ARTICOLI CHE PARLANO DI LONGIANO

mer 17 giu 2009 - Notizia di cultura - scritto da Frenquellucci Carlotta

Si svolgerà fra Il Lavatoio di Santarcangelo e il Teatro Petrella di Longiano (dalle 11.00 alle 19.30 di venerdì 19 e sabato 20 giugno e dalle 10 alle 13.30 di domenica 21 giugno) la finale della dodicesima edizione del Premio Scenario, il prestigioso concorso nazionale riservato a giovani artisti che offre spazio a nuovi linguaggi per la ricerca e per l’impegno civile (per il quale è previsto un apposito premio intitolato a Ustica) e l'occasione per uno sguardo articolato sulla varietà delle nuove tendenze del teatro d’oggi. I 18 progetti finalisti del Premio Scenario 2009 saranno valutati da una Giuria presieduta da Renata Molinari e composta da Stefano Cipiciani, Gianluigi Gherzi, Cristina Valenti, Cristina Ventrucci.

mer 09 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Obiettivo: conoscere lo sconosciuto che c’è in noi, complice l’oscurità della notte. Ludovico Einaudi ci coinvolgerà in un percorso introspettivo tra buio e luce, tra caos e quiete, tra saturità e vuoto, tra forti ritmi e intima melodia, come il contrasto dei suoi tasti bianchi e neri. ‘Nightbook’ è l’ultimissimo progetto che lasciamo raccontare al suo stesso autore.

‘Nightbook’ ossia ‘Libro della Notte’. Introspezione, musica per la buona notte o fascino per il mistero e il buio?

E’ un percorso nello sconosciuto, nei territori più oscuri dell’animo, con immediati passaggi tra luce e ombra. In alcuni momenti partecipa una band con elementi già nel precedente ‘Divenire’, come Robert Lippok all’elettronica. Le novità: Federico Mecozzi, giovane violinista di Verucchio, Mauro Durante, leccese, al secondo violino ma anche al tamburo a cornice, e ssendo maestro di percussioni di pizzica. Complessivamente una dimensione più estatica grazie a questa nuova parte ritmica, che tende all’ossessione e si avvicina alla trance”.

 

mer 18 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

La follia è una costruzione culturale, sosteneva Foucault. Questo è il perno intorno cui ruota "Stravaganza" un testo teatrale di Dacia Maraini, scritto nel 1986 e oggi portato in scena da Claudio Misculin e dalla sua Accademia della Follia. Questo spettacolo - il cui sottotitolo recita "Noi siamo gli errori che permettono la vostra intelligenza" - sarà in scena al Teatro Petrella di Longiano sabato 28 novembre, alle 21. A raccontarci qualcosa in più di questo spettacolo è la scrittrice Dacia Maraini.
"Stravaganza" racconta la storia di cinque malati di mente, della loro esistenza, tra timori e relazioni personali, dentro e fuori dal manicomio. Qual è il confine tra follia e stravaganza? 
"Lo spettacolo nasce da una serie di inchieste che feci prima della Legge Basaglia e dalla Legge Basaglia stessa, che portò alla chiusura dei manicomi. Spesso in questi posti i matti si costruivano: il più delle volte erano solo persone depresse ma quello che accadeva in quelle prigioni li segnava per tutta la vita. Come è accaduto ad Alda Merini, che ha conosciuto il manicomio più duro, quello con le sbarre alla finestra, ma alla fine ne è uscita e questa esperienza terribile non le ha impedito di scrivere cose meravigliose".

mer 18 nov 2009 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

"Stravaganza" - in scena al Petrella di Longiano, sabato 28 novembre alle 21 - è uno spettacolo coprodotto dall'Accademia della Follia e dal Teatro Stabile Friulia Venezia Giulia. In scena gli attori dell'Accademia della Follia - una compagnia composta "da matti di mestiere e attori per vocazione" - per le regia di Claudio Misculin. Ed è proprio Claudio Misculin, che nel 1974 ha dato vita a una Accademia teatrale di giovani attori ed ex-degenti che hanno trovato un nuovo e stimolante inserimento nella vita proprio grazie al teatro.

ven 06 ago 2010 - Notizia di cultura - scritto da Bisacchi Simona

La rassegna "Notturni al Castello" di Longiano prosegue con un tocco di grande classe. Venerdì 6 agosto, alle 21, la piazza Malatestiana del Castello ospiterà uno dei più grandi pianisti jazz italiani: Danilo Rea sarà in concerto insieme a due straordinari musicisti emiliani, il contrabassista Ares Tavolazzi e il batterista Ellade Bandini, in una serata dal titolo "Beatles in jazz". 
La rassegna continuerà con il tributo a Ivan Graziani eseguito da Filippo e Tommy Graziani (13 agosto). Mentre il 20 agosto Teresa De Sio nel concerto-performance "Metti il diavolo a ballare".
I concerti hanno inizio alle ore 21. 
Info 0544.971958.

mer 01 dic 2010 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Al Teatro Petrella di Longiano il 2 e 3 dicembre Giobbe Covatta presenta "Trenta", il 4 dicembre al Teatro Novelli la Compagnia Comico-dialettale "De Bosch" in due farse: "Stati interessanti" e "Se i mort putèss z-corr". Al Teatro del mare di Riccione il 4 dicembre per "Dialetto ad hoc" il Teatro delle Briciole narra "Il grande racconto", tratto dall'Odissea di Tonino Guerra. Al Teatro Comunale Malatesta di Montefiore Conca il 5 dic. Giorgio Felicetti è "Scarpagnante", liberamente tratto da "Saltatempo" di Stefano Benni. Martedì 7 dicembre al Teatro Novelli la Compagnia balletto classico Liliana Cosi-Marinel Stefanescu danza "I grandi Pas de Deux". Al Teatro Moderno di Savignano il 10 dicembre va in scena "Mai più soli", di Stefano Benni, con Angela Finocchiaro e la musica dal vivo di Daniele Trambusti, a Cattolica, al Teatro della Regina, il 14 e 15 Dicembre si scatena l'athletic dance theatre dei Kataklò con "Love machines".

mer 09 nov 2011 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

Sarà un weekend "Tra teatro e musica" quello che il Teatro Petrella di Longiano proporrà il 26 e 27 novembre. Sabato 26 sul palco spirerà il soffio originale della rivoluzione basagliana con "La Luce di Dentro. Viva Franco Basaglia" dell'Accademia della Follia, con la regia di Giuliano Scabia in collaborazione con Claudio Misculin, mentre nel "Concerto del tè" di domenica 27 il chitarrista Pietro Nobile eseguirà le composizioni del suo ultimo album, "Indefinito Infinito", "anello di congiunzione tra la musica popolare e la musica colta". Con "La Luce di Dentro" Giuliano Scabia e Claudio Misculin tornano a raccontare una storica esperienza di liberazione: quella giornata gelida dell'inverno del '73 in cui Marco Cavallo, il grande animale azzurro/macchina teatrale costruito nel 1973 nel manicomio di Trieste appena preso in mano da Basaglia e dai suoi collaboratori, «fremendo, testa bassa, cominciò una corsa furibonda, come impazzito, verso la porta principale e, senza più esitazione, oramai a gran carriera, aggredì quel pezzo di azzurro e di verde oltre la porta. Saltarono gli infissi, i vetri. Caddero calcinacci e mattoni. Marco Cavallo arrestò la sua corsa nel prato, tra gli alberi, ferito e ansimante, confuso all'azzurro del cielo. Gli applausi, gli evviva, i pianti, la gioia guarirono in un baleno le sue ferite. Il muro, il primo muro era saltato.» Così scrive Giuseppe Dell'Acqua nel suo "Non ho l'arma che uccide il leone. Storie dal manicomio di Trieste". 

mer 27 feb 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dal 1997, da Forlì, i Blastema evolvono continuamente il proprio stato, nel tragitto verso prestigiosi palchi. SanRemo Rock, MEI di Faenza, Italia Wave Love Festival di Livorno, Heineken Jammin Festival, palchi del Woodstock 5 stelle di Beppe Grillo a Cesena e del concertone del Primo Maggio a Roma. Il loro ultimo album "Lo stato in cui sono stato" è prodotto da Dori Ghezzi e Luvi De Andrè per Nuvole Productions/Sony Music. Rock, melodia e introspezione, un disco che contiene anche "Dietro l'intima ragione", brano grazie al quale hanno partecipato all'appena passato Festival di Sanremo come finalisti nella Sezione Giovani. La band presenta il lavoro sul sito: "È lecito interrogarsi su quale sia questo stato. Lo stato interiore, dimesso e mai pienamente appagato? Lo stato sociale, sempre più scollato, precario, fragile? Lo stato "nazione", oramai sconsacrato da quegli stessi simboli che avrebbero dovuto garantirne la legittimità e il decoro? Lo stato dei fatti, degli accadimenti, delle cose, come declinazione d'esistenza appena trascorsa. Un liberato che guarda la cella ancora tiepida del proprio umano tepore." Sulle varie tipologie e significati di ‘stato', se ne potrebbero scrivere tomi interi. E' interessante come il loro stesso nome dia una indicazione cangiante: il significato da dizionario è "Tessuto embrionale non ancora differenziato, da cui si sviluppano gli organi sia vegetali sia animali." Lo stato dell'opera è che saranno in concerto giovedì 28 febbraio al Teatro Petrella di Longiano, per poi proseguire verso altre date nazionali.

Info www.teatropetrella.it / tel 0547/665113.

mer 06 nov 2013 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

SAN MARINO COMINCIA DA PELLISARI
Continua il nostro percorso di stagione in stagione teatrale, a San Marino nei due Teatri Titano e Nuovo, dove il sipario si apre domenica 10 novembre su "Comix", debutto del lavoro di Emiliano Pellisari, reduce dalla visionaria trilogia dantesca. Il 17 appuntamento con "Zio Vanja" di Anton Cechov, con la regia di Marco Bellocchio. In scena, Michele Placido e Sergio Rubini. Il 7 dicembre - e in replica per le scuole di danza, domenica 8 - Miguel Ángel Berna si esibirà con la sua Compañia in "Bailando mi tierra... Mudejar". Dopo la pausa natalizia, si riparte il 12 gennaio 2014, con Lucrezia Lante della Rovere protagonista di "Come tu mi vuoi" di Luigi Pirandello; il 30 gennaio tocca a "Il bell'Antonio" di Vitaliano Brancati, con Andrea Giordana, per chiudere al Nuovo martedì 11 febbraio con "Frost /Nixon" di Peter Morgan, portato in scena dal Teatro dell'Elfo, con Elio De Capitani e Ferdinando Bruni. Seguono quattro appuntamenti al Teatro Titano: il 28 febbraio le Sorelle Marinetti con Gianni Fantoni, nella commedia musicale "Risate sotto le bombe", il 5 marzo "Per non morire di mafia", monologo con Sebastiano Lo Monaco tratto dal libro dell'ex procuratore antimafia Pietro Grasso, mentre il 14 marzo toccherà al nuovissimo spettacolo del funambolo della parola Alessandro Bergonzoni, dal titolo in via di definizione. Chiuderà la stagione il teatro-canzone di Rocco Papaleo, il 26 marzo, con "Una piccola impresa meridionale". Info: www.sanmarinoteatro.sm; tel. 0549 88245.

Chiamamicittà - via Caduti di Marzabotto, 31 - Rimini - 0541 780332 - Fax 0541 780544 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 10.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - é