ARTICOLI CHE PARLANO DI MIMMO_GIULIANO

mer 24 mar 2010 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Il punching-ball, i guantoni, l'arredo disadorno di una palestra di periferia, l'acre odore di linimento misto a quello di sudore stantio, lo sport come metafora della vita e la vita come metafora della violenza che impregna l'ordinaria quotidianità; tutta la gamma di oggetti, le motivazioni, le simbologie, i luoghi comuni che da sempre, determinano la liturgia di questo sport, poco o nulla hanno a che fare con la vicenda pugilistica di Domenico "Mimmo" Giuliano, il peso welter riminese che, dal 1959 al 1968, deliziò tutti gli appassionati, con la sua classe che era oro a 18 carati. 
Nato a Rimini il 19 dicembre 1943, Mimmo Giuliano, si avvicinò alla boxe con curiosità. Attratto da un'arte tanto nobile quanto spietata, ebbe la fortuna di imbattersi in un maestro di stile quale era Aroldo Montanari. Il giovane si lasciò trasportare, affascinato dalle parole del "maestro Aroldo", il quale, da quel grande intenditore che era, da subito intuì il potenziale atletico e umano che si celava in quel ragazzino spavaldo ma, nello stesso tempo, estremamente attento. Fin dall'inizio per lui, tirare di boxe, significò staccarsi dalla logica comune, dagli standards collaudati. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - č