno del Montefeltro in Romagna e dunque nella provincia di Rimini. Là dove lo collocava Dante e dove è sempre rimasto per il senso comune. Per via della storia, della geografia, del dialetto e perfino della piada e delle tagliatelle.

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Il 30 luglio l’annuncio sui giornali: «50, forse 80 soldati saranno schierati a giorni nei punti “sensibili” della capitale dell’estate”. Il 1 agosto se ne sa di più, sempre a mezzo stampa: «I soldati  saranno in servizio già dal 4 o 5 agosto, e resteranno a Rimini fino a settembre».  Inoltre, «la decisione - spiega Roberto Petri, portavoce del ministro La Russa - è maturata nei giorni scorsi, a causa della recrudescenza dell’abusivismo commerciale a Rimini»; i militari «saranno 40 in tutto» mentre «il ministro ha autorizzato il loro impiego anche per le altre località (in primis Riccione)». Il 5 agosto le truppe non ci sono ancora, ma «il ministro Maroni firma il decreto, a Rimini dovrebbero arrivare, entro la settimana, una trentina di soldati». Per dare la caccia ai venditori abusivi? «La decisione sul loro impegno – fa sapere il vice prefetto Corona – spetta al prefetto e al comitato provinciale per la sicurezza», che è riunito mentre andiamo in stampa. 

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Riviera delle mode 2009: raffinatezza ed eleganza domenica 2 agosto sono scese in piazza Cavour per promuovere il Made in Rimini. Una piazza gremita di gente dove per trovare un posto a sedere bisognava appostarsi dal pomeriggio. Modelle che hanno sfilato tra il pubblico, abiti da favola e vip d’eccezione. Ma non solo. E’ stata un’anteprima sui capi autunno inverno 2009/2010 e sulle anticipazioni dei costumi da bagno della prossima stagione. CNA ha fatto le pentole e i coperchi: dagli spettacoli delle scuole di danza ai parrucchieri a tutte le griffe che hanno sfilato: la Riviera delle Mode è anche la vetrina che l’associazione ogni anno offre alle imprese associate che eccellono nei distretti della moda, della bellezza, del fitness e del benessere. Una tra le novità del 2 agosto è stato il contatto con il pubblico che ha partecipato attivamente sin dall’inizio, quando sulle note di “Thriller” omaggio a Michael Jackson le modelle sono scese tra la gente, fino al momento in cui le Barbie di Mitzi Saida Neri hanno giocato con gli spettatori a palla dal palco. Ma la protagonista principale è stata come sempre la moda: creazioni glamour, pezzi unici di seta, taffettà, organza, chiffon che andavano a nozze con i principeschi abiti da sposa. 

ven 07 ago 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

 

Non si sente più il profumo di pesce arrosto delle grigliate improvvisate dai bagnini sulla spiaggia per intrattenere clienti e amici con sardoncini, spiedini e piadina. È un'immagine, un ricordo olfattivo, che risale agli anni Settanta, ad un'altra idea del turismo, della spiaggia e del mare. In mezzo sono passate le feste all'ingrasso, le tavolate dei comitati turistici, le grandi abbuffate da catering balneare. Insomma, sulla spiaggia si è sempre mangiato. Adesso, per fortuna, chi vuole può anche mangiare molto bene: l'unico ristorante di Rimini che può vantare una stella Michelin è nato da un chiosco sul mare, da Guido, a Miramare, oggi tempio del pesce crudo e di una creatività fresca e misurata. Un luogo accogliente, dove farsi coccolare. Stella Michelin strameritata, da non perdere.

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di Borgo Marina - scritto da Vici Luca

 

Abbiamo già parlato in passato del porto di Rimini in età medievale, ed in particolare dei fasti che raggiunse nel XV secolo con i lavori di potenziamento fatti realizzare da Carlo Malatesta.

Questi lavori comportarono la deviazione del Marecchia alla sua foce, dando alla città l’assetto attuale. Basti pensare che la chiesa di San Nicolò prima dell’intervento di Carlo era sulla sponda sinistra del canale. Ma nonostante sforzi che per l’epoca furono titanici, i problemi si riproposero. Erano principalmente due: alluvioni e insabbiamento.

L’interramento progressivo del porto si evidenziò ancor più nel XVI secolo, soprattutto per il progressivo disboscamento dell’Appennino e per i cambiamenti climatici. Si arrivò dunque a progettare un nuovo porto alla foce dell’Ausa, addirittura capace di 60 vascelli, anche per contrastare il nuovo scalo di Pesaro. Ma tutto restò sulla carta.

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Diciamo la verità: con quel suo accento un po’ così, fra il forlivese e il cervese, i riminesi provano tanto orgoglio quanta sorpresa nel leggere le note biografiche di Cino Ricci, “nato a Rimini il 9 settembre del 1934”. Ma insomma, il grande velista è dei nostri oppure no? L’unico modo per togliersi il dubbio è chiederlo all’interessato. Che dichiara una volta per tutte: “Certo che sono riminese. Per l’esattezza sono nato a Miramare, in una villetta che ormai non esiste più. Abitavamo lì perché mio babbo stava costruendo la colonia Novarese. Infatti diversi sindaci di Rimini hanno promesso di invitarmi all’inaugurazione, quando il restauro della colonia sarà finito. Solo che sono vent’anni che me lo dicono, di sindaci ne sono passati parecchi, adesso c’è un cantiere aperto, speriamo che sia la volta buona”.

ven 07 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Barlaam Lorella

Patrizia Deitos, riminese, un metro e 82 di fascino biondo, si è classificata terza nel 1992 a Miss Italia, col titolo di Miss Sorriso. A guardarla capisci subito perché. A parlarle si sente che il suo è un sorriso interiore, da persona solare e positiva. Oggi, dopo la laurea in Storia Medievale, alterna le attività di cantante, presentatrice, indossatrice alla presenza in trasmissioni televisive nazionali. Voce grintosa e gran presenza scenica, sulla sua bellezza riesce persino a ironizzare: guardare, per credere, www.fessbuc.it, la prima sitcom sul web.

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

La conoscenza è sempre un avvenimento. Ce lo ricorda l’edizione del trentennale del Meeting per l’amicizia fra i Popoli, in programma dal 23 al 29 agosto alla Fiera di Rimini. Ma in una sorta di sillogismo aristotelico dobbiamo dedurre che la conoscenza è anche uno spettacolo, o qualcosa da mostrare con orgoglio. E infatti il tema ricorre nel nutrito cartellone di eventi del Meeting, sia per quanto riguarda le mostre statiche all’interno dei padiglioni fieristici, sia per gli spettacoli a pagamento. A partire proprio dallo spettacolo che aprirà la kermesse, il Miguel Mañara di Oscar Milosz, interpretato dall'attore Gigio Alberti, con la regia di Otello Cenci, musiche originali di Roberto Andreoni e Marina Valmaggi e opere pittoriche di Franco Vignazia (23 agosto). 

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Nanni Gabriele

Proseguono gli incontri a un passo dal mare di “Moby Cult. Incontro con l’autore” - rassegna promossa da Cna.Com, in collaborazione con il consorzio Il Libro nella Città, sotto la direziona artistica di Manola Lazzarini – in scena sul Porto di Rimini. Domenica 9 agosto la storia di profonda sofferenza e rinascita di Claudia V. autrice di “Plagiata. La mia vita nelle mani di un mago” (Mondadori) presentata da Vincenzo Galluzzo, scrittore e autore televisivo. Lunedì 10 agosto Roberto Pinotti presenterà “Alieni: un incontro annunciato” (Mondadori) accompagnato dallo scrittore e attore Enzo Braschi. Come la mafia sia cambiata oggi è il tema di “Più scuro di mezzanotte” (Sperling & Kupfer) trattato da Salvo Sottile, che verrà intervistato dal giornalista Pietro Caruso (11 agosto).

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

Chi lo conobbe, di lui disse solo bene. Secondo l’umanista Leonardo Bruni, era “un uomo eccezionale; un uomo di quell’antica stirpe primigenia di cui si è persa la specie”, “eccelle tanto in letteratura e in dottrina, quanto coloro che a tutte le età si dedicarono agli studi; a ciò si aggiunge la modestia, la mansuetudine, la integrità”. Per Antonino, vescovo di Firenze, “era robustissimo e bellissimo di corporatura e di elettissimo consiglio; era anche di grande liberalità, devoto alla cristiana religione e peritissimo nello studio e nelle lettere”. Insomma, avrebbe concluso Carlo Tonini molti secoli dopo, “fu il migliore di tutti i Malatesti”.

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

 

Fino al 16 agosto al Museo Fellini di Rimini (via Clementini 2) è ancora possibile vedere “I libri di casa mia, la biblioteca di Fellini in mostra”: oltre duemila volumi che dopo la morte del regista riminese furono ordinati dall’amico Vincenzo Mollica su incarico di Giulietta Masina, affidati alla custodia della Fondazione Fellini che li conserva e che, dopo un lungo lavoro di catalogazione, ha deciso di mostrare al pubblico. Un'occasione per scoprire quali furono le letture predilette dal maestro e ritrovare un Fellini più intimo. 


Orario feriale: 16.30 - 19.30; lunedì chiuso. Sabato e domenica: 10 -12 / 16.30 - 19.30 
Ingresso libero 
Info: tel. 0541.50303 www.ferdericofellini.it 

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

A tre anni dalla scomparsa di Silvano Cardellini la moglie Anna ha donato alla Biblioteca Gambalunga l’archivio della “penna storica” del giornalismo riminese, censito e raccolto in un database interamente a sue spese. Un lavoro immenso che ha schedato fascicolo per fascicolo, anno per anno gli articoli pubblicati dal 1966 al 2006; 13.746 sono quelli scelti, fotografati e inseriti in 22 categorie tematiche. Il “Fondo Silvano Cardellini” è il racconto di quarant’anni di storia della nostra Riviera. Una testimonianza preziosa, oltre che un tributo alla memoria. Un Fondo accessibile a tutti con un clik, pensato non solo per chi ha nostalgia di quando il primo rito della mattina era andarsi a leggere gli articoli di Cardellini sul Carlino per capire che vento tirava in città, ma come strumento indispensabile per ragionare sulla nostra storia recente.

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Tutti pazzi per A’marena! Già dopo le prime proiezioni A’marena si era confermata la rassegna più seguita dell’estate riminese, un dato che si è rafforzato anche con le proiezioni degli ultimi giorni. Dalla “notturna” partenza di Antonioni di lunedì 20 luglio ai film Disney o a primizie come “Cocò Avant Chanel”: ogni sera il cinema in spiaggia ha visto una media di mille persone, mentre i posti a sedere disponibili erano molti di meno.

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Anche quest’anno, in barba alla crisi, la riviera romagnola si prepara a vivere un ferragosto indimenticabile. Oltre ai consueti stand gastronomici che si stendono su tutto il lungomare da Torre Pedrera a Miaramare e gli immancabili fuochi d’artificio, i locali più frequentati dal Rockisland al Barge, dal Barrumba al Kiosko, fino alla “movida” del Marano a Riccione, hanno ideato eventi per vivere appieno la più grande festa dell’estate. Cominciamo dal RockIsland che rimarrà aperto anche martedì 11 e giovedì 13 agosto. Oltre a offrire un impeccabile servizio ristorante il RockIsland proporrà nelle serate a cavallo di Ferragosto alcune fra le migliori cover band del momento, da “Tra Liga e Realtà” cover band di Ligabue giovedì 13 a i Big Ones, cover band degli Aerosmith. La serata prosegue con dj set sempre all’insegna del divertimento. Nella stessa direzione si può fare una capatina al The Barge, sul lungomare Tintori, dove ci sarà musica dal vivo il 14 agosto con la “Stefano Rava band” e le migliori cover rock del momento mentre il 15 “Asilo Republic” per cantare insieme le indimenticabili canzoni di Vasco Rossi.

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Alla seconda edizione, Amarcort, concorso di cortometraggi ospitato da A’marena ha colpito nel segno. Sono infatti pervenute più di 300 opere realizzate in Italia ma anche in Francia, Spagna, Slovenia,Germania, Inghilterra, Polonia, Libano, Stati Uniti, Brasile.

Le opere, che si annunciano di qualità, sono interpretate anche da noti attori come Luca Argentero, Neri Marcoré, Pietro Sermonti, Giuseppe Battiston, Milena Vukoti, professionisti che hanno capito l’importanza di un metraggio troppo spesso ritenuto poco importante. Il cortometraggio è la culla di “geni creativi” come Edo Tagliavini, vincitore lo scorso anno con “No Smoking Company” e che quest'anno è entrato in giuria per designare il successore. Nelle serate di sabato 8 e domenica 9 agosto sulla spiaggia di Rimini Terme, si potrà valutare la qualità dei cineasti di domani.

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Domenica 16 agosto ore 21 alla Corte degli Agostiani, appuntamento con la Memoria con “La meglio gioventù”, quarta edizione. L’Anpi ogni anno organizza un concerto gratuito per celebrare l’anniversario del sacrificio dei tre martiri partigiani, impiccati dai nazisti nel ‘44. Ospiti d’eccezione “I Mercanti di Liquore” che da anni accompagnano l’attore Marco Paolini. Il loro repertorio recupera i ritmi del folk per rielaborarli in un sound moderno ed amalgamato con la canzone d’autore. Dopo 8 album, proseguono a stupire per l'estro e l'originalità degli arrangiamenti nell’ambito della musica acustica, tanto da essere definiti dalla critica specializzata un vero e proprio "power-folk trio". Info 0541 704293

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

“Psychedelic Vampire”: non è il titolo di un film horror ma il nome di una serie di eventi ideati ed organizzati a Rimini da Luca Cecchini con la salda collaborazione di Andrea Carichini e di una schiera di amici sostenitori. Gli appuntamenti propongono la miglior musica rock/punk/garage, new wave/electro e dark nata negli anni ’80 e riproposta in una sorta di jamboree underground divertente e festoso, che lascia spazio ad ogni tipo di manifestazione artistica, dalla musica dal vivo all’arte visiva, agli spettacoli teatrali ai dj set. “Psychedelic Vampire” è tutto tranne che tenebroso: si attinge da uno scenario di sentimenti, romanticismo e passionalità che attraversano l’introspezione fino ad approdare alla più palese cultura ribelle della nostra società. A dimostrazione di quanto detto, giovedì 20 agosto il Turquoise Beach Club, nel contesto degli alternativi giovedì “Loo Fai”, ne ospiterà una versione estiva con speciali performance live di NicoNote in un elegante-estravagante dj set dischi e voce all’ora del tramonto e di Lou Pesaresi e La Marisa, in uno spettacolo-drama “Amy Amy Amy” definito dallo stesso Pesaresi “un erotic droga pastiche stralcio sulla vita di Amy Winehouse” ed in qualche modo influenzato dalla recente scomparsa della ballerina coreografa Pina Bauch. 

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

 

Rino Gaetano era capace di parlare dei mali dell’Italia riuscendo a essere scanzonato al contempo, mai banale, diretto. Ai suoi tempi non fu capito: troppo leggero per taluni, troppo surreale per altri. Ma oggi continua a essere un riferimento anche per le nuove generazioni, il suo stile è ancora attualissimo seppur dopo trent’anni. Daniele Maggioli, Beppe Ardito, Massimo Modula coadiuvati dal percussionismo creativo di Giacomo de Paoli il 25 luglio nell’incantevole giardino dell’Hasta Luego presenteranno il loro omaggio “Un eroe a tempo perso”. Una rivisitazione del repertorio di Rino vissuto secondo il loro modo di essere e di sentire: malinconico, scanzonato, ironico e irriverente. Un abbraccio ideale verso un artista le cui canzoni sembrano scritte oggi, libero da schemi e condizionamenti, capace di arrivare alla mente e al cuore di tutti. 

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Avrà inizio a settembre la Sagra Musicale Malatestiana, giunta quest'anno alla sua sessantesima edizione. Ma già in agosto la Sagra farà sentire la sua presenza, proponendo per il terzo anno consecutivo il ciclo Bwv – Bach una rassegna di musica barocca, in programma dal 10 al 22 agosto al teatro degli Atti di Rimini (ore 21.30). Il gruppo London Baroque inaugurerà questa edizione eseguendo un ciclio di Trio Sonate (10 agosto). Il violoncello di Pieter Wispelwey sarà protagonista assoluto nelle serate del 13 e del 15 agosto. Il 18 agosto Stefano Bagliano e Andrea Coen proporranno un approfondimento sulla musica da camera di Bach con le sonate per flauto e cembalo. Gran finale affidato al gruppo Academia Monte Regalis che ricreerà l'atmosfera del Caffe Zimmermann - il celebre ritrovo musicale di Lipsia frequentato da Bach - eseguendodue concerti per due clavicembali e una Suite per Orchestra (22 agosto).

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Quest'anno ricorre il trentesimo anniversario dalla fondazione dell'Istituto Oncologico Romagnolo. Rimini festeggia questa ricorrenza attraverso un evento di piazza, ad ingresso gratuito, con la partecipazione di realtà musicali profondamente legate al nostro territorio. Il Coro Lirico Amintore Galli e la Banda città di Rimini hanno creato, da alcuni anni, un sodalizio artistico che li porta ad esprimersi in un repertorio lirico e sinfonico di grande impatto emotivo per far rivivere pagine fastose e trascinanti delle più celebri arie e brani delle grandi opere. Domenica 9 agosto (ore 21) piazza Cavour diventa teatro di una serata musicale en plein air. A celebrare i trent'anni dello Ior ilConcerto Lirico di Mezza Estate sarà animato dall'esibizione cantata e suonata del Coro Giovanile Note in Crescendo, che conta tra le sue fila 80 ragazzini di età compresa tra i 7 ed i 12 anni, diretto dal M. Fabio Pecci e dall’esecuzione delle più celebri arie e sinfonie del melodramma della formazione Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli e Banda città di Rimini diretti dal Maestro del Coro e Direttore Matteo Salvemini e dal Maestro della Banda e Direttore Jader Abbondanza.

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Accompagnato dall’architetto Annio Matteini, lo scenografo Dante Ferretti ha presentato con disegni e plastici la proposta progettuale che trasformerà il cinema Fulgor di Rimini nella nuova Casa Fellini. Lo scenografo due volte Premio Oscar, nove volte nomination agli Academy Awards, ha inventato una sala in stile Los Angeles, un cinema romagnolo  hollywoodiano ispirato alle sale cinematografiche degli anni 30 e 40 con tanto uso di materiali oggi dimenticati come il legno e il marmo. Oltre alla sala cinematografica, a Ferretti il compito di progettare il nuovo Museo Fellini sempre dentro Palazzo Valloni, che ospiterà anche la Cineteca comunale e un’altra saletta per proiezioni. Uno spazio di 370 metri quadrati, dove, oltre a fotografie disegni, costumi, verranno ricostruiti alcuni set cinematografici.

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Piva Beatrice

“I quadri sono come delle tappe della mia vita” così descrive la sua ricerca Ilse Sanftl, pittrice Viennese che oggi vive e lavora a Rimini “sono un viaggio immaginario nel mio mondo interiore, attingono alle mie avventure oniriche, sono i miei stati d’animo”. E dalle tele di Ilse traspare in modo molto forte , quasi violento nel tratto, un mondo e una passione che attinge dalla mente. Nata a Vienna dove si laurea con una tesi in “Art Nouveau in Europa” e “Fotografare il nudo”, elabora il suo stile lavorando coi maestri Giò Urbianti, Fausto Minestrini, Mario Massolo, Enzo Berardi e Vittorio D’Augusta in diverse tecniche pittoriche (olio, pastelli, acquerelli, tecniche di Burri). Completa le sue conoscenze figurative in Austria arrivando a far nascere una fusione creativa veramente innovativa, tra tecniche nuove ed antiche, tra ambienti mediterranei e nordici, incontrando uno stile molto personale dove lo stile classico viene scosso dal lato provocatorio della contemporaneità nordica.

ven 07 ago 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Negli anni '50 le metropoli degli Stati Uniti avevano raggiunto un grado di sviluppo unico al mondo. Erano le prime città ad essere progettate o trasformate per l'automobile, con enormi aree commerciali lontane dal centro storico, o addirittura senza un vero centro, come Los Angeles. Percorse da autostrade fino al cuore, con enormi svincoli sopraelevati, strade diritte e grandi palazzi o grattacieli, ferrovie metropolitane, architettura moderna, cioè proporzioni razionali e standard condivisi.

Kevin Lynch era un allievo di Frank Lloyd Wright, il più grande architetto americano del '900. Si laureò all'MIT di Boston in urbanistica. Lynch conosceva l'Italia e le sue città storiche. Certamente, le città italiane del periodo, a paragone di quelle americane, erano strette, antiche, poco efficienti. Ma non era questo che colpì Lynch. Lo colpì che gli abitanti delle antiche città italiane avevano sempre una nozione molto chiara di dove si trovavano. Avevano un senso del luogo. Trovate che la cosa sia ovvia e banale? Allora, pensate di essere trasportati in un istante in un qualsiasi quartiere di nuova edificazione, di quelli solamente residenziali, con palazzi tutti più o meno uguali, un parco rettangolare, l'asilo a un piano e il supermercato all'angolo. Sapete dire dove siete? No.

ven 07 ago 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Sapete cos’è una «torre del silenzio»? E’ una specie di palco sopraelevato in cui, nella tradizione zoroastriana, si depone il cadavere, perché sia smembrato dagli uccelli rapaci e non contamini la terra. Questa pratica era diffusissima nell’Iran pre-musulmano, e ora si conserva solo nelle comunità Parsi dell’India. Ma per vedere qualcosa di molto simile a una «torre del silenzio» senza spostarsi fino a Bombay, basta fare un salto alla Dimar.

Non sappiamo se i proprietari del negozio abbiano a che fare con Zoroastro, ma è evidente che hanno deciso di liquidare il glorioso emporio di dischi e spartiti in puro stile parsi: abbandonandolo all’amorosa rapacità dei musicofili. Sulla salma ancora calda sono calati rapidamente stormi di avvoltoi da tutto il Centro-Nord, pronti a spolpare la labirintica carcassa di Dimar fino all’ultima musicassetta di Toni Santagata e fino all’ultima partitura per ocarina e viola da gamba curata dal maestro Vattelapeskij.

ven 07 ago 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Francamente non capisco lo stupore ed il corollario di illazioni con cui i soliti “giornali della sinistra” hanno accolto il trapelare della notizia che Berlusconi si accingerebbe a far visita a Padre Pio. É vero che i suoi consiglieri ci hanno messo un bel po' a spiegargli che il Beato di Pietralcina non è più di questo mondo, per cui sarebbe un'inutile perdita di tempo pensare a quale regalo portargli; così come hanno dovuto smontargli la convinzione che San Giovanni Rotondo sia una frazione di Porto Rotondo; e soprattutto hanno molto faticato a chiarirgli che, una volta al cospetto dei confratelli del santo frate, sarà lui, Berlusconi, a doversi inginocchiare al cospetto di uno di loro per confessarsi e non viceversa, magari con l'aggiunta di qualche prezioso consiglio su come migliorare la “gestione imprenditoriale” del venerato santuario. Ma tutto questo non giustifica l'ironia, al limite dell'irrisione, con cui si è iniziato a commentare un gesto che Prodi, nonostante la sua vanteria di “cattolico adulto”, si è ben guardato dal compiere.

ven 07 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

Il termine dialettale appare agli snob tanto inelegante quanto il gesto che lo rimuove, che è quello del grattarsi: parliamo dello scadòr, che nel nostro dialetto traduce l’italiano “prurito” in tutte le sue valenze, reali e figurate.

Invece, una volta di più, indagando si scopre una parola antica e nobile, che gli autori più classici non hanno avuto alcuno scrupolo ad utilizzare.

La citazione scritta più antica pare essere quella del poeta trecentesco Antonio Beccari, meglio conosciuto come Maestro Antonio da Ferrara. In una delle sue “Rime” si legge infatti:

“Infin che lo scadore è fresco

e la rogna conciar sì la bisogna”.

ven 07 ago 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Il rugby a Rimini è nato il 20 marzo 2000, allorché sul calar della sera, sulla orribile spianata del campo sportivo di via Lagomaggio, ventisei ragazzi (per la maggior parte provenienti dall’Istituto Tecnico per Geometri “O.Belluzzi” di Rimini), si incontrarono per gettare le basi di quella che sarebbe diventata la prima squadra di rugby nella storia sportiva di Rimini. Chi scrive, da sempre, appassionato della palla ovale, aveva saputo che nella nostra città si trovava Lando Cosi, un vero guru di questa nobile disciplina. Lando Cosi, padovano, dopo aver giocato per lungo tempo nel quindici del “Petrarca Padova”, era diventato nel 1955 allenatore dei bianchi patavini ed il suo avvento coincise con la vittoria di ben tre campionati nazionali da parte dei veneti. Mi ci volle poco a motivare il vecchio maestro, il quale non esitò a calzare le scarpe bullonate per scendere in campo e dispensare la sua sconfinata sapienza rugbistica. 

ven 07 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Sani Emer

L’isola di Arbe (Rab in croato) si trova a 180 km da Trieste, appena a sud di Fiume (Rijeka). Popolata dai Liburni di stirpe illirica, fu municipio romano da Augusto in poi. Invasa dai Goti, fu bizantina, croata, ungherese, del regno di Napoli e per quasi 400 anni di Venezia. Unita al regno d’Italia napoleonico, finì nel 1815 agli Asburgo e dal 1921 alla Jugoslavia, tranne la breve parentesi dannunziana terminata la quale la popolazione italiana, tutta concentrata in città, abbandonò in massa l’isola. Dal 1942 Arbe-Rab visse il suo periodo più nero: gli italiani vi installarono un lager dove morirono almeno 1400 civili deportati da Slovenia e Croazia. Il campo continuò a funzionare anche sotto il successivo regime comunista di Tito, che vi rinchiuse gli oppositori che dovevano essere “rieducati”.

ven 07 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Sani Emer

“Sono sempre più numerosi gli stranieri, soprattutto famiglie di americani e olandesi, che vengono a conoscenza del sevizio di collegamento attraverso l’Adriatico e lo utilizzano come via preferenziale rispetto i mezzi su gomma – annuncia l’assessore provinciale alla Mobilità e Trasporti, Vincenzo Mirra - molto di più di quanto facciano gli italiani. Una tendenza sicuramente positiva, che rappresenta un fattore importante  di crescita. Ma al contempo dimostra quanto i cittadini nel panorama internazionale si muovono ancora prima delle istituzioni. A Rimini dobbiamo ridare dignità a questo trasporto favorendo la realizzazione nel porto di un’area destinata al trasporto marittimo, attualmente nel molo di levante, rendendola idonea e degna del ruolo che dovrà svolgere ed avvicinandola al piazzale Boscovich”.

mer 26 ago 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

 

Perché non fare arrivare gli immigrati a Lampedusa su un regolare traghetto e a prezzo politico? Perché non fare di quell’isola un porto franco, “magari mettendoci un bel Casinò per attirare i ricchi libici e tunisini”? Perché non pagare direttamente “un buon lavoro in Africa” a chi vorrebbe emigrare?  Diciamo 200 euro al mese, cioè la cifra che costa un detenuto per un solo giorno nelle nostre carceri e che in Africa è un fior di stipendio.

Paradossi, certo. Che furono lanciati da Pietro Ichino nel suo blog il lontano 21 maggio scorso. Paradossi che però il giuslavorista argomentava in modo molto concreto. Una linea regolare di traghetti per immigrati farebbe crollare il mercato degli scafisti. Chi arriverebbe – e arriverebbe comunque – non dovrebbe rischiare la rischiare vita. Si eviterebbero tragedie come quella dei profughi eritrei – solo la più recente – o come le storie nelle bottiglie ritrovate in mare e riportata dal nostro giornale il mese scorso. Si darebbe vera assistenza a quei disperati che hanno diritto comunque a entrare essendo in possesso dello status di rifugiati: e sono in media la metà di chi arriva. E oggi li respingiamo. La stessa Lampedusa potrebbe guadagnarci, grazie alle esenzioni fiscali dovute ad una sua extra-territorialità di fatto.

 

mer 26 ago 2009 - Notizia di Borgo San Giuliano - scritto da Vici Luca

 

Il Lungofiume degli Artisti, nelle intenzioni dell’associazione Infezna, vorrebbe essere una sorta di laboratorio pronto ad accogliere ulteriori espressioni artistiche, così da rendere l’ambiente frequentato, vissuto, amato e curato da riminesi e non.

Dopo una accurata preparazione dei muri, realizzata grazie all’opera dell’artigiano Aldo Casciello, ancora oggi vari artisti coordinati da Giuliano Maroncelli realizzano murales che raccontano le storie legate al mare, che fa da sfondo alla vita di tutti i giorni.

I murales sono arricchiti da poesie dialettali di Guido Lucchini, che legano così indissolubilmente questa sorta di affreschi contemporanei alla nostra terra.

Tra i soggetti trattati spicca lo “spiaggiamento del capodoglio”, evento avvenuto realmente il 4 aprile del 1943 nella vicina piazza della Balena, al cui centro è collocata la scultura dedicata al cetaceo da Elio Morri nel 1969.

Nel murale realizzato da Enzo Maneglia si celebra invece il film Amarcord, con a corredo la celebre poesia del muratore Calzinazz (ispirata alle rime altrettanto famose di Tonino Guerra) “Mio nonno fava i mattoni, mio babbo fava i mattoni, fazzo i mattoni anche me, ma la casa mia dov’è?”.

 

mer 26 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

La Sagra Musicale Malatestiana di Rimini compie sessant'anni ma non sembra affatto accusare il colpo. La grande ricchezza di intrecci e di suggestioni che correda i tradizionali appuntamenti sinfonici fa sì che ogni anno il festival si confermi evento prestigioso del tramonto dell'estate emiliano romagnola. Si rinnova l'omaggio alle grandi orchestre europee con la partecipazione di prestigiosi complessi, ospitati nell’Auditorium Palacongressi, accompagnati dal nome di grandi bacchette ed eminenti solisti. Ne è la prova l’evento inaugurale del primo settembre che vedrà protagonista la pianista Martha Argerich accompagnata dalla Royal Philhamonic Orchestra diretta da Charles Dutoit nel Concerto in sol maggiore di Maurice Ravel. Con il compositore francese, sono Jan Sibelius ed Edward Elgar gli altri autori in programma. 

mer 26 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Rock e demenziale. Punk e comicità surreale. Insomma, “Freak” Antoni e gli Skiantos. Quando è uscito il loro primo 45 giri Karabignieri era il ‘77, chiudeva “Carosello” e a Bologna si alzavano i segnali di fumo degli Indiani metropolitani e di fumetto di Andrea Pazienza. Erano gli “anni di piombo”, pardon, di Pongo, come dice “Freak” Antoni, in cui “siamo realisti, chiediamo l’impossibile” era il minimo. Le mezze stagioni non ci sono più, ma la stagione del rock demenziale è sempre verde. L’ultimo virgulto è Smiting®, prima edizione del Festival demenziale, a Rimini il 3 settembre presso il Turquoise. “Smiting® perché è lo ‘smitizzare’, è il ribaltamento di un meeting, in inglese ‘il percuotere’ la nostra terrena e umana quotidianità”. Il programma è impeccabile, dal djdemential set che apre alle 18 alla gara di scrittura non sense, dalla battaglia di cuscini al dj set olnaitlong che conclude. Deus ex machina Roberto “Freak” Antoni in persona.

mer 26 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Già nel 1996, appena tre anni dopo la scomparsa di Federico Fellini, Tullio Kezich doveva constatare che "la sua eredità è stata contesa come la Bosnia". Di anni ne sono passati ancora 13, la guerra in Bosnia è finita, ma quella intorno alle memorie del regista riminese non accenna a placarsi.

L’ultimo capitolo è la richiesta avanzata da Francesca Fabbri, figlia di Maddalena Fellini e nipote di Federico, alla Fondazione intitolata al Maestro: poter disporre della sua biblioteca. I libri che Fellini e Giulietta leggevano si trovano attualmente presso la Fondazione, mentre la Fabbri ritiene facciano parte della sua eredità. Inoltre, il legale della nipote di Fellini ha anche intimato lo sfratto alla Fondazione: la casa di via Oberdan che la ospita è di proprietà della Fabbri. La Fondazione sta però per trasferirsi in un’altra sede predisposta dal Comune. Per tentare di risolvere amichevolmente la disputa, Ugo De Donato della Publiphono si è dichiarato pronto ad acquistare il fondo librario e gli altri cimeli mettendo assieme una cordata di imprenditori, purché quei beni restino presso la Fondazione.

mer 26 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Martedì 1 settembre a Castel Sismondo, si terrà l’ottava edizione del Premio all’imprenditoria riminese “Made in Rimini”.

Per l’anno 2009 il Premio verrà conferito a Morena Guerra dell’impresa Ricci Sabbiature.

“Si è voluto dare un segno di attenzione  - dice la Provincia nella motivazione - ad una componente decisiva della nostra economia, scegliendo di assegnare il riconoscimento ad una imprenditrice espressione della Piccola e Media Impresa. Morena Guerra, infatti, rappresenta l’esperienza vitale di un’impresa che ha saputo rinnovarsi e fronteggiare la crisi modificando la propria organizzazione e allargando la visione. Come altre aziende che stanno mettendoci del proprio per reggere alle temperie del momento e dare un contributo rilevante alla difesa del lavoro e alla creazione di una ricchezza che si riverbera su tutto il territorio”.

mer 26 ago 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Un’auto imbocca contromano a tutta velocità l’angusta viuzza dove abiti, proprio mentre stai scendendo cautamente in strada con tuo figlio in passeggino. «Cosa fa? E’ senso unico,» dici al conducente. Dall’abitacolo si affaccia un energumeno brizzolato che, con marcato accento riminese, sbraita: «Mò dove vado, scignora? Dove vado, porcod…?» E, sempre bestemmiando, sparisce dietro l’angolo. La risposta più immediata sarebbe: chissenefrega dove va lei, buon uomo, ma ci vada rispettando il codice stradale e, possibilmente, anche la buona creanza. Ma poi ti rendi conto di aver appena avuto un faccia a faccia con uno dei maggiori pericoli pubblici della viabilità cittadina, e ringrazi il cielo di esserne uscita viva. E ti vengono in mente tutti gli incidenti mortali occorsi a pedoni, ciclisti e motociclisti, provocati da auto alla cui guida, registravano le cronache, c’era un riminese fra i sessanta o settant’anni. Che non ha rispettato lo stop, non si è fermato davanti alle strisce pedonali o ha infilato male la rotonda.

mer 26 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Un velo di tristezza è calato come un sipario alla morte di Tullio Kezich, critico cinematografico, commediografo, sceneggiatore, scrittore, avvenuta nei giorni scorsi all’età di 81 anni. In molti l’hanno ricordato non solo per la sua opera ma anche come un grande amico di Federico Fellini. È così: di fatto il loro sodalizio artistico iniziò in occasione de “Lo sceicco bianco” e proseguì sino alla fine, e nei fatti Kezich è diventato d’ufficio il suo principale biografo. Dopo la scomparsa del regista riminese, Tullio Kezich ha stretto una importante e sentita collaborazione con la Fondazione Fellini - di cui era stato nominato Presidente Onorario - e che oggi ne onora la scomparsa con dolore e commozione. Una collaborazione che negli ultimi anni è stata fondamentale per la pubblicazione de “Il libro dei sogni”, mentre presto sarà  dato alle stampe “Il libro dei film”, panorama completo della filmografia felliniana.

 

mer 26 ago 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Se c'è una cosa che ho imparato dalla filosofia è che spesso le verità più difficili da capire sono le più semplici. Quello che è più difficile da vedere, infatti, non è ciò che rompe le aspettative quotidiane, ma ciò che passa indisturbato sotto i nostri occhi, giorno dopo giorno. Perché la più grande forza degli esseri viventi non è l'eros o la fame o la paura, ma l'abitudine. E' l'abitudine che ci consente di vivere e di adattarci all'ambiente. Ma l'abitudine porta dei rischi. Un individuo adatto al suo ambiente vive meglio di uno meno adatto, ma solo finché l'ambiente non cambia. Di fronte a un cambiamento, un individuo meno adatto, quindi più flessibile, ha più possibilità. Le società umane (e animali) producono sempre una certa percentuale di individui meno soddisfatti del rapporto tra la loro specie e l'ambiente.

mer 26 ago 2009 - Notizia di attualità - scritto da Schiavoncini Ariodante

Una data storica di grandi speranze deluse, e inizio per gli Italiani di massacri, lutti, e spaventose distruzioni.

Mi trovavo a Cancello ed Arnone di Caserta, a svolgere il servizio militare quando, verso sera il Capitano, comunicava ai soldati in adunata, che l’Italia e il comando militare Angloamericano avevano firmato la pace. Di conseguenza, il mattino dopo, dovevamo essere pronti per rientrare al comando di Mantova per essere congedati. Eravamo tutti talmente felici ed euforici che la notte nessuno ha dormito. La notizia che si tornava a casa per sempre, sembrava irreale.

Il mattino dopo, eravamo con gli zaini affardellati, nel piccolo spazio davanti alla tenda comando, pronti per partire. La tenda era vuota e nessuno degli ufficiali era nei dintorni. Il vecchio sergente comunicava sconsolato che gli ufficiali ci avevano abbandonati.

mer 26 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

E’ partito da Rimini il 15 febbraio e a Rimini si è concluso lo scorso 21 agosto, il lungo tour del concorso Miss Italia con la proclamazione di Miss Romagna, la bella Denise Buratti di Cesenatico, che accede di diritto alle finali di Salsomaggiore. La riviera dei sogni è diventata così teatro delle bellezze più esclusive, il Turquoise Beach Club ha visto sfilare trentuno fanciulle in fiore, in rappresentanza di tutte le città della regione, in uno dei posti più esclusivi della riviera, un vero e proprio spettacolo di classe ed eleganza. D’altronde la finalità di questa manifestazione prestigiosa, che da quattro anni ha scelto la Romagna come punto di partenza e di approdo, è sempre stata la rivalutazione complessiva della donna italiana, da sempre la più ammirata e desiderata al mondo. Una manifestazione voluta dalla famiglia Mordini, gestori del Turquoise, da Angelo Borrillo, vice presidente nazionale AIBES e da Mirka Fochi, responsabile regionale del concorso Miss Italia con la collaborazione del Comune di Rimini e della Provincia di Rimini. La giuria presieduta da Gianna Tani, popolare per essere stata per 25 anni la responsabile del Casting Mediaset, l’attore e modello Riccardo Sardonè, l’attrice Clizia Fornasier e le Miss Romagna Gessica Notaro e Benedetta Zoli, rappresentanti delle istituzioni e degli sponsor, ha incontrato le Miss nel pomeriggio dando vita a un divertente talk show, dove le ragazze hanno dimostrato una carica di simpatia, spontaneità, di vitalità ed esternato le proprie emozioni, elementi determinanti per il verdetto finale.

mer 26 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Uno degli eventi più innovativi a livello musicale qui in riviera in questa stagione è stato l’Almost Unsigned Live Project. Si tratta di un circuito nazionale di band indipendenti che ha permesso loro di esibirsi nei palchi più prestigiosi a luglio e agosto. Formazioni giovani dalle musicalità più disparate, dall’elettronica al pop, dal punk alla sperimentazione, tutte di buon livello. Un circuito che permette una proposta diversificata dalla solita cover band per i locali e, nello stesso tempo gli permette di fare una promozione senza il capestro di produttori o di eventi che ne snaturano lo spirito. Un lavoro ispirato a una realtà che ha già preso piede in Europa, una necessità per dare luce e visibilità a molte formazioni in Italia che non sfigurano rispetto a realtà consolidate come potrebbe essere ad esempio quella inglese. A questo proposito consigliamo caldamente l’ultimo appuntamento il 28 agosto all’Aquolina Summer Garden a Viserba con i Criminal Jokers. Si tratta di un trio di ragazzi pisani, poco più che ventenni, ma con una musicalità che ha riferimenti specifici in formazioni come i Violent Femmes, innanzitutto, nella strumentazione e nello spirito, un folk-punk coinvolgente e di buon impatto. Inizio concerto ore 20.00.

mer 26 ago 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

«Sdrenare: spossare, verbo transitivo: “oh, sta gente oggi m’ha sdrenato”. Dialetto: sdrenè. Si confronti la vocedrenare “prosciugare completamente”.» Così Fabio Foresti in “Quella nostra sancta libertà: lingue, storia e società nella Repubblica di San Marino” (1998).

Il che equivale ovviamente al riminese sdrinè, tuttora ampiamente utilizzato anche dai più giovani nelle italianizzazioni sdrinare, sdrinato. La forma sdrenè pare però più diffusa, comparendo a nord a Russi come a meridione nel Dizionario Urbinate del Tiberi: «Sdrenè: Sderenare o Sdirenare.  Sfiancare.  A forsa da spaché la legna me so sdrenàt.»

mer 26 ago 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Alberto Miliani era, allorché si avvicinò al mondo del pugilato, un bellissimo ragazzo di buona famiglia. Proveniva dalla ginnastica artistica. Romeo Neri, era stato il suo maestro. Si presentava come un atleta magnifico; non aveva addosso un’oncia di grasso, pareva una vera e propria statua naturale e viva. Come gli eroi dei racconti medioevali, Alberto Miliani, era alto, con le spalle ampie; la sua vita era stretta e tutti i muscoli parevano disegnati con anatomica precisione, tanto che si potevano discernere le giunture.

mer 09 set 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Dal 12 al 20 settembre si svolgerà a Rimini la 16ma edizione di Mondo Natura, Salone Internazionale del Camper, Caravan, Campeggio e Turismo all'Aria Aperta. La manifestazione è organizzata da Rimini Fiera con il patrocinio di Apc- Anfia, in collaborazione con Promocamp e con il supporto di Assocamp, Confedercampeggio, U.N.R.A.E, Unione Club Amici, Actitalia.

mer 09 set 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

 

Attribuiscono la colpa di tutto esclusivamente agli altri, a forze estranee (congiure, agenti, dominazioni straniere sotto varie forme). Interpretano ogni critica come un attacco malevolo, come un segno di discriminazione, razzismo. I rappresentanti di queste culture considerano la critica come un’offesa personale, come un tentativo deliberato di umiliarli, perfino come un modo di infierire. Invece di sviluppare lo spirito critico, sono impastati di rancori, di complessi, di invidie, di insofferenze, di permalosità, di manie. Ciò li rende culturalmente, strutturalmente incapaci di progredire, di creare in sé una volontà di trasformazione e di sviluppo”-.

A qualcuno fischiano le orecchie? Niente paura. Il brano non parla affatto dell’Italia né dei suoi governanti. Tratta invece dell’Africa. Sono le parole di un vecchio colonialista inglese intervistato dal giornalista polacco Ryszard Kapuscinski (in “Ebano”, Feltrinelli). L’inglese contrappone orgogliosamente la “forza dell’Europa” ai limiti di molte altre culture, quali appunto quelle africane. E dove sta questa forza? “Risiede – spiega il britannico – soprattutto nella sua capacità critica e autocritica, nella sua arte di indagare e analizzare, nelle sue continue ricerche, nella sua inquietudine. La mentalità europea riconosce di avere dei limiti, accetta la sua imperfezione, è scettica, dubbiosa, si pone interrogativi. Le altre culture sono prive di questo spirito critico. Anzi tendono alla boria, a considerare perfetto tutto ciò che è loro, sono acritiche nei propri confronti”.

 

mer 09 set 2009 - Notizia di Borgo San Giovanni - scritto da Vici Luca

 

I mulini da cereali fin dal Medioevo costituirono nel nostro territorio un importante aiuto per il lavoro dell’uomo: già dal X secolo iniziano ad essere annoverati nelle fonti locali, anche se sarà nel XVI secolo che troveranno diffusione su tutto il territorio, grazie anche ai numerosi corsi d’acqua che allora potevano beneficiare di una portata d’acqua molto più ricca rispetto ad oggi.

Nel basso Medioevo i mulini furono adibiti a svariate funzioni: oltre che alla molitura dei cereali, anche in cartiere, concerie, filande, segherie, frantoi, torni da falegname, ferriere, nella follatura dei tessuti, ecc.

A Rimini nel XV secolo si trovavano tre mulini da grano, di cui due sulla Fossa Patara: quello comunale nella contrada di Sant’Andrea e quello appartenente a Santa Maria in Trivio, e uno nella contrada di Santa Colomba, appartenente ai canonici. Nelle carte d’archivio riminesi si ipotizza l’esistenza di un quarto mulino nel borgo di San Genesio, sorto per mettere a frutto le acque dell’Ausa esterna: è infatti certo che così come sul Marecchia e sul Conca anche sull’antico Aprusa fossero collocati mulini, di cui oggi purtroppo non è rimasta traccia, a differenza delle numerose strutture conservate nella Valmarecchia, di cui i mulini Moroni e Sapignoli a Poggio Berni costituiscono forse gli esempi meglio conservati.

 

mer 09 set 2009 - Notizia di attualità - scritto da Albu Raluca

 

In materia di immigrazione l'estate 2009 ci ha portato molte novità: l'8 agosto è entrata in vigore la tanto attesa e discussa legge in materia di sicurezza pubblica. Una parte importante della legge riguarda l'immigrazione. Ecco alcune misure che renderanno  in molti casi più difficile la vita degli immigrati:

per il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno è previsto un contributo economico tra 80 e 200 euro

permesso di soggiorno a punti

test di italiano per l'ottenimento della carta di soggiorno

prolungamento del periodo di detenzione nei CIE fino ad un massimo di 180 giorni

reato di ingresso e soggiorno irregolare, però senza immediata incarcerazione. Prevista un'ammenda tra 5.000 e 10.000 euro e la  possibilità di rimpatrio senza il rilascio del nulla osta da parte dell’autorità competente

per ottenere il visto d'ingresso in Italia saranno prese in considerazione anche le condanne non definitive

 

mer 09 set 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Redazione

Il 15 giugno, prima ancora dell’approvazione della legge, la regione Marche aveva annunciato di voler ricorre alla Corte Costituzionale. Poi pareva aver rinunciato. Ora invece torna sui suoi passi: Ancona ritiene incostituzionale il passaggio dei sette comuni della Valmarecchia alla provincia di Rimini e quindi alla regione Emilia-Romagna e ha incaricato un legale di predisporre un ricorso alla suprema Corte.

Veementi le reazioni a Rimini. Il presidente della provincia Stefano Vitali si dice “indignato” per un atto che va “contro ogni principio di buona amministrazione”; un’iniziativa, dunque, “inopportuna, intempestiva, inefficace, persino insolente”. Per l’On. Sergio Pizzolante (Pdl) quella delle Marche è “becera propaganda politica”. L’On. Gianluca Pini (Lega Nord) giudica il ricorso “una barzelletta” e dubita che sarà davvero presentato.

mer 09 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

La creatività segue meccanismi misteriosi. Sa cogliere idee e vita anche da un luogo decadente e all’apparenza finito. Un luogo che sembra non aver più niente da fare se non richiamare lo sguardo attonito di chi non conosce la sua storia o la nostalgia di chi passando da lì ripensa a quando era giovane. La Colonia Bolognese, desolata e sola sul lungomare tra Rimini e Riccione, ha attirato l’attenzione della compagnia NNChalance, composta da Valeria Fiorini e Eleonora Gennari, due danzatrici che - prendendo spunto da questo dinosauro architettonico - hanno creato la performance “Se nn ricordo male”. Una coreografia così speciale da conquistare la finale del concorso Giovani Danz’Autori, in scena a Ravenna sabato 11 settembre nell’ambito del Festival Ammutinamenti. Il progetto scenico procede parallelamente ad un  progetto video girato all’interno della colonia stessa, curato dal video-maker Matteo Conti e volto alla riqualificazione e utilizzo dei luoghi storici del nostro t erritorio.

mer 09 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Un evento nato per scommessa e diventato un appuntamento fisso per tanti amici vecchi e nuovi, vicini e lontani. Il Glory Days, oggi, è considerato uno dei più importanti a livello europeo raduni dedicati a Bruce Springsteen. Ideatore, organizzatore nonché appassionato e instancabile rocker riminese (fondatore dei Miami and the Groovers) è Lorenzo Semprini. Abbiamo voluto carpire da lui le impressioni e i commenti su questo evento che, lo ricordiamo, si terrà anche quest’anno a Rimini il 25 e il 26 settembre.

mer 09 set 2009 - Notizia di sport - scritto da Ioli Luca

Correva l’anno 1984. Ci si sente sempre giovani dentro, i figli sono l’unica cartina di tornasole del tempo che passa. Poi una mattina ti arriva una telefonata dall’amico Nicola Gambetti e ti dice: “Guarda che abbiamo messo su un comitato, riuniamo la squadra mitica, la Marr 1983/84 e festeggiamo i venticinque anni da quella memorabile impresa!”. Venticinque anni sono passati da quell’anno incredibile. Dai 18 pullmann che raggiunsero Vigevano per la partita decisiva. Dal tiro libero con la Fortitudo Bologna che ancora ora la gente mi ricorda per la strada (per fortuna che è entrato!!), dall’incredibile impresa di Siena che girò il campionato alla prima di ritorno davanti alle telecamere della Rai (mica c’era Sky), da quelle domeniche dove un gruppo di professionisti ma anche di brave persone che ce la mettevano sempre tutta si caricarono sulle spalle i 5 mila del Flaminio e li portarono tutti in Legauno (“In A-uno si va!!!”: l’urlo che si alzava quando si capiva che si era vinta anche quella partita).

mer 09 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Per nove settimane i fine settimana del centro storico di Rimini sono stati caratterizzati dagli appuntamenti di “Estate al Castello”, che nell’arco dell’estate ha proposto serate  dedicate a teatro, musica, cabaret, poesia, letteratura e scienza. La manifestazione in scena nella suggestiva cornice di Castel Sismondo ha saputo conquistare un folto pubblico, tanto che oltre trentamila spettatori hanno varcato la soglia dell’antico castello per assistere agli spettacoli, alle letture e alle performance della rassegna. 

mer 09 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Trentuno agosto, una piccola folla assiepata attorno alla tensostruttura sul porto canale, quella che ha ospitato gli incontri con gli autori targati Moby Cult. Ma la manifestazione non è terminata?

“Proprio così - racconta Manola Lazzarini, ideatrice e direttore artistico della rassegna organizzata da Cna.com in collaborazione con il Consorzio Il libro nella città - Erano gli aficionados della rassegna, tutti lì a lamentarsi che è finita anche quest’anno, e a chiedermi chi porteremo l’anno prossimo”. Una battuta che dice tutto sul peso specifico di questa manifestazione che anima uno dei luoghi più caratteristici di Rimini, il porto appunto, vissuto la sera dai riminesi e dai turisti grazie anche a questi incontri, gratuiti, con i principali autori dei romanzi e dei saggi che si vendono in Italia.

mer 09 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Prosegue la 60° Sagra Musicale Malatestiana di Rimini con appuntamenti sinfonici di prestigio ospitati all’Auditorium Palacongressi. Con il grande Yuri Temirkanov sul podio torna a Rimini, mercoledì 9 settembre, l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo in un originale omaggio alla musica di Sergej Prokof’ev con le suites dal ballettoRomeo e Giulietta e il Concerto n.1 in re bem, magg. per pianoforte ed orchestra op.10 (solista Enrico Pace). A chiudere la serata il celeberrimo Quadri di un’esposizione di Musorgskij. A esplorare le radici della  modernità è anche l'appuntamento con la Swedish Radio Symphony Orchestra (13 settembre, Auditorium Palacongressi) affidato all'affermato talento direttoriale di Daniel Harding che presenta alcuni Lieder di Richard Strauss con la voce di Lisa Milne e la Prima Sinfonia di Gustav Mahler. Ultimo appuntamento con una delle migliori compagini francesi, l’Orchestre National du Capitole de Toulouse (19 settembre, Auditorium Palacongressi) affidata al giovane Tugan Sokhiev che, dopo aver affrontato il secondo Concerto per pianoforte e orchestra di Johannes Brahms con Nelson Freire come solista, concluderà il ciclo degli appuntamenti sinfonici della Sagra Musicale Malatestiana con la visionaria Sinfonia Fantastique di Hector Berlioz. 

mer 09 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

L’anno accademico di Università Aperta Giulietta Masina e Federico Fellini di Rimini ha inizio con un calendario di eventi, in programma dal 13 al 16 settembre. Domenica 13 inaugura la mostra delle opere realizzate dai corsisti nel passato anno accademico (Sala degli Archi, ore 17-22, fino al 16 settembre). Lunedì 14 settembre alla Sala degli Archi i corsisti del laboratorio teatrale presenteranno il saggio finale da “Il povero Piero” di Achille Campanile (ore 21), mentre martedì al Museo della Città si esibirà l’Orchestra da camera G. Lettimi (ore 21). Mercoledì 16 settembre sempre alla Sala degli Archi ci saranno letture degli iscritti ai laboratori di scrittura creativa (ore 21). Inoltre la Vecchia Pescheria ospiterà il “Laboratorio di creatività” rivolto alle famiglie (13 settembre ore 16-18; 20 settembre ore 10-12; 4 e 11 ottobre ore 10-12). È importante ricordare che in occasione di questi eventi sarà possibile consultare la guida ai corsi – rivolti a giovani e adulti, e dedicati a tante materie, dalla scienza, all’arte, alla salute – che inizieranno a ottobre.

mer 09 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Dal 19 settembre al 21 ottobre quest’anno un centinaio di insospettabili killer armati di stelle filanti in bomboletta spray si aggirerà guardinga per Rimini 24 ore al giorno sette giorni su sette, in attesa di colpire e rientrare nell’ombra. A casa o sul luogo di lavoro, nessun iscritto è al sicuro. Finché ne resterà solo uno: il vincitore. Ma niente paura: non è il set di “Highlander” o di una crime fiction, è il reality-thriller “Sicario”, un social game che dopo il successo della prima edizione, a giugno 2008, torna a svolgersi a Rimini. Basta contattare “La Triade”, che organizza il gioco, con una mail a info@sicario.org, per avere un appuntamento con un emissario che, una volta verificata la determinazione del partecipante, consegnerà foto e generalità dell’obiettivo da colpire con innocue, colorate stelle filanti. E saranno le doti di segugio a contare. Nato nei campus americani, il gioco è stato ripreso da studenti universitari milanesi, e si sta estendendo in modo virale in tutta Italia. 

mer 09 set 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Non è la nostalgia dell’età dell’oro (quella della giovinezza, per intenderci), che mi porta a riandare sulle tracce di Walter Grilli, talentuoso giocatore riminese che dal 1964 al 1968 vestì, con onore, la maglia biancorossa, quella con il numero 11 e che deliziò, con le sue sorprendenti giocate l’esigente platea cittadina, è piuttosto il desiderio di rinverdire il ricordo di un atleta di classe sicura del quale ormai, purtroppo, soltanto i vecchi, ne possiedono la memoria. 

mer 09 set 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Vivo in quella parte di Rimini a ridosso della stazione meravigliosamente multiculturale. Ma il couscous ormai è precotto anche nei negozi halal, cioè con prodotti che anche i musulmani possono mangiare. Ci consoliamo con questo piatto che è un dolce di una semplicità ancestrale. Cuocete il couscous precotto seguendo le semplicissime istruzioni della confezione. Fate cuocere al vapore una confezione intera di uvetta: mettetela su uno scolapasta appoggiato su una pentola d'acqua, coprite lo scolapasta con alluminio per abbreviare il tempo di cottura. Mescolate couscous, uvetta e burro lavorando con il palmo delle mani. Si accompagna a siero di latte o latte cagliato (ma è buono anche con il latte fresco o con lo yogurt), si mangia in Algeria nelle notti del Ramadan. Ha un sapore non solo di altri mondi, magari a noi sconosciuti, ma anche di altri tempi che invece conosciamo e che forse stiamo dimenticando.

mer 09 set 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Sto girando l'Italia alla scoperta di buoni sapori e di bravi contadini, di prodotti eccellenti e di uomini e donne che hanno legato la propria vita alla terra. Sto scrivendo in presa diretta, giorno dopo giorno, il secondo volume del viaggio tra i "Sovversivi del gusto", il nome credo che spieghi tutto da solo. Ecco perché parlo di altri luoghi, distanti da Rimini, ma, in realtà neppure tanto perché di riminesi in Trentino ne capitano non pochi. Così chi si trovasse dalle parti di Rovereto (o cercasse idee per organizzarsi un viaggetto) potrebbe cogliere l'occasione per una visita al Mart, il sempre interessante museo di arte moderna e contemporanea, dove in questo momento, fino all'11 ottobre c'è, tra le altre, la mostra "Immaginare New York. Fotografie dalla collezione del MoMA", 140 scatti di gran fascino che raccontano la Grande Mela a partire dai primi del Novecento. Una selezione di immagini e autori che lascia col fiato sospeso e narra un pezzo d'America in modo quasi struggente. 

mer 09 set 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

 

Il Gewurztraminer è un vino bianco veramente appassionante, già a partire dal colore giallo dorato. Dai profumi intensi, aromatici, propri del vitigno, con delicati sentori di erbe aromatiche, fiori d'acacia e rose. In bocca, nonostante la componente aromatica, le migliori bottiglie hanno grande sapidità e freschezza, gusto ricco e pulito. Termeno, il lago di Caldaro e la vallata del fiume Isarco sono le zone dell'Alto Adige dove nascono alcune tra le etichette più interessanti. Si tratta di luoghi di grande fascino naturalistico e architettonico tra boschi, vigneti e paesi costruiti in "stile d’Oltradige" (architettura gotica e tardo rinascimentale). Tra i tanti bravi produttori ho un debole per il Gewurztraminer dell'azienda Brunnenhof del giovane vignaiolo Kurt Rottensteiner, in quel di Mazzon, sponda sinistra dell'Adige, di fronte a Termeno. 

 

mer 09 set 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Qual è stato il tormentone sonoro dell’estate riminese 2009? Dipende dalle zone. La linea di demarcazione è, come al solito, la stazione ferroviaria: verso il mare, impazzavano Lady Gaga e Bob Sinclair. Verso monte, la colonna sonora delle notti d’estate erano soprattutto i vagiti di neonati insonni e i telefonisti da davanzale. Sound controversi, perturbanti, che dividono pubblico e critica su una delicata questione estetico-musicale: all’una di notte rompe più le balle un neonato che frigna a distesa o una tizia che litiga al cellulare in dialetto? Anche in questo caso conta molto la sensibilità personale. Chi non ha figli, ma ha un cellulare e/o parenti residenti nel Centro-Sud, può trovare più insopportabile il pianto del neonato, e giustificare la signora o signorina che, nelle ore notturne, telefona ai familiari lontani affacciata al davanzale. E’ un fatto che in molte zone del centro storico c’è pochissima copertura di rete nelle parti più interne delle abitazioni, e i cellulari funzionano solo in prossimità di porte e finestre, possibilmente spalancate.

mer 09 set 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Il territorio della Repubblica di San Marino, che gode di millenaria autonomia, in quanto a “geografia fisica” resta pur sempre un pezzettino di Nord Italia: il solo, fino a ieri, non ancora inquinato dai miasmi leghisti. Ma questa condizione di “ecologia  politica” si è guastata giorni fa, col festoso incontro fra due suoi governanti, sia pure di rango inferiore, e tale Gian Paolo Gobbo, portaborracce di Gentilini, il caporione leghista di Treviso che vuol travestire gli extracomunitari da leprotti e far loro sparare dai cacciatori padani. Dietro all'incontro è facile scorgere l'astuta regia di Gatti, l'Andreotti-bonsai sammarinese che, in ossequio al suo cognome, impera da sette vite. Egli spera così di rabbonire Tremonti, il nume tutelare dei “leghisti di governo” che sta pericolosamente brigando per scoperchiare i tanti vasi di Pandora amorevolmente custoditi nelle banche del Titano.

mer 09 set 2009 - Notizia di healthness - scritto da Bellentani Rita

I capelli grigi hanno la tendenza a essere secchi e ribelli: adottate quindi un taglio corto e pratico per prevenire anche le doppie punte. Per un aspetto giovanile, evitate pettinature rigide o troppo elaborate. 

Se cominciate a vedere qualche capello grigio e vorreste nasconderlo, chiedete al vostro parrucchiere di farvi i colpi di sole e il grigio si confonderà con le ciocche di colore più chiaro. Camuffate il grigio adottando per i vostri capelli una sfumatura più chiara. Una regola generale: schiarite i capelli, anzichè scurirli, man mano che l'età avanza. Il colore chiaro dona maggiormente al volto, smorza i contrasti. 

Forse i vostri capelli grigi sono più affascinanti di quanto non pensiate. Godetevi il vostro aspetto, anzichè pensare a modificarlo!

mer 09 set 2009 - Notizia di healthness - scritto da Bellentani Rita

La pianta più sacra del bacino mediterraneo: l’olivo. Arrivato per la prima volta in Grecia, sembra dall’Asia, l’olivo ha assunto un’importanza in ogni campo della vita quotidiana: alimentare, culturale, spirituale e commerciale. Troviamo l’olivo nell’Antico Testamento e nel cristianesimo, gli olivi sacri dell’Attica in Grecia, l’olio divino del Corano fino ad arrivare alla tradizionale Domenica delle Palme, mentre i Romani ne apprezzavano le qualità lenitive e curative. In Grecia questa pianta millenaria è diventata sacra: s’incontrano olivi in ogni luogo fino quasi sul mare allo stato selvatico, mentre in Corsica si può ammirare a Sartène un olivo di circa mille anni, simbolo evidente di forza e longevità. L’olivo, in floriterapia, fa parte del gruppo che Bach ha definito dei sette aiutanti (dei primi “dodici guaritori”) e si coglie quando i fiori sono carichi di pollini. In un campo d’olivi in piena fioritura si rimane affascinati dal profumo delicato e agrumato che si respira al suo interno. Bach indica l’olivo per “Coloro che hanno sofferto molto mentalmente o fisicamente e sono così esausti ed esauriti che sentono di non avere più la forza di compiere il minimo sforzo. La vita quotidiana è un duro lavoro per loro, privo di piacere”. Infatti Olive è un “ricostituente” naturale indicato dopo lunghe convalescenze, o in periodi di forte astenia fisica e mentale, come rigeneratore fisico, intellettuale e spirituale. 

mer 09 set 2009 - Notizia di healthness - scritto da Bellentani Rita

Il miele è la sostanza alimentare che le api producono partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, che esse raccolgono, trasformano, combinano con sostanze proprie e depongono nei loro favi. Avvengono numerosi scambi da un’ape all’altra, all’interno dell’alveare, che consentono una graduale maturazione ed arricchimento di enzimi che derivano dalle secrezioni ghiandolari delle api stesse.

I componenti principali del miele sono zuccheri, acqua, acidi organici, sali minerali, enzimi, ed altri. Il miele è un alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile. Il glucosio fornisce energia di immediato utilizzo, il fruttosio è metabolizzato a livello epatico e costituisce una riserva energetica. Cento grammi di miele forniscono 320 calorie.

mer 23 set 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Ma il tafazzismo non abitava a sinistra? Il gusto di darsele di santa ragione sui cosiddetti non era proprio dei farabutti, moramazzati e marmaglia rossa biecamente gufatrice? Invece si scopre che no, anche la destra ci tiene ad eccellere nell’arte di cui Leopold von Sacher-Masoch fu insuperato cantore. Lo apprendiamo dalle reazioni alla classifica del “Bil - benessere interno lordo” pubblicata dal Sole 24 Ore, che vede la provincia di Forlì-Cesena prima, Ravenna seconda, Rimini ottava. Tanto da far sentenziare al quotidiano della Confindustria: “Scordatevi il Nord operoso che macina ricchezza e incorona Milano regina assoluta del Pil. Quando si parla di «Benessere interno lordo» è tutta un'altra storia. La bussola del «Bil» è puntata verso il triangolo Romagna-Marche-Toscana”. Lo stesso giornale precisa che si tratta di “una sorta di gioco senza pretesa di rigore scientifico”, ma che si basa comunque sui criteri suggeriti dalla commissione presieduta dal premio Nobel Joseph Stiglitz e voluta dal presidente francese Sarkozy, per individuare parametri da affiancare a quelli nudi e crudi del prodotto interno lordo.

mer 23 set 2009 - Notizia di attualità - scritto da Costantini Claudio

L’economia turistica tiene, secondo la Carim, anche in questo anno di seria crisi. Va meglio per il settore alberghiero, mentre sono in sofferenza commercio, settore manifatturiero ed edile, quest’ultimo con qualche segno di ripresa. La crisi però non sfiora se non di pochissimo la storica Cassa di Risparmio di Rimini. Secondo i dati del bilancio della sua attività nei primi sei mesi gli indici sono quasi tutti positivi: aumenta la raccolta diretta del 10,4%, il margine di intermediazione del 21,4% recuperando il decremento a due cifre registrato nel bilancio 2008. Questa ultima voce indica quanto ricava la banca dalle sue operazioni di intermediazione influenzata sì dalla plusvalenza dei titoli in suo possesso, ma non tanto da non far notare che le attività bancarie rendono. L’utile netto si attesta con un aumento del 4,3% a 8,7 milioni di euro. Aumenta anche il numero di dipendenti raggiungendo la quota di 800 unità, aumentano le sofferenze ma di una percentuale nettamente inferiore di quella nazionale. 

mer 23 set 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Nonostante le preoccupazioni per le crisi dei motori e del turismo, anche la 16esima edizione di Mondo Natura si è rivelata un successo. Il Salone Internazionale del Camper, Caravan, Campeggio e Turismo all’Aria Aperta concluso il 20 settembre alla Fiera di Rimini ha infatti registrato 118.177 visitatori (+3,4% sul 2008, quando totalizzò 114.333 visitatori) e 485 giornalisti accreditati (+2,3% rispetto alla scorsa edizione, quando furono 474). 

 “Mondo Natura - dice il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni – si conferma la manifestazione leader nel settore: lo è per dimensioni espositive, per numero di visitatori, per contenuti, per la visibilità e anche per il contesto nel quale si svolge: mi riferisco al quartiere fieristico e alla città di Rimini”.

mer 23 set 2009 - Notizia di Centro Storico - scritto da Vici Luca

 

Si hanno notizie della chiesa della Madonna del Paradiso già dal 1362, quando vengono citate delle sepolture intorno alla chiesa di San Francesco (poi Tempio Malatestiano), che lambiscono una piccola cella che sorgeva in un orto a sinistra dell’abside della chiesa grande. Nella cella si vedeva un affresco con l’immagine della Madonna in trono, detta appunto “del Paradiso”, con il Bambino sulle ginocchia. Il dipinto, deteriorato, fu ridipinto nel ‘500 forse da Benedetto Coda.

Nel 1536 la Confraternita dei Falegnami ottenne dai Francescani di poter utilizzare la piccola celletta come oratorio, restaurandola, ampliandola e aggiungendo la dedica al loro patrono San Giuseppe. Nel 1590 venne alzato il portale su cui infatti si leggeva: SANCTAE MARIAE PARADISI ET DIVO JOSEPH EIUS SPONSO DICATUM MDLXXXX.

 

mer 23 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Giovanardi Alessandro

L’ampia esposizione "Da Rembrandt a Gauguin a Picasso: l'incanto della pittura" (Castel Sismondo, 10 ottobre 2009-13 marzo 2010) vuole essere in tutto e per tutto una mostra limpida, piacevolissima, comprensibile a tutti, capace di far godere e stupire lo sguardo, senza farlo inciampare in problemi di comprensione e lettura. 65 tele provenienti dalle raccolte d’arte europea del Museum of Fine Arts di Boston, per costruire una sorta di diorama delle eccellenze pittoriche occidentali – dal tardo Cinquecento al primo Novecento – un lussuoso manuale della pittura moderna senza nessun’altra intenzione storico-critica se non quella di evidenziare i lenti o repentini mutamenti di stile. Eppure, per far buon uso di quest’occasione visiva, è lecito offrire dei consigli, suggerire dei percorsi più complicati ma indubbiamente più saporosi. E si può cominciare col riflettere che i 65 indiscutibili capolavori provengono da una delle migliori istituzioni museali degli Stati Uniti e del mondo intero, fondata nel 1870 e inaugurata nel 1876; una collezione che raccoglie a tutt’oggi oltre 450.000 opere e che possiede persino una "succursale" a Nagoya in Giappone. Questi dati ci comunicano un’idea di museo assai diversa da quelle a cui siamo abituati: i grandi maestri della pittura che vedremo a Rimini si raccordano, in un unico ordinato "palazzo delle arti", a un’immensa tessitura di testimonianze che ampliano a dismisura i confini storici e geografici a cui si è abituati, quando si visitano le cosiddette “mostre di giro”. È opportuno segnalare, innanzitutto, l’apertura viva all’arte contemporanea, con una capillare campagna di acquisizioni e la fondazione di un’Accademia di Belle Arti (la prestigiosa Scuola del Museo).

mer 23 set 2009 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

Dal 22 ottobre al 2 novembre Rimini sarà capitale dell’ambiente con la prima edizione di Ambiente festival, una manifestazione aperta a tutti i cittadini che prenderà vita nel centro della città. Il Festival - ideato e promosso dall’Assessorato alle Politiche Ambientali ed Energetiche del Comune di Rimini e da Rimini Fiera - si affiancherà, completandone i contenuti, sul piano popolare e della divulgazione al cittadino, al tradizionale appuntamento con la fiera Ecomondo.

Le ragioni di questa nuova iniziativa sono chiare. L’ambiente è un argomento sempre più scottante per il nostro futuro e per quello del nostro pianeta. Dal surriscaldamento globale alla biodiversità sempre più i cittadini rivendicano il loro diritto di essere informati di essere in grado di affrontare le sfide che li attendono nei prossimi decenni.

mer 23 set 2009 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

Ambiente festival rappresenta una vera e propria sfida - afferma Andrea Zanzini, Assessore alle Politiche Ambientali ed Energetiche del Comune di Rimini - con l’obiettivo di moltiplicare le esperienze e i comportamenti che contribuiscono a ridurre l’impronta ecologica dell’uomo sul pianeta. La novità è il coinvolgimento insieme a enti pubblici e associazionismo ambientale, di cittadini, famiglie e imprese, capaci di proporre tecnologie e prodottisostenibili. Infatti lo sviluppo di una nuova economia verde, fondamentale a garantire la permanenza dell’uomo sul pianeta, non può prescindere da una riconversione dei comportamenti individuali e collettivi che esigono imprese in grado di offrire prodotti e servizi a basso impatto ambientale. Per questo Ambiente festival è una cornice nella quale si mettono in mostra in modo partecipato le migliori esperienze di cittadini, aziende ed enti pubblici per moltiplicarne la diffusione, educarci a stili di vita consapevoli, produrre nuova occupazione e dar vita a distretti produttivi eco-compatibili in grado di sostenere la sfida della competitività futura”.

mer 23 set 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Per uomo o donna da marciapiede si intende una persona che esercita una professione degradante (almeno nell’era pre-D’Addario), e nella forma più degradante. E se a toccare il fondo della degradazione è un marciapiede? Avremo un marciapiede da marciapiede, spettacolo indecente e scandaloso, sconsigliabile ai bambini e imbarazzante per i turisti. A differenza degli esseri umani della stessa risma, i marciapiedi da marciapiede non stazionano lungo gli stradoni di periferia: infestano soprattutto il centro storico, esibendo oscenamente ad ogni ora del giorno e della notte orifizi dei diametri più svariati, malamente coperti da qualche brandello d’asfalto. Ma i marciapiedi da marciapiede sono molto peggio delle donne da marciapiede, che si limitano a far cadere in tentazione i padri. I marciapiedi da marciapiede fanno cadere, e non in senso traslato, anche madri, nonni, figli piccoli, neonati, e qualunque creatura sia in grado di muoversi su gambe o su ruote. 

mer 23 set 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Nonostante le tante “reti” a protezione dell'evento, la televendita “porta a porta” delle casette di Berlusconi è incappata in un'ingloriosa caduta di audience. La cosa è consolante solo a metà: non ci si può infatti nascondere che in un paese normale sarebbe stata la pubblica decenza, prima ancora che la corretta informazione, ad impedire quell'esibizione di onanismo televisivo di un anziano sovrappeso che, usando Vespa per Viagra, si auto-esaltava vanagloriandosi di aver battuto ogni record, a cominciare da quello di De Gasperi. Se non fosse arrivata la provvidenziale telefonata di Casini a fargli perdere il filo del soliloquio, ci avrebbe pure raccontato di quando strappò il record dell'ora a Moser, dicendosi inoltre certo, se solo lo volesse, di riuscire a far meglio della Simeoni nel salto in alto. Perché lui è l'uomo del fare, che merita di auto-decorarsi con un'infinità di medaglie: il “bidone” del ponte sullo stretto? Fatto! I folcloristici accordi col vecchio amico Putin e col nuovo amico Gheddafi? Fatti! La scelta di ripiombare nel nucleare anziché privilegiare l'eolico e il fotovoltaico? Fatta! Le escursioni di ragazzotte a Villa Certosa? Fatte anche loro, sia detto senza alcun doppio senso.

Se a tutt'oggi non gli è ancora riuscito di camminare sulle acque, non è per il troppo peso di quelle sue scarpe col rialzo, ma è colpa di un manipolo di farabutti che si ostinano a non inchinarsi alla sua grandezza ed anzi lo boicottano su giornali e televisioni di sinistra. Per non parlare di quello sfaticato di Fini, le cui prese di posizione hanno fatto versare pubbliche lacrime di delusione perfino a quella santa donna della Cingolani, la discepola di Gasparri che siede in Consiglio Comunale a Rimini. 

 

mer 23 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Giovanardi Alessandro

È tra i pilastri della gioia il senso commosso, ma non sentimentale, del paesaggio, la musica interna alle cose – spazi, edifici, cieli, acque – grondanti oltre il loro limite fisico e visivo il proprio suono e il proprio senso, dove l’anima e l’oggetto, l’ideale e il reale sono inevitabilmente congiunti. Ed è tra i doni della giovinezza l’entusiasmo acceso per il concreto, il gusto per la figura, il confine, il limite in cui l’occhio e il pennello inciampano e iniziano la lotta notturna, come Giacobbe con l’Angelo. Alla misura dell’astensione e dell’equilibrio classici, dimensioni della maturità, il giovane Francesco Zavatta predilige, difatti, la tensione romantica dell’agone, l’abbraccio mortale che trasgredisce il segno, la leggera violenza perpetrata appena oltre il contorno, ma sottilmente, come durante un esercizio di contemplazione del mondo. E a questi tentativi di oltrepassare la linea – proprio mentre la si guarda affascinati e sedotti e la si difende nel suo valore estetico e intellettuale – si offre l’antico, inaggirabile sacerdozio della pittura, di quel mestiere che gli stolti degli ultimi due secoli hanno detto morto, e che invece è tutto un ribollio, di respiri e fughe, di lampi e di ombre, di pensieri e di idee, di possibilità infinite. Questa è la forza ispiratrice de “L’inizio e l’attesa” la mostra preziosa che il promettente artista ha allestito all’Assenzio, il Caffè Letterario di Rimini (Borgo Sant’Andrea, Via Bilancioni 14 a/b) e che resterà visibile fino alla fine di settembre. 

mer 23 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Dopo “La trota ai tempi di Zorro” e “Umberto Dei” è in libreria il terzo romanzo dello scrittore riminese Michele Marziani. Il libro s’intitola “La signora del caviale” (Cult Editore) e narra le vicende di una comunità di pescatori di storioni nel basso corso del fiume Po nell’immediato anteguerra. La vicenda - un intreccio di uomini e storia, all’ombra della seconda guerra mondiale - è vista attraverso gli occhi del giovane nipote del capostazione del paese. La “signora del caviale” invece è una donna ebrea, una presenza discreta e distante attorno cui ruota la cultura del caviale italiano. Il romanzo attraversa due dei drammi  maggiori del Novecento: la guerra, con la vergogna delle persecuzioni razziali, e il degrado ambientale, che nello specifico è la causa della scomparsa degli storioni dal più grande fiume italiano.

mer 23 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

«Non una compilation, ma un’affascinante rassegna di proposte musicali di varia ispirazione, stimolante, ricca di spunti che speriamo venga trainata dalla nostra presenza al festival, che nel nostro piccolo vuole contribuire ad infrangere quella cortina d’indifferenza che penalizza la nuova musica». Così Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, ha presentato “Il paese è reale”, il progetto discografico che ha coinvolto 19 artisti, diversi tra loro per esperienza e ispirazione musicale ma rappresentativi di quella che si autoproclama la vera nuova musica italiana. Da qui poi l’ultimissimo tour della band denominato “Io voglio far qualcosa che serva” in arrivo a Rimini il 26 settembre, per la sedicesima data nella storia degli Afterhours, tra Slego e Velvet. Info www.velvet.it

mer 23 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

In piazzetta San Gregorio 9 a Rimini, la sera di venerdì 2 ottobre, Lou Pesaresi dedica una performance al ventennale di “Life is a pigsty” degli Smiths, che unisce il raffinato Noel Coward alla voce potente di Amy Winehouse passando per Morrissey. Il tutto filtrato da Lou Pesaresi, che unisce una raffinata cultura e sensibilità musicale ad un’anima di performer, intrecciando le suggestioni della musica di tendenza con veri e propri happening tra danza e arti visive. Canta Morrissey: “Puoi fermare il tempo, te ne prego? Puoi fermare il dolore?”. La risposta di Pesaresi è un messaggio di amore per la vita, intesa come coraggio e talento di esserci a tempo pieno.

mer 23 set 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

L'altro giorno andavo a fare la spesa al Conad Tiberio e osservavo la strada e le villette del quartiere. Come quasi in tutta Italia, i giardini privati sono protetti da reti e cancellate e sono molto curati. A volte ci sono dei piccoli orti, il che significa una funzione primaria, l'autoproduzione di cibo. Il marciapiede è alberato e le aiuole sono incolte, piene di erbacce, che crescono tra la strada e i muri delle case. Anche a Marina Centro, notavo proprio ieri, la zona in cui si trova il fiore della nostra attività produttiva, la pavimentazione stradale è ormai distrutta. Le strisce in pietra bianca e liscia ai due lati sono state spezzate dal peso dei filobus, in molti punti si sono frantumate e le hanno rabberciate con toppe di catrame nero. La pavimentazione in sampietrini è sconnessa, sempre a causa del traffico, e la sede stradale è disagevole sia per i mezzi a motore sia per le biciclette. 

mer 07 ott 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

 

Le città antiche non conoscevano il verde pubblico e Rimini non faceva eccezione. Solo nel 1888 nacque il nostro primo parco cittadino, piazza Ferrari. Artefice dell'operazione fu la Cassa di Risparmio, quando costruì la sua nuova sede. All'epoca salutata con grandi elogi - anche in quei tempi non era certo frequente rinunciare ad una lucrosa impresa immobiliare, per di più nel cuore della città, per piantarvi degli alberi - la nascita dei giardini non fu indolore. Per realizzarli fu abbattuto un intero isolato occupato da ex edifici religiosi, alcuni dei quali antichissimi: come il convento delle Celibate, che era stato il palazzo degli Atti, la famiglia di Isotta, e la chiesa di San Tomaso, addirittura di epoca bizantina. Cosa celasse quel riquadro lo si è poi visto con il ritrovamento della Domus del Chirurgo; gli archeologi in quel frangente hanno verificato che i mosaici proseguono anche nella parte non scavata.

 

mer 07 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

Clamoroso provvedimento della Banca d’Italia: il 2 ottobre la Banca di Rimini è stata posta in amministrazione straordinaria e affidata a commissari nominati dall’istituto centrale. Sospesi dalle loro funzioni gli organi amministrativi e di controllo. Nelle motivazioni si parla di “gravi irregolarità e gravi violazioni normative”. Inoltre, prosegue una nota del Ministero dell’Economia, titolare del provvedimento, “le anomalie riguardano l’assetto organizzativo e gestionale e il sistema dei controlli interni”. La Banca di Rimini aveva subito alcune ispezioni tra febbraio e aprile scorsi. Inoltre la Procura della Repubblica aveva aperto indagini, non ancora concluse, su casi di truffa, usura ed estorsione da parte di due funzionari della banca.

 

mer 07 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Anche Alberto Ravaioli, sindaco di Rimini e primario di oncologia, è coinvolto dell’indagine dei Nas di Bologna su di un vasto giro di false ricette per riscuotere i rimborsi. L'indagine dei carabinieri, svolta con la collaborazione delle Ausl di Bologna e Ravenna, è coordinata dalla Procura di Bologna. A Rimini oltre a Ravaioli, che comunque non ha ancora ricevuto alcun avviso di garanzia, sono coinvolti altri 7 medici del suo reparto.

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Largo ai giovani: il futuro è loro. Anche perché in fin dei conti a loro appartiene anche il presente, visto che se lo devono conquistare giorno per giorno, tra precarietà e falsi miti. I giovani sono una potenza nomade, anzi "La potenza nomade", come recita il titolo dell'edizione di quest'anno delle giornate di studio del centro Pio Manzù (23-25 ottobre, Rimini).
Ma chi sono esattamente questi giovani? E dove vanno? "I giovani fondamentalmente interessano come consumatori - afferma Gerardo Filibe rto Dasi, Segretario Generale del Centro internazionale che organizza queste giornate di studi - Della loro effettiva condizione esistenziale, di fatto, interessa poco. Rappresentano una potenza nomade perché interpretano l'atomizzazione della nostra società globale. Il Pio Manzù si interessa a loro senza pretendere di fornire alcuna ricetta miracolosa, cercando di andare oltre le banalità che ogni giorno vengono propinate da certa stampa e certa televisione. Parleremo di linguaggi, di stili di vita, di percorsi formativi, del mondo del lavoro ma anche di cultura". Con un pizzico di ammirazione, forse - si potrebbe aggiungere - per questi giovani in perenne cammino verso l'ignoto.

mer 07 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micheli Stefano

Ancora una volta un grande artista del panorama pop rock italiano ha scelto di battezzare il proprio nuovo tour a Rimini; dopo i felici esordi di "Safari" di Jovanotti (maggio 2008) e di "Alla mia età" di Tiziano Ferro (maggio 2009) anche Eros Ramazzotti ricomincia la sua stagione concertistica dalla nostra città che a questo punto, si può affermare senza timore di essere smentiti, rappresenta una vera e propria terra promessa m usicale.
Sperando di ripetere i trionfi dei suoi illustri predecessori, il menestrello romano sarà al 105 Stadium di Rimini mercoledì 21 ottobre prossimo dove porterà in concerto, a partire dalle ore 21, i brani del suo ultimo disco di inediti "Ali e radici", uscito la scorsa primavera, anticipato e trainato per tutta la bella stagione dal solito tormentone in perfetto stile ramazzottiano "Parla con me".

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Giovanardi Alessandro

Uno degli utilizzi migliori che si può fare di una grande, spettacolare esposizione come Da Rembrandt a Gauguin a Picasso: l'incanto della pittura (Capolavori provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston, Castel Sismondo, 10 ottobre 2009-13 marzo 2010), è trarne un viatico, un’iniziazione alla storia della pittura, un inizio d’innamoramento leggero e piacevole per chi alla materia si è sempre interessato poco (o nulla) e desidera affinare il proprio sguardo, cominciare un cammino che troverà poi altrove i mordenti storici e critici necessari a una vera crescita estetica e intellettuale. L’incanto non è mai sufficiente, occorre la lenta, lunga meditazione – lontano dal clamore dell’evento – eppure il pensiero si risveglia proprio davanti alla meraviglia, al grande brivido evocato da un rosario di capolavori o, da un solo unico, potente dipinto. Se oltre al successo di pubblico la mostra avrà suscitato una manciata di “risvegli” si sarà colto un indiretto ma più alto obiettivo. 

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Sono trentatre gli spettacoli tra prosa, balletto, comici e operetta che compongono la stagione teatrale riminese 2009/2010. Alla conferenza stampa, a presentare il cartellone del Novelli insieme a Carlo Compatangelo, Presidente dell'Istituzione Musica Teatro Eventi, e Giampiero Piscaglia, Direttore della stessa e fautore della stagione, ha fatto il suo pubblico "battesimo" il nuovo Assessore alla Cultura Antonella Beltrami. Il sipario del Novelli, col turno ABC, si apre il 16 novembre nel segno di Shakespeare e della sua popolare e brillante commedia Molto rumore per nulla diretta da Gabriele Lavia. A seguire L'appartamento, un classico del cinema hollywoodiano, rivive sul palco grazie alla coppia Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli (11-13 dicembre); Maurizio Micheli e Tullio Solenghi dedicano le loro attenzioni all'Unità d'Italia (8-10 gennaio) mentre Pino Micol porta in scena Il birraio di Preston dal romanzo di Andrea Camilleri (21-23 gennaio) e Massimo Popolizio indossa i panni del celeberrimo Cyrano de Bergerac (14-16 febbraio).

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

La Signora del caviale è una persona di quelle che ti rivolgi a lei con deferenza, anche se non sai perché. O forse sì: perché sai che un suo sorriso può schiuderti le porte di un mondo. La Signora del caviale ti guarda da lontano, e la sua figura svanisce piano nelle nebbie del Po. Nelle nebbie del tempo… La signora del caviale è il terzo romanzo di Michele Marziani, dopo “La trota ai tempi di Zorro” e dopo il recente “Umberto Dei”. La storia l’accenniamo appena: è ambientata lungo il Po, nel Ferrarese, ed è un mito ormai più che una semplice storia, il mito del caviale fatto con gli storioni del più importante fiume italiano, una tradizione portata avanti dalle famiglie ebraiche. Solo che scoppiò la guerra… il resto è facile supporlo.

mer 07 ott 2009 - Notizia di Borgo Sant'Andrea - scritto da Barlaam Lorella

Arnaldo Pedrazzi è un riminese DOC, che ha lungamente esercitato la professione di dentista, innamorato dell'arte e della storia. Nei suoi libri ha raccontato le antiche costruzioni pubbliche e private di Rimini scomparse nel polverone della storia recente, ormai affidate, come le generazioni che le abitarono, alle fonti storiche e alla memoria di pochi. Pedrazzi, partendo da un indizio - una foto, una cartina, una citazione - come un investigatore umanista ricostruisce gli strati del tempo, senza dimenticare che sunt lacrimae rerum.

mer 07 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

La sala della Cineteca comunale, in via Gambalunga 27, è divenuta in questi anni il punto di riferimento per i cinefili riminesi.
Il 5 ottobre è partita con la retrospettiva monografica di Sidney Lumet (Premio Fellini 2009) e ogni lunedì pomeriggio di ottobre sarà possibile vedere grandi film come "Quel pomeriggio di un giorno da cani" il 5, "Quinto potere" il 19 e "Il verdetto" il 26.
Sempre il lunedì ma la sera, alle ore 21, si potranno sondare i nuovi percorsi del cinema italiano attraverso opere originali non sempre commercialmente fortunate ("Un altro pianeta", "Parada", "La siciliana ribelle", "Il primo giorno d'inverno").

mer 07 ott 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Mai avrei immaginato che alla "Banca Etica" di Rimini avessero l'avventatezza di imitare le turpi gesta anti-italiane di chi, con "l'invidia tipica della sinistra", procura delusione e sofferenza a Berlusconi, ostinandosi a non riconoscerlo "L'Uomo della Provvidenza 2". I dirigenti di quel meritorio istituto creditizio hanno infatti preannunciato che rifiuteranno i soldi provenienti dallo scudo fiscale perché «mancano del requisito fondamentale della trasparenza». Non si stupiscano, dunque, di trovarsi presto inseriti nell'elenco dei "cultori dell'odio", aggiornato con quotidiana diligenza dai ragazzi di bottega Cicchitto e Capezzone, che poi lo passano a Feltri perché provveda come lui sa, col suo Giornale a canne mozze. 

mer 07 ott 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Ho detto basta. Quella di ieri era proprio l'ultima. Ormai ero arrivata a una-due al giorno, dopo i pasti, e non mi davano più nemmeno tanto gusto, tant'è che a volte le lasciavo a metà. Erano un rito, un tic, un vizio da godere in solitudine, o da condividere al massimo con il mio figlio più piccolo, che ne va matto, e quando me ne vede una in mano strepita e allunga il braccino per prenderla. E io? Gliela cedo, naturalmente, e lo guardo compiaciuta mentre la consuma fino all'ultimo. 
Prima che mi denunciate per istigazione di minore al tabagismo, meglio chiarire che non sto parlando di sigarette, ma di pesche. Io le adoro. Primo, perché, come tutta la frutta, mi permettono di recitare uno dei ruoli più utili e nonviolenti previsti dal copione di Madre Natura, quello del bestione goloso che si sbafa la pesca e in cambio fa da tassista per il nocciolo. Secondo, perché le pesche romagnole sono in assoluto le migliori del mondo, con buona pace degli americani, i soli a produrne più di noi, ma quanto a sapore lasciamo perdere (e parlo per averle assaggiate sul posto). 

mer 07 ott 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Dicono gli urbanisti (almeno quelli intelligenti) che la città è un sistema, cioè un insieme di parti tutte collegate tra loro, o direttamente o attraverso le altre. Quando si va a toccare il traffico automobilistico lo si vede bene. Il traffico è una cosa in movimento, la città una cosa ferma. Sotto un certo aspetto è come un fiume: l'acqua si sposta, il letto del fiume è fermo. Ma non è esattamente così. La differenza è che l'acqua, se la si lascia fare, il letto del fiume se lo fa da sola. Le automobili non possono fare le strade. Ma ciò non toglie che, tutte insieme, si comportano come un fluido. Se le si lascia muovere liberamente, riempiono tutti i buchi, come l'acqua, finché non c'è più posto.

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Il Mulino di Amleto di Rimini ha annunciato la sua chiusura definitiva per il mese di giugno. Nella speranza di un ripensamento, gli appassionati di teatro possono ancora godere di una stagione di performance, spettacoli e corsi nello spazio teatrale della zona Grotta Rossa. E saranno proprio i laboratori i protagonisti della serata di giovedì 8 ottobre, alle 21. Nello spazio di via del Castoro verranno presentati i corsi, in programma dal 12 ottobre: il combattimento teatrale con Teodoro Bonci del Bene; il laboratorio di teatro base con Daniela Lupparelli e Riccardo Maneglia; "Racconta Mi - Racconta Ti" con Gianluca Reggiani e Marco Bianchini alla scoperta di tecniche e segreti dei grandi narratori; il progetto tragedia "Il caso di Edipo" con Gianluca Reggiani; il musical con Andrea Ascari e Simona Meriggi; "Sei, buffone?" con Riccardo Maneglia e Nicola Succi nel mondo dei giullari; Alex e Checco della Compagnia dei Ciarlatani condurranno "Sotto maschera. Il clown non è un pagliaccio" e un corso di approccio alla giocoleria; teatro-danza con Valeria Fiorini (finalista al concorso Giovani Danz'Autori); dizione e fonetica con Giovanni Casadei. 
In programma anche laboratori teatrali per bambini e ragazzi con Beppe Chirico. 
Il primo incontro di ciascun laboratorio è gratuito, con tessera associativa annuale di 10 euro. 
Info e iscrizioni 0541.752056

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Già da un mese il Laboratorio di Myriam ha riaperto le sue accoglienti porte ai bimbi del giardino d’infanzia, che ogni mattina non solo giocano e disegnano, ma impastano il pane, preparano l’orto, fanno teatro e accudiscono pesciolini, cocorite e un coniglietto nano. Ora per l’associazione culturale del centro storico di Rimini è tempo di ripartire anche con i corsi pomeridiani rivolti a bambini e ragazzi. Tra le novità di quest’anno il corso “Giornalisti in erba” per i ragazzi delle scuole medie, tenuto dal giornalista professionista Loris Pironi (direttore del settimanale Fixing) e dalla scrittrice Simona B. Lenic (autrice di Setalux), per capire come nasce e come va trattata una notizia, ma anche per imparare a leggerla nella giusta maniera (ogni giovedì dal 29 ottobre al 17 dicembre, dalle 17.15 alle 18.30).

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Con il concerto dell' Orchestre National Du Capitole De Toulouse diretta dal maestro Tugan Sokhiev, si è conclusa la parte sinfonica della sessantesima edizione della Sagra Musicale Malatestiana, che ha conquistato più di 1400 spettatori a serata. La Sagra - che dal prossimo anno sarà ospitata in un nuovo auditorium interamente dedicato alla musica - prosegue ora con i "Concerti della domenica". In programma il Quartetto d'Archi della Scala (Teatro degli Atti, 25 ottobre ore 17); il concerto in onore di Minnie Torsani dell'Ottetto Camerata Berlin (Novelli, 1° novembre ore 21); il pianista canadese Louis Lortie (Teatro degli Atti, 15 novembre ore 17). Gran finale al Novelli con il pianista jazz Stefano Bollani (30 novembre ore 21).
Info Istituzione Musica Teatro Eventi tel. 0541 704294 - 704293 www.sagramusicalemalatestiana.it

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Continua fino al 30 ottobre l'intenso programma di "Arte senza limiti" spettacoli e laboratori a per un incontro tra diverse abilità. Domenica 25 ottobre la Casa del Teatro e della Danza di Viserba ospita una lezione aperta di dancearttherapy (ore 15.30/17). All'Ex Colonia Bertazzoni di Riccione andrà in scena "Alice nel buio delle meraviglie" percorso sensoriale al buio (10 ottobre ore 20.30 e 22.30, 11 ottobre ore 17 e 19). Il Mulino di Amleto ospiterà in prima nazionale "Beautiful dreams have hope" della compagnia serba Per.Art (24 ottobre, ore 21.15). Mentre il Lavatoio di Santarcangelo sarà il palco di "Iconostasi" della compagnia Teatrouno (ore 21.15).
Il progetto propone inoltre una rassegna per le scuole.
Il programma completo dell'iniziativa su www.provincia.rimini.it/progetti/sociale

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Anche quest'anno, ad affiancare i tre canonici turni della stagione teatrale del Novelli, una piccola ma preziosa rassegna promossa dal Progetto Reti e ospitata al Teatro degli Atti: Riminesi venuti da lontano. Per quattro mes, si avvicenderanno sul palco degli Atti artisti riminesi, a partire da Silvio Castiglioni che ne Il silenzio di Dio si cimenterà in un radiodramma teatrale tratto dal racconto di Silvio D'Arzo Casa d'altri e nell'invettiva da I fratelli Karamazov di Dostoevskij (22 dicembre). A seguire una pausa poetico musicale con il concerto Voci: Daniela Piccari e Andrea Alessi a interpretare poesie e racconti di Tonino Guerra, Raffaello Baldini e Nino Pedretti (28 dicembre). Ad accogliere il 2010 un evento in collaborazione con Assalti al cuore off : il concerto dell'eclettico musicista Vincenzo Vasi in Perfavore sing (24 gennaio) e per finire il 21 marzo Paola Vannoni e Roberto Scappin in Tragedia tutta esteriore.

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Martedì 13 ottobre la danza è grande protagonista al Cinema Teatro Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16), con la proiezione della "Trilogia di Balletti Russi" composta da "L'uccello di fuoco", "La sagra della primavera" e "Le nozze", su musiche di Stravinsky (ore 21).

Lo spettacolo è stato registrato nel Teatro Mariinsky di San Pietroburgo con la direzione d'orchestra affidata alla prestigiosa bacchetta di Valery Gergiev. Le coreografie sono firmate da Michel Fokine, Bronislava Nijinska e Vaslav Nijinsky. Interpreti principali sono Alexandra Iosifidi e Yekaterina Kondaurova.
Ingresso a pagamento (interi 10 euro, ridotti 8 euro).
Info tel. 328.2571483 www.cinematiberio.it


mer 07 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

Messa da parte la coppia vincente dell'estate "moijto + infradito" ed eliminati a fatica gli ultimi irriducibili granelli di sabbia in casa, dopo qualche weekend nostalgico dedicato alle chiusure estive, arriva ottobre, il mese delle aperture e dell'avvio ufficiale del divertimento indoor. A Rimini per un Rockisland, un Barrumba e un Kiosko che chiudono tra le lacrime dei più affezionati, ci sono comunque motivi di consolazione: con la prima discesa del termometro serale sotto i 20 gradi è immediatamente riesploso il fenomeno piazzetta (mercoledì, venerdì, sabato e domenica, ogni sera è buona per una birra in città) mentre all'Ecu sono già ripartite le rockeggianti notti Fuori Kolle (prossimo appuntamento per Halloween il 30 ottobre). Sempre all'insegna del rock ha riaperto a Sant'Aquilina il Velvet che tra serate Altrove, Retropolis, Slego Remember e concerti promette una stagione zero noia. Grande sorpresa invece per i riminesi più "fighetti" che dopo un anno di letargo trascorso in trasferta nelle disco riccionesi potranno tornare tra le mura amiche: a fine ottobre (venerdì 30) è prevista la riapertura del Paradiso con una nuova gestione.

gio 15 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Musiche, cibo, balli, letture, performance, pet therapy, burattini, processioni e molto altro. La Festa del Borgo Sant’Andrea è un evento matrioska di tanti eventi: ciò indica un intelligente approdo verso un pubblico ampio e trasversale. E’ bello quindi incrociare in questa edizione denominata ‘I Luoghi Parlanti’ alcune chicche artistiche come quella proposta per la prima volta a Rimini da Vincenzo Vasi. Anche se risiede a Rimini, Vincenzo – a mio avviso - è galattico: ha collaborato con stelle nazionali ed internazionali della musica, atterrando su alcuni “pianeti” come Capossela e Mike Patton, leader dei Faith no More. Lo avvicino in uno dei rari atterraggi vicino a ‘caasaa’.

mer 07 ott 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Fu Guido Testolina, sagace tecnico veneziano, che nel campionato 1962- 63, trasformò il giovane Lino Carletti, riminese autentico, classe 1943, da attaccante in difensore. Mai metamorfosi si rivelò più indovinata e produttiva. Era quello un Rimini profondamente rinnovato: nuovo era l'allenatore, l'ottimo Romolo Bizzotto, nuovi erano i volti di Nerozzi, Pennati, Guizzo, Morelli, Mangiarotti. Fu un campionato indimenticabile. Finimmo secondi a cinque lunghezze dal Prato allenato da Natalino Faccenda. Ai tifosi riminesi restò l'immensa soddisfazione di aver veduto la squadra del cuore esprimere un gioco di ottima fattura e di alta spettacolarità. Tra le diverse operazioni riuscite a Romolo Bizzotto, ci fu la valorizzazione di alcuni giovani del vivaio locale. 

mer 07 ott 2009 - Notizia di sport - scritto da Ioli Luca

Il basket riminese si appresta a vivere una svolta epocale: il cambio al vertice dei Crabs dal padre padrone Adriano Braschi al vincentissimo ed ultra cestista Alberto Bucci. Mentre scriviamo siamo tutti in attesa del bonifico che va a ripianare parte dei debiti contratti dalla Basket Rimini Srl (la seconda tranche seguirà a breve), quanto richiesto dalla vecchia proprietà per il subentro della nuova, dopo di ché l'assemblea dei soci metterà la parola fine alla maggioranza detenuta dalla public company Rimini Sport Srl nella maggiore società del basket riminese. Una avventura che inizia sotto i migliori auspici, con una società bene avviata nel campionato (ma Bucci non esclude un rinforzo in corso d'opera, soprattutto se coach Sacco troverà l'amalgama giusta per un gruppo di buone potenzialità) e con una proprietà che ha voglia di fare bene affidandosi ad un uomo di grande esperienza e capacità che conosce il basket come pochi altri in Italia: Bucci è una delle figure di spicco del basket nazionale insieme a Dan Peterson, Dino Meneghin e Valerio Bianchini. Proprio Bucci è intervenuto con parole di elogio per l'iniziativa Marr superstar, 25° anniversario che ha riesumato una passione evidentemente mai sopita per quella squadra d'altri tempi. Ne parliamo con Teto Gambetti (il suo vero nome, mai usato è Adalberto) Presidente del Comitato che ha organizzato l'impresa.

mer 07 ott 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Ioli Luca

E' un piacere ritornare al Ristorante Matilda, in primo luogo per le sicurezze che sono quelle di sempre: servizio efficiente, tavoli ben distanziati, menù chiaro ed un buon rapporto qualità prezzo. Inoltre lo spazio è aperto durante l'estate e questo ci mette di buon umore.
Poi la scelta, che va dalla pizza (ottima, bassa e grande, la più grande che ci sia capitata di mangiare) per proseguire con i primi sino ad arrivare ai menù etnici spagnoli e messicani.
Quello messicano è spettacolare e ne vale sempre la pena, soprattutto in un ristorante che ti permette di cenare "piccante" senza coinvolgere i figli piccoli che si possono orientare sulla pizza.

mer 07 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Martedì 20 ottobre sarà una giornata dedicata ad un libro e un film importanti: la Storia della Colonna infame, capolavoro del Manzoni maturo, costituisce la vera conclusione de I Promessi Sposi, e ne contiene il senso più autentico: una riflessione attualissima sulla società e la giustizia, la violenza e il potere, l'ignoranza e il sapere, che emerge anche dal film che Nelo Risi nel 1973 ha tratto dal testo manzoniano.

Alle 18 nella Sala del Settecento della Biblioteca Gambalunga verrà presentata la Storia della Colonna infame, a cura di Luigi Weber, Edizioni ETS, 2009, in una nuova edizione. Partecipano, oltre al curatore, Maria Panetta, Università “La Sapienza” di Roma e Silvio Castiglioni, che leggerà alcuni brani tratti dal testo manzoniano, mentre alle 21 presso la Sala della Cineteca della Biblioteca Gambalunga avverrà la proiezione del film La colonna infame di Nelo Risi, preceduta dall'introduzione di Luigi Weber e Riccardo Belotti.

mer 21 ott 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

 

Domenica il Partito Democratico va alle sue primarie per scegliere il segretario. Bersani, Franceschini o Marini: questa la scelta. Ma chiunque sarà il vincitore, dove andrà poi effettivamente il secondo partito italiano, il primo in alcune regioni compresa la nostra, non è chiaro per nessuno.

Si dice che il Pd non funzioni perché è la semplice sommatoria di ex-comunisti ed ex-democristiani. Ma ciò che più fa difetto ai democratici è proprio quello che teneva insieme la Dc e il Pci: la capillare presenza nel “territorio” e un’identità che abbia la forza di una fede. Ciò che pare riuscire oggi solo alla Lega, per quanto in ambiti limitati.

Ciò nonostante, la partecipazione alle vicende non certo felici del Pd è molto alta. Secondo alcuni osservatori, fin troppo alta. Gli italiani, dice questa scuola di pensiero, vogliono seguire adoranti un capo, non sceglierselo da soli. L’immagine di un partito che discute al suo interno viene vista come litigiosa, non come democratica: “Quelle cose lasciamole fare agli americani”.

 

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Ceka Agron

Nell'ultima sanatoria sono state presentate circa 300.000 domande da parte dei datori di lavoro che hanno chiesto di regolarizzare la loro collaboratrice familiare che facevano lavorare in nero da almeno 3 mesi prima del 30 giugno 2009. L'ultimo termine di presentazione delle domande era il 30 settembre. I primi giorni di ottobre, le prefetture competenti hanno iniziato a chiamare i datori di lavoro per completare la loro pratica. I tempi veloci di elaborazione e risposta della Prefettura e della Questura di Rimini, fa pensare che gli immigrati clandestini avranno presto un permesso di soggiorno, che da tempo aspettavano. Presto quindi potranno fare anche il loro viaggio in patria da regolari e soprattutto stare in Italia tranquilli, senza la paura e la sofferenza sempre più grande dei clandestini. La singola pratica, si può controllare anche direttamente online sul sito del Ministero dell'Interno: http://domanda.nullaostalavoro.interno.it/

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Ceka Agron

Nell'ultima sanatoria sono state presentate circa 300.000 domande da parte dei datori di lavoro che hanno chiesto di regolarizzare la loro collaboratrice familiare che facevano lavorare in nero da almeno 3 mesi prima del 30 giugno 2009. L'ultimo termine di presentazione delle domande era il 30 settembre. I primi giorni di ottobre, le prefetture competenti hanno iniziato a chiamare i datori di lavoro per completare la loro pratica. I tempi veloci di elaborazione e risposta della Prefettura e della Questura di Rimini, fa pensare che gli immigrati clandestini avranno presto un permesso di soggiorno, che da tempo aspettavano. Presto quindi potranno fare anche il loro viaggio in patria da regolari e soprattutto stare in Italia tranquilli, senza la paura e la sofferenza sempre più grande dei clandestini. La singola pratica, si può controllare anche direttamente online sul sito del Ministero dell'Interno: http://domanda.nullaostalavoro.interno.it/

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Il Mulino di Amleto di Rimini ha compiuto sette anni e sta dunque per inaugurare la sua settima stagione teatrale accompagnata dalla sempre seguita attività laboratoriale.Peccato che quella sta per cominciare sarà, probabilmente, anche l'ultima stagione. A fine giugno 2010 si chiude. Chiediamo ragguagli a Gianluca Reggiani, fondatore del Mulino insieme a Riccardo Maneglia e Daniela Lupparelli. 
Quali sono i motivi che hanno portato alla decisione di chiudere il Mulino di Amleto?
"Negli ultimi anni il Comune di Rimini ci ha riconosciuto un contributo annuale che ci ha permesso di resistere ma che non è più sufficiente. Inoltre gli incredibili e continui ritardi con il quale lo riceviamo crea grandi problemi alla gestione della nostra economia. Il carico dei costi di gestione di base, affitto e utenze, è diventato troppo pesante, ma soprattutto non ci permette di crescere, di migliorare, di fare gli investimenti necessari". 

mer 21 ott 2009 - Notizia di Borgo Marina - scritto da Vici Luca

Era la sede del tribunale del Sant'Uffizio. Ospitava una famosa scuola di filosofia dove studiò (e da cui fuggì) anche il giovane Carlo Goldoni. Giotto aveva dipinto un San Tommaso d'Aquino sulla sua facciata. Vi erano sepolti i grandi della città e conteneva un'incredibile collezione di tesori artistici. Era così grande che le mura della città furono deviate apposta per contenerlo e quando fu trasformato in caserma ci potevano stare seicento cavalli. Eppure del grande complesso dei Domenicani a Rimini non resta nulla. Si fa fatica a immaginare oggi cosa sorgesse circa fra le vie Gambalunga, Tonti, Oberdan e Roma: la chiesa di San Cataldo, lo studium, il convento con i due chiostri, uno dei quali così grande che Roberto Malatesta vi si esercitava nella caccia.
La chiesa di San Cataldo è citata per la prima volta nel 1168, quando già dà nome alla porta urbica che si apre sul Borgo Marina. Di proprietà comunale, nel 1256 fu concessa ai Domenicani, che probabilmente la ricostruirono nel 1278 aggiungendo un grande convento. 

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Per il turismo balneare italiano è stata un'estate gelida: le presenze sono diminuite complessivamente del 6,4 per cento, con crolli rovinosi in Sicilia, Sardegna e Liguria. Chi se la cava meglio è la Riviera Romagnola, che riesce a contenere i danni con il 2,7 per cento delle presenze in meno e aumentando gli arrivi dello 0,4 per cento. Questo almeno stando ai dati di Unioncamere, presentati il 17 ottobre scorso al TTG tenutosi alla fiera di Rimini. 

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Giovedì 29 ottobre, al teatro Novelli di Rimini dalle ore 21, si svolgerà la serata di spettacolo e premiazione che conclude l'edizione 2009 di "Nuove idee Nuove Imprese", la competizione per business plan promossa da enti e istituzioni della provincia di Rimini e della Repubblica di San Marino. I progetti dei giovani per far nascere nuove imprese saranno già in mostra dalle 19 nella Galleria delle Idee, allestita nel ridotto del Novelli. Alle 21 la premiazione dei tre progetti vincitori e di quelli più meritevoli, cui seguirà lo spettacolo dei comici Sergio Sgrilli e Paolo Magone. La serata sarà presentata da Maurizia Cocchi.

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Alla guerra come alla guerra. Non è mai successo che Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera, si tiri indietro quando c'è dimostrare sul campo chi è il più bravo. "Questo è il mercato", ripete ad ogni occasione. E lo ha ripetuto il 16 ottobre alla presentazione dell'ultima sfida. Che si chiama Packology, fiera del packaging in programma da martedì 8 a venerdì 11 giugno 2010. 
La sfida in questo caso è a Milano, che ha già Ipack - Ima. E a Bologna, che non se l'è sentita di accogliere la proposta di Ucima, l'Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche, per lanciare una manifestazione concorrente. Rimini invece ci crede al punto di proporsi all'Ucima come partner "perfetto" al 50 per cento. Non solo: ha messo sul piatto un milione di euro per promuovere la nuova esposizione, che avrà una periodicità triennale e occuperà circa la metà dei quartieri: otto padiglioni per un'area di 60.000 mq. Saranno in mostra macchine per il confezionamento, macchine di processo, materiali per imballaggi, tecnologie per l'etichettatura, la codifica e la marcatura, accessori e componenti, tecnologie legate alla logistica, stampa e editoria di settore. 
Packology proporrà la produzione industriale del sistema del packaging che in Italia è fortemente orientato all'export: va all'estero addirittura l'88,5 per cento dei nostri macchinari. Escono soprattutto dagli stabilimenti emiliani, ma anche piemontesi, lombardi, veneti. 

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

La terza edizione di ECOMONDO, fiera dell'ambiente leader nel settore, a Rimini Fiera dal 28 al 31 ottobre, ospiterà 1.500 imprese su 110.000 mq; sono attesi oltre 60 mila visitatori.

Negli stessi giorni si svolgeranno anche Key Energy - Fiera Internazionale per l'Energia e la Mobilità Sostenibile, il Clima e le Risorse per un Nuovo Sviluppo; Energyes - 
Sistemi e soluzioni per un uso efficiente dell'energia; RI3 Ricarica Rigenera Riusa - 5a Rassegna della Rigenerazione, Ricarica e Riuso dei supporti di stampa, hardware e prodotti. Numerosi i convegni e gli appuntamenti, dedicati soprattutto al recupero di materia ed energia e allo sviluppo sostenibile.

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Schiavoncini Ariodante

Il primo novembre del 1943, alle ore undici e cinquanta circa, la città di Rimini ha subito il primo bombardamento. La città non aveva rifugi adeguati, esistevano solamente degli scavi simili a trincee, effettuati in diversi luoghi della città. Travi di legno, sopra gli scavi, sostenevano una copertura di terriccio, che dovevano servire come paraschegge. In uno di questi inadeguati rifugi, colpito dalle bombe del primo novembre, ci sono stati una ventina di morti.
Oggi quella via si chiama Vittime civili di guerra. Da quel primo novembre è iniziato il calvario dei Riminesi, la popolazione ha cercato sistemazioni di fortuna nei paesi, nei casolari del circondario e nelle gallerie del trenino per San Marino.
L'ospedale civile, l'ospedalino dei bambini, sono stati evacuati e trasferiti in una villa vicina alla chiesa di San Fortunato. Rimini, da quel primo novembre, è stata sottoposta a bombardamenti sempre più frequenti e distruttivi, alla liberazione, oltre l'ottanta per cento della città risultava distrutta.
I peggiori e più prolungati bombardamenti che ricordo, prima di trasferirmi nella regione Friuli, sono stati il 26 novembre e il 28- 29- 30- dicembre. 

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

La settima edizione del Festival "Le voci dell'anima - incontri teatrali", ospitato come di consueto al 
Teatro degli Atti di Rimini, prevede sei giorni di spettacoli messi in scena da compagnie provenienti da tutte le parti di Italia. Si inizia giovedì 22 ottobre con la Compagnia Arti(col)azione di Genova che in La Cella Elastica, ispirato a Bulgakov, ci offrono una prospettiva nuova dell'amore tra Faust e Margherita: esclusivamente attraverso gli occhi della donna. 
Sempre di evocazione classica, venerdi 23 ottobre, lo spettacolo della compagnia fiorentina Isole Comprese Teatro che, in Io e Amleto, immagina un Amleto che sopravvive ad Amleto, che fa la sua vita a brandelli e ne racconta una eroica. Sabato 24 ottobre il Teatro delle Macerie di Cento porta in scena Macerie, non solo i muri delle case abbandonate, ma anche i vecchi, i ricordi, i fantasmi: anello di congiunzione con un ipotetico 'prima'.

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Continua la rassegna Opera Live del cinema teatro Tiberio di Rimini, che sabato 24 ottobre propone “La Rondine” di Giacomo Puccini, nell’allestimento andato in scena al Teatro La Fenice di Venezia nel 2008, con la direzione di Carlo Rizzi, la regia di Graham Vick e, nei ruoli principali, Fiorenza Cedolin, Sandra Pastrano, Arturo Chacon-Cruz, Mark Milhofer e Stefano Antonucci (ore 20.30). Sul grande schermo di San Giuliano si potranno assaporare i tre atti di questa opera che nacque come un’operetta e venne trasformata solo successivamente in un’opera vera e propria per volere di Puccini.

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Quasi tremila copie di grandi classici della letteratura mondiale saranno donati al liceo Einstein di Rimini e al liceo Serpieri di Viserba, e altre migliaia sono pronte per essere distribuite alle scuole del riminese che ne faranno richiesta. Questa iniziativa – lanciata dall’editore Guaraldi – non solo arricchisce le biblioteche scolastiche ma fa sì che libri invenduti ma di qualità vengano salvati dal macero e riprendano nuova vita. Una nuova vita che può essere restituita ai libri anche passando dal cartaceo al digitale: per questo l’iniziativa prevede dei momenti di incontro con studenti e insegnanti – condotti Gian Marco Malagoli – per capire come si legge un libro sulle Lavagne Interattive Multimediali, sugli e-Book Reader o sul pc.  

 

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Alessandro Gambalunga, giureconsulto riminese, nel 1617 lasciò alla città il suo palazzo e la biblioteca, con 300 scudi annui di dote. Nella sua storia secolare la Biblioteca Gambalunga si è nutrita di altre preziose donazioni. Sotto la direzione di Marcello Di Bella sono in corso di acquisizione le biblioteche di Giuseppe Bonura, Liliano Faenza e Vincenzo Mascia - presto consultabili dal pubblico - in cui è impresso il profilo di tre intellettuali che hanno segnato la vita culturale della città. "Uno dei migliori modi per far rivivere il pensiero d'un uomo: ricostruire la sua biblioteca" scrive la Yourcenar in Memorie di Adriano. Ne parliamo con Oriana Maroni, responsabile dei Fondi Moderni della Gambalunghiana.

mer 21 ott 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Università, una qualsiasi, anche molto vicina a noi. Primo anno, primo giorno di lezione. L'aula è pronta, pulita e luminosa. Arrivano i primi studenti. In anticipo, perché è il loro debutto, e sono emozionati. Iniziano a prendere posto. Come sempre, i più chiassosi in fondo, i più diligenti davanti, le belle fanciulle in mezzo, pronte a sorridere al bel prof, se sarà un bel prof. Pian piano l'aula si riempie. Puntuale arriva il docente. Inizia a sistemare il computer per proiettare le immagini. Il video funziona, tutto a posto. Gli studenti continuano ad arrivare. 
Ben presto l'aula è piena. Chi entra cerca con gli occhi un posto. Ne resta qualcuno qua e là, i primi già si appoggiano alle pareti, in piedi. Il docente invita ad occupare tutte le sedie, gli studenti si intrufolano, si siedono in prima fila, sempre l'ultima ad essere riempita. Rapidamente, tuttavia, sedie e pareti sono piene, ma ragazze e ragazzi ne entrano ancora. Passano davanti a quelli in piedi, fino allo spazio attorno alla cattedra, si siedono per terra. Il docente inizia la lezione. Ora l'aula è stracolma. I ritardatari non riescono più a entrare. Il numero previsto dalle norme di di sicurezza è ampiamente superato. Si è già violata una legge. Se dovesse accadere un incidente, ci sarebbero responsabilità colpose. Ma siamo in Italia, le leggi non si rispettano. Qualcuno resta a sbirciare dalla porta, altri ciondolano nell'atrio, altri se ne vanno. Al bar, magari a chiacchierare e divertirsi, come non divertirsi a vent'anni? Ma per loro la prima lezione non ci sarà, che il prof sia un Adone o un mostro. 

mer 21 ott 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

I residenti di via Brighenti sono come i bambini: gli dài un dito di carta stampata, e loro pretendono una mano. Da quando è uscito il pezzullo sulla Death Valley in miniatura (neanche tanto) rappresentata dal marciapiede davanti al Liceo Classico, quando esco di casa vengo spesso apostrofata da signore inviperite e gentiluomini sdegnati che mi invitano a denunciare altre emergenze limitrofe. «E di questa, quando parliamo?» mi interroga la vicina, indicandomi con aria di rimprovero la cacca davanti a casa sua, manco l'avessi fatta io. Caspita, saranno circa quarantatre anni che non defeco davanti a una casa, e anche allora non danneggiavo nessuno, perché portavo i pannolini. No, la mia vicina ce l'ha con i cani che scagazzano davanti alle nostre dimore, e ancora di più con me che, pur avendo in mano la leva del quarto potere non denuncio il malcostume canino-padronale. (In realtà ne ho parlato un paio d'anni fa, ma la signora si è trasferita in via Bertani solo di recente.) 

mer 21 ott 2009 - Notizia di satira

Finalmente Claudio Dau, consigliere comunale riminese della “destra storaciana vedova Santanchè”, è riuscito nell'epica impresa di battere sul tempo il suo ex gran capo Gioenzo Renzi, fino a ieri n. 1 di An e oggi n. 4 nel PDL, dopo Pizzolante, Piacenti e Lombardi. Ogni volta, infatti, che Dau si appresta a rivolgere un'interpellanza su di una fontanella che perde, un gatto che miagolando disturba i vicini, un extracomunitario da stramaledire, niente da fare: ci ha già pensato Renzi! Il quale, essendo perdipiù bi-consigliere comunale e regionale, recita poi il medesimo testo pure a Bologna. Ma questa volta Dau ce l'ha fatta e, grazie alla sua interpellanza, il monarchico Ruzzier ha vinto una storica battaglia: costringere il Comune a “reintitolare” Via Giovanni XXXIII a re Umberto I. 


mer 21 ott 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Sì, lo so, lo so, l'estate è finita da un pezzo. Eppure qualche buon sapore di nostalgia può rendere più piacevole la pausa pranzo di mezzogiorno. Per ogni commensale prendete una fetta grande di pane, casereccio, possibilmente siciliano (come tipologia, non serve che sia fatto in Sicilia) ma anche un buon pugliese va bene, qualche pomodorino che ancora viene dal Sud e sa di sole (sfregatelo sul pane), poi acciughe dissalate, buone, carnose, a pezzettoni, abbondanti, capperi lavati dal sale, cipolla rossa tagliata molto sottile, peperoncino frantumato, origano profumatissimo e olio extravergine, meglio se siciliano, da dove proviene il piatto, meglio se di oliva Tonda Iblea. Un bicchiere di vino bianco, per accompagnare, un po' di nostalgia dell'estate e un pranzo mediterraneo è pronto, in cinque minuti.

mer 21 ott 2009 - Notizia di sport - scritto da Ortalli Matteo

Dopo un'annata difficile terminata con una retrocessione e una prematura uscita ai playoff il calcio e il basket riminese sembrano avere imboccato la strada giusta nell'avvio della stagione 2009/2010.
I ragazzi di Melotti superati gli impacci iniziali nel girone B di Prima Divisione, hanno infilato risultati positivi in serie e si trovano in piena zona play off in un campionato che appare piuttosto equilibrato. La conferma del buon momento passa da due importanti impegni che attendono l'undici biancorosso: prima la difficile trasferta di Terni (il 25) poi l'atteso derby con i cugini del Ravenna (il 1° novembre). 
I Crabs, rinvigoriti anche dalla nuova proprietà, dopo tre giornate si trovano a punteggio pieno in vetta alla classifica di Legadue trascinati dai neo acquisti Myers, Bennermann ed Eby. Grande spettacolo al Flaminio che ha registrato nelle due gare casalinghe un importante risposta di pubblico, contagiato dall'entusiasmo e dal gioco spumeggiante della squadra. Le prossime due partite ci diranno se la Riviera Solare potrà diventare la squadra da battere e candidarsi ufficialmente al ruolo di favorita: domenica 25 il derbyssimo con Imola, la domenica successiva arriva a Rimini il Banco Sardegna Sassari.

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Nanni Gabriele

Siamo invasi dal bio. Come potrebbe essere altrimenti, visto che significa vita. Ma nel parlare comune, queste iniziali tre lettere che terrorizzavano alla terza e quarta ora del lunedì mattina (biologia, chi interroghiamo?), ora si aggrappano sempre più ad altro. Un buon comportamento può essere bioetico e a una persona che si mantiene sportiva e naturale nel tempo possiamo negarle un "sei bioesteticamente ok"? Sì, fortunatamente possiamo. Il bio ci invade. Ma in questo caso ci stuzzica, come tutte quelle cose che penzolano con moto oscillante uniforme tra scienza e religione, o tra fisica e metafisica: il biopensiero (ecco, ci siamo arrivati). "Il biopensiero. Fisica e Metafisica del vivere e del morire" è il titolo che raggruppa cinque conferenze gratuite nella Sala del Giudizio del Museo di Rimini in via Tonini, organizzate da Università Aperta, in collaborazione con il Comune, l'Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Gambalunga. Sono tutte di sabato o di domenica e iniziano sempre alle 17. Il curatore, Dalmazio Rossi, dice: "I temi della vita e della morte hanno sempre interessato la riflessione filosofica e la cultura in generale, ma oggi essi sollecitano questioni inedite, strettamente legate agli enormi e, talvolta, inquietanti sviluppi della scienza e della tecnica, soprattutto in campo bio-medico. Tali tematiche non possono non coinvolgere anche l'ambito strettamente politico. Per questi motivi abbiamo voluto proporre un'iniziativa in grado di dare risposte sia filosofico-scientifiche sia politiche; sempre nel rispetto di una pluralità di posizioni contrassegnate dal comune intento del dialogo o, per lo meno, del rispetto reciproco."

mer 21 ott 2009 - Notizia di cultura - scritto da Padovani Cesare

Dopo una lunga vacanza estiva, eccomi di nuovo con voi al mercato delle idee, per cercare e offrire desideri che, a volte, rimangono sogni e che, altre volte, diventano suggerimenti carichi di vitalità. Sono convinto, però, che anche quando un'idea si aggrappa a un sogno (come quel bimbo che a giugno mi offriva un fagiolo perché lo piantassi e, una volta cresciuto, mi arrampicassi sul suo fusto fino a raggiungere la luna), pure in questo caso può dire molto per sé e per gli altri, può alludere a un progetto e può essere segnale per uno stile di vita più autentico.
Ecco il nuovo annuncio:
Cerco qualcuno che mi indichi angolo della città, di Marina o della periferia, tranquillo, pulito, senza cemento, per ascoltare in silenzio la voce della luna. Lo pagherò con un sorriso. 
(Si invitano gli interessati ad inviare messaggi brevi, entro una settimana alla mail: cesarepadovani@libero.it)

mer 04 nov 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Chiede la nonna: "E domani dove vai di bello?" Risponde il nipotino: "A Fiabilandia!". Inorridisce la nonna: "A Fiabilandia??? Ma domani si va al cimitero!".
Nel dialogo-tipo che si è svolto nelle case riminesi durante lo scorso fine settimana si può scorgere l'immensità dell'abisso culturale che ormai separa le generazioni. Le feste dei Morti dei nostri avi si traducono ormai nel ponte dei Morti (quando casca bene nel calendario) per i genitori d'oggi, e in Halloween per i figlioli.
Come per tutti gli scontri generazionali, le conseguenze sono nefaste. Innanzi tutto, essendo assodato che l'evoluzione del cervello umano è ferma al neolitico, ogni festa continua a pretendere un tributo di follia e di sangue. Di qui l'accanimento nel commettere le idiozie più spettacolari e pericolose, regina delle quali è far scoppiare i botti. Non bastavano la contabilità macabra di capodanno e i dispacci da zone del fronte di ferragosto e degli stadi, d'ora in poi dovremo tenere il conto anche delle vittime immolate a Jack O'Lantern.

HALLOWEEN | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 04 nov 2009 - Notizia di Borgo San Giovanni - scritto da Vici Luca

 

La città di Rimini per la sua strategica posizione geografica di crocevia quasi obbligato, oggi come in passato, per i viaggiatori che da nord devono spostarsi verso sud e verso ovest evitando le montagne, è da sempre luogo di soggiorno per tanti forestieri.

Abbiamo già parlato in passato delle aree di sosta e ristoro al tempo dell’antica Roma, dislocate sulle principali direttrici (via Emilia e Via Flaminia) dette cauponae (osterie) etabernae (ostelli).

Nel Medioevo, e in particolare nel XV secolo, questo insieme di strutture ricettive è documentato e ammonta a ben 29 strutture di cui molte nel borgo San Genesio (oggi San Giovanni): tra queste, negli atti notarili, si distinguono una domo sive hospitio coperta de cupis solariata cum curte sive orto post dictam domum, appartenuta a tale Giovanni di Marzio e ubicata sulla via Regale (ossia via Flaminia), e una seconda domum muratam solariatam et cupis copertam cum stabulo cortili orto et aliis suis pertinentiis aptam ad hospitium, condotta da Melchiorre di Battista e posta in prossimità dell’Ausa.


 

mer 04 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

E' cominciata il 26 ottobre e terminerà il 16 gennaio la serie di incontri sul tema della cittadinanza nei suoi vari aspetti ed implicazioni. "Conoscere meglio la società in cui si vive e sapersi orientare nella rete dei servizi offerti ai cittadini, per sentirsi parte di una comunità variegata, unita e accogliente." In 12 incontri con ingresso libero si approfondiranno tutti quei temi utili ai cittadini stranieri per conoscere leggi, diritti e servizi presenti sul territorio. Si parlerà di: diritti e doveri dei cittadini ai principi costituzionali di uguaglianza e solidarietà, senza dimenticare questioni come il lavoro, i servizi sanitari, la casa e le politiche abitative a sostegno delle categorie meno abbienti. ruolo e funzionamento degli istituti di credito, dei servizi finanziari e postali.

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Rimini fa bene alla musica. Dopo il concerto sold out del 21 ottobre con cui Eros Ramazzotti ha aperto il suo tour "Ali e Radici", e l'energia di Gianna Nannini che si scatenerà in "Giannadream" il 7 novembre, il 13 novembre al 105 Stadium andrà in scena un'altra première di grande richiamo: la data di apertura della seconda tranche di concerti del "Laura Pausini World Tour 2009" in Italia, unico appuntamento in Romagna di una serie di esibizioni che la vedranno impegnata fino al 7 dicembre. Le radio già dal 25 settembre stanno trasmettendo il nuovo singolo "Con la musica alla Radio", un anticipo del nuovo cd/dvd "Laura Live", che racconta il suo tour di un anno in giro per il mondo. Rivelatasi al Festival di Sanremo del 1993, quando vinse nella sezione "Nuove proposte" con "La solitudine", uno dei brani più famosi di tutta la musica leggera italiana, la cantante ravennate dalla voce unica non si è più fermata. Ha pubblicato 12 album, venduto oltre cinquanta milioni di copie in tutto il mondo e collezionato premi.

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Dall'eredità musicale di Ivan Graziani parte l'avventura di uno spettacolo diretto da Bepi Morgia. Sul palco i figli del cantautore: Filippo alla voce e, alle sue spalle, Tommy alla batteria, che ricorda quel tour del ‘96 «quando mio padre mi volle a suonare con sé nonostante fossi giovane e inesperto. Ora davanti a me ci sarà Filippo. E' una sensazione bella quanto strana vederlo lì al posto di papà... abbiamo suonato molte volte insieme ma questa volta sarà emotivamente coinvolgente.» Da qui, il racconto passa a Filippo.

Come è nato questo progetto?
«Da tanto tempo ci chiedono di proporre uno spettacolo su nostro padre. Abbiamo maturato negli anni una voglia che si è sviluppata naturalmente. Poi è capitato di ritrovare una scaletta dei suoi concerti e ci siamo domandati se non era il caso di partire proprio da lì. Il progetto si sta allargando in modo imprevisto anche grazie al supporto dei suoi fan, ancora di più ora mediante l'esplosione dei social network.»

 

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Miserere della mia grandezza, 

Miserere della mia stanchezza,

Miserere della misericordia di Dio.
(Alda Merini, da "Magnificat. Un incontro con Maria")

Alda Merini, Nostra Signora della poesia, è scomparsa il 1° novembre. Il 4 luglio dell'anno scorso era invitata a Rimini. "Assalti al Cuore" le aveva dedicato un doppio omaggio, con la lettura scenica del suo "Francesco, canto di una creatura" e la sera la divina Valentina Cortese nel "Magnificat".

 

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Al via al Mulino di Amleto di Rimini la quarta, e probabilmente ultima, stagione de "La Nube di Oort - Transiti di nuovo teatro". La rassegna, nata per osservare il transito del "nuovo teatro", propone sette spettacoli caratterizzati dalla spiccata carica innovativa e dalla indubbia qualità, con alcune incursioni particolari nel mondo della musica. Si parte il weekend del 7 e 8 novembre con "Cose dell'altro mondo - diario dal Congo", con Teodoro Bonci del Bene, attore riminese che ha studiato alla scuola di Mosca del celeberrimo maestro Stanislavskij. Sabato 14 novembre il Mulino ospiterà la compagnia Libero Fortebraccio Teatro in "Iago", concerto scenico di Roberto Latini e Gianluca Misiti. Il 21 novembre "Sul confine", di e con Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi: in equilibrio tra drammaturgia e coreografia l'incubo di due uomini proiettati oltre il ricordo. Sabato 28 novembre "Si l'ammore no", di e con Elvira Frosini e Daniele Timpano (Kataklisma - amnesiA vivacE), finalista al Premio Tuttoteatro.com 2008. Sabato 5 e domenica 6 dicembre si gioca in casa con "Mani in alto...!!!" (Banyan Teatro) per la regia di Gianluca Reggiani, l'Odissea di un uomo qualunque alle prese con il desiderio e l'ambizione di riuscire a realizzare se stesso nella società in cui vive. Domenica 13 dicembre va in scena Fever 103° di NicoNote, performance che prende il nome da una lirica di Sylvia Plath. Un "concerto per voce, cd, dischi e laptop" con musiche e testi di NicoNote ma anche di tante "guest star" da Elvis Presley a Robert Schumann per la musica, da Shakespeare a Yeats per la letteratura. 

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

Provate a fare un sondaggio. Chiedete a dieci persone il nome di una cantante rock italiana. I risultati saranno più o meno questi: il 3% come sempre non sa o non risponde, il 2% dirà che non esistono donne rock in Italia, il 95% risponderà semplicemente Gianna Nannini. I risultati sono suscettibili di qualche variazione percentuale (quantificabile in uno 0,0002%) ma la sostanza resta intatta: Gianna Nannini è l'icona del rock femminile nostrano, è la rockeuse italiana per eccellenza, non sarà forse la cantante più famosa e seguita, ma rappresenta in modo eccellente un genere che in Italia le donne hanno sempre faticato a far decollare. 
Dopo più di 30 anni di carriera, la 53enne cantante senese ha pubblicato a marzo il suo 22esimo album "GiannaDream - Solo i sogni sono veri" trascinato al successo dai singoli "Attimo" e "Maledetto Ciao" e dall'ultimo strepitoso "Sogno" colonna sonora del film "Viola di mare". Un album che rispecchia al meglio la personalità duplice della Nannini con una dimensione più carnale accostata in modo naturale ad una più esoterica e sognante, un rock che sconfina nel sinfonismo. Per tutti i fan riminesi arriva finalmente anche l'occasione per vederla dal vivo vicino a casa: il Gianna Dream Tour 2009 partito lo scorso 4 settembre da Cuneo farà infatti tappa al 105 Stadium il prossimo 7 novembre. 

mer 04 nov 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

Ho concluso il mio giro d'Italia: sessanta giorni esatti, per venti regioni, isole comprese. Ero in viaggio tra i "Sovversivi del gusto", cioè nel Paese rurale e goloso, tra persone che hanno anteposto la propria passione, l'amore per la natura, la cultura del buono, alle gratificazioni del mercato. Gente che alla terra ha dato e sta dando la vita, ricevendo in cambio una consapevolezza del mondo che noi, imbottigliati nel traffico della statale, neppure sappiamo immaginare. Ovviamente in questo viaggio ho mangiato, nel senso che mi sono fermato, per nutrirmi e per piacere, in numerosi ristoranti. Molti, diciamo la metà, erano pieni, macinavano coperti a ritmo serrato mentre altri funzionavano un po' sottotono e alcuni, infine, soffrivano in maniera potente il vento della crisi, il vuoto di clienti. Ho sentito la paura di qualcosa che non si vuole nominare, le confessioni sottovoce su quante migliaia di euro si stanno perdendo ogni mese, il serrare i pugni tentando di andare avanti, aspettando che cambi qualcosa, addirittura che tutto torni come prima. Ecco, per quel poco che capisco, niente tornerà come prima. Il mondo sta cambiando, compreso quello della ristorazione.

mer 04 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Da sabato 21 a martedì 24 novembre a  Rimini Fiera si tiene la 59a edizione di SIA GUEST, Salone Internazionale dell'Accoglienza, col patrocinio di Federalberghi, AIPI (Associazione Italiana Progettisti d'Interni) e ADI (Associazione Italiana per il Design) 
Il taglio del nastro alle 10.30 del 21 con il Ministro del Turismo, Michela Brambilla. Qiondi il convegno "Internet e Turismo. Più valore per il cliente. Più efficienza per l'impresa" dove sarà presentato il portale di prenotazioni alberghiere ItalyHOTELS. A SIA GUEST 2009, su 10 padiglioni, sono attesi oltre 40 mila operatori professionali. In mostra i settori dell'arredamento, contract, forniture, Interdecò, attrezzature e l'impiantistica per la ristorazione, tecnologie, aree benessere, arredo bagno e veicoli commerciali.

mer 04 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Ricomincia la guerra all'inquinamento. Stop a veicoli a benzina Euro 0, ai diesel Euro 0 ed 1, a ciclomotori e motocicli a due tempi non conformi alla normativa Euro 1) anche se provvisti di bollino blu. Tutto ciò dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 18.30. Martedì 3 novembre sono tornate le limitazioni al traffico, che dal 3 novembre al 4 dicembre si applicano nel territorio del Comune di Rimini a mare della Strada Statale 16. Sono escluse dal divieto inoltre: viale Principe di Piemonte dal confine con Riccione fino alla rotonda di incrocio con Via Cavalieri di Vittorio Veneto; via Cavalieri di Vittorio Veneto fino alla SS.16; via San Salvador dal confine con Bellaria-Igea Marina fino all'incrocio con Via Tolemaide; via Tolemaide fino alla SS. 16. Dall'11 gennaio al 31 marzo, il divieto sarà esteso anche ai diesel euro 2 e tornerà il blocco del giovedì, dalle 8,30 alle 18,30, per tutti i veicoli eccetto quelli elettrici e ibridi, a metano e gpl, gli euro 4 e 5, quelli con filtro antiparticolato, con almeno 3 persone a bordo, in car sharing, e gli esentati per vari motivi.

Info all'Urp 0541 704704 o.www.liberiamolaria.it

mer 04 nov 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Le opportunità offerte dall'uso del computer si mescolano a forme di scemenza informatica che non sempre si limitano ad uno sfaccendato spettegolare su Facebook. Vi sono idioti che promuovono gruppi denominati "Uccidiamo XY", fatti passare per semplici provocazioni. Finché il truce sberleffo non ha toccato Berlusconi ma "solo" decine di altri personaggi pubblici, è passato per una sgradevole goliardata, immeritevole di preoccupazione governativa. Solo alla comparsa di "Uccidiamo Berlusconi" si è finalmente ascoltata in TV la doverosa reprimenda di Maroni, con quella sua parlata da salumiere della Brianza prestato alla nazione; e la giusta stigmatizzazione dell'Angioletto Alfano, che invece ci tiene a mostrarci il suo sforzo di finto pensatore. Di fronte alla sacrosanta decisione di oscurare quel sito e denunciarne gli aderenti, qualcuno si è però chiesto perché un analogo decisionismo non abbia sanzionato anche gli altrettanti "uccidiamo tizio" che girano su Internet. Che domanda! Non si può mica pretendere che il decisionismo del governo venga sprecato per ogni quisquilia: va tenuto per le grandi occasioni, come la riforma dell'università. Qui l'algida Gelmini è stata perentoria: "Basta con i ricercatori precari a vita"; che così d'ora in poi, dopo un tot di anni, saranno finalmente...licenziati. Sul precariato è poi arrivata l'ulteriore zampata di Tremonti: "La flessibilità? Mille volte preferibile il posto fisso!" Di qui l'invocazione "santo subito!" di Bonanni, lo stizzito vade retro della Marcegaglia e un dibattito degno del Catalano che in "Quelli della notte" di Arbore si chiedeva: "Meglio essere belli e ricchi o brutti e senza un soldo?"

mer 04 nov 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Poche esperienze ti fanno conoscere la tua città come la ricerca di una casa da acquistare. Vedi Rimini da un'altra prospettiva. Il paesaggio urbano si ridisegna a seconda del prezzo per metro quadro, un indice impazzito che schizza o precipita da un quartiere all'altro, a volte da una strada all'altra. La tua Rimini mentale si rimodella in un plastico stravolto in cui l'altezza degli edifici corrisponde al loro costo in migliaia di euro: il villino svetta come un grattacielo, il Grattacielo è rasoterra. La vecchia casa nel centro storico, che evoca placidi quadretti stile Signorina Felicita di Gozzano, è in realtà un mostro vorace che ti indebiterà per sette generazioni; pochi chilometri più in là, oltre la Statale, i prezzi sprofondano, ma anche il tuo umore, all'idea di trasferirti da quelle parti. 
A te piacerebbe restare nel centro storico, e pazienza se ormai devi dire buongiorno ai vicini in russo o in cinese. Ma oggi centro storico è un termine un po' vago. Dalla cerchia delle mura è dilagato verso la Fiera vecchia, e oggi per "adiacenze centro storico" si intendono le Celle. Ancora qualche metro, e non si capirà più se sono le adiacenze del centro storico di Rimini o di quello di Santarcangelo. La nuova definizione di "centro storico" è: porzione di città in cui devi scegliere se avere un'auto o avere figli. Se vuoi tenere l'una e gli altri, devi uscire dal centro e indagare su ogni cartello «Vendesi». 

mer 04 nov 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Ho ascoltato a Radio Radicale un dibattito (scaricabile dal sito di Radio Radicale, giorno 24/10) tra i tre candidati alla segreteria del PD. Ho prestato particolare attenzione alla domanda sull'università. Bersani ha iniziato dicendo che dietro la Gelmini vede sempre Tremonti. Intendeva dire che la politica universitaria è determinata dai tagli alla spesa. Ha poi proposto una (ennesima) grande riforma del sistema formativo fatta dai migliori cervelli del paese e dal Parlamento, senza scendere nei particolari. Mi chiedo: ma questi migliori cervelli, da dove li prende e come li sceglie? Può evitare di rivolgersi all'università? E se sono universitari, probabilmente anche professori ordinari (cioè il massimo grado e la massima anzianità) quante probabilità ci sono che vogliano cambiare il sistema nel quale sono i massimi favoriti? Uno dei difetti maggiori dell'università italiana è infatti che è stata consegnata in mano ai docenti, non solo per quanto i docenti conoscono, cioè la didattica e la ricerca, ma anche -di fatto- per il reclutamento e l'amministrazione. Il risultato è che l'università italiana è diventata una delle corporazioni italiane che ha come obiettivo il massimo benessere dei suoi membri.

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Il teatro Novelli di Rimini alza il sipario sulla nuova stagione a passo di danza con la compagnia Artemis/Monica Casadei in "I Bislacchi. Omaggio a Fellini", in scena venerdì 6 novembre alle 21 (fuori abbonamento ingresso a invito). Lo spettacolo - che prevede anche la proiezione del film "Il lungo viaggio" diretto da Andrei Khrzanovskij con sceneggiatura e voce narrante di Tonino Guerra - s'ispira all'universo di Federico Fellini: i danzatori rievocano immagini, scene e personaggi di alcuni film del regista sulle note di Nino Rota.
La serata è realizzata in collaborazione con Fondazione Federico Fellini di Rimini.
Per lo spettacolo occorre ritirare l'invito alla biglietteria del Novelli (via Cappellini, 3) dalle ore 10 alle ore 14, fino ad esaurimento posti disponibili. Info tel. 0541.704293 - Novelli tel. 0541.24152).

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Fino al 29 novembre il Museo della Città di Rimini ospiterà "La grande guerra, la vittoria e le sue conseguenze" mostra sulla prima guerra mondiale e sul biennio successivo alla sua conclusione. L'iniziativa prevede anche un convegno (7 novembre) con il prof. Antonello Folco Biagini (Università La Sapienza di Roma), il generale Massimo Coltrinari (titolare Storia militare Issmi), il generale Gianfranco Gasperini (coordinatore d'area Issmi) e il generale Giovanni Sciandra (titolare scienze strategiche Issmi). E degli incontri: 15 novembre "Futuristi e grande guerra. Un futurista a Rimini" (ore 16.30), "L'impresa di Fiume nelle lettere di Gabriele D'Annunzio" (ore 18); 18 novembre "D'Annunzio e i rapporti con Capitan Giulietti e Mussolini" (ore 16.30); 29 novembre "L'impresa di Fiume nell'esperienza di un collezionista" (ore 10.30).

Per visite guidate tel. 0541.704421 - 704426

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Chiacchierare con Marcello Di Bella è sempre piacevole. Il suo atteggiamento cordiale e genuino si sposa alla perfezione con la sua vivacità intellettuale ed il suo acuto spirito critico. Sapere che sta per abbandonare la sua poltrona è, invece, assai spiacevole. In questi anni il direttore della biblioteca Gambalunga di Rimini ha reso accoglienti e web addicted le sale da studio, ha rimpinguato il i cataloghi librari, ha attivamente contribuito alla rinascita culturale dei musei comunali e della gambalunghiana. Erano gli anni Ottanta quando ha introdotto la rassegna "Cosa fanno oggi i filosofi?" che ha dato il via a cicli di conferenze che si sono susseguite con successo negli anni e che in parte sono rifluiti nel "Festival del Mondo Antico", una sfida con la ritrosia comune di approcciarsi alla cultura classica che Di Bella ha senz'altro vinto. A lui chiediamo cosa lo ha portato alla scelta di abbandonare il suo ruolo. 

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

La giuria del festival Le Voci dell'anima ha eletto vincitrice della settima edizione la Compagnia Isole Comprese Teatro (Firenze) con lo spettacolo Io e Amleto con Pippo Bosè e Filippo Staud, per la straordinaria capacità di trasformare la disabilità in abilità, mostrando le proprie debolezze e paure in modo disarmante e illuminante. Io e Amleto contiene ciò che dovrebbe rappresentare il teatro oggi: scardinare le convenzioni, ma soprattutto le convinzioni che sono alla base dei pregiudizio. Il Premio del Pubblico del Teatro degli Atti è andato alla Compagnia Argo (Siracusa) con Malpelo e Iqbal di Francesco Randazzo per la sapiente regia di Junio Ambrogio, gli ottimi attori-danzatori, le musiche e luci perfette. Il Premio dell'Organizzazione al miglior artista del festival spetta alla Margherita di Susanna Gozzetti in La Cella Elastica, che ha vinto anche il Premio Tenaglia assegnato da Luca Tognacci e Amos Lazzarini, tecnici e assistenti alle compagnie.

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

Accesso all'istruzione e al mondo del lavoro e pari opportunità: sono queste le sfide cruciali del nostro tempo, per consentire alle giovani generazioni di riuscire a ritagliarsi il proprio spazio. È così che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è addentrato nel tema di quest'anno delle Giornate Internazionali del Pio Manzù. Il Presidente Napolitano, nel suo messaggio di saluto, ha parlato della "potenza nomade" rappresentata dalla "gioventù errante" - questo il tema della 35esima edizione da poco conclusa - come di "una traccia di discussione che sintetizza emblematicamente le speranze, le paure, le illusioni dei giovani e la loro ricerca di valori autentici e di certezze per il futuro, in un contesto sociale in rapido cambiamento e in continua evoluzione". "Ai giovani - ha detto ancora il Presidente Napoletano - il dovere di agire responsabilmente nello sviluppo dei loro talenti e di sentirsi parti di una collettività, che può e deve essere migliorata con il contributo della loro freschezza, delle loro idee e dell'entusiasmo della partecipazione". Ci sarebbe bisogno di aggiungere altro? Probabilmente no, ma gli altri interventi illustri al Pio Manzù 2009 reclamano comunque un po' di spazio. 

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Nanni Gabriele

La biblioteca vivente. Niente paura, non è un residuo di Halloween, né il nuovo libro di Stephen King. È qualcosa di più originale: i libri sono persone in carne ossa, pronti a raccontarti la loro storia. "Prendete in prestito un pregiudizio e guardatelo in faccia", recita il sottotitolo dell'iniziativa - che si svolgerà domenica 22 novembre dalle 15 alla biblioteca di Misano Adriatico (via Rossini 7) - perché l'obiettivo dei libri-viventi è quello di scacciare i preconcetti e gli stereotipi che spesso si hanno nei confronti di chi non si conosce. L'idea è nord europea, è del 2000 e dell'Associazione danese Stop alla Violenza, poi ripresa dal Consiglio d'Europa per la campagna "Tutti uguali, tutti diversi" e il messaggio è: non si giudica un libro dalla copertina, bisogna aprirlo, conoscerlo, impararlo leggerlo a fondo, proprio come le persone che non si conoscono e che sono spesso accompagnate (anzi, precedute) da stereotipi che ci fanno alzare barriere nei loro confronti. Nella biblioteca vivente (iniziativa che si è sparsa a macchia d'olio in tutto il Nord Europa e ora arrivata anche in Italia) c'è un catalogo con i titoli dei "libri" che riguardano lo straniero, la donna mussulmana, l'imprenditrice cinese, l'ex clandestino: si sceglie il libro-vivente preferito e si dialoga con lui per mezz'ora ai tavoli della biblioteca. 

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Michael Jackson's This is it 
Kenny Ortega, il produttore dei concerti che Jackson avrebbe dovuto tenere a Londra la scorsa estate, aveva promesso un evento senza precedenti. 
Forse aveva ragione. "This is it" è il film documentario da lui diretto girato durante le prove dello spettacolo allo Staples Center di Los Angeles. Il documentario mostra sperimentazioni e performance da brivido con l'artista apparentemente in ottima forma fisica. Padrone del palco, Jackson è autorevole nella direzione dello spettacolo e nel rapporto con gli artisti e i musicisti. Dopo l'anteprima a New York e in altre capitali mondiali il film arriva in Italia sulla scia della tragica e dolorosa scomparsa dell'artista. La pellicola dovrà passare attraverso le critiche degli esigenti fan, ma pare avere le carte in regola per farlo.
Per i fan di Jacko e per chi ama lo spettacolo.

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Giovedì 5 novembre, nell'ambito della rassegna organizzata da Notorius Rimini Cineclub, il Cinema Teatro Tiberio di San Giuliano presenta "La Bohème - Il Film" versione cinematografica del capolavoro di Giacomo Puccini, con la regia di Robert Dornhelm. Una prima visione da non perdere. Ispirato alle versioni cinematografiche di Zeffirelli e Comencini questo sfarzoso film può contare su una ricostruzione minuziosa della Parigi dell'epoca, animata da un cast stellare: Mimì è Anna Netrebko (la più glamour tra le soprano del momento) e Ronaldo Villazòn, fascinoso tenore messicano, è Rodolfo. Inizio ore 21, con cortometraggi e dolce pausa nell'intervallo. www.cinematiberio.it

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Sabato 14 novembre al Velvet di Santa Aquilina alle 23.00 per "Retropolis: anni 80!" il diavolo e l'acqua santa in salsa bolognese: Cristina D'Avena in concerto con i Gem Boys. Cristina è cresciuta: da bimba gorgheggiante del "Valzer del Moscerino", a cantante "di culto" - sue le sigle di cartoon mitici degli anni '80 come "I Puffi", "Occhi di gatto", "Pollon", "Mila e Shiro" - con cinque milioni di dischi venduti. I Gem Boys, storico gruppo goliardico-demenziale, sono autori di cover-parodie come "Orgia cartoon" e ospiti fissi della trasmissione satirica Colorado su Italia 1. Il risultato? Un godibilissimo revival che mixa le classiche sigle cantate da Cristina alle versioni un po' meno "politically correct" dei Gem Boy. www.velvet.it

mer 04 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Le imprese hanno sono sempre più a corto di liquidità. E' quanto è emerso dal primo bilancio dell'attività di Unifidi, il consorzio fidi regionale cui un anno fa anno dato vita CNA e Confartigianato. I dati del Riminese parlano di più domande alle cooperative di garanzia, ma per importi minori: quest'anno le richieste cresceranno a 850, ma per chiedere 50 milioni in prestiti invece che i 58 del 2008. E solo in minima parte (10 per cento) finanzieranno investimenti. Traduzione: il fido serve per tirare avanti giorno per giorno, non per ingrandire l'azienda. CNA e Confartigianato hanno incontrato le 14 principali banche che operano a Rimini per trovare un'intesa su interessi, mutui e costi dei finanziamenti.

mer 04 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Rimini, in questa ultima settimana di ottobre, è diventata per qualche giorno la capitale ecologica d'Italia. Due importanti manifestazioni come Ecomondo alla Fiera e Ambiente festival nel centro della città hanno contribuito a divulgare una nuova e più consapevole cultura dell'ambiente e delle possibilità di uno sviluppo sostenibile ed ecocompatibile. Un'importante occasione per il nostro territorio che proprio nell'ambiente trova le risorse per la sua industria turistica. L'Italia, paese che non dispone di energia fossile se non in esigua parte, deve recuperare lo svantaggio, rispetto ad altre nazioni europee, nella ricerca e nella costruzione di impianti di produzione di energia rinnovabile. Ogni singolo comune, ogni cittadino e imprenditore può avere un proprio ruolo senza dipendere da mega complessi energetici. 

mer 04 nov 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Redazione

Domenica 22 novembre a Rimini si terrà la prima edizione della Festa del pane, dell'olio e del vino, organizzata dall'Associazione Centro Studi Nuove Generazioni in collaborazione con l'Assessorato alle politiche educative del Comune di Rimini. La manifestazione avrà inizio alle ore 9, in diverse location del centro storico. A momenti di riflessione e approfondimento sulle realtà produttive e della formazione nel nostro territorio, attraverso tavole rotonde, si accompagnerà la possibilità di assaggiare pane, olio e vino del territorio. In piazza Cavour infatti per tutto il giorno ci sarà un mercatino dei produttori, e verrà allestito uno stand enogastronomico. Gran finale in piazza con musica dal vivo.

mer 18 nov 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Una scuola elementare riminese all'ora dell'uscita. All'esterno staziona una pattuglia mista, un poliziotto di quartiere e due militari in mimetica. I genitori si interrogano: sarà successo qualcosa? Pedofili nei paraggi? Sequestratori in agguato? Ma comunque, tutti concordano, bene! Meglio così. La vista delle divise fa sempre piacere.
Un successo, dunque, per l'operazione Strade Sicure voluta dal ministro Maroni, come del resto decretano i sondaggi: la grande maggioranza degli italiani è assolutamente favorevole all'uso dei militari a fianco delle forze dell'ordine. 
Tutto bene perciò. A patto di non farsi una domanda: a cosa serve, per esempio, presidiare una scuola elementare? Passi per le medie e le superiori, dove i ragazzi vanno da soli. Ma qui nessun bambino può entrare o uscire se non accompagnato dai genitori. E la probabilità che i piccoli e gli stessi adulti corrano qualche rischio è vicinissima allo zero. D'altra parte, è invece certo che i genitori votano, contrariamente agli alunni, e la sensazione di sicurezza generata dalle uniformi può ben perdurare fino al momento dell'urna.

mer 18 nov 2009 - Notizia di Borgo Sant'Andrea - scritto da Vici Luca

Borgo Sant'Andrea nel 1871era il più popoloso della città con 1904 abitanti. Ma ormai era detto Borgo Mazzini. E tutt'ora la sua via principale è dedicata d Aurelio Saffi. Come mai?

Perchè quello fu il borgo dei repubblicani e dei garibaldini, quando San Bartolo (San Giovanni) era dei clericali. E già fin dal 1821 si verificarono scontri fra i due quartieri, dalle ragazzate alla vera guerriglia urbana.

Dopo l'unità, a Rimini il foglio dei repubblicani era "Il Nettuno" di Domenico Francolini, (amico anche di Giovanni Pascoli) che passava fra l'altro per "l'uomo più bello di della città". Il giornale predicava la concordia fra le fazioni progressiste per conquistare il municipio. Il cemento dell'alleanza era l'anticlericalismo, con la Chiesa additata a simbolo dell'oscurantismo e della reazione, ma anche della miseria. I repubblicani auspicavano la trasformazione "industriale", che però, nonostante la caduta del suo presunto nemico clericale, ancora non si vedeva.

Anzi già nell'estate del 1874 erano scoppiati in Romagna tumulti "della miseria" e "della fame". Ma la Consociazione repubblicana romagnola produsse un documento prudente. I repubblicani volevano la rottura dell'ordine esistente - "il nostro Dio non è quello dei preti, il nostro popolo non è quello del re" - ma non la lotta di classe, bensì equilibrio e armonia tra le componenti della società.

 

mer 18 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Proni Giampaolo

Premesso che non voglio iscrivermi alla lista dei riformatori dilettanti, vorrei riprendere il punto che concludeva l'articolo precedente, dove usavo la metafora della leva per parlare di un modo di fare le riforme dell'Università.
Partiamo da un punto che consideriamo inamovibile. Per esempio: che ogni studente iscritto deve frequentare. Poi ne traiamo le conseguenze.
Se ogni studente iscritto deve frequentare, ci vuole una sedia per ogni studente (e tutte le altre attrezzature, dai bagni alle mense ecc).
Per dare una sedia ad ogni studente bisogna sapere con un certo anticipo quanti sono.
Per sapere quanti sono bisogna anticipare la chiusura delle iscrizioni e programmare la didattica. E' inoltre indispensabile prevedere un numero massimo (non usiamo il termine numero chiuso), basato sullo storico e sulle previsioni possibili, dato che il numero e le dimensioni delle aule non può aumentare magicamente oltre un certo limite.

RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 18 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Più di trentamila persone in un mese hanno varcato l'imponente ingresso di Castel Sismondo a Rimini per ammirare la mostra "Da Rembrandt a Gauguin a Picasso", esposizione di 65 capolavori provenienti dal Museum of Fine Arts of Boston. La mostra - che resterà aperta al pubblico fino al 14 marzo - ha richiamato attenzione e interesse ancora prima della sua inaugurazione ufficiale e ora sembra non deludere le aspettative, dato che è stata visitata da 1.030 visitatori di media ogni giorno, con picchi di 2000 - 2500 persone nei fine settimana. 
"Siamo anche oltre le previsioni iniziali, considerando che siamo in una zona, quella di Rimini, dove questo tipo di mostra si organizza per la prima volta - commenta Marco Goldin, curatore della mostra - Prevediamo un crollo nel periodo di Natale, dove tutti hanno altri pensieri e altre priorità, per avere una forte ripresa e un'accelerazione da metà gennaio fino alla chiusura della mostra.

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Se negli anni 90 si "teneva botta" con una rispettosa attività di locali come Io Street Club, già la chiusura di un locale storico come lo Slego e la comparsata memorabile del Rag preannunciavano un addio alle armi. Cambiano i tempi, la gente si arrangia come può, persa con una birra piccola alla Vecchia Pescheria a rimembrare i bei tempi che furono. Poi ogni tanto spunta fuori qualcuno che si inventa una festa al Life e rimane sbigottito dalla massiccia presenza di individui che varcano la soglia del locale coi lucciconi e l'energia dei vent'anni che furono. Allora Thomas Agostini, Matteo Diotallevi e Domenico Capozza capiscono che i tempi sono maturi per togliere un po' di muffa e di polvere da quei muri e ripartire alla grande. E' partita il 6 novembre l'avventura del Satellite Music Club presso il Life Club viale Regina Margherita 90, e subito è bastato il passaparola a riempire il locale all'inverosimile.

mer 18 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Martedì 17 è partito Piedibus, il progetto per il nuovo anno scolastico promosso dagli Assessorati alla Mobilità della Provincia e del Comune di Rimini e che ha come partner la Polizia municipale, l'Osservatorio Naturalistico Valmarecchia e il CUP.

Il Piedibus, come un vero autobus di linea, viaggia col sole e con la pioggia, parte da un capolinea e seguendo un percorso stabilito raccoglie passeggeri lungo il cammino. Il Piedibus è condotto da due adulti, un "autista" e un "controllore" che chiude la fila.

"Promuovere l'andare a scuola a piedi - dice l'assessore alla mobilità Magrini - è un modo per rendere la città più vivibile, meno inquinata e pericolosa".

mer 18 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Il SIA Guest - Salone Internazionale dell'Accoglienza, si conferma evento leader in Italia per i settori dell'alberghiero e ricettivo e dell´ospitalità. Alla 59^ edizione, che si svolgerà a Rimini Fiera dal 21 al 24 novembre, parteciperanno aziende leader nell´arredamento, contract, forniture (porcellane, cristalli, argenteria, tovagliati, biancheria), inter decò (tessuti, pavimentazioni e rifiniture d´interni per il contract), attrezzature e impianti per la ristorazione ed il bar, tecnologie, sicurezza, servizi, impiantistica, benessere e arredo bagno. Inoltre, il nuovissimo padiglione dedicato alle eccellenze della produzione italiana, e il ricchissimo programma di aggiornamenti, incontri, convegni e workshop.

mer 18 nov 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Pretendere che la giustizia non abbia il tratto della vendetta, neppure nei confronti del peggior criminale, non contraddice il naturale senso di ripulsa che suscita un assassino; tanto più se, in vista della meritata condanna, abbandona la feroce baldanza per un indecoroso piagnucolio, da presunto perseguitato. Mi è pertanto indifferente che quell'orrido figuro di Cesare Battisti "minacci" di portare alle estreme conseguenze lo sciopero della fame se il Brasile deciderà finalmente di estradarlo in Italia, ponendo fine ad una farsa che ha già leso il prestigio e la credibilità del suo presidente. Se invece Lula vorrà tenersi quel vile, assisteremo ad una schifezza politico-giudiziaria ancora più rivoltante di quelle a cui siamo abituati in Italia, dove una servile pavidità sforna continui salvacondotti truffaldini all'utilizzatore finale Berlusconi: l'ultimo, ipocritamente chiamato processo veloce, è un vero capolavoro di pirateria giudiziaria.

mer 18 nov 2009 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Chi festeggerà il Natale più prospero degli ultimi anni? I produttori di disinfettanti spray, quelle bombolette che ci illudono di sterminare la subdola filibusta di germi, virus e batteri che tentano l'arrembaggio all'indifeso corpicino dei nostri fanciulli. 
A quanto pare, in Italia l'influenza suina è l'unica entità che se ne sbatte dell'anzianità e dà la giusta attenzione alle giovani generazioni, fin dai banchi di scuola. Tant'è che quando la becca uno di mezza età, si sente così lusingato che, invece di starsene a letto si imbottisce di tachipirina e va al lavoro lo stesso per farsi bello con i colleghi: se il virus mi ha scambiato per un ventisettenne, magari ci casca anche la nuova segretaria carina. E' proprio vero che del maiale non si butta via niente, nemmeno l'influenza. 

mer 18 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Dalla crisi si esce con l'innovazione. Anche perché proprio chi innova viene premiato dai finanziamenti europei, come fissato dall'Agenda di Lisbona. E tante sono le opportunità anche per imprese più piccole, se riescono a mettersi insieme.
Ne è convinta CNA Piccola Industria di Rimini, che il 6 novembre ha presentato Innovation Community, un progetto pensato "in forte sinergia con le istituzioni regionali dell'Emilia Romagna e quelle della Provincia di Rimini". Si tratta "di migliorare i meccanismi di trasferimento tecnologico attraverso azioni di mappatura delle imprese locali, azioni di raccordo tra imprese e mondo della ricerca e facilitazione di accesso alle opportunità offerte dal FESR POR Emilia Romagna 2007-2013".

mer 18 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Torna "Non-Congelateci il sorriso", il progetto - primo in Italia - di sensibilizzazione contro il bullismo voluto dalle gelaterie artigianali in collaborazione con CNA e BuonLavoro, Università di Bologna, Ufficio Scolastico provinciale e Assessorato al Servizi Sociali della Provincia di Rimini, ISFOL - Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori, e con il sostegno della Fiera di Rimini. ISFOL ha adottato il progetto riminese per trarne una piattaforma formativa disponibile a livello nazionale tramite l'e-learning, la possibilità di imparare usando Internet. 

mer 18 nov 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Redazione

Dal 27 al 29 novembre Rimini diventa di cioccolata. In quei giorni, infatti, in piazza Tre Martiri si svolgerà "CioccoRimini - Cioccolato puro in tour", un evento organizzato dal consorzio Cocap con la collaborazione di Acai, Confcommercio, Confesercenti, CNA.COM, Comune e Camera di Commercio, Hera,
Il programma prevede alla 10 di venerdì 27 l'apertura dei laboratori in piazza con singolari dimostrazioni: si tratta di creare sculture in cioccolato e ne saranno autori i maestri cioccolatieri, Alle 16 Cioccogioco, un laboratorio per bambini con una lezione sul cacao. I bambini potranno creare da soli il loro goloso capolavoro. I laboratori proseguiranno anche dopo le 20.

mer 18 nov 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Redazione

La Festa del pane, dell'olio e del vino è una nuova manifestazione che si terrà a Rimini domenica 22 novembre, organizzata dal Centro Studi di nuove Generazioni in collaborazione con il comune di Rimini, assessorato alle politiche educative. Si inizia alle 9 in vari luoghi della città, con riflessioni e approfondimenti sulle realtà produttive del territorio. Per tutta la giornata in piazza Cavour si terrà un mercatino dei produttori, dove si potranno assaggiare le eccellenze della nostra terra: il vino, l'olio e il pane, appunto, e non solo. Finale in musica, sempre in piazza.

mer 18 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

Contrariamente a tante nostre parole dialettali dall’origine oscura o controversa, s-ciavìd non nasconde misteri etimologici. E’ infatti L’esatta trasposizione in romagnolo del toscano sciàpido (o anche scìpido), che come il più comune “insipido” discende dal latino: ex-sapidus il primo, in-sapidus il secondo. Sia in che ex escludono, negano ilsapidus, cioè il “sapore”. Stesso percorso per il riminese, e pesarese, sciàp e per lo sciàpu umbro.

S-ciavìd, ma soprattutto sciàp e sciaparèl, sono però usati anche come attributi personali, per dire di individuo non proprio sveglio. Come mai?

Per capirlo bisogna risalire alla comune origine latina e anche più indietro. Infatti sapidus deriva dal verbo sàpere, che significa “aver sapore” ma allo stesso tempo, in senso figurato, “avere senno, “essere saggio”, “intendere”. La stesso ambivalenza secondo alcuni sarebbe già nel greco (per l’etimologo Ottorino Pianigiani sophos è l’uomo “dal naso fino” sia nel senso di buongustaio che di persona scaltra), è certamente in altre lingue italiche come quelle sabelliche, ed è nell’antico tedesco (sebjan significa “gustare” ma anche “comprendere”). Questo accade perché “avere sapore” e “avere senno” sono equivalenti fin dalla radice *SAP, che in sanscrito racchiude entrambi i concetti.

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Downtown è un consorzio di negozianti di qualità del centro storico di Rimini. Per il Natale 2009 propone un'interessante iniziativa coinvolgendo la cineteca comunale e i più piccoli spettatori riminesi. Verrà proposta una rassegna di film, adatta alle famiglie, ogni sabato presso la cineteca. 
L'ingresso sarà gratuito tramite le monete distribuite dai negozianti aderenti. La rassegna cinematografica dedicata alla fantasia è iniziata sabato 14 novembre con l'anteprima riminese di "Niko, una renna per amico" (2008). Si continua, sabato 21 novembre con "Lupin III - Il conte di Cagliostro" (1979), il primo lungometraggio del maestro dell'animazione giapponese, Hayao Miyazaki, sabato 28 novembre, con "Monsters & Co." (2001) di Pete Docter, geniale produzione Pixar, sabato 5 dicembre, con "Il gigante di ferro" (1999) di Brad Bird, tratto dal racconto omonimo del poeta Ted Hughes, sabato 12 dicembre, con "Il mio vicino Totoro" (1988), sempre di Hayao Miyazaki, appena distribuito nelle sale italiane. Come chiusura del ciclo, sabato 19 dicembre, "La fabbrica di cioccolato" (2005) di Tim Burton, un viaggio nei sogni (e negli incubi) della prima adolescenza.

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Grazie alla Circoscrizione 1 riparte la 3° rassegna cinematografica "Mercoledì al Cinema". Iniziativa rivolta gli anziani del comune di Rimini. Da Mercoledì 11 Novembre 2009 per sette Mercoledì alle ore 14,30 si potrà assistere gratuitamente (fino ad esaurimento posti) alla proiezione di un Film presso la Sala del Cinema Tiberio. Il programma della rassegna prevede un kolossal recente e sfortunato come "Australia" (11 novembre), una commedia frencese diverte "Giù al Nord" (18 novembre), la grandiosa opera "Aida" (25 Novembre) dal Teatro alla Scala e una commedia dialettale "Minghèt e Zazarèin quéi dla Pulvrèra l'ariùt (la rivincita)" (2 dicembre). Per i nonni che hanno del tempo libero un iniziativa carina per incontrarsi e divertirsi insieme.

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

2012 di Roland Emmerich

Con Amanda Peet, Chiwetel Ejiofor, Danny Glover, John Cusack e Woody Harrelson. 
Cosa ha fatto il mondo ad Emmerich non ci è dato di sapere, ma sappiamo benissimo cosa pensa lui del mondo: che stia per finire con una catastrofe!
Specializzato in kolossal catastrofici (Independence Day, L'alba del giorno dopo) il regista di origine tedesca sfrutta le leggende metropolitane sul 2012 confezionando un altro pop corn movie.
Inutile raccontare la trama, nei lunghissimi 154 minuti del film i 230 milioni del budget sono stati spesi per inondare, abbattere, far crollare il pianeta. 
Per chi cerca lo spettacolo e gli effetti speciali al cinema.

mer 18 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

E' stato proiettato in anteprima sabato 14 novembre "La domus del Chirurgo, il sito archeologico di Rimini", il documentario realizzato da Bottega Video che ripercorre - attraverso le parole degli esperti e degli archeologi che hanno scoperto e poi seguito le diverse campagne di scavo susseguitesi dal 1989 al 2007 - le tesi maturate sulla formazione, la mentalità, il lavoro, la vita del medico che arrivò dall'oriente e visse a Rimini tra il secondo e terzo secolo d.C. Accanto alle attitudini umane il documentario fa emergere anche le abilità professionali dedotte da un corredo chirurgico che non ha ad oggi paragoni, ben descritto dal dott. Stefano de Carolis, storico della medicina. De Carolis racconta di un medico a tutto tondo, preparato nella farmacopea, nella terapia fisica, nella chirurgia: un "homo bonus", come si legge nel graffito rinvenuto da Jacopo Ortalli, docente di archeologia classica all'università di Ferrara.

mer 18 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Il Sigismondo d'oro è la massima onorificenza civica assegnata dal sindaco di Rimini e dalla giunta comunale. E quest'anno il premio è stato consegnato a Nadia Urbinati e Goffredo Celli. Nadia Urbinati è politoga e docente di Teoria politica alla Columbia University di New York, autrice di numerose pubblicazioni in diverse lingue sul pensiero democratico e liberale. Goffredo Celli è Presidente e C.E.O. della Celli spa, leader mondiale negli impianti per la spillatura delle bevande, promotore e fondatore dell'Associazione delle Piccole e Medie Industrie di Rimini (API), e membro della Giunta camerale della Camera di Commercio di Rimini. Entrambi hanno ricevuto dal Presidente della Repubblica il titolo di Commendatore.

mer 18 nov 2009 - Notizia di Borgo Sant'Andrea - scritto da Redazione

 

La parrocchia San Gaudenzo propone un approfondimento sull'Enciclica sociale del papa Benedetto XVI "Caritas in veritate" ed invita alla Tavola rotonda che si svolgerà in sala don Pippo (Piazza Mazzini 20) giovedi 26 novembre alle ore 21.

Apriranno la discussione, alla quale tutti possono dare il loro contributo, gli interventi di Iole Piscaglia, Nedo Pivi, Pierpaolo Fabbri. Coordinerà gli interventi il parroco, don Aldo Amati.

 

mer 02 dic 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Qualcuno ricorda la Social Card? Si prevedeva - parola del ministro Tremonti - che ne dovessero usufruire un milione e mezzo di bisognosi; ne sono attive 400 mila. O forse meno, e non si sa quanto siano costate, e non si sa quante ne saranno confermate: gli annunci di ministri e vice ministri si contraddicono a vicenda.
E qualcuno sa della riduzione dell'acconto Irpef in scadenza il 30 novembre? Ottima cosa, se non che queste tasse, per via della crisi, gran parte delle imprese contribuenti non le avrebbero comunque dovute pagarle. Il che sa tanto di presa per i fondelli. Le vere riduzioni di tasse "per il momento" non le vedremo, nonostante annunci che si ripetono non da mesi, ma almeno dal fatale 1994.
C'è la crisi, è ovvio. Non si può pretendere la luna. Il deficit è alle stelle. Ma chi, se non i nostri governanti, la luna ce la promettono un giorno sì e l'altro pure? Chi aveva annunciato bonus vacanze, meno iva sul turismo, abolizione dell'Irap e via andare? Chi aveva raccontato che la crisi non avrebbe toccato l'Italia e adesso ci informa che comunque è già passata? E che "ne usciremo meglio degli altri", pur essendovi entrati già zeppi di problemi?

mer 02 dic 2009 - Notizia di attualità

Le Comunità straniere sono ormai stabilmente insediate in Italia, partecipano alla vita sociale, intraprendono carriere, investono e producono. Spesso si parla di imprenditorialità immigrata, ma d'altronde non si può dimenticare di riflettere sul grave deficit legislativo in tema di partecipazione politica degli immigrati residenti in Italia. Il dibattito sul tema è stato portato avanti per diversi anni, tra le associazioni , i politici, i sindacati e anche nelle Aule Parlamentari, ma senza produrre risultati attesi. 

mer 02 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

La Fontana che chiamiamo "della Pigna" è uno dei simboli di Rimini, ma molte cose che la riguardano rimangono misteriose. Tanto per cominciare, non si sa bene quando fu costruita. E non molto si conosce del suo aspetto originario. Ma anche riguardo ai materiali che vi furono utilizzati, alcune certezze del passato sono oggi smentite da analisi più accurate. Le ha effettuate di recente una giovane studiosa riminese, Eleonora Lunedei, che per la sua tesi di laurea per la prima volta ha esaminato in laboratorio le pietre della Fontana.

E non sono mancate le sorprese. Una delle quali conduce a un'affascinante ipotesi: alcuni elementi del monumento avrebbero fatto parte della dote nuziale di Polissena Sforza, seconda moglie di Sigismondo Pandolfo Malatesta.

 

mer 02 dic 2009 - Notizia di Centro Storico - scritto da Vici Luca

 

Dopo oltre novant’anni dallo scoprimento degli affreschi di Sant’Agostino (San Giovanni Evangelista), grazie all’opera dell’ARRSA (Associazione Riminese per la Ricerca Storica e Archeologica), nuove pitture stanno emergendo dai muri della sacrestia denominata cappella “invernale” perché in quel periodo vi si concentrano le funzioni liturgiche.

In particolar modo, in una parte della sacrestia separata da una porta, si trova un vano collocato tra il campanile e la sacrestia vera e propria: tale spazio, se visto dal cortile esterno alla chiesa, mostra ancora oggi una parete chiaramente medievale con una finestra gotica tamponata e un bel cornicione in cotto. All’interno invece si nota uno spazio che, sebbene sia stato tinteggiato e riammobiliato nel Settecento in stile barocco, mostra una copertura medievale con ancora i quattro costoloni originali che partendo dagli angoli si chiudono in alto in una chiave centrale.

 

mer 02 dic 2009 - Notizia di sport - scritto da Ioli Luca

"Hic sunt leones" la frase scelta dai familiari di Carlo Caragiulo per ricordarlo sul suo santino.
Quasi a testimoniare una vita vissuta intensamente, delimitata da tre capisaldi: il basket, la Roma ed il lavoro.
C'era tanta gente la mattina di sabato 28 ai suoi funerali. La chiesa di San Girolamo non riusciva a contenere tutti quelli che erano venuti a dargli un saluto, a ricordarlo. Mi sono accorto che ognuno aveva un aneddoto, spesso ironico, ma mai banale sul suo rapporto con Carlo.
E' certo che lo sport è stato un elemento importante della sua vita. Quello giocato, il basket, e quello guardato, il calcio e la Roma.
Ed è incredibile che nonostante le vicissitudini della vita Carlo non abbia mai voluto abbandonare queste grandi passioni.

mer 02 dic 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

 

X- X Factor. “Qual è il mio? Restare sempre me stessa”.

A-Autori. “Oggi mancano bravi autori di canzoni, c’è una crisi di creatività generale Negli anni in cui ho cominciato c’era molto da dire e da fare. Questo è un momento di plastica.”

B- Bologna. “Sono nata e ho vissuto vent’anni a Bologna, venivo spesso a Rimini, dove nel ’59 per la prima volta ho sentito “La gatta” di Paoli. Mi colpì moltissimo, una canzone minimalista, diversa”.

CFattore “C”. “E’ la fortuna, l’essere al posto giusto nel momento giusto, che insieme all’X Factor e alla determinazione crea il grande artista”.

DDiscografica. “La mia fortuna è stata lavorare con dei geni, come Mogol, è così che poi diventata direttrice artistica ho capito talenti come Gianna Nannini, Mango, Tiziano Ferro.”

 

mer 02 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Costantini Claudio

Suona il campanello, quello dell’appartamento di Massimo Tafis, Max, investigatore privato, è la sua vicina di casa Maria Grudella, alta, magrissima con un bel volto dolce e nello stesso tempo anonimo. Ha bisogno del suo aiuto si sente minacciata. Grudella è stata sempre un enigma per il detective che presto gli sarà in parte svelato dalle parole della sua probabile cliente. Così inizia il romanzo di esordio di Aldo Sanese un giallo “Il Mistero della donna fuscello” editrice La Stamperia, per alcuni aspetti un noir con tutti gli ingredienti canonici del suo genere. La Signora Maria è una piccola imprenditrice con una lunga e tormentata storia alle spalle, una presenza sempre viva durante tutto il racconto dove il suo amore e profonda umanità faranno da contraltare allo squallore, alla bassezza e alla crudeltà che possono albergare nell’animo di certi uomini. 

mer 02 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Domenica 13 dicembre al Mulino di Amleto, nell'ambito della rassegna"La nube di Oort", Nicoletta Magalotti aka NicoNote - performer e metteur en scene, artista outsider della scena internazionale- presenta il suo spettacolo di musica e poesia"Fever 103°", concerto per voce cd dischi e laptop. Sempre al Mulino di Amleto dall’11 al 13 dicembre terrà il laboratorio “Strumento voce / immaginazione”, workshop di studio sulla voce. NicoNote ora è in Francia con"Rhapsody - alfabeto in sogno", concerto per la scena appena presentato al festival Vie scena contemporanea di Modena. Nonostante la distanza e gli impegni, presenta ai nostri lettori il suo nuovo progetto: « Fever 103° ha un pieno spirito performativo più che teatrale. C'è spazio per momenti di schizofrenica quindi non lineare energia vocale che sorprenderà e forse anche disturberà chi si aspetta qualcosa di "gradevole". Nella semplicità di uno studiolo a bassa risoluzione, senza artifici, un'artista mischia i suoni, propone voci da ascoltare anche ad occhi chiusi, anzi, da sentire più che ascoltare... ».

mer 16 dic 2009 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

La vogliamo chiamare Sindrome di Penelope? Vogliamo citare Pirandello che racconta di Milocca (in "Le sorprese della scienza"), il paese dove si è tanto attenti al progresso che non si progredisce mai? Oppure ci si può consolare consultando la storia patria: a Rimini è andata così sempre, o quasi. Nel quasi, per carità, rientrano parecchi obbiettivi centrati. E non sono di poco conto: università, darsena, nuova fiera, musei, Domus del Chirurgo, per stare al passato più recente. Ma il resto? 
Nel 1972 Rimini conquistò l'onore delle cronache nazionali (Rai - Cronache Italiane, Panorama, L'Espresso, Corriere della Sera, Il Giorno, solo per citare le maggiori testate; Bruno Zevi, Chiara Valentini, Vittorio Emiliani, Franco Berlanda, Sergio Cabassi, fra le firme che ci lodarono) con il progetto della monorotaia fino a Riccione. Qualcuna l'ha vista? Oggi siamo ancora a cincischiare con il metrò di costa.
Il Galli è in rovina dal 1944. Lo stesso Ionesco, pur padre del teatro dell'assurdo, difficilmente avrebbe potuto mettere insieme una trama più surreale di quella che tutt'ora continua ad avvincerci con nuovi colpi di scena.
E la nuova questura? Qui abbiamo invece un'opera completata, che però nessuno più vuole, nessuno ammette di averla voluta, nessuno vuole pagare.

mer 16 dic 2009 - Notizia di Borgo San Giuliano - scritto da Vici Luca

 

Gli antichi Romani apprezzavano moltissimo il pesce, mentre nel Medio Evo il suo gradimento crollò, anche per via di errate considerazioni “mediche”: i sapienti di allora ritenevano infatti che “l’umor freddo” delle creature marine fosse dannoso per l’uomo.

Ovviamente in tutte le città di mare la pesca non si arrestò. Ma si trattava attività costiera e mai d’altura, comunque regolata dagli statuti comunali e debitamente tassata. Risale al 1475 una concessione rilasciata da Roberto Malatesta a Opizzone da Ravenna per ll’appalto dei dazi del comune di Rimini tra i quali rientrava anche “il dazio del pesse da terra”. Tale imposizione era dunque indirizzata ai pescatori locali, mentre il “datio del pesse forestiero” colpiva gli “stranieri”, soprattutto di Chioggia e Burano, che pescavano nelle nostre acque e vendevano al mercato di Rimini.

L’evasione fiscale era un problema anche allora. Per agevolare la riscossione, il pescato poteva entrare in città solo da Porta Marina (o “dei Cavalieri”) e venduto esclusivamente nella piazza della Fontana (piazza Cavour). La vendita era a peso (“alle bilanze”), dopo la cernita e “purgato da vilumara, alga e altra immondizia”.

 

mer 16 dic 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Anche quest’anno il conto alla rovescia per “L’anno che verrà” sarà lanciato da Rimini, durante la diretta televisiva del 31 dicembre su RaiUno, ormai tradizionale come le lenticchie. Al timone della trasmissione, che l’anno scorso ha totalizzato 50mila persone in piazzale Fellini e circa 6milioni di telespettatori in tutta Italia, Fabrizio Frizzi sostituirà Carlo Conti. Un Capodanno per tutta la famiglia, che alternerà momenti di musica, spettacolo e comicità a cominciare dalle 21. Sono centinaia le trasmissioni condotte da Fabrizio Frizzi, in televisione dal 1980 con “Il barattolo”. Dalla tv dei ragazzi con “Tandem”, ai “Fatti Vostri” alla prima serata di “Scommettiamo che”, fino alle quindici edizioni di Miss Italia. Un conduttore gentiluomo, nella linea di Corrado per intenderci, che con un’ironica bonomia maschera una professionalità a tutta prova. A Rimini per un primo sopralluogo in vista della trasmissione, Frizzi ha inaugurato l’Ice Village e il Presepe di Sabbia di p.le Boscovich. L’abbiamo intervistato.

mer 16 dic 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

Avete scelto di trascorrere il Capodanno in montagna brindando al freddo di qualche località delle dolomiti? O non curandovi della crisi avete optato per un volo dall’altra parte del mondo al caldo di sperdute isole tropicali? Per voi, ma solo per voi, questo articolo finisce qua. Per gli “sfortunati” costretti invece a restare a Rimini anche il 31 dicembre di seguito una guida alle serate più interessanti della Riviera by night.

A Rimini, oltre alla consueta diretta Rai da Piazzale Fellini, si potrà scegliere tra una notte rock a prezzi popolari (5€ l’ingresso per tutta la notte) al Velvet di Sant’Aquilina, o una più glam al rinnovato Paradiso, aperto da poco più di un mese con la nuova gestione affidata a Rossano Mordini e Antonio Grandi. Per una serata più easy senza pagare il biglietto di ingresso vivendo comunque una notte frizzante l’indirizzo giusto è Rimini Centro, per un tour tra i locali della piazzetta.

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

 

Dopo la tetralogia dedicata a Verdi si bissa con Puccini per il saluto riminese al 2010. Ad aprire l'anno, per l'ultima volta all'Auditorium congressi di Rimini, sulla scia del successo della Bohème, sarà, infatti, la Tosca del compositore lucchese magistralmente messa in scena da Ivan Stefanutti (1 gennaio ore 17.30 e 3 gennaio ore 21). Una prima assoluta prodotta ex novo dall'Associazione culturale Atto Primo Rimini in Musica con la collaborazione del Comune di Rimini che vede protagonisti, oltre all'ormai affezionato regista, il Coro Lirico Amintore Galli e l'Orchestra Camerata del Titano diretti dal Maestro Matteo Salvemini.

Tosca è considerata l'opera più drammatica di Puccini, ricca di colpi di scena e di trovate che tengono lo spettatore in costante tensione. Il discorso musicale si evolve in modo altrettanto rapido, caratterizzato da incisi tematici brevi e taglienti, spesso costruiti su armonie dissonanti a scandire le impavide gesta del protagonista, il sadico barone Scarpia. «Tosca si potrebbe oggi paragonare a un film d'azione - commenta il Maestro Salvemini - Ha un ritmo moderno, cinematografico: tutto si svolge a una velocità impressionante e la musica dà una spinta emotiva pazzesca».

 

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Costantini Claudio

Ogni leggenda nasconde qualcosa di vero, e così è anche per quella sul tesoro di Sigismondo Malatesta. In epoche diverse fino alla nostra, semplici cittadini, nobili e perfino i reggenti veneziani - che acquistarono la nostra città nel 1500 da Pandolfo IV “il Pandolfaccio” - cercarono le ricchezze nascoste del signore di Rimini. La ricerca, per quel che ci è dato sapere, non ha mai avuto successo. Diverse cronache del tempo ne hanno fatto cenno, già subito dopo la morte di Sigismondo nel 1468, e diversi sono i castelli indicati come possibili luoghi adatti a nascondere il tesoro. Quello di Montefiore è tutt’ora il più accreditato. Sono state fatte negli anni ricerche anche approfondite in quella costruzione, con particolare insistenza nella torre così detta del Diavolo colpita da un fulmine attirato “sicuramente” dall’oro e dall’argento. Di ricchezze Sigismondo ne aveva accumulate molte nella sua vita come capitano generale delle milizie della Chiesa, di Firenze e di Venezia. La sua fama di abile condottiero era conosciuta in tutt’Italia e i suoi servigi richiesti e ben pagati. 

mer 16 dic 2009 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

È interessante ragionare intorno alla crisi anche per vedere come gli altri la affrontano. In Svizzera le cose non vanno troppo bene, come nel resto dell'Europa. In più gli svizzeri pare soffrano, economicamente, di essere esterni all'Unione Europea. Però fanno fronte alla crisi sostenendo i consumi interni: cioè comprano svizzero, in modo che le loro aziende si sostengano in attesa di tempi migliori. E lo fanno con coscienza. È il contrario della globalizzazione: si acquistano le cose di casa, si parte così, sostenendo il proprio territorio. Ad applicarlo all'Italia e al settore enogastronomico viene da sorridere: la maggior parte delle persone non sanno né vogliono sapere da dove vengono le cose che mangiano. Ecco, noi invece vogliamo provare ad acquistare cose buone, di stagione, locali. A partire dalle materie prime per organizzare pranzi e cene per le imminenti festività. Bene, il latte si può trovare fresco, buonissimo, crudo, nei diversi distributori che ormai sono a ogni angolo di strada. Una piccola rivoluzione. Formaggi pecorini, di fossa, vaccini freschi come lo squacquerone, ricotte, se ne producono di ottimi, soprattutto in Valconca.

mer 16 dic 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Chi sceglie gli studi tecnici trova lavoro più facilmente. La conferma, l’ennesima, arriva da una ricerca a campione svolta da BuonLavoro CNA sui ragazzi che si sono diplomati all’Itis “Leonardo da Vinci” di Rimini. Ebbene, fra coloro che hanno scelto di non continuare gli studi, a soli due mesi dall’esame di maturità una media del 16 per cento ha già trovato un’occupazione. Percentuale che sale rispettivamente al 32 e al 26 per cento per chi ha seguito gli indirizzi di elettronica e meccanica. Ancora più eclatante il dato a tre anni dal diploma: ben il 93,3 per cento dei periti usciti dall’Itis riminese ha un lavoro.

Numeri che non stupiscono il preside dell’Istituto, Roberto Monacchi: “Questi dati – commenta – sono in linea con quelli nazionali. Il fatto è che nel mercato italiano del lavoro i diplomati in materie tecniche vanno letteralmente a ruba. Di più: rispetto alle esigenze delle imprese, ne mancano addirittura 70-80 mila”. Una carenza dovuta alla storica sottovalutazione, da parte delle famiglie ma non solo, che l’istruzione tecnica ha sempre dovuto scontare nel nostro Paese.

mer 16 dic 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

Le limitazioni al traffico partite a Rimini dal 3 novembre e attive fino a tutto marzo, sono sospese in occasione delle festività dal 5 dicembre al 10 gennaio 2010. Dall’11 gennaio 2010 al 31 marzo 2010 – dal lunedì al venerdì, ore 8,30 -18,30 - riprenderà il divieto della circolazione stradale privata dei veicoli a benzina Euro 0, di quelli diesel Euro 0 ed Euro 1, degli Euro 2 qualora sprovvisti di filtro antiparticolato (FAP), e dei ciclomotori e motocicli a due tempi non conformi alla normativa Euro 1, anche se provvisti di bollino blu. Nello stesso periodo il giovedì è disposto il blocco della circolazione privata dalle ore 8,30 alle ore 18,30. Le limitazioni alla circolazione si applicano nel territorio del Comune di Rimini a mare della Strada Statale 16.

Info: http://www.comune.rimini.it/eventi/pagina6206.html

 

mer 16 dic 2009 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

L'aggressione di Berlusconi a Milano va condannata, punto e basta; ed è giusto che i primi a farlo siano coloro che non smetteranno di considerarlo un ricco attaccabrighe da condominio circondato da super-pagati dottor Stranamore, da fermare però non “con ogni mezzo”, ma con “tutti gli strumenti della democrazia”. Detto questo, non sarà l'idiozia dei distinguo di Di Pietro a giustificare la “caccia al mandante” del pazzoide di chiara fama che l'ha aggredito; un caccia già cominciata nelle caverne redazionali di “Libero” del “Giornale”. Né saranno le probabili vignette di Vauro a legittimare il protrarsi del lamentoso «Ce l'hanno tutti con me» a cui Berlusconi è già ricorso di fronte al sarcasmo e all'indignazione di mezza Italia e di tre quarti d'Europa per quel suo delirio di Bonn, di fronte all'allibita Merkel: una concitata esaltazione dei propri testicoli, dolorosamente offerti alla patria per fare argine al Partito dei Giudici, l'ultima delle reincarnazioni che il comunismo sta tentando dall'aldilà.

mer 16 dic 2009 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Ho spesso indicato nell'ipocrisia uno dei maggiori problemi culturali dell'Italia. Ipocrités, in greco antico, significava attore. L'ipocrisia è la menzogna dell'attore, cioè condivisa e convenzionale, quella che tutti fingono di prendere per vera. Come il riporto, quella banda laterale di capelli che i calvi stendevano pietosamente sul cranio. Tutti vedevano che erano solo dei poveri fili di capelli, ma si fingeva educatamente che fossero una chioma.

Se ci fate caso, il riporto è scomparso. Sostituito dalla rasatura del capo (modello Crozza) o dal trapianto di capelli (modello Berlusconi). La moda ci insegna i cambiamenti culturali.

L'ipocrisia è infatti in via di estinzione. Perché era legata a codici piccolo borghesi. Nella nuova società globalizzata non c'è più spazio per le pietose bugie. Non c'è via di mezzo tra la brutale verità (la rasatura) e l'artificio (il trapianto di capelli).

RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 16 dic 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Come ogni anno la sfida degli incassi natalizi si combatte fra cinepanettoni tricolori, cartoni animati digitali e grandi produzioni hollywoodiane.

Per l’Italia a combattere nel difficile periodo natalizio scenderanno in campo Christian De Sica e Leonardo Pieraccioni.

Scontata la tappa in USA per De Sica con il suo “Natale a Beverly Hills”. Nel cast la Ferilli, Gian Marco Tognazzi, Alessandro Gassman e Michelle Hunziker.

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Agolanti Leonardo

L’acqua è il filo conduttore dello spettacolo teatrale “Nato da donna” che farà il debutto assoluto sabato 19 dicembre al Mulino di Amleto di Rimini (ore 21, con replica domenica 20 dicembre ore 16 e ore 21), all’interno della rassegna “La nube di Oort”. L’acqua come principio femminile, che sgorga dal mito, che scorre e non si lascia afferrare, che non oppone resistenza ma può essere irresistibile. Uno spettacolo che è il culmine di un lungo lavoro sulla simbologia e sulla poesia. Che proietta ai giorni nostri quattro archetipi di donna dell’antichità.

Nato da donna” è ideato e diretto da Stefania Succitti, con un cast interamente al femminile: in scena ci saranno la stessa Stefania Succitti (a reinterpretare Penelope), Julia Alimasi (Polissena), Emanuela Neri (Cassandra) e Simona Bisacchi (Teti) con il contraltare di Lara Balducci a simboleggiare la società.

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Erri De Luca torna a Rimini nella duplice veste di scrittore e attore. In “Fili” – in scena al teatro Novelli di Rimini, giovedì 17 dicembre alle 21 – l’autore napoletano si troverà sul palcoscenico per osservare gli attori che recitano brani dei sui libri ma anche per commentare alcune pagine di scrittori che hanno profondamente segnato il suo modo di sentire, di pensare, di essere (come Céline e il suo Viaggio al termine della notte). Un viaggio nei temi fondamentali dell’esistenza cari a Erri De Luca: dalla memoria alla bellezza, dalla dignità della persona alla nostalgia. Ideato da Michele Francesco Afferrante, con testi di Erri De Luca e regia di Riccardo Cavallo, lo spettacolo vedrà al fianco dell’autore-attore Gerolamo Alchieri, Alessio Caruso, Nicola D’Eramo.

Info 0541.704292- 704293 www.teatroermetenovelli.it

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Il jazz sa come scaldare l’atmosfera. Anche se si tratta dell’atmosfera rigida dell’inverno. Sabato 26 dicembre, alle 21.15, sul palco riminese del teatro Novelli andrà in scena Rimini Jazz Winter, concerto della Hopeless Jazz Band di Milano affiancata da una guest star d’eccezione, il sassofonista e clarinettista Paolo Tomelleri. Il quintetto milanese – composto da musicisti di esperienza europea, divertenti e con capacità interpretative e di arrangiamento fuori dal comune - proporrà brani anni Trenta e arie celebri in chiave Dixieland. La serata è organizzata dall’associazione culturale Amici del Jazz di Rimini che in questa occasione darà il via al tesseramento 2010.

L’ingresso a Rimini Jazz Winter è gratuito ma solo su invito.

Info 0541.51011 – 52206


 

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Sarà Silvio Castiglioni con “Il silenzio di Dio” – che ha ricevuto un forte consenso da parte della critica – a inaugurare martedì 22 dicembre la seconda edizione della rassegna “Riminesi venuti da lontano” in programma al Teatro degli Atti di Rimini (ore 21.15).

Lo spettacolo - diretto da Giovanni Guerrieri – è composto da due parti: Casa daltri, tratto dal racconto di Silvio d’Arzo, e Domani ti farò bruciare, ispirato a I fratelli Karamazov di Dostoevskij.

Filo rosso che unisce questi grandi testi è il difficile rapporto tra l’uomo e Dio, ma anche tra l’uomo e se stesso, tanto da sentir risuonare il profondo silenzio che dà titolo all’opera.

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Come una sirena attira a sé. Non si può resistere al suo richiamo: si può fuggire lontano, ci si può girare alla larga non per repulsione (ci mancherebbe) ma per il timore di venirne schiacciati, inglobati, permeati fino all’essenza. E poi si finisce inesorabilmente per arrendersi alla sua malia. È successo anche a Marco Bianchini, apprezzato regista e attore teatrale, che da buon artista riminese ha finito per tuffarsi dentro anima e corpo alla fascinazione felliniana. Il suo nuovo spettacolo, I lunatici, prende spunto dal film di Fellini La voce della luna e, a cascata, dal romanzo di Ermanno Cavazzoni “Il poema dei lunatici” che lo ispirò.

Molti anni fa – racconta Bianchini - ho visto La voce della luna di Federico Fellini. Un film che non è stato considerato tra i suoi più riusciti, ma che personalmente mi ha colpito molto, tanto che sono andato a cercare il libro di Cavazzoni da cui era tratto e mi è piaciuto tantissimo. I registri linguistici, la descrizione dei personaggi, sono tutti elementi che mi hanno fatto desiderare di portarlo in scena a teatro”.

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Un progetto culturale partito 14 anni fa e che trova il suo sbocco il prossimo 29 dicembre, con il concerto in prima nazionale al Teatro degli Atti di Rimini e con il cd con libro appena pubblicati. È questo il percorso seguito dai musicisti di Voci, che presentano il lavoro Tre grandi poeti in musica, con le poesie di Tonino Guerra, Raffaello Baldini e Nino Pedretti che diventano testi per 17 brani, suonati da Daniela Piccari (voce), Gianni Perinelli (sax), Simone Zanchini (fisarmonica), Dimitri Sillato (piano), Andrea Alessi (basso), Stefano Calvano (percussioni).

Il progetto di Voci, che raggiunge il suo apice col cd e col libro edito dalla NdA Press nella collana Interno 4 Records, è un’opera che travalica gli steccati del localismo per collocarsi sullo scaffale delle produzioni di respiro nazionale e internazionale. Dunque non l’operazione folcloristica di cantare in dialetto, ma piuttosto il jazz che incontra la “lingua” di Santarcangelo e le liriche di tre grandi poeti italiani.

mer 16 dic 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Il balletto torna a Rimini con un grande classico del repertorio classico: La bella addormentata nel bosco, in scena domenica 20 dicembre al teatro Novelli (ore 21). A portarlo in scena sarà il Moscow Festival Ballet, la prima compagnia indipendente fondata a Mosca, composta da 50 danzatori con grande esperienza di ricerca e sperimentazione anche al di fuori del balletto classico. Ispirato alla fiaba di Charles Perrault su musiche di Tcaikovsky,La bella addormentata ancora oggi è considerato un difficile banco di prova per ogni corpo di ballo, in quanto richiede una grande abilità virtuosistica e purissima tecnica accademica.

mer 16 dic 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

Per non dimenticare il vero significato del Natale, si sta svolgendo la X edizione de "Il Gioco di Natale per Vincere e Aiutare", tradizionale lotteria dell’Istituto Oncologico Romagnolo, i cui proventi contribuiscono alle finalità dell’Istituto. I biglietti si possono trovare presso le Sedi IOR di Rimini e Riccione, il Punto di Santarcangelo e l’Isola Lotteria situata all’interno del Centro Commerciale Le Befane - "piazza Marco Polo"– dove vengono esposti i premi in palio (Automobile Nissan Pixo, Scooter Aprilia Scarabeo 50, TV LCD 32” LG, NETbook Acer, Telefono cellulare Samsung) e materiali d’informazione medico-scientifica. Proprio a Le Befane il 6 gennaio si terrà l’estrazione dei premi durante una grande Festa con la Befana IOR.

 

mer 16 dic 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Michela Carlini, nata a Rimini nel 1972, è stata l’ultima grande ginnasta della scuola riminese. Quella scuola che aveva avuto negli anni ’30, in Romeo Neri, il campione ineguagliabile.

Michela, bambina piuttosto timida ed introversa, venne a contatto con la ginnastica artistica in maniera piuttosto casuale: era stata condotta in palestra per seguire il fratello. Subito gli allenatori si accorsero che la bambina possedeva buone qualità: era minuta, ma forte, era determinata ed aveva coraggio e pertanto, dopo poco tempo,gli stessi insegnanti, dissero ai genitori di Michela di avere per la loro figlia progetti agonistici ambiziosi.

mer 13 gen 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

ll 10 per cento degli italiani possiede il 44 per cento del patrimonio di tutta la
nazione. 
Invece, la metà più povera degli italiani detiene appena il 10 per cento della ricchezza complessiva. Questi i dati diffusi dalla Banca d'Italia nel dicembre scorso; l'istituto centrale ci informa anche che nel 2008 la ricchezza delle famiglie italiane è diminuita del 5 per cento rispetto all'anno prima. Una brusca sterzata, visto che dal 1990 a oggi c'era stata una crescita costante proprio del 5 per cento l'anno. Inoltre, la riduzione della ricchezza non è valsa per tutti: tanto per cambiare, i ricchi sono più ricchi e i poveri più poveri. Così avviene dal 1990, quando Bankitalia ha iniziato questo tipo di rilevazioni, a oggi. Non sono valsi cambi di governo o andamenti internazionali. I ricchi si sono arricchiti con la destra come con la sinistra e la differenza con i poveri è aumentata sia che l'economia fosse in espansione sia durante le crisi più nere. Altra facile deduzione: a pagare per i vari crack sono stati, sono e saranno immancabilmente i più deboli.
A meno che intervenga la politica. Di cosa dovrebbe occuparsi, sennò? Ha bisogno di altri argomenti per convincersi che una distribuzione del reddito più equa è nell'interesse di una nazione nella sua interezza e non "solo" della sua pur grande maggioranza di meno abbienti? Basterebbero le rilevazioni sulla qualità della vita, cui si dedicano ogni fine anno i quotidiani economici. 

mer 13 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

I ricavi calano del 4,5%, il consolidato del gruppo del 3,6%, mentre aumentano gli espositori e i visitatori. E' questo l'effetto della crisi sulla Fiera di Rimini, come l'ha illustrato il presidente Lorenzo Cagnoni nel tracciare il bilancio di fine 2009. Una crisi ampiamente prevista, da noi non drammatica - "nel manifatturiero italiano si sono avute diminuzioni di fatturato intorno al 30%, mentre nel nostro settore non siamo certo quelli che soffriamo di più", ha ricordato Cagnoni - ma che comunque Rimini ha fiducia di poter affrontare, "anche se ci vorranno dieci anni perché l'Italia torni ai livelli pre-crisi". Fiducia anche per il settore congressuale, che a Rimini è aumentato più del 4%, "in netta controtendenza rispetto alla significativa flessione su scala nazionale": un buon viatico per il palacongressi in dirittura d'arrivo.

mer 13 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Nella mattina di domenica 17 gennaio sarà rimosso l'ordigno bellico inesploso trovato in via Morri durante i lavori per la nuova condotta a mare delle acque piovane. 
L'operazione, coordinata dalla Prefettura di Rimini, comporterà l'evacuazione temporanea entro le 8 della popolazione residente nella zona di sgombero (danger zone), ovvero nell'area compresa nel raggio di 800 metri dal luogo di rinvenimento dell'ordigno. L'ordigno bellico sarà rimosso, trasportato e fatto brillare sulla spiaggia antistante via Polazzi. La popolazione è invitata a segnalare tempestivamente al Servizio Protezione Sociale del Comune di Rimini (tel 0541 704603) eventuali esigenze connesse alla presenza di ammalati o anziani da trasferire durante lo sgombero.

mer 13 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Il gelato artigianale non è solo un buon gelato: può diventare un gelato "buono", quando s'impegna in progetti di RSI utili alla comunità. Il gruppo di gelatieri artigianali che sostiene "Non ConGelateci il sorriso", il progetto di sensibilizzazione contro il fenomeno del bullismo creato insieme a BuonLavoro CNA, declina il suo impegno anche offrendo il proprio tempo ed esperienza nelle scuole medie della provincia, nell'ambito di Impresa Didattica, percorso di BuonLavoro CNA per favorire la conoscenza e la cultura del lavoro. Così Claudia Pari del Cafè Matisse, Gianluca Mosconi de Il Pellicano, Gabriele Ferrini del Caffè Gabrè, Paolo Raffaelli della Gelateria 3bis, Alberto Vitaro de La Dolce Vita, Maurizio Alessi de La Piazzetta, Claudio Castiglioni di Officina del gusto durante l'anno scolastico in corso si sono messi a disposizione per essere intervistati dagli alunni di una classe, e guidarli ad una visita nella loro realtà produttiva. Per spiegare ai ragazzi concretamente il valore di un lavoro, quello di gelatiere artigianale, fatto di passione e dedizione, attraverso l'esperienza diretta, per ampliare l'orizzonte delle scelte formative possibili.

mer 13 gen 2010 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Si può discutere del fatto che il Natale ci renda tutti più buoni. Ma una cosa è certa: le feste di fine anno ci rendono tutti più cinesi. Dopo ogni Epifania, ognuno di noi si ritrova in casa mezza tonnellata di Cina in più, fra giocattoli, piccoli elettrodomestici e chincaglieria varia. Del resto era cinese anche tutto l'apparato di decorazioni natalizie, dall'albero sintetico alle ghirlande luminose, per non parlare degli addobbi - ebbene sì, anche la stellina di legno in stile tirolese che abbiamo comprato al mercatino natalizio di Vipiteno da una graziosa Fraulein in costume tipico, anche quella è «made in Prc», che non significa «puro rovere carinziano», ma People's Republic of China. Pure il carillon con Babbo Natale che balla il Valzer delle candele con le renne, pure le statuine del presepe, e perfino la tovaglietta rossa ricamata con i fiocchi di neve. 

mer 13 gen 2010 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

E' iniziato il 2010. Come sappiamo, non abbiamo cominciato a contare gli anni a partire dalla nascita di Cristo dalla nascita di Cristo. Non è un refuso. Intendo dire che abbiamo cominciato molto dopo. Il primo a fissare la data fu un certo Dionigi il Piccolo, un monaco scita, in quello che lui stesso fece essere il 525, avendo stabilito che l'annunciazione (e concepimento di Gesù) era avvenuta il 25 marzo del 753 dalla Fondazione di Roma (ab Urbe Condita), e quindi il Natale era esattamente nove mesi dopo. L'uso però cominciò più tardi, nel VII-VIII secolo. Il primo che usò anche la datazione 'avanti Cristo' fu però Beda il Venerabile, santo e storico anglosassone.

Oggi, il sistema di datazione cristiano è usato il tutto il mondo. E' solo uno dei tanti segni del fatto che la cultura occidentale è la cultura 'ombrello' del pianeta. Uso questa metafora perché oggi è evidente, e lo sarà sempre più nel decennio che inizia ora, che non è più la cultura dominante. L'occidente è la 'scatola' dentro la quale tutte le altre culture si sono poste, ma restano e saranno sempre più evidenti le loro diversità. In primo luogo dovremo studiare e comprendere la cultura cinese, la sua storia, la sua economia, perché la Cina sarà la potenza planetaria dei prossimi decenni, se non dei prossimi secoli. Dovremo estendere la nostra conoscenza a stati come il Kazakhistan, che, con 2,7 milioni di kmq, è il nono paese più grande del mondo. Dovremo ricordare che il grattacielo più alto del mondo è la Burj (in arabo 'torre') di Dubai, alta circa 820 metri.

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Finalmente il 15 gennaio anche lo spettatore italiano potrà vedere il film evento (del decennio?) “Avatar”. Il regista James Cameron non è molto prolifico, presenta un nuovo film ogni 12 anni. Ma, chiaramente, avendo come sua ultima opera presentato “Titanic” (il maggiore incasso della storia del cinema) è atteso con spasmodica attenzione dal mercato planetario. Il mercato di un’industria cinematogfrafica, che grazie anche al 3D e alla crisi del dvd si sta rilanciando alla grande. Titanic” durava 192 minuti. “Avatar” ne dura 156. Titanic ha incassato 1,824 miliardi di dollari. “Avatar” in meno di un mese è già al terzo posto fra i film più visti di tutti i tempi con 1,1 miliardi di dollari. Lanciato dai trailer come il film più costoso della storia del cinema che cambierà la storia del cinema. Sicuramente diventerà il film con il maggiore incasso della storia del cinema (anche grazie al prezzo maggiorato della proiezione in 3D).

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Il 20 gennaio 2010 Federico Fellini avrebbe compiuto 90 anni. La Fondazione a lui intitolata insieme a 01 Distribution e a Rai Cinema, offrono alla città che ha dato i suoi natali, la proiezione di Nine, film di Rob Marshall, tratto dal musical omonimo del 1982 di Artur L. Kopit e Mauri Yeston , ispirato ad 8 ½. La proiezione si terrà, in contemporanea con l’uscita nazionale del film, al cinema Settebello alle ore 21 di venerdì 22 gennaioL'ingresso è ad invito e i biglietti potranno essere ritirati presso la Fondazione Fellini  in via Nigra 26,  dalle 9.30 alle 13 e  dalle 14.30 alle 17, dal lunedì al venerdì. Il film è sorretto da un cast di grandissimo livello: Daniel Day-Lewis veste coraggiosamente i panni del protagonista, Guido Contini, il regista in crisi esistenziale e professionale di cui Marcello Mastroienni è l’immortale interprete; Penélope Cruz è Carla, personaggio che fu di Sandra Milo; Marion Cotillard interpreta Luisa, l’ingenua ma caparbia moglie di Guido. 

mer 13 gen 2010 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Forse è colpa dell'Epifania che, insieme a tutte le feste che proverbialmente si porta via, quest'anno deve aver trafugato anche le ultime scorte di bontà che il Natale riesce a procurarsi con sempre maggior fatica. Così, mentre scrivo, a Rosarno è in pieno svolgimento il tentativo di “mattanza dei negri”, ordinato dalla 'ndrangheta -il vero governo del territorio- i cui capi considerano quelle migliaia di disgraziati una loro proprietà commerciale. Per decenni li hanno offerti come manodopera a prezzi stracciati alla “brava gente” che coltiva il pomodoro; oggi che invece vogliono disfarsene, per rimpiazzarli con rumeni più malleabili e meno costosi, arruolano la medesima “brava gente” perché li vada a massacrare.

mer 13 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Creatività e ricerca sono le caratteristiche di Università Aperta Giulietta Masina e Federico Fellini di Rimini, che da gennaio propone nuovi corsi e laboratori aperti a tutti. A gennaio s’inaugurano i corsi di acquerello e scrittura creativa, il laboratorio di recitazione e il corso teorico “I cantautori. Musica, storia e parole” che racconterà la storia d’Italia attraverso le musiche dal secondo dopoguerra a Vasco Rossi. Ci sarà spazio anche per la salute (con il corso di fitoterapia e quello dedicato al cuore), la famiglia (“Nuove forme di genitorialità”), la psicologia (“Il lato nascosto del cibo: dipendenza, odio, desiderio, amore”) e per storia e filosofia (“Viaggio nell’antico Egitto” e “Viaggio nell’esistenza umana”). Ma troverà un corso adatto a sé anche chi vuole lavorare ai ferri e all’uncinetto o chi vuole imparare a usare il computer in ambiente domestico.

Info 0541 28568, www.uniaperta.it

mer 13 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Se film, libri, quadri e composizioni musicali hanno saputo balbettare Auschwitz, perché non lo potrebbe fare anche quella peculiare forma d’arte che è il fumetto?” si domandano Raffaele Mantegazza e Brunetto Salvarani, autori del saggio “Le strisce dei lager” (Unicopli). La risposta si trova in “Lacrime, lupi e tragici topi. Come i fumetti hanno raccontato la Shoah” mostra che sarà possibile visitare alla Galleria dell’Immagine di Rimini fino al 30 gennaio.

Un’accurata panoramica sui comics che in giro per il mondo hanno trattato Auschwitz: da “Maus” di Art Spiegelman(opera vincitrice del Premio Pulitzer) ad “Anna Frank” di Mino Milani e Attilio Micheluzzi, fino al toccante episodio di “Dylan Dog” intitolato “Doktor Terror” di Tiziano Sclavi.

Alla mostra - organizzata dal Cartoon Club in collaborazione con Comune di Rimini, Progetto Educazione alla Memoria - è associato un reading audiovisuale, condotto da Davide Barzi,, ideatore del progetto, per i ragazzi di terza media ( su prenotazione, dal 25 al 27 gennaio).

mer 13 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Costantini Claudio

Una chiesa, quella di Santa Rita a Rimini in piazza Gramsci, dall’aspetto esteriore modesto, semplice che però al suo interno custodisce tesori dell’arte. Un luogo assai frequentato dai devoti della santa che là si raccolgono a pregare. Le pareti, l’abside, i quadri erano coperti della grigia patina del tempo. Nel 2005 cominciarono i restauri e questi svelarono ben presto la bellezza degli affreschi, delle tele, degli scranni in legno di noce del coro quattrocentesco e dell’organo del settecento. I risultati che ognuno può costatare con i propri occhi, sono stati documentati in un bel libro “La chiesa riminese dei Santi Bartolomeo e Marino detta di Santa Rita”scritto e curato da Pier Giorgio Pasini, edito da Minerva edizioni con il contributo della Banca Carim e Fondazione Cassa di Risparmio. Pasini oltre a spiegarci l’origine dei dipinti e degli affreschi e l’arte dei loro autori, traccia la storia millenaria della chiesa che forse non molti conoscono a Rimini a cominciare dal nome. In origine la chiesa fu dedicata a San Marino. 

mer 13 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

L'associazione Riminiteatri presenta, nel suggestivo scenario della Casa del Teatro e della Danza di Viserba, “Vivere, immaginare, creare teatro” un ciclo di conferenze e incontri sul rapporto tra il nostro territorio, il teatro e la drammaturgia contemporanea. Protagoniste le realtà che, per la loro lunga esperienza di ricerca e lavoro sulle arti sceniche e il linguaggio teatrale contemporaneo, hanno collegato Rimini con le più importanti realtà nazionali e internazionali. Il secondo appuntamento, titolato “Scrivere per il teatro oggi” e curato da Fabio Bruschi (direttore di Riccione Teatro), si terrà domenica 17 gennaio alle 17 e verterà sul Premio Riccione e su Francesco Gabellini. Interverranno Francesco Gabellini, Gianluca Reggiani, Marco Bianchini e Francesca Airaudo.

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

 

Squadra che vince non si cambia, evento che funziona si ripropone. Dopo i successi ottenuti nelle ultime due stagioni, torna al Velvet l’appuntamento Retropolis, un tuffo nel passato musicale italiano in compagnia dei “fenomeni” del tempo. Se il 2009 si era chiuso con il sold out per Cristina D’Avena e i Gem Boy, il 2010 riparte col botto: sabato 16 saranno protagonisti gli anni ’80 con lo show live di Loredana Bertè. La provocatoria artista calabrese, in passato anche censurata per i suoi testi troppo espliciti, regalerà a tutti i fans i suoi indimenticabili successi da “Sei bellissima” a “..e la Luna bussò”, da ‘In alto mare’ a ‘Non sono una signora’. Dopo lo show dal vivo la serata proseguirà nella Retropolis room con le musiche 80’s mixate da dj Lappa mentre nelle restanti sale sarà di scena il consueto sound elettro rock. 

 

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Dal 15 al 18 gennaio il 105 Stadium si trasformerà in un regno favoloso, grazie alla magia di "Mystery", il nuovo show di danza sul ghiaccio di "Holiday on Ice". Ghiaccio che riscalda la fantasia, in un viaggio nelle foreste incantate dell'immaginazione, evocato da coreografie mozzafiato, musica - dal rock and roll, al classico, al country fino alla new age - e ricchi costumi: 350, disegnati dal costumista francese Edward Piekny. Dall'Oriente misterioso, al paese delle meraviglie di Alice, dalla Danza Macabra al viaggio nello Zodiaco, dalla foresta dei Goblin a "The Wiz", una zingara chiromante guiderà gli spettatori attraverso i due atti fino al pirotecnico gran finale. Protagonista, un virtuosistico e acrobatico gruppo di pattinatori, proveniente da 17 nazioni, con la direzione artistica e la regia di Anthony van Laast, e le coreografie di Robin Cousin.

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Anno nuovo, ma consueti appuntamenti del giovedì con il cinema di qualità al Tiberio, sempre organizzati dal Notorious cineclub.
Si riparte giovedì 14 gennaio con "Tris di donne e abiti nuziali" di Vincenzo Terracciano. 
Una commedia con Sergio Castellitto e Martina Gedeck. 
Il giovedì successivo (21 gennaio) c'è "Popieluszko" di Rafal Wieczynski, dedicato alla figura del coraggioso  cappellano di Solidarnosc, mentre il 28 si potrà vedere "Genova" di Michael Winterbottom con Colin Firth. 
Chiuderei anticipando il primo film di febbraio (il 4) dove in cartellone troviamo il nuovo di Carlos Saura, "Io Don Giovanni", dedicato al celebre seduttore.

mer 13 gen 2010 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

Arriva l’ondata di freddo invernale e sempre più persone per combattere l’influenzale decidono di affidarsi a rimedi naturali. È buona abitudine pensare ai rimedi omeopatici più diffusi per combattere raffreddori e mal di gola, poiché aiutano ad alleviare i disturbi di stagione e a rimettersi rapidamente in forma. La medicina omeopatica non è più un tabù per gli italiani; infatti, nonostante i cittadini debbano pagare le cure omeopatiche di tasca propria, secondo le statistiche, nell’anno appena concluso, sono stati 14 milioni gli italiani che hanno ricorso all’omeopatia, che è praticata da circa 20 mila medici nel nostro Paese.

Tra i rimedi per rimettersi in salute, nelle prime fasi dell’infreddatura gli esperti consigliano il Ferrum phosphoricumche aiuta a combattere i primi starnuti, il dolore all’orecchio e le abbandonati secrezioni nasali; la Nux vomica è consigliata quando le mucose nasali sono secche, la gola raschia, ci si sente privi di energia e vicini a un’influenza; invece Nostrum carbonicum va preso quando i sintomi respiratori si associano a disturbi digestivi.

mer 13 gen 2010 - Notizia di Borgo San Giovanni - scritto da Vici Luca

 

Sono diversi i motivi di interesse per visitare la nuova sede della Fondazione Fellini, a pochi passi dal Parco Cervi e dall’arco d’Augusto. I pezzi forti dell’esposizione sono collocati al primo piano della palazzina. Spiccano i costumi del film “Roma” e il cosiddetto “uccello amoroso” - il congegno meccanico che accompagnava nel film “Casanova” le prestazioni erotiche del celebre veneziano - oltre a locandine e foto buste.

Alle pareti, le immagini dei set di Fellini, oltre ai disegni preparatori di mano del maestro, che servivano a fissare le prime idee sui personaggi che avrebbero poi popolato i suoi capolavori e per trasmetterle ai collaboratori.

E’ possibile, inoltre, consultare una copia del Libro dei Sogni, il diario che l’analista di Fellini, Ernst Bernhard (1895-1965), gli consigliò di tenere per raccogliere disegni e pensieri che derivavano dalle sue visioni oniriche, che Federico definiva “il lavoro notturno”.

Il testo raccoglie più di mille tavole di un periodo compreso tra il 1960 e il 1990: una preziosa testimonianza dell’estro creativo del regista riminese.

 

mer 27 gen 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

 

Con due articoli su "Il Giornale", Massino Bertarelli ci informa che "Arriva Nine, ma ‘8 e ½' era una barba" e che "Se Fellini ti annoia sei ignorante. E di destra". Quest'ultimo si conclude così: "Mi affido a un lapidario commento a 8 e 1/2 firmato nientepopodimenoche da Alberto Arbasino: «La masturbazione di un genio». Mi dichiaro d'accordo perfino io. Almeno sulla prima parte". 

E con ciò gli Oscar, il box office e l'unanimità della critica mondiale sono sistemati. Ma tutto ciò non ci riguarda. Noi riminesi crediamo di essere gli unici a capire Fellini. E quindi non capiamo come mai il riminese più famoso del secolo scorso possa essere amato - Bertarelli a parte - dai romani e dai milanesi, per non parlare di americani e giapponesi. 
In realtà, noi siamo i meno adatti per apprezzarlo. E così è stato, almeno finché il Maestro era in vita. Adesso sì, Fellini dà il nome a vini e osterie, hotel e pacchetti turistici, a una Fondazione, una piazza, una scuola, un aeroporto. Il valzer di Amarcord è l'inno civico che strappa lacrimoni ad ogni esecuzione. Ma quando di Fellini uscivano i film, molti riminesi scuotevano il capo. Soprattutto proprio di fronte alle opere più autobiografiche: I vitelloni, Otto e 1/2, Roma, Amarcord. Ma come, i vitelloni sul Tirreno?  La piazza di Amarcord modellata su quella di Fano? Quei dialoghi con gli accenti  regionali da stereotipo  - salvo in Roma e 8 e 1/2 - quando lo stesso Fellini non aveva mai smesso l'inconfondibile gnola riminese? La Gradisca un soprannome da alcova, quando la Morri così si chiamava all'anagrafe? Lei minacciò querele, lui non capì: non era contenta di passare alla storia come amante di un'altezza reale? 

 

mer 27 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Barlaam Lorella

Domenica 7 febbraio, dalle 10 alle 21, in piazza Cavour a Rimini torna “e’ baghin in tla piaza”, la seconda edizione della giornata dedicata a Sua maestà il Maiale, promossa dal Consorzio Macellerie Verde e Sole. Un Carnevale in anticipo, con ingresso gratuito e aperto a tutti: la scorsa edizione aveva riempito di profumi appetitosi e stuzzicanti e di un pubblico curioso la Vecchia Pescheria, dove una volta c’erano le macellerie storiche di Rimini. Quest’anno sarà tutta la piazza a trasformarsi in un’aia contadina, come quelle dove una volta ci si trovava per il rito della “smettitura” del maiale di casa. Per assistere in diretta alla produzione di braciole, salami, salsicce, cotechini e ciccioli, assaggiarli e magari comprarli, per portare a casa un prodotto preparato con una sapienza antica, che va all’allevamento dei maiali alla lavorazione della carne, alla preparazione dei salumi.

mer 27 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Albu Raluca

Primavera antirazzista” è il nome della campagna che si svilupperà in Italia dal 1 al 20 marzo con lo scopo di promuovere i diritti degli immigrati e di far conoscere l'importanza della loro presenza per l'intero paese. La campagna nasce nella rete come risultato del coordinamento tra due iniziative pro immigrati: “Primo marzo 2010 sciopero degli stranieri” (un gruppo su facebook che conta 40.000 membri, italiani, stranieri, seconde generazioni, persone che condividono il rifiuto del razzismo e delle discriminazioni verso i più deboli, uniti insieme per organizzare una grande manifestazione non violenta per far capire all'opinione pubblica italiana quanto sia determinante l'apporto dei migranti alla tenuta e al funzionamento della nostra società) e “Blacks-out” (riunisce associazioni di immigrati, l’Arci, le Acli, l’Asgi e i sindacati, Cisl esclusa. Il gruppo propone, in data 20 marzo, una giornata di mobilitazione, non uno sciopero, ma una serie di iniziative per sensibilizzare gli italiani sull’apporto, assai importante, degli stranieri al sistema-paese).

mer 27 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Una nuova proposta che non si limita a dare uno spazio, a Rimini sempre più residuale, all'arte contemporanea, ma vuole essere un centro propulsore di riflessioni. E' la galleria d'arte Percorsi/Arte Contemporanea, in via Serpieri 17, inaugurata il 23 gennaio con il vernissage della mostra di Domenico Grenci, Andrea Mariconti ed Erich Turroni “Materia è memoria. Il ritratto come percezione della realtà”, a cura di Emanuela Agnoli (visitabile fino al 20febbraio dal lunedì al sabato, ore 10-12/17-19). Abbiamo intervistato la “padrona di casa”, la psicoanalista e studiosa d'arte Rosita Lappi, anima dell'associazione “PerCorsi EstraVaganti” e curatrice nel 2009 del ciclo di incontri “Arte perturbante”, promossa e organizzata dalla Biblioteca Gambalunga in collaborazione con l’International Association for Art and Psychology.

mer 27 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Marco Paolini approda al teatro Novelli di Rimini (il 9 febbraio alle 21 e il 10 alla stessa ora ma fuori abbonamento) con il suo nuovo lavoro scritto a quattro mani con Michela Signori. Un racconto intimo, che parla agli adulti ma anche all’infanzia. Il ritratto di un’Italia di periferia, vista su scala ridotta, tra la Pedemontana e il mare. Il protagonista è un bambino di dieci anni alle prese con l’uomo nero e con le “femmine”, la scuola, le tabelline e l’arte dello “scancellare”, la colonia, il campetto da calcio, la guerra tra bande, le giostre: in una parola, alle prese con la crescita. Ho visto La macchina del capo. Racconto di Capodanno in diretta tv su La 7, il primo dell'anno. E non vedo l'ora di vederlo dal vivo. Marco Paolini è uno di quegli attori che con la sua sola presenza riesce a toccare le corde del cuore. Un cantore d'altri tempi, con una spontaneità e una passione d'altri tempi. Il suo monologo riesce realmente a far provare le emozioni delle situazioni che egli racconta, a descrivere cose di cui quasi si possono sentire il sapore e l'odore. 

mer 27 gen 2010 - Notizia di Borgo Sant'Andrea - scritto da Bernucci Annamaria

 

Forse i vecchi riminesi lo ricordano ancora, ma certo i più ci passano e magari ci parcheggiano l’auto sopra senza avere la minima idea della sua esistenza. E’ la galleria che da piazza Cavour si allunga verso piazza Malatesta e la circonvallazione a tre metri di profondità: l’antico Praticabile costruito attorno al 1840 in coincidenza con lavori di ristrutturazione delle vecchie condutture dell’acqua che dalla sorgente di via Condotti (l’attuale via Dario Campana) giungevano alle mura urbane (a ridosso delle quali doveva esistere una ‘piscina’ ossia un serbatoio), per proseguire, attraverso via Poletti, con derivazioni in fistole di piombo, alla fontana “della pigna”, all’abbeveratoio e alle fontanine della pescheria.

Insomma una galleria sotterranea, dalla tipica architettura ipogea, in laterizi e volta a botte, alta un metro e ottanta, ancora agibile per almeno una sessantina di metri. Ma il Praticabile ha anche alimentato dicerie e racconti sinistri. Come quello di un suo collegamento con la miriade di grotte tufacee di Covignano, con un’entrata segreta proprio dalla base della Fontana.

 

mer 27 gen 2010 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Devo far presto a scrivere perché ho fretta di andarmi a costituire. Stamattina, percorrendo in auto Via Titano, mi è volato in bocca uno di quei peluzzi galeotti che ogni tanto fuoriescono dal mio infagottante piumino, non propriamente di boutique; ed io, soprappensiero, ho abbassato il finestrino e l'ho sputacchiato fuori. Fino a ieri avrei commesso solo un atto di imperdonabile maleducazione, ma oggi si tratta di ben altro: ho letto che il Biconsigliere Renzi, con una delle sue prime centotrentasette interpellanze del 2010, ha fatto introdurre a Rimini il “reato di sputazzamento”, rumoroso e non. A lui sarebbe bastato un provvedimento limitato alla multiforme varietà di “marocchini” con cui è costretto a condividere la sua Borgo Marina; ma non volendo sfidare il “buonismo della sinistra”, si è rassegnato a proporne l'estensione all'intero territorio comunale: un'ammenda di tot euro a tutti gli scaracchiatori, con maggiorazione del duecento per cento a quelli di pelle scura.

mer 27 gen 2010 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Cosa significa «un ammasso ferroso»? Cari organi di stampa, non potete lasciarci nell’incertezza sulla natura dell’oggetto misterioso rinvenuto nel sottosuolo di Viserba. Okay, non era una bomba, e questa è già una notizia, visto che grazie al generoso impegno profuso da Alleati e alleati di Mussolini, noi riminesi camminiamo su una specie di panettone con ordigni bellici al posto di uvette e canditi, e basta scavare per trovare una Bella Addormentata esplosiva, pronta a svegliarsi al bacio troppo energico di una ruspa. Ma se non è una bomba, l’”ammasso ferroso” di via Morri cos’è?

mer 27 gen 2010 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

L'altro giorno parlavo con mio cugino e a un certo punto è venuta fuori l'Alfa Romeo Arna. Pochi se la ricordano, ma non tutti l'hanno dimenticata. Uno degli ultimi parti dell'industria automobilistica di stato, prodotta assieme alla Nissan, vinse il premio di auto più brutta in un sondaggio del Sole24Ore del 2008.

Ebbene, non appena il discorso cade sulla sfigatissima Arna, mi torna in mente il suo altrettanto goffo slogan "Chilometrissima Arna". Era l'epoca in cui l'advertising italiano giocava con gli aggettivi (la Fiat Uno fu lanciata con gli slogan "Uno è comodosa", "Uno è risparmiosa", "Uno è scattosa").

mer 27 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Tra le nuvole di Jason Reitman con Anna Kendrick e George Clooney. Chi non ha mai pensato a fuggire per vivere in libertà? Bingham è un esperto tagliatore di teste, con la crisi economica ha molto lavoro e molto stress. Cerca di abbandonare tutto e iniziare una vita on the road, non sarà semplice. Reitman non è solo un raccomandato figlio di papà! Dopo “Thank you for smoking” e “Juno”, dimostra di saper prendere di petto l’attualità e di scrivere dialoghi per i suoi interpreti semplicemente perfetti. Da vedere.

mer 27 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Gli eventi ‘SOS’ ripartono presso la Domus di Bacco, taberna del Museo, nuovo luogo della cultura enogastronomica del consorzio Strada dei Vini e dei Sapori di Rimini. Alla qualità dei cibi e dei vini si affiancano appuntamenti per un totale coinvolgimento culturale ed emotivo tra i Suoni, gli Odori ed i Sapori. Incontreremo storie di musicisti dalle ‘Anime Inquiete’, quelli dell’ ‘altro’ Sanremo. Venerdì 5 febbraio una serata dedicata a Luigi Tenco e alla prima scuola dei cantautori genovesi. Sabato 20, in coincidenza con la finale del Festival della canzone italiana, un coinvolgente concerto omaggio a Domenico Modugno dal titolo ‘Magaria’, già sua canzone che parla della magia della terra e degli elementi naturali. Ingresso libero. Info 340 1241107.

mer 27 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Genio o sregolatezza? Comunque la pensiate Marco Castoldi è un personaggio-icona dello spettacolo. Bisogna però ammettere che, malgrado tutto, ha il grande pregio di aver portato in prima serata televisiva, col programma X Factor, personaggi illustri della canzone italiana come Umberto Bindi e Luigi Tenco, reinterpretati dai “suoi” ragazzi in concorso. Ora ritorna a Rimini, al Teatro Novelli sabato 30 gennaio, dopo la parentesi della Notte Rosa, con il consueto spettacolo con piano al seguito. Ma per gli appassionati ricordiamo anche la data di Cesena, al Carisport, il 28 gennaio. Composizioni proprie, citazioni classiche (da Modugno a Paoli e, ancora, Bindi) fino alle antiche passioni glam (Bowie in primis), repertorio che attinge dalle sue passioni di oggi e di ieri che hanno formato il carattere di questo eclettico e auto-compiaciuto musicista dei giorni nostri.

mer 27 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Nanni Gabriele

Per il 27 gennaio, Giorno della Memoria, il Comune di Rimini propone un ricco programma di iniziative rivolte alle scuole e ai cittadini, un programma di testimonianze e incontri, di conferenze e appuntamenti sia teatrali che cinematografici, di mostre e viaggi-studio. Un programma che riguarda un intero anno scolastico ma che per il 27 gennaio riserva alcuni dei momenti più importanti, a cominciare dalle 10.30 del mattino quando nel parco “Ai caduti del lagher 1943-45” verrà depositata la corona d’alloro al monumento dedicato alle vittime, con la lettura di riflessioni e testimonianze degli alunni delle scuole di Rimini. Di pomeriggio, a partire dalle ore 17, Gad Lerner sarà ospite nella Sala del Giudizio del museo della città di via Tonini per presentare il suo libro “Scintille. Una storia di anime vagabonde”, volume edito da Feltrinelli che è un viaggio nella memoria familiare dell’autore e un occasione di discussione e riflessione che verrà affrontata insieme a Laura Fontana, la Responsabile del Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini.

mer 27 gen 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Arte figurativa e poesia si mescolano e si fondono nell’evento proposto dalla Libreria Punto Einaudi di Rimini (via Bertola 68). Venerdì 5 febbraio alle 18.30 si potrà assistere a “Voce del verbo” un incontro che unisce la lettura della poetessa Sabrina Foschini e l’installazione di Franco Pozzi.

L’appuntamento riminese vuole essere l’anteprima di una mostra nata dall’unione tra la ricerca artistica di Franco Pozzi e quella poetica di Sabrina Foschini sul tema universale del sacro. Durante la serata l’autrice riminese leggerà alcuni brani originali in cui i personaggi biblici sono colti nella loro forma umana e terrestre, ma in una frontale fedeltà ai fatti narrati.

mer 27 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Barlaam Lorella

Quale taglio di carne è consigliabile a chi ha carenze di ferro?

«Mangiare carne, nelle giuste proporzioni, consente comunque un apporto di ferro facilmente assimilabile dall’organismo. A chi ha bisogno di un’integrazione particolarmente ricca di questo minerale consigliamo la così detta “cartella”, che è il diaframma del bovino. Una carne molto scura d’aspetto perché molto vascolarizzata, ma tenera, poco costosa e dal buon sapore deciso: è uno dei tagli con il contenuto di ferro maggiore, consigliato dai medici per l’alimentazione di chi presenta carenze, ma anche per le gestanti. E così buona che, una volta provata, si torna a comprarla.»

Giampaolo Felici, Ai Sapori Felici

mer 27 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Quest’anno festa nella festa per “E’ baghin in tla piaza”: in coincidenza con l’iniziativa, il suo ideatore, Giampaolo Felici, arriva a compiere il quarantesimo anno di attività in proprio. Avete capito bene, 40 anni dedicati con passione ed orgoglio a portare avanti il lavoro di macellaio. Come si deve, alla vecchia maniera, seguendo la tradizione delle buone carni nostrane.

Giampaolo ha vissuto l’era della piazzetta già dall’età di 13 anni “Quando arrivavo al mattino presto da Riccione, in motorino, con la carta di giornale sotto al giubbotto a ripararmi un po’ dal grande freddo, erano periodi di grande povertà”, racconta. E da allora Felici ha sempre “seguito” il suo mercato, dapprima lavorando come dipendente dentro all’attuale “nuova pescheria al coperto” come ama definire l’attuale mercato coperto di Rimini. Per poi, all’età di 21 anni, aprire il suo negozio, nella stessa zona, in via Castelfidardo al numero 50. “I miei primi quarant’anni di attività li vorrò celebrare con una festa apposita; appena finita l’iniziativa del ‘baghin in tla piaza’ mi metterò all’opera”.

mer 27 gen 2010 - Notizia di il taccuino della tavola - scritto da Marziani Michele

A voler salvare le tradizioni senza preservare le produzioni si finisce come i ristoratori di Pavia e dintorni che le rane per le fritture “tipiche” le importano dalla Cina o dalla Turchia. A Rimini della piada fatta con la farina del Montana e lo strutto olandese, credo debba interessare poco. Quello che si produce qui è alla base di una dieta territoriale che ha una serie di vantaggi: i prodotti sono controllabili dall’inizio alla fine, i sapori non devono sopportare lunghi viaggi e altrettante manipolazioni. Si combatte anche così la battaglia per l’aria pulita: meno camion che scorrazzano su e giù per l’Italia a portare le pesche di Cesena a Palermo e quelle di Catania a Forlì. Il progetto PiùRimini, sostenuto da Cia (che non è il controspionaggio americano ma la Confederazione Italiana Agricoltori), Cna e Legacoop, è nato nel 2007 con l’intento di fornire prodotti di aziende locali, sapori eccellenti ma anche quotidiani, ai ristoranti e, in generale, alle mense e ai luoghi di ristoro collettivi.

mer 27 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

La Regione entra nel capitale sociale di Rimini Fiera. Le quote, pari al 5,8%, sono state cedute da Provincia e Comune di Rimini per un totale di 9 milioni di euro. Gli equilibri fra soci pubblici e privati non cambiano, mentre nel cda di RiminiFiera entrerà un rappresentante della Regione. L'assessore regionale alle attività produttive, Duccio Campagnoli, ha evidenziato che si tratta di "un'operazione decisiva per facilitare il processo di collaborazione ed integrazione del sistema fieristico regionale". Campagnoli ha anche ricordato che Rimini e Bologna insieme sono i primi organizzatori in Italia di eventi fieristici.

Il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli ha sottolineato con soddisfazione che i periti abbiano dato egual valore alle due Fiere e il superamento di vecchie polemiche.

mer 27 gen 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Pulizie nelle scuole ogni due giorni. E' quanto consiglia l'ufficio scolastico regionale, che dipende dal ministero dell'Istruzione, ai dirigenti locali. La pulizia a giorni alterni, precisa la circolare, è consigliata "per aule e servizi igienici", mentre "palestre, magazzini, archivi, che hanno un minore peso economico" possono essere nettati come prima. La riduzione delle pulizie dipende infatti dal taglio del 25 per cento sui soldi destinati dallo stato a scuole che si affidano a servizi esterni. Dirigenti scolastici e insegnanti protestano contro la misura ministeriale. L'assessore provinciale all'Istruzione Meris Soldati la definisce "assurda" e per il 2 febbraio ha convocato una riunione con le amministrazioni locali e i dirigenti scolastici.

RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 10 feb 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Calcio e macchine: le più grandi passioni degli italiani. E le più grandi assenti dalla cultura italiana. Non solo i libri, ma neanche i film o le fiction, la pittura o la musica hanno mai prodotto qualcosa di notevole in questi campi; salvo rarissime eccezioni che vanno dai Futuristi a Luciano Ligabue. Dal che qualcuno deduce l'irrimediabile, sdegnoso distacco dei nostri artisti e intellettuali dal mondo che li circonda.
Ma forse si può azzardare un'altra spiegazione, che viene suggerita proprio da quanto ci succede intorno. La passione ce l'abbiamo eccome e rasenta la manìa, ma nessuno di noi, colto o illetterato che sia, è proprio capace di fabbricarci sopra una "cultura".
Prendiamo l'automobile. Ci viviamo praticamente dentro, ma cosa ne sappiamo? Di sicuro, dimostriamo solo vaghe idee sui guai provocati da un suo uso scorretto. Danni in soldi. Morte. Calamità che non si verificano solo in quell'universo a noi ignoto e incomprensibile rappresentato dagli "altri" - pedoni, ciclisti, motociclisti, automobilisti come noi, i nostri passeggeri - ma anche a noi stessi e perfino alla nostra adorata vettura. 

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

 

Dimenticato il Capodanno ed ancora troppo lontana la bella stagione, in questi tristi e freddi mesi invernali l’oasi del divertimento, ossigeno per i party addicted, ha i colori accesi e la fantasia sfrenata che solo il Carnevale possiede.

Sono ormai alle battute finali le discussioni inerenti alla scelta del vestito che mai come quest’anno ha già un vincitore designato: contate quanti Avatar sorseggeranno birra nelle tante feste mascherate in programma nei prossimi weekend in Riviera.

Cominciamo la nostra guida ai party carnevaleschi dalla fine (come data), ma dall’inizio come tradizione, suggestione, originalità: il 20 febbraio alla Villa Des Vergers di Vergiano arriva la decima edizione del “Gran Ballo in Maschera” più atteso e amato dai riminesi. La festa, organizzata dai ragazzi del Rotaract Club di Rimini, è ancheun importante evento di solidarietà che ha lo scopo di raccogliere fondi per chi, sul territorio riminese, si occupa di disagio e di emergenze. Dopo gli oltre 100mila euro raccolti nelle precedenti edizioni, quest’anno il ricavato sarà devoluto alla Comunità Papa Giovanni XXIII a sostegno di alcuni progetti quali le case di accoglienza nello Sri Lanka, la ricostruzione delle abitazioni e l’educazione della popolazione ad Haiti, la lotta all’AIDS e le case famiglia in Zambia, il progetto Rainbow.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

24 ore senza noi”, questo lo slogan per la mobilitazione del primo marzo 2010, un’iniziativa che vedrà la realizzazione di una grande mobilitazione di carattere nazionale ed europeo per far capire quanto l'apporto dei migranti sia importante per la nostra società ma anche per condannare e respingere le campagne denigratorie e xenofobe che, in questi ultimi anni, si sono diffuse su tutto il territorio nazionale.

Il comitato di Rimini è un movimento orizzontale che raccoglie al suo interno italiani, stranieri e chiunque condivida il rifiuto di ogni forma di razzismo, sfruttamento e discriminazione.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di sport - scritto da Ioli Luca

In questi quattro mesi intorno al Basket Rimini se ne sono sentite e viste di tutti i colori. Nell’ordine: è stata allestita in settembre con i soldi della Public Company una compagine di tutto rispetto che vince sette delle prime otto partite; è qui che parte l’annuncio dell’acquisto della società da parte di un gruppo di aziende facente capo a Luca Bergamini e sponsorizzato da Riviera Solare che dovrebbe coinvolgere Alberto Bucci come presidente e Riccardo Morandotti nello staff dirigenziale. Il passaggio di proprietà dovrebbe avvenire il 28 ottobre 2009 ed è garantito da un contratto, due assegni (uno da 400 mila euro e l’altro da 165 mila euro) e da un contratto di sponsorizzazione da 300 mila euro di Riviera Solare che si installa con il suo marchio sulle maglie della società. Il 28 ottobre non però succede nulla. Poi è un susseguirsi di continui ritardi nel passaggio di proprietà sino all’epilogo del 2 febbraio, quando il Presidente Braschi comunica che gli assegni sono scoperti: è stato tutto un bluff.

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Zecchini Ivano

Com'è la vita con la sindrome del Re Mida, quando tutto quello che fai ti riesce solo ed esclusivamente bene? Alex Britti è un caso unico: a vent'anni mastica blues come pochi e gira l'Europa suonando insieme a fior di musicisti. A trenta si stufa di fare il fenomeno di culto e gli vien voglia, mica è un reato, di tirar su due soldi. Esce con un pezzo pop deliziosamente scemo (c'era una volta, o forse erano due, c'era una mucca, un asinello e un bue) che diventa la canzone dell'estate. Meteora da classifica? Bellimbusto senza spessore? Le sue canzoni, intanto, le canta pure Mina, e scusate se è poco. Intanto il tempo va, passano le ore, passano pure gli anni, passa pure una love story con la coscialunga dei primi 2000, la Luisona Corna (la sindrome del Re Mida...) ma Britti non passa di moda. 

mer 10 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

 

 

Sulla Valmarecchia l’intesa fra le regioni c’è: l’8 febbraio Emilia-Romagna e Marche hanno sottoscritto un accordo in tema di territorio, ambiente, sviluppo, lavoro, viabilità, trasporto pubblico locale, in modo da non creare fratture nel passaggio della valle alla provincia di Rimini. Restano da regolare, a livello nazionale, la sanità ed il rapporto col Governo, in particolare per quanto riguarda le risorse perequative e la revisione delle norme del patto di stabilità in favore della provincia riminese, che si trova ad amministrare sette Comuni in più senza avere per ora ricevuto un corrispondente aumento di contributi statali. Inoltre si continua a chiedere un contributo finanziario straordinario per i territori della Valmarecchia. 



 

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Dal 21 al 24 febbraio la Fiera di Rimini sarà un’immensa tavola imbandita. Sono infatti in programma tre manifestazioni fra le più importanti nel campo dell’alimentazione: MIA, PIANETA BIRRA e MSE.

MIA, Mostra Internazionale dell’Alimentazione, è leader per l'alimentazione fuori casa, momento di verifica per un mercato che comporta in Italia un giro d'affari di 65,7 miliardi, ancora in crescita.

PIANETA BIRRA, BEVERAGE & CO è l'Esposizione Internazionale di Birre, Bevande, Snack, Attrezzature ed Arredamenti per Pub e Pizzerie: l'unica fiera in Europa dedicata alle bevande, settore che sviluppa in Italia un giro d´affari di 65,7 miliardi.

mer 10 feb 2010 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Le primarie del PD finora hanno avuto una strana caratteristica, che non si ritrova negli USA: c'è un candidato dell'apparato che si scontra con candidati della base o dei simpatizzanti o addirittura di partitini entrati nel PD. Se il partito-apparato ha un candidato forte, questi non ha veri avversari, come Bersani per la segreteria, e le primarie sono percepite come inutili. Se invece perde, si parla ovviamente di sconfitta del partito. Questo modello -sicuramente temporaneo - è poco vantaggioso, perché il cosiddetto partito, se impone il suo candidato appare non democratico perché si sapeva già l'esito delle elezioni; se il suo candidato invece perde il partito appare sconfitto. La scelta è quindi tra apparire autoritari o perdenti. Non è un granché.

Negli USA non c'è un candidato del Partito Repubblicano o Democratico che si presenta alle primarie del partito sfidando gli altri.

mer 10 feb 2010 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Chi l'ha detto che la sola preoccupazione del centrodestra sia “strologare” l'ampia varietà di trucchi giudiziari di cui Berlusconi ha bisogno come...il caviale? Magari l'unico scempio fosse a danno della “giustizia uguale per tutti”!

Prendiamo l'accoppiata Maroni-Sacconi. In tempi normali, i due bighellonerebbero per osterie a sfidarsi a briscola; invece oggi, da ministri quali incredibilmente sono, si dilettano ad inventare la “patente a punti” per gli immigrati. Ognuno dei quali avrà il suo libretto con un tot di punti e per conservarli dovrà dimostrare non solo di saper parlare e scrivere in buon italiano, ma di conoscere la Costituzione, la cultura, il sistema sanitario e fiscale del nostro Paese. Ogni tanto passerà un esamino e se risulterà impreparato perderà i punti e verrà rimandato: non a settembre, ma a calci in culo da dove è venuto. Passi per Sacconi, che del suo passato di socialista conserva la dimestichezza con la lingua italiana; è invece il colmo che a pretendere simili prestazioni dagli immigrati sia un gerarca della Lega, al cui interno ci si esprime per lo più a gesti e suoni gutturali, si irridono Costituzione e tricolore e, al solo udire la parola “cultura”, Borghezio corre a tirare lo sciacquone.


mer 10 feb 2010 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Essere donna comporta una quota inevitabile di sofferenze psicofisiche, per lo più autoinflitte – la ceretta, i tacchi alti, l’assurda competizione con figone chiaramente siliconate e fotoritoccate, il cappuccino alla soia, eccetera. Ma cosa spinge una donna ad aggravare la sua già pesante soma di tormenti trascinandosi dietro il partner quando va a fare compere? Perché rovinarsi quello squisito momento di autogratificazione che è lo shopping, e inserire un terzo incomodo nella coppia perfetta formata da una ragazza e dal suo bancomat?

Okay, passi per le signore anziane che si portano dietro il coniuge ingrugnato quando vanno a fare la spesa al Conad: in questo caso è un’opera buona, tanto per staccare il nonno dal televisore e impedirsi di sedersi a tavola già alle dieci di mattina col tovagliolo al collo reclamando il pranzo. «Vuoi il puré o le zucchine trifolate?» gli chiede pazientemente la moglie, davanti al banco dell’ortofrutta, tentando di destare il suo interesse. Ma cosa ne sa lui? Puré, zucchine, gli va bene qualunque cosa, purché se la ritrovi pronta nel piatto per mezzogiorno in punto davanti alla tivù accesa.

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

Le canzoni fanno parte della nostra vita, contenitori di emozioni e dei momenti più rilevanti. Ci sono tante canzoni in cui è facile riconoscersi, ma ben altra cosa è una canzone che ci parli proprio della nostra storia. Ci ha pensato così un ragazzo di Rimini, Marco Giorgi, musicista che vanta numerose collaborazioni (tra cui anche Saverio Grandi e Mario Manzani), a renderlo possibile. Un sito (www.latuacanzone.it) e la possibilità di creare una canzone che parli solo di noi, autentica e personale. Dietro a quest’idea si è sviluppata una proposta commerciale adatta a tutte le esigenze, dai semplici auguri agli spot commerciali, fino a una consulenza professionale per chi vuole lanciarsi nel mondo della canzone: una proposta che si rivela vincente e dalle interessanti prospettive. Lasciamo che sia lui a illustrarcele.

mer 10 feb 2010 - Notizia di Centro Storico - scritto da Vici Luca

 

Ricapitolando: il Tempio Malatestiano si chiama San Francesco; Sant’Agostino è San Giovanni Evangelista; Santa Rita è intitolata ai Santi Marino e Bartolomeo. In una città dove ogni chiesa viene chiamata con un altro nome, poteva fare eccezione il “Suffragio”? Infatti il suo nome esatto è San Francesco Saverio. Un edificio comunque di grandissima importanza sia per la struttura architettonica che per le opere d’arte che conserva. Contrariamente alla facciata assai sobria in mattoni a vista – probabilmente destinata ad un rivestimento in pietra mai realizzato – l’interno è assai luminoso, grazie alle grandi finestre poste nella parte alta della navata unica, e soprattutto ricco di decorazioni.

Quello che più colpisce è l’equilibrio fra i vari elementi architettonici, tra cui le doppie lesene che, poggiando su un podio, sorreggono la trabeazione e idealmente si prolungano con fasce sulla volta, il tutto arricchito da stucchi particolarmente eleganti e raffinati. L’architetto che se ne occupò è Domenico Trifogli (1675-1759), ticinese, che avrebbe operato semplificando i disegni del romano Ludovico Rusconi Sassi. E a Roma riporta tutta l’idea progettuale; in particolare alla chiesa del Gesù, la “chiesa madre” dei Gesuiti, cui si deve la costruzione del “Suffragio”. I lavori iniziarono nel 1718 e terminarono intorno al 1740, anche se la chiesa era già consacrata nel 1721. Negli anni successivi furono realizzati gli stucchi di gusto bibienesco, gli altari, le opere lignarie come le cantorie, il pulpito, i confessionali, le gelosie dei coretti e le lumiere.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

Se riguarda noi, implica indulgente compiacimento. Se tocca agli altri, suscita bonaria derisione. Che diventa tenerezza quando colpisce i bambini. E’ il parlóz, ovvero il colpo di sonno; l’equivalente del romanesco, ma oramai nazionale, abbiocco. Se i riminesi, specie dopo un lauto pranzo, is imparluzès, verso Ravenna interviene e’ palùg, da cui il verbo impalughìs. Una di quelle parole intime, famigliari, che non paiono trovare un’adeguata traduzione in italiano.

In realtà l’equivalente c’era e lo riportava anche la Crusca, ma è andato in disuso. Spiega infatti il “Vocabolario Romagnolo-Italiano” di Libero Ercolani (1994): «Impalughìs corrisponde al toscano appalugare (appisolarsi), all'umbro appaliginasse (addormentarsi) e si accosta all'aretino appliginare (vederci male, detto di chi guarda e non riesce a discernere). Il ravennate, del sec. XVII, è à palugar, cominciare a prendere sonno».

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Cicchetti Stefano

«Fu una vita selvaggia, allegra e guitta, e un'educazione a tutti i trucchi e tutti i funambolismi davanti al pubblico, che magnava le fusaje (i lupini) e poi tirava le cocce (le bucce) sur parcoscenico al lume de certe lampene (lampade) ch' er fumo spargeva da pertutto un odore da bottega de friggitore». Così Ettore Petrolini nel suo libro “Bravo! Grazie!!” dove rievoca gli anni della gavetta.

Anche oggi è così: se parlate con un romano de’ Roma, quando nominerà le fusaje, oltre ad aprirsigli er core, si sentirà in obbligo di tradurre quel termine, tanto lo sente suo. Del resto il lupino è davvero parte fondante nella storia dell’Urbe. Apprezzato in tutto il mediterraneo (nelle piramidi se ne sono ritrovati semi risalenti al 2000 a.C.) a Roma era uno degli ingredienti principali della dieta quotidiana. Se ne facevano soprattutto focacce, insaporite, da chi se o poteva permettere, con il garum, la salsa di interiora di pesce di una prelibatezza per noi incomprensibile.

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Il 19 febbraio, presso la Cineteca di Rimini, si terrà il primo incontro di “Capire il cinema – Introduzione al linguaggio e alla tecnica cinematografici”, un corso condotto da Roberto Naccari. Sei gli appuntamenti, ogni venerdì fino al 26 marzo, dalle 16,30 alle 18,30.

Roberto Naccari, riminese, è stato direttore organizzativo del Festival di Santarcangelo dei Teatri dal 1995 al 2004. E’ tra i fondatori di Cinematica con Stefano Bisulli, con cui ha firmato la regia di “Una Storia Comune” (2008), "Fellini Oniricon" (2008), "Insulo della Rozoj" (2009). “Il corso non presuppone una formazione specialistica”, ci ha raccontato Naccari, “e analizza il linguaggio specifico del cinema come racconto per immagini, dagli aspetti tecnici e stilistici, agli elementi strutturali, come l’inquadratura, il movimento della macchina da presa, la fotografia, il montaggio, soprattutto attraverso la visione e l’analisi di moltissime scene e sequenze, dal cinema degli anni ’50 a quello contemporaneo. Non è un corso di storia del cinema, anche se questo aspetto è comunque presente”.

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Dopo due fortunate edizioni ritorna con il nuovo bando l'Amarcort Film festival.

Il festival/concorso per cortometraggi che si inserisce nel programma estivo di Amarena si arricchisce di nuove idee.

Confermate le categorie "Amarcort" e "Gradisca", dedicate ai cortometraggi internazionali, il bando si arricchisce di un'interessante categoria, "Fulgor", riservata espressamente ai registi romagnoli.

Il tema 2010 di questa nuova categoria, rischiando un'overdose Felliniana sarà "La dolce vita".

Altra novità riguarderà tutti gli appassionati di fotografia.

"Paparazzo", sarà infatti il nome di un nuovo concorso fotografico.

Per i novelli registi/fotografi il consiglio di esplorare il sito del concorso www.amarcort.it.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Dopo la sbornia di effetti speciali di Avatar anche per riprenderci dal Kolossal Cameroniano, consiglio quattro pellicole diverse fra di loro, ma unite da una comune visione cinematografica agli antipodi dal Blockbuster americano.

An Education” di Lone Scherfig con Carey Mulligan, Alfred Molina, Emma Thompson, Peter Sarsgaard

Visto lo scorso anno al Sundance, a Berlino, a Londra e a Toronto, trova spazio nelle sale solo ora. La pellicola, sceneggiata dallo scrittore Nick Hornby riporta al suo meglio il cinema inglese.

Quel cinema capace di raccontare mirabilmente il passato, qui ci troviamo fra il dopoguerra puritano e gli anni dell’anticonformismo, grazie soprattutto all’interpretazione perfetta degli attori in tutti i ruoli.

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Riuscire a raccontare la realtà che ci circonda, le storie che ci attraversano la strada, non è semplice. E riuscire a raccontare tutto questo con leggerezza, facendo scappare una risata, suscitando una riflessione, è un’arte rara. L’arte della comicità che nelle prossime settimane sarà portata in scena da tre personaggi di grande carisma, come Paolo Villaggio, Lella Costa e Paolo Rossi (rispettivamente a Bellaria, San Marino e Rimini).

Venerdì 12 febbraio, alle 21.30, salirà sul palco del teatro Astra di Bellaria Paolo Villaggio, un mostro sacro della comicità made in Italy, per l’unica tappa romagnola del suo spettacolo. Uno spettacolo che racchiude gli accadimenti di un’esistenza, tra eventi curiosi e situazioni divertenti, dai giorni di scuola alle prime avventure amorose, ricordando gli amici di un tempo, ricordando Gassman, Tognazzi e De Andrè.

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Fino al 27 febbraio la Galleria dell’Immagine di Rimini (via Gambalunga 27) ospiterà “Armonia” mostra fotografica di Renato Ferri. L’artista – nato e vissuto in Belgio, e trasferitosi poi a Rimini, dove abita da 22 anni – in queste sue opere celebra la bellezza femminile, con fotografie che ritraggono nudi di donna. Un sorta di omaggio alla figura femminile, come simbolo di vita.

Aperto tutti i giorni dalle 16 alle 19; il sabato dalle 10 alle 12. Domenica e festivi chiuso. Ingresso libero. Info 0541.704416.

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

La libreria Indipendentemente Interno 4 di Rimini ospita un nuovo talento della narrativa italiana, Sacha Naspini che venerdì 19 febbraio alle 21 presenterà il suo nuovo libro “I Cariolanti” (Elliot edizioni): una storia dura e rabbiosa che inizia nel 1918, quando per sfuggire all’arruolamento un uomo si nasconde insieme al figlio di nove anni e alla moglie in un buco scavato nel bosco, dove vivranno a lungo. Con questo libro Sacha Naspini - che vive tra la Toscana e Parigi- ha ottenuto un ottimo riscontro non solo da parte del pubblico ma anche della critica. Tra i suoi libri più recenti ricordiamo “Cento per cento” (Historica edizioni) un romanzo breve sul pugile Dino Carrisi.

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Pomeriggi da fiaba e serate in musica, questo è quanto propone il circolo culturale Sala 5x10 – nome che richiama le dimensioni della sala, grande appunto 50 metri quadri – che si trova a Rimini in vicolo Forzieri 6 (San Giuliano). Ogni domenica alle 16.30 la sala accoglie i più piccoli con spettacoli di narrazione e teatro dei burattini. Mentre ogni venerdì, a partire dalle 21.30, andranno in scena concerti e poesia. Durante la settimana, l’attrice e regista Maria Costantini - fondatrice della compagnia Teatro di SensAzioni insieme a Samantha Turci – terrà laboratori teatrali per bambini (lunedì, martedì e sabato pomeriggio) e per adulti (lunedì, martedì e giovedì dalle 21).

La spazio di San Giuliano può contenere non più di 30 spettatori, si consiglia quindi la prenotazione.

Info www.sala5x10.it - tel.3317307778 - info@sala5x10.it


 

mer 10 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

 

Pomeriggi da fiaba e serate in musica, questo è quanto propone il circolo culturale Sala 5x10 – nome che richiama le dimensioni della sala, grande appunto 50 metri quadri – che si trova a Rimini in vicolo Forzieri 6 (San Giuliano). Ogni domenica alle 16.30 la sala accoglie i più piccoli con spettacoli di narrazione e teatro dei burattini. Mentre ogni venerdì, a partire dalle 21.30, andranno in scena concerti e poesia. Durante la settimana, l’attrice e regista Maria Costantini - fondatrice della compagnia Teatro di SensAzioni insieme a Samantha Turci – terrà laboratori teatrali per bambini (lunedì, martedì e sabato pomeriggio) e per adulti (lunedì, martedì e giovedì dalle 21).

La spazio di San Giuliano può contenere non più di 30 spettatori, si consiglia quindi la prenotazione.

Info www.sala5x10.it - tel.3317307778 - info@sala5x10.it


 

mer 10 feb 2010 - Notizia di healthness - scritto da Redazione

In Italia si fa un uso eccessivo di caffé, sostanza eccitante, che dà assuefazione, può procurare ulcere e gastriti, e provocare tachicardia. Una bevanda che invece non ha controindicazioni, è adatta anche ai bambini e non contiene nessuna sostanza tossica, è l’orzo. E' il più diffuso tra i surrogati del caffé, ed è ormai stato inserito a pieno titolo nell'area della naturalità e del benessere grazie alle sue caratteristiche nutrizionali. L'orzo è un cereale ricchissimo di minerali, in particolare calcio e fosforo. Assicura preziosi nutrienti, tra cui lipidi, zuccheri, vitamine PP, B1 e B2, acidi grassi essenziali e oligoelementi. Ha note proprietà antinfiammatorie, è dunque indicato in casi di problemi di stomaco e indigestione; ha un elevato potere nutrizionale, alta digeribilità, efficace azione ricalcificante; è ottimo nella prevenzione delle affezioni polmonari e cardiovascolari, svolge azione disintossicante ed emolliente nei disturbi dell'apparato digerente e delle vie urinarie, è rinfrescante e leggermente lassativo. Bisognerebbe includerlo in tutte le sue varianti, in una sana dieta giornaliera, iniziando a trasformare il vizio per il caffé, nella sana assunzione di caffé d’orzo.

mer 24 feb 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Ioli Luca

Irrompe nel sonnacchioso mondo culturale riminese il dissesto della Fondazione Fellini (220 mila euro di deficit nel 2009 e 582 mila di debiti pregressi, ma la cifra continua a ballare) con le dimissioni del vicepresidente Giuseppe Chicchi. C'è un dato interessante: nessuno si è chiesto la percentuale di perdita sul fatturato. Già questo la dice lunga sulla difficoltà ad inquadrare il problema. Poi, una girandola di opinioni più o meno altisonanti che parlano dei necessari investimenti. Ma con quali soldi? Per tutti, è ovvio, è il pubblico che deve investire di più. Proviamo a dipanare la matassa delle responsabilità: i sindaci revisori precedenti si sono dimessi, i nuovi non hanno controfirmato il bilancio. Qui esiste una responsabilità precisa del consiglio d'amministrazione, che ha pieni poteri dovendo votare i documenti contabili. Se li ha approvati si è preso le sue responsabilità e per questo motivo va azzerato. Questo è compito dell'assemblea dei soci. Il direttore Vittorio Boarini ha svolto un lavoro prezioso nel recupero del materiale del Maestro e nella impostazione filologica della Associazione Fondazione Fellini. Ma a Boarini non si può chiedere di stare chinato sui conti, né una visione manageriale del progetto. 

mer 24 feb 2010 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

Tutti gli anni, più o meno in febbraio, sposto i messaggi di posta elettronica dell'anno prima in una cartella archivio. Perché sono uno che non butta via niente. Non si sa mai. E poi i bit non occupano veramente posto. Ebbene, quest'anno ho ricevuto 10783 mail. E ne ho inviate quasi 4000.
Più quelle che ho spostato in cartelle di lavoro, che non archivio. Diciamo una su cinque. Facciamo 12 mila mail. Diviso 365f anno 33 mail al giorno.
Certamente, molte sono conferme o pubblicità, o spamming, o circolari dei vari uffici universitari. Messaggi che non sempre mi riguardano o mi interessano. Ma avrei potuto ricevere altrettanta posta cartacea? Sicuramente no. Neppure una media azienda riceveva 30 plichi postali al giorno. Lo so perché ho fatto il postino. Avrei potuto ricevere 33 telefonate? Neppure. Avrei passato metà giornata al telefono.
Questo significa che la posta elettronica ha aumentato notevolmente il volume di informazione personale che una persona riceve. Certamente, a causa del mio lavoro uso molto la posta elettronica, soprattutto per comunicare con gli studenti e i colleghi, probabilmente più della media delle persone. Ma se la mail non ci fosse semplicemente comunicherei di meno. 

RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 24 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Specifici stili di vita della nostra società hanno portato l’emergere di una serie di “nuove droghe”, nuove dipendenze, soprattutto comportamentali, definite, nel gergo psicologico, col termine “new addictions”. Tra le principali dipendenze troviamo il gioco d’azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la dipendenza dal lavoro, il trading on-line o commercio elettronico, la dipendenza da internet e da e-mail, la dipendenza affettiva e quella sessuale. Ognuna di queste dipendenze ha delle sue specifiche modalità, regole ed ambiti d’azione e attirano categorie differenti di persone per età, sesso ed estrazione sociale. Ogni comportamento deviante mette in luce modalità di vita diverse, tempi quotidiani scanditi da ritmi malati ed ossessivi, realtà altre, rispetto al vissuto di chi non soffre di queste dipendenze. Sono giochi d’azzardo tutti quei giochi il cui risultato è determinato dal caso. La parola “azzardo”deriva dal francese hasard che, a sua volta, deriva dall’arabo zarah, che significa “dado”. I giochi d’azzardo sono un’infinità. Si può dire che con il progredire della storia umana, anche i giochi d’azzardo e la loro penetrazione all’interno del tessuto socio-economico si sono evoluti. Si và dai classici giochi da casinò quali Roulette, Baccarà, Black-Jack alle Lotterie, il lotto, superenalotto e affini, tombole e Bingo, gratta e vinci fino alle slot machine.

mer 24 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Albu Raluca

Se oggi rompere il legame con il paese di origine non è più un trauma insuperabile è anche grazie alle nuove tecnologie. Pare incredibile pensare che solo 50 anni fa l'unica possibilità di rimanere in contatto con la propria famiglia era la lettera inviata per posta, che impiegava molto tempo per arrivare a destinazione nel suo viaggio tra continenti. Oggi risparmiare per telefonare in patria è importante per qualsiasi immigrato e tante compagnie di telefonia fissa o mobile si sono affrettate ad offrire condizioni più vantaggiose per i nuovi utenti di varie etnie. Gli stranieri che vivono in Italia hanno a disposizione tanti strumenti che permettono loro di mantenere i rapporti con i propri cari nei vari angoli del mondo. Molti di loro si avvicinano al mondo dei computer e di internet solo per poter comunicare a costi ridotti con la propria famiglia. Uno dei programmi più conosciuti è Skype. Il programma si può scaricare gratis dal sito www.skype.com, è disponibile in varie lingue, ci vuole una cuffia con microfono e via con le chiamate.

mer 24 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Carli Alessandro

È calato definitivamente il sipario sul musical “Hairspray” e su altri otto show teatrali di Broadway. Per salvare altri spettacoli, i produttori sono pronti a trasferirsi in Cina. Per sopravvivere alcuni produttori di New York hanno imboccato la strada della Cina con cast completamente cinesi ed adattamenti in mandarino. I primi spettacoli di “Saranno Famosi” a Pechino hanno già fatto registrare il tutto esaurito, nonostante i biglietti spesso arrivino a costare l'equivalente di 187 dollari, più dello stipendio mensile di un lavoratore cinese medio. È la faccia della globalizzazione.

Ma la crisi interessa tutti. In Italia lo spettacolo incassa una flessione del pubblico (-0,58%) e della spesa (-4,8%), e il teatro deve fare i conti con debiti e mal funzionamento: è l’analisi che traccia l’Eurispes nel rapporto “Italia 2009”.

mer 24 feb 2010 - Notizia di Borgo San Giuliano - scritto da Vici Luca

Dopo aver riportato a Rimini alcuni capolavori del Trecento Riminese, con opere di Giuliano da Rimini, Pietro da Rimini e Giovanni Baronzio, la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, ha recentemente acquistato presso la Galleria Altomani & Sons (Milano-Pesaro) una nuova importante opera d’arte, questa volta quattrocentesca: la cuspide di un polittico andato perduto, che rappresenta la Crocifissione, attribuita a Bitino da Faenza. Il dipinto è ora depositato al Museo della Città. L’artista faentino, di cui abbiamo oggi poche opere, è l’autore del polittico con le Storie di San Giuliano conservato presso la chiesa di San Giuliano di Rimini, datato 1409. Nell’opera si legge anche la firma dell’autore: “BITINUS FECIT HOC OPUS. FECIT FIERI DOMINUS SIMON ABBAS MONASTERII SANCTI IULIANI SUB ANNO DOMINI MILLESIMO CCC VIIII”. Ciò rende il polittico di San Giuliano l’unico dipinto autografato e datato dell’artista faentino, il che lo rende ancor più prezioso.

mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Clint Eastwood, il regista che stupisce per la sua tarda magnifica stagione cinematografica, ritorna con un film sull’appartheid e lo sport. Dopo il bellissimo “Gran Torino” ora è la volta di “Invictus” una nuova perla cinematografica con Matt Damon e Morgan Freeman. Si racconta del presidente del Sud Africa Nelson Mandela, un’icona del nostro secolo. Nel film il rugby si mescola alla politica e la fatica dello sport è la fatica dei diritti civili. Imperdibile come tutti gli ultimi film del grande vecchio del cinema americano. Cambiamo completamente registro ed entriamo nello stralunato mondo di Tim Burton. Finalmente affronta “Alice nel paese delle meraviglie”, era inevitabile. Vedremo se l’onirismo di Burton saprà essere all’altezza della scrittura di Lewis Carroll. Il film vede la partecipazione di Anne Hathaway, Helena Bonham Carter e Johnny Depp nella parte del cappellaio matto. Per sognare ad occhi aperti. Nuova fatica cinematografica anche per Martin Scorsese con “Shutter Island”. Di Caprio, sempre protagonista, è qui alle prese con un complicato intrigo poliziesco che è ambientato nella cupa atmosfera dell’isola penitenziario. Scorsese mescola i generi (poliziesco, thriller psicologico, horror gotico, noir) in una pellicola ricca di sfaccettature condotta magistralmente.

mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Barlaam Lorella

Al centro Commerciale I Malatesta, tra carrelli della spesa e bambini col gelato, può capitare di incantarsi davanti a una vetrina, la “ReedoWindowTwo”, in cui due cigni di carta di giornale pieghettata navigano su un mare di specchi. All’interno, un mosaico di facce “vere” fronteggia il visitatore: è “Face’s Faces” di Chico De Luigi. Attraversato il sipario, ci si trova in una factory. In un calmo caos c’è chi dipinge cassetti, chi cuce stoffe colorate, chi scrive cartelli e scatta fotografie. Preparatissima, Marianna Balducci, tutor che si occupa della comunicazione, ci fa da guida: è il cantiere di “ReeDo. Riusare per piacere”, un luogo all’interno del “non-luogo”, lo spazio che I Malatesta hanno messo a disposizione dell’Università per allestire un concept store secondo la filosofia del re-design.

REEDO | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 1 )
mer 24 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Venerdì 19 febbraio Piccola Industria CNA ha presentato “Persone, imprese, innovazione nella Provincia di Rimini”, la prima delle tre pubblicazioni previste nel work in progress di “Innovation Community - Impresa e futuro”, un progetto pluriennale che ha il patrocinio della Provincia e del Comune di Rimini e il contributo della Banca Popolare di Ancona. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato Duccio Campagnoli, Assessore Attività Produttive Regione Emilia-Romagna, i Consiglieri regionali Marco Lombardi, Roberto Piva e Gioenzo Renzi, Fabrizio Moretti, Presidente CNA Piccola Industria e Lorenzo Ciapetti, Presidente Antares. “Innovation Community” vuol essere un supporto alle PMI per cogliere le sfide e le opportunità di finanziamento proposte dall’Unione Europea e sostenere in sinergia con le Istituzioni la capacità di innovare e competere delle imprese locali. “Persone, imprese, innovazione nella Provincia di Rimini”, oltre a informare sull’attività svolta, costituisce un luogo di confronto tra i soggetti coinvolti, e rende visibile il network costituitosi attraverso il progetto.

mer 24 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Piva Beatrice

La Galleria Scarpellini ospita fino al 4 di marzo le opere di Kiril Cholakov, pittore e autore di installazioni. Di origine bulgara da diversi anni vive nel Borgo San Giuliano, uno dei cuori di Rimini. La sua ricerca si ispira all’individuo nella società contemporanea, alla sue identità e ossessioni, alle sue ombre e ai “contenitori”che lo ospitano: la casa, la camera da letto, muri e rifugi in un mondo sempre più movimentato e sempre meno stabile.

Quale pensiero ispira la sua mostra?

L’ombra è l’altro lato di noi, quello oscuro e sfuggente, a volte oggetto insieme di desiderio e repulsione, tentativo di esprimere una impossibilità, disegnare i contorni di ciò che non è rappresentabile, una situazione limite e un conflitto silenzioso tra mondo rappresentato e mondo in cui viviamo. Vorrei citare le parole della stimata critica d’arte Lea Vergine, parole che sono state come una guida nella mia ricerca: Nelle ombre si possono proiettare i miraggi, le visioni, le paure, i desideri, il non detto; persone che non abbiamo mai conosciuto, luoghi dove non siamo mai stati, riverberi di situazioni e di accadimenti magari mai vissute; in breve, sogni. E un sogno è un sogno, non è un’illusione”.

mer 24 feb 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

Siglato l’accordo tra Equitalia Romagna Spa e CNA della provincia di Rimini per migliorare i rapporti fra la stessa Equitalia, i contribuenti e le associazioni di categoria che li sostengono nelle pratiche di riscossione delle imposte e contributi previdenziali. La convenzione è stata sottoscritta il 4 febbraio dal presidente di CNA della provincia di Rimini, Renato Ioli e dall’amministratore delegato di Equitalia Romagna Spa, Sergio Carducci.

mer 24 feb 2010 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Proseguono gli incontri della domenica alla Casa del Teatro e della Danza (l’ex Chiesa di Viserba in via Popilia, 167 a Viserba Monte) gestita dall’associazione culturale Riminiteatri. Domenica 28 febbraio (ore 17, ingresso libero) focus su La rappresentazione dei luoghi, l’insostenibile dialogo la natura dei progetti e la cultura dei luoghi ovvero quanto incide il valore dei luoghi nell’elaborazione di un progetto culturale, di qualsiasi natura: teatro, danza, musica, cinema, e non solo? Fabio Biondi, direttore de L’arboreto e del Teatro Dimora di Mondaino e curatore dell’incontro, discuterà del tema insieme ad alcuni protagonisti della scena teatrale nazionale: Lorenzo Donati (critico di Altre Velocità), Massimo Paganelli (direttore artistico del Festival di Armunia di Castiglioncello), Paola Berselli e Stefano Pasquini (Teatro delle Ariette), Rosita Volani e Thomas Emmenegger (direzione artistica, Olinda, ex ospedale psichiatrico Paolo Pini di Milano). 

mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

 

Il super cafone eccola qua, Piotta è il suo nome nun lo scordà”. E chi se l’è dimenticato da quella volta! Era la fine degli anni ’90 (1999) e Tommaso Zanello (il Piotta, appunto) scalava le classifiche con questa canzone targata Roma diventata in pochi giorni un tormentone. Per i nostalgici di quel periodo, torna sabato 6 marzo l’appuntamento Retropolis al Velvet, aperto alle 23 dal live del Piotta. Sarà l’occasione per rivivere le emozioni dell’ultimo decennio del secondo millennio: gli anni di Spice Girls e All SaintsPulp Fiction e Le Iene, Max Pezzali e Mauro Repetto Take That e Backstreet Boys, (l’estate italiana di) Edoardo Bennato e Gianna Nannini, Barbie Girl… e tutto quello a cui nessuno ha più pensato.


 

mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Gei Omer

In concomitanza con il Paganello (dal 1 al 5 aprile) a furor di popolo torna Palaidol 2010, il contest rivolto a giovani gruppi musicali con la voglia di farsi conoscere e far ascoltare la propria musica e soprattutto con entusiasmo e grinta per affrontare la platea del Paganello, famosa e conosciuta per la sua forte energia. Il vincitore infatti, avrà la possibilità di salire sul palco del Paganello in uno dei suoi celeberrimi party, ed esibirsi davanti a più di 1500 giovaniprovenienti da tutto il mondo. Sono inoltre previsti premi consistenti in ore di sala prove messe in palio dallo studio di registrazione De Opera (a Viserba). La sfida si gioca anche sul web: i sostenitori potranno votare la band preferita e un vero e proprio “premio del pubblico”, che verrà assegnato alla band più cliccata sul sito www.paganello.com.


mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Continua “Notorius Original” proponendo film in lingua originale anche nel mese di marzo. Il 2 appuntamento con l’ultima divertente pellicola di Ken Loach “Il mio amico Eric (Looking for Eric)”. Con Steve Evets, Eric Cantona, Stephanie Bishop e Gerard Kearns. Felice fusione fra commedia e dramma l’opera permetterà di conoscere meglio la figura mitica di Cantona.

Per martedì 16 marzo è atteso il musical Nine di Rob Marshall con Daniel Day Lewis, Marion Cotillard, Penelope Cruz, Nicole Kidman,  Fergie, Kate Hudson, Judi Dench e Sofia Loren .

mer 24 feb 2010 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Appartengo a quella minoranza di italiani che si caverebbero un occhio piuttosto che vedere il Grande Fratello, che non sono tentati dal multiforme chiacchiericcio dei ballatoi informatici, che non si sentiranno in colpa per essersi persi Avatar. Inoltre, da quando sono preda dello “snobismo di certa sinistra” ho anche smesso di guardare il festival di Sanremo (Bersani non me ne vorrà), con due eccezioni di pochi minuti: per godermi Benigni, non ricordo quando; e l'anno scorso, per ammirare lo stile impeccabile dell'amico Umberto Calandrella, l'arcinoto ex Prefetto di Rimini, impegnato nelle premiazioni in veste di Commissario Straordinario della Città dei Fiori.

L'altra sera non ho dunque potuto solidarizzare in diretta col pubblico spernacchiante e con i poveri orchestrali, increduli per il verdetto a favore della goffa prestazione di “sua bassezza canterina” Emanuele Filiberto; la cui esibizione, in perfetta sintonia con una canzone idiota, è stata un'altra occasione per coprirsi di ridicolo e proseguire sull'invereconda strada del suo degno genitore (so che lo pensa anche quella squisita persona del monarchico Ruzzier).

mer 24 feb 2010 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Accusare i giovani di non aver più voglia di lavorare è un classico delle rimostranze degli anziani attestata fin dalle iscrizioni cuneiformi babilonesi. Ma che i vecchi non abbiamo più voglia di cucinare non è un’accusa, è una triste verità e un allarmante sintomo della crisi dei valori. Tutti quei cibi pronti che negli negli spot pubblicitari scaldano le serate di maliziose giovani coppiette o consolano autoironici single trentenni, al supermercato li vedi per lo più nei carrelli delle signore anziane. Proprio quelle che ti immagini chine sui fornelli a mescolare il ragù, con le mani odorose dell’aglio con cui hanno appena condito i sardoncini: sono loro le seguaci più fedeli dei «Quattro salti in padella» e le migliori clienti delle rosticcerie – e sì che sono care ammazzate.

mer 24 feb 2010 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Il mai abbastanza compianto amico Gustavo Gaudenzi, mi presentò “Lele” Massari in una fredda e caliginosa giornata di un dicembre di tanti anni fa. Grazie a Gustavo feci conoscenza con colui che per più di quarant’anni, per me era stato soltanto un nome legato ad un ruolo: l’ala sinistra del Rimini. “Lele” Massari, entrò a far parte dei “pulcini” (allora si chiamavano così i calciatori delle giovanili) nel 1939. Aveva quindici anni. L’avevano visto giocare in un campetto della periferia. Due anni più tardi debuttò in prima squadra. Il campionato era quello di serie C. Ma il colpo grosso di quell’anno fu, per Massari, l’essere assunto come fattorino alle Poste. Per le famiglie d’allora composte da ligi, laboriosi e seri personaggi, che non accettavano nulla di gratuito e non agognavano insolite cose, il raggiungimento di un posto fisso, era il più ambito dei traguardi.

mer 24 feb 2010 - Notizia di sport - scritto da Ortalli Matteo

Dopo la lunghissima sosta invernale, in parte prevista ed in parte dovuta al maltempo delle scorse settimane, sono ripartiti domenica 21 dopo oltre due mesi i campionati di Seconda e Terza categoria che vedono impegnate diverse squadre riminesi. Nel girone A di Terza giunto alla prima giornata di ritorno, da segnalare il passo falso del Viserbella sconfitto in casa dalla Santagatese e superato in vetta alla classifica dal Talamello, mentre il Viserba Calcio grazie al successo sul Marignano si avvicina alle zone alte. Nel girone B, anche qua si ripartiva dalla prima giornata di ritorno, le tre compagini riminesi, Villaggio 1° Maggio, Rimini Nord e Giovanile Rimini stazionano a metà classifica dopo un turno piuttosto deludente (2 sconfitte e un pareggio).

mer 10 mar 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

L'otto marzo il Comune di Rimini ha festeggiato i 90 anni di Luigi "Titta" Benzi. Il sindaco Ravaioli ha ricevuto in municipio l'avvocato passato alla storia come protagonista dell'Amarcord di Fellini. E proprio del grande regista "Titta" è stato fin dalla giovinezza uno degli amici più intimi. Nato a Rimini l'8 marzo 1920, Luigi Benzi per oltre mezzo secolo è stato uno dei più stimati avvocati penalisti del foro riminese. Il sindaco ha donato a "Titta" Benzi una medaglia con la riproduzione del simbolo zodiacale dei Pesci della Cappella dei Pianeti all'interno del Tempio Malatestiano.

mer 10 mar 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano

Non ci sono soldi. Non si trovano proprio. Non ci sono soldi per salvare la Rimini Calcio. E' che qui non abbiamo petrolieri, grandi costruttori, grandi industrie. E così dopo quel matto di Vincenzo Bellavista non si trova più nessuno. Del resto non ci sono soldi per rifare lo stadio. E poi non ci sono nemmeno per il Basket Rimini. Sembrava che ci fossero, ma poi sono evaporati. 
Ma non piange mica solo il piatto dello sport. Non ci sono soldi per la Fondazione Fellini. Non per la Sagra Malatestiana e per tutto quel che sa lontanamente di cultura. Del resto c'è la crisi e le imprese devono tirare la cinghia. In questo campo la tiravano anche quando la crisi non c'era, ma che c'entra? Spetta all'ente pubblico sborsare.

mer 10 mar 2010 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

A Rimini Fiera dal 17 al 20 marzo si terrà la 22° edizione di Enada Primavera, la manifestazione di SAPAR che la Spa riminese organizza in marzo a Rimini e a Roma in ottobre. ENADA è diventata leader sia in Italia sia in Europa quale appuntamento per gli operatori del comparto gaming e amusement.

Quattro giornate in cui si incontreranno tutti i protagonisti del mondo dei giochi: esercenti di sale pubbliche da gioco, sale attrazioni, biliardo, bingo, pub, bar, ristoranti, locande, resort, stabilimenti balneari, parchi tematici, parchi giochi, FEC (Family Entertainment Center). Inoltre costruttori, gestori, noleggiatori, tecnici e riparatori di apparecchi da intrattenimento e da gioco, automatici e non; operatori per la raccolta del gioco, VLT, esercizi che raccolgono scommesse; centri commerciali, circoli privati, enti collettivi. Insomma, uno sguardo a 360° sul business del divertimento.


mer 10 mar 2010 - Notizia di Borgo Marina - scritto da Vici Luca

Dopo la fine della guerra l'allora sindaco Cesare Bianchini, pressato dalla giunta comunale e dalla Cassa di Risparmio, incaricò gli architetti Melchiorre Bega e Giuseppe Vaccaro (che nel 1931 aveva progettato la casa del Fascio) di realizzare un piano per la ricostruzione della Marina.
Tale progetto, che fu approvato dal consiglio comunale il 25 febbraio 1947, prevedeva la realizzazione da parte della società Rema (Ricostruzioni Edilizie Marina Adriatica) di un grande albergo, un centro commerciale, un teatro all'aperto, un padiglione fieristico, un circolo del tennis e una pista da pattinaggio. In cambio il comune avrebbe alienato le aree di sua proprietà sul lungomare, dal piazzale del Kursaal al torrente Ausa, per circa 20 mila metri quadrati, metà a titolo gratuito e l'altra metà al prezzo scontato del 50% rispetto a quello di mercato. 
Il progetto non comprendeva il Kursaal, considerato architettonicamente non in sintonia con gli edifici da realizzare, e al cui posto era prevista un'area attrezzata a giardini.
Approvato il progetto, si aprì un dibattito su cosa fare del Kursaal, danneggiato internamente dai tedeschi e poi dagli alleati, ma sostanzialmente intatto.

mer 10 mar 2010 - Notizia di attualità - scritto da Albu Raluca

La "Primavera antirazzista" ha debuttato con una giornata di protesta pacifica di grande civiltà in 60 città d'Italia, da nord a sud. In molti hanno scioperato, lasciando il lavoro di badante, operaio, baby-sitter, muratore, bracciante, cameriere, infermiera per richiedere rispetto per il loro operato, altri hanno tenuto lezioni di lingua straniera (araba, wolof, spagnolo, ecc), o hanno partecipato a spettacoli dei cantastorie africani, o ballato su musiche etniche, partecipato ai cortei antirazzisti. Il primo marzo 2010 sulle strade di tante città italiane immigrati e italiani si sono uniti in una voce unica per richiedere diritti per tutti, a prescindere dal colore della pelle, dalla religione o dall'origine etnica. 
Il colore giallo, simbolo del movimento "24 ore senza di noi" è stato portato con orgoglio anche a Rimini. Il momento di massima importanza, il corteo antirazzista, ha visto la partecipazione numerosa di stranieri e italiani che hanno attraversato le vie del centro storico fino a Piazza Cavour

mer 10 mar 2010 - Notizia di attualità

Federico Fellini muore il 31 di ottobre al Policlinico di Roma. A Santa Maria degli Angeli si tiene la cerimonia funebre alla quale partecipa commosso tutto il mondo del cinema. Poi il feretro prende la strada di Rimini. La camera ardente viene allestita nella Sala delle Colonne dove ventimila riminesi portano il loro saluto. Il sindaco e Maddalena Fellini concordano gli impegni solenni da annunciare il 4 novembre, nel giorno del funerale: una via intitolata a Federico (poi si scelse il piazzale davanti al Grand Hotel) e una Fondazione che mantenga viva l'attenzione alla sua opera. In quel discorso, parlando della Fondazione, il Sindaco di Rimini diceva: "Sarà una cosa che apparterrà all'Italia e al mondo". L'anno dopo la città dedicherà a Federico, a Giulietta che lo ha raggiunto e al loro bimbo Federichino, la Grande Prua di Arnaldo Pomodoro al Civico Cimitero. Dopo diciassette anni è giusto fare un bilancio; per farlo, dobbiamo guardare a quanto è stato prodotto, a quanto si è studiato sull'opera di Fellini, a quanto sia rimasto vitale il suo lascito intellettuale. Possiamo anche guardare a come nei cinque continenti il suo nome sia ancora pronunciato con il rispetto e lo stupore che merita chi ha come pochi altri capito e interpretato la modernità.

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Ritornano in Romagna con un nuovo tour e un live show tutto da ballare i Motel Connection, trio composto da Samuel, voce dei Subsonica, Pisti, il dj della band e Pierfunk ex-bassista dei Subsonica. ‘L’elettronica che sposa la dance che corteggia il funk verso libera creatività’: mia locuzione costruita sulla logica dei processi è naturalmente scaturita dopo la piacevole conversazione con Pierfunk. Con lui parlo di musica come tramite per la comunicazione e per generare idee in maniera partecipata.

mer 10 mar 2010 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

L’associazione Itaca di Rimini si occupa del disagio e delle problematiche legate all’età evolutiva. Con il presidente, Dott. Maurizio Cottone, parliamo dell’uso eccessivo di internet da parte dagli adolescenti.

Quali siti sono maggiormente visitati dai giovani?

Nell’ultimo anno il 95%. dei giovani tra i 13 e i 17 anni ha usato Internet. I siti più visitati dai giovani sono i social network (Facebook, Myspace, ecc), Youtube, i blog, le chat-room e Second Life. Per quanto riguarda Facebook in Italia nel 2008 c'è stato un vero e proprio boom: abbiamo superato il milione e 300 mila visite, con un incremento annuo del 961%. Una ricerca Doxa per Save the Children dice che il 73% dei minori ha frequentato un social network almeno una volta, il 66,7 vi ha aperto un profilo, il 24,8 ha stabilito contatti con adulti, il 15 ha vissuto esperienze poco piacevoli quali imbattersi in materiale pornografico, il 9 ha avuto richieste di immagini provocanti, il 7 ha avuto richieste di sesso on line. Inoltre, dalla stessa ricerca è emerso che il 78% dei giovani si iscrive ai social network per stare in contatto con gli amici, il 20 per conoscerne di nuovi, il 47 dichiara di allacciare nuove amicizie. Il 29% dei giovani registrati nei social network ha incontrato di persona qualcuno conosciuto in rete: i ragazzi nel 34% dei casi, le ragazze nel 25. Di questi il 37% è andato da solo all’incontro, il 63 in compagnia di amici”.

mer 10 mar 2010 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

"Leggere non è necessariamente un'attività solitaria, ma in genere è un'attività individuale" scrive G. Perec. Una buona sintesi di quello che succede nei Gruppi di lettura, realtà diffuse in diverse parti del mondo, specie in area angloamericana e ispanica, e sempre più attestate anche da noi, anche grazie ai contributi di bibliotecari-scrittori appassionati come Luca Ferrieri. Molti gruppi, infatti, nascono dall'input di una Biblioteca, ma ognuno poi fa storia a sé. In comune, l'essere una galassia di lettori che si ritrova intorno a pagine scelte di comune accordo, nella "stanza tutta per sé" di cui parlava Virginia Woolf, aperta anche agli altri. Non una lettura "collettiva", né un reading, né una lezione, ma un leggere condiviso. Come scrive Blanca Calvo: "un gruppo di lettura è un gruppo di persone che leggono nello stesso tempo un libro". 

mer 10 mar 2010 - Notizia di opinioni - scritto da Proni Giampaolo

C'è una costante nelle discussione sulla memoria di Fellini a Rimini. La ritrovo sui giornali e nei discorsi comuni. Ci si chiede sempre 'come far rendere Fellini'.

Ora, che Fellini sia stato uno dei più grandi registi nella storia del cinema, non è in dubbio. Detto questo, Rimini è la sua città natale ma non è stata la città nella quale ha lavorato e vissuto. E' stata però un luogo del quale Fellini ha parlato, in un modo o nell'altro, in molte sue opere. Un luogo del suo immaginario, più che un luogo reale. Fellini non ha mai voluto raccontare la Rimini storica, ma ne ha fatto una città mitica, un territorio della poesia: dunque, universale. Un film come Amarcord fu amato e capito infatti in tutto il mondo.

mer 10 mar 2010 - Notizia di satira - scritto da Piccari Nando

Pensate la cosa al passato e a parti invertite. Un tontolone, diciamo in Campania, è in fila per presentare la lista del centrosinistra; preso dall'improvvisa voglia di pastiera napoletana abbandona il suo posto e quando torna è già scaduto l'orario di legge per la presentazione: quindi by by Bassolino. Ma all'indomani Prodi cambia retroattivamente quella legge, con la scusa di interpretare la volontà del "defunto legislatore" di quarant'anni fa, il quale avrebbe inteso affermare l'alto principio costituzionale che "basta l'intenzione". Ve l'immaginate il finimondo? Bossi che grugnisce in ostrogoto su e giù per la Padania/Pirlandia; migliaia di matrone ingioiellate in piazza coi loro "cagnolini della libertà"; le signorine di villa Certosa a farsi fotografare, per protesta, rigorosamente vestite.

 

mer 10 mar 2010 - Notizia di satira - scritto da Celi Lia

Smettere di fumare fa bene. Chi scrive ha interrotto da qualche settimana una quasi trentennale carriera da tabagista, e può testimoniare che ci si sente meglio da subito, a parte quei due o tre attacchi quotidiani di licantropia, rintuzzabili con chewingum e affini (di qui il «Mascellone dell'ex fumatore», una tipica ipertrofia dei muscoli coinvolti nella continua masticazione del chewingum, che dà a chi smette di fumare una vaga somiglianza con il compianto attore James Cagney). Oppure si può ricorrere alla «sigaretta elettronica», disponibile nelle farmacie più fornite: trattasi di un atomizzatore ricaricabile munito di filtro aromatico (con aromi alimentari, oppure con nicotina per chi non riesce a privarsene di colpo), e perfino di finta brace che si illumina ad ogni boccata. Invece della velenosa nuvoletta, aspiri ed emetti un vapore acqueo dall'odore vagamente tabaccoso. L'illusione è quasi perfetta, e il fumatore, come il fanciullo malato di cui parla il Tasso, «dall'inganno suo vita riceve». 

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

 

Sempre innovativi e controcorrente nello stile, i Krisma tornano on stage sabato 20 marzo allo Spazio DNA in via XVIII luglio a Borgomaggiore. Un evento che rientra nella serata Psychedelic Vampire. Ad accompagnare i Krisma interverranno gli Yes maybe not e i Soviet Soviet a completare un quadro di tendenze che congloba musica e arti visive, estetica fashion e cultura underground. Come degna introduzione saranno allestite delle proiezioni della Absolute Black, realtà editoriale di fumetti dark curata da Luca Belloni e Samanta Leoni con commento musicale a cura di Marta dj. Dopo i concerti la serata prosegue con i djs Luca Cecchini, Franco Fattori, Eric, Letizia, Marta, Fabino, Frederick, Francesco Selvi e 2 dancing rooms dark - new wave – electro. Guests djs: Miss Lucifer, Piero Balleggi (Neon).

 

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Domenica 21 nello spazio SOS della Domus di Bacco arriva Luca Gemma, fondatore assieme a Pacifico della infuocata band Rossomaltese negli anni ’90, cantautore e autore anche delle musiche per le trasmissioni di Fabio Volo. «Coniugare la leggerezza e l’accessibilità tipica di una canzone con un significato profondo e un suono accattivante» questa, in estrema sintesi, la filosofia del suo nuovo album solista ‘Folkadelic’ che presenterà in concerto con Andrea Viti (al basso, Afterhours fino al 2006), il cantautore-produttore Ray Tarantino e Nick Taccori, batterista di Terence Trent d’Arby (il cui nome ora è Sananda Maitreya).

Gemma è tra i più attivi musicisti e compositori in Italia nella scena autorale. Esempio attualissimo: la sua canzone ‘Mille’ è nell’ultimo album ‘Grovigli’ di Malika Ayane.

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Voglia di punk? O meglio, voglia di scoprire o di rispolverare le strade che hanno percorso i pionieri italiani dal ’77 al 1987? Esiste un blog su http://punx80.blogspot.comSi tratta di un percorso di ricerca verso l’ascolto, in cui sono elencate alcune ristampe dei migliori cd, talvolta correlati da libri, del punk e dell’hardcore italiano. Giusto per citare dei nomi: Cccp, Gaznevada, Skiantos tra i più celebri, per poi arrivare a band di nicchia come Crash Box e Peggio Punx. Il legame tra punk e hardcore è imprescindibile. Li accomuna la velocità delle esecuzioni, testi rivolti a denunce di tipo politico e sociale. Il blog è uno dei due nuovi percorsi di lettura proposti da NdA, Nuova Distribuzione Editoriale, nota a Rimini per aver intrapreso anche la strada delle produzioni musicali (l’etichetta Interno 4 Records in collaborazione con Assalti al Cuore). Il secondo nuovo blog è rivolto agli appassionati della cultura Hip-Hop, forse la più internazionale sottocultura che si manifesta attraverso i gruppi, le posse, le origini, la ribellione, i ghetti, la musica, l'arte visuale, il mondo del writing metropolitano. All’indirizzo http://librihiphop.blogspot.com/ è possibile consultare un archivio ricco di libri e testi, tutti distribuiti dalla NdA.


mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Giunto alla ventinovesima edizione, Round, il festival nazionale di cinema  indipendente promosso dall'Unasp-Acli di Rimini e dal Cineclub.  

Notorius, si terrà a Rimini, presso il Cinema Tiberio, dal 28 al 30 maggio 2010, alle ore 21 (ingresso libero a tutte le proiezioni). Come nelle passate edizioni Round cercherà di fare il punto sulla situazione del cinema indipendente in Italia.

Gli autori, per partecipare, possono inviare le loro opere, dal minutaggio massimo di 20 minuti (formato DVD,divX, betacam), entro il 30 aprile 2010.

Tutti i corti inviati saranno analizzati e selezionati dalla giuria.

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Bronzetti Paolo

Per celebrare la settimana che contiene la festa dell’8 marzo, prepariamo un menù cinematografico per palati femminili.

Ricordate “Pretty woman”? Il regista era Garry Marshal. Nel suo nuovo melenso e romantico lavoro “Appuntamento con l’amore” ha radunato un cast stellare, che va da Anne Hathaway a Aston Kutcher, da Jamie Foxx a Jennifer Garner, da Jessica Biel a Jessica Alba, insomma tutte le nuove star del cinema americano.

L’intreccio di tante storie con un unico tema: l’amore e il giorno di San Valentino. Una pellicola leggera come lo zucchero filato che manderà in bestia tutti gli uomini della sala, un ottimo scherzo da fare ai vostri compagni in vista della festa delle donne. Secondo titolo in uscita che guarda al mondo femminile è “Donne senza uomini” (indovinatissima l’uscita nelle sale). Tratto dal celebre romanzo di Parsipur, bandito in Iran.

La regista iraniana Neshat è qui all’esordio cinematografico, ma è una notissima artista video che da trent’anni vive a New York. La narrazione segue quattro donne alla vigilia del colpo di stato in Iran tramato dalla CIA nel 1953.

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

 

Proseguirà fino al 24 marzo la rassegna musicale Backstreet Tales. Quattro concerti nella Taverna Vecchia Pescheria di Rimini con ingresso libero. Quattro realtà musicali italiane che curano da anni progetti musicali che vanno oltre i confini. Dopo l’esordio affidato ai Lowlands, mercoledì 10 marzo sarà la volta dei riminesi Miami & The Groovers. Un nome che dai fumosi pub della Romagna si è rinvigorito negli anni con centinaia di live in tutta Italia e due album all’attivo. Mercoledì 17 marzo sarà la volta di Riccardo Maffoni. Vincitore del Festival di Sanremo nel 2006 nella sezione giovani, oggi è diventato un performer nonché esecutore di razza. Chiudono i Cheap Wine da Pesaro, band di culto nel panorama italiano con cavalcate rock blues elettriche da perdere il fiato. Ogni artista coinvolto nella rassegna presenterà il concerto in diretta su Radio Icaro fm 92 il giorno stesso del concerto alle h 18,15 con uno special di 45 minuti.

 

mer 10 mar 2010 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Da martedì 16 a giovedì 18 marzo (ore 21), il teatro Novelli di Rimini ospiterà la “Trilogia della villeggiatura” di Carlo Goldoni, interpretato e diretto dal grande Toni Servillo, attore pluripremiato sia in teatro che al cinema, qui alle prese con una sorte di "miniserie del Settecento". La piece racconta infatti la storia di quattro giovani borghesi in tre diversi momenti legati alle vacanze: durante i preparativi prima della partenza, nelle vicende che vivono in villeggiatura e infine nell’ora del ritorno in città. Una vacanza da se stessi che porta a un’inevitabile malinconia e che sottolinea un tema quanto mai attuale: il desiderio di esserci piuttosto che di essere.

mer 24 mar 2010 - Notizia di primo piano - scritto da Cicchetti Stefano