ARTICOLI CHE PARLANO DI GIUSEPPE_VALLI

mer 19 mag 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Barlaam Lorella

Guido Lucchini ci ha regalato in aprile il ricordo di Giuseppe Valli, poeta nato a San Donato nel 1928, che lì è sempre vissuto, da eremita. Un uomo complesso e tormentato, dalla profonda cultura e religiosità, vissuto di lettere e dell'amore per una donna che forse non l'ha mai saputo, scrivendo centinaia di versi in italiano e dialetto e pubblicandone pochissimi in vita. Dopo la sua morte, nel 1983, le sue poesie sono state ritrovate e in parte edite da Giancarlo Dall'Ara, in un libro pubblicato nel 1994 dalle Edizioni di Chiamami Città. Come dice Guido, che ne ha curato i versi dialettali, Valli è stato un poeta vero. A tracciarne per noi un ritratto inedito è la nipote, Sonia, che ci è venuta a trovare in redazione dopo aver letto l'articolo, e ci ha portato due scritti autografi di Giuseppe Valli: un biglietto dedicatorio dalla grafia elegante e sottile, datato 24 dicembre 1954 e una lunga poesia in versi liberi, che con movenze pascoliane celebra la nascita di Sonia e l'amore di Albana, sua madre: "Non c'è, non c'è misura/ Ne l'amore materno;/Amore è de l'Eterno/ Non si misura." Anche se le sue visite allo zio risalgono all'infanzia, Sonia ci ha raccontato: «Giuseppe Valli era cugino dei miei nonni, dei suoi nipoti siamo rimasti in quattro. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č