ARTICOLI CHE PARLANO DI MUSEO_DELLA_CITTA

mer 28 gen 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Nato cent'anni fa a Rimini, René Gruau (1909-2004), figlio di una donna francese (da cui prese il cognome) e di un aristocratico italiano, ha rappresentato, per la grafica di moda, la quint'essenza dello stile moderno di entrambi i paesi: egli è stato il maestro incontestabile di un'eleganza mondana perfetta e leggera come un passo di danza, simile al vibrare sprezzante e infiammato di un tango.

mer 04 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

Fino al 29 novembre il Museo della Città di Rimini ospiterà "La grande guerra, la vittoria e le sue conseguenze" mostra sulla prima guerra mondiale e sul biennio successivo alla sua conclusione. L'iniziativa prevede anche un convegno (7 novembre) con il prof. Antonello Folco Biagini (Università La Sapienza di Roma), il generale Massimo Coltrinari (titolare Storia militare Issmi), il generale Gianfranco Gasperini (coordinatore d'area Issmi) e il generale Giovanni Sciandra (titolare scienze strategiche Issmi). E degli incontri: 15 novembre "Futuristi e grande guerra. Un futurista a Rimini" (ore 16.30), "L'impresa di Fiume nelle lettere di Gabriele D'Annunzio" (ore 18); 18 novembre "D'Annunzio e i rapporti con Capitan Giulietti e Mussolini" (ore 16.30); 29 novembre "L'impresa di Fiume nell'esperienza di un collezionista" (ore 10.30).

Per visite guidate tel. 0541.704421 - 704426

gio 08 apr 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Caverna Nicole

Carla Bozulich è un’icona: musicista, performer, scrittrice divisa tra New York, Los Angeles e l'Europa, un personaggio sopra le righe e al di fuori d'ogni schema, fragile, umorale, vera come poche artiste del panorama internazionale odierno. L’associazione culturale Timanfaya ha lavorato duramente per averla e finalmente riesce a presentarla al pubblico riminese martedì 20 aprile presso il Museo della Città di Rimini. Un passato a dir poco travagliato e la musica come valvola di sfogo e strumento di risalita e riscatto: è consacrata artista - culto in un periodo di relativa maturità. Nel 2005 il destino la favorisce con l’album ‘Evangelista’. Questo lavoro darà anche il nome alla band che l’accompagna in un intreccio continuo tra musica e vita. Come ‘Evangelista’, ha scritto ‘Hello, Voyager’ e l’ultimissimo ‘Prince of Truth’ sulla cult label canadese ConstellationGrande consenso di pubblico e stampa, per un progetto sicuramente non facile, dove spicca la timbrica della sua voce – che richiama Diamanda Galas e Patti Smith - ma assolutamente unica, capace di emozionare e far vivere nei suoi live esperienze di sommovimento interiore. 

mer 30 giu 2010 - Notizia di Centro Storico - scritto da Bernucci Annamaria

Sono le cantine del settecentesco ex Collegio dei Gesuiti, dall'epoca napoleonica fino al 1977 ospedale della città e dal ‘90 sede del Museo della Città, a ospitare la nuova Ala archeologica. Lo scenario è suggestivo, caratterizzato in gran parte dalla copertura a volte degli antichi sotterranei. Qui si snoda un percorso complesso e denso di reperti sulla storia di Rimini che consentirà di osservare, attraverso le tracce lasciate dai suoi abitanti, l'evoluzione nel territorio riminese dalla Preistoria alla fine del periodo Tardoantico. 
Circa 2.000 sono i metri quadri complessivi di superficie, oltre quaranta le sale espositive.
Il visitatore può vedere la Rimini delle origini con i preziosi ripostigli dell'età del bronzo, depositi di oggetti appartenuti a commercianti-fonditori, i corredi delle necropoli villanoviane e gli oggetti legati alle diverse genti che ebbero frequentazioni con l'approdo riminese. Rappresentato il momento della fondazione di Rimini nel più ampio prospetto della centuriazione della regione e dell'apertura delle strade consolari: esposti esemplari di aes grave e dei pocola deorum. Ma è la città repubblicana e imperiale ad avere un ruolo egemone. Materiali tra il III e I sec.a.C., reperti provenienti dalle necropoli, dalle tracce del nuovo impianto urbanistico e infrastrutturale, dagli edifici templari. Rimini, come sottolinea il soprintendente Luigi Malnati, è la prima città colonia che i romani portano al di là degli Appennini, capitale degli stanziamenti a nord. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2011  - è