ARTICOLI CHE PARLANO DI CORPOLO

mer 25 mar 2009 - Notizia di attualità - scritto da Cicchetti Stefano

Il progetto preliminare per la realizzazione di un centro sportivo per il gioco del calcio a Corpolò è stato approvato dalla Giunta comunale di Rimini nella seduta del 17 marzo

Il nuovo campo da calcio sarà lungo 105 metri e largo 65 con fasce di rispetto in erba naturale. Il centro sportivo sarà inoltre dotato di un’area destinata agli allenamenti in terra naturale di dimensioni 40 per 60 metri, dotata anch’essa di fasce di rispetto. Verrà inoltre realizzato un nuovo edificio che ospiterà spogliatoi, servizi igienici e docce per gli atleti, nonché spogliatoi per gli istruttori, personale di servizio e pronto soccorso, una sala riunioni con ufficio, un magazzino e una centrale termica. Il nuovo impianto sarà arricchito dalla piantumazione di essenze arboree e al suo esterno saranno realizzati spazi per la sosta dei veicoli.Il nuovo impianto sportivo di Corpolò, il cui costo ammonta totalmente a 1.414.000 euro, sarà realizzato con il concorso per 1.020.000 euro del soggetto attuatore del piano particolareggiato di iniziativa privata relativo alla zona residenziale di Corpolò a scomputo degli oneri d’urbanizzazione secondaria. Il Comune di Rimini si farà carico delle rimanenti spese per 394.000 euro.

 

gio 03 giu 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Barlaam Lorella

Inaugurata il 23 aprile, la nuova Circonvallazione di Corpolò, percorso alternativo che devia il traffico pesante della S.P. 258 Marecchiese fuori dall'abitato, si propone di restituire unitarietà e vivibilità a questa frazione di Rimini. Un problema storico, quello del traffico che "taglia in due" Corpolò, la cui soluzione passa attraverso una "bretella" lunga 2 chilometri, con 4 rotatorie, realizzata a partire dal 2006 in due stralci, un'opera da oltre 6 milioni di euro, finanziata dalla Regione Emilia Romagna, dalla Provincia e dal Comune di Rimini. Ma l'apertura della Circonvallazione, almeno per ora, non sembra essere stata risolutiva. A poco più di un mese dall'inaugurazione, sono tante le proteste e le perplessità dei cittadini, espresse già nella petizione del 21 aprile, che denunciano come tale tracciato non venga utilizzato dai mezzi pesanti, e come di conseguenza la vita dei residenti non sia migliorata. Ne parliamo con Giovanna Zoffoli, presidente della Circoscrizione 4. 

mer 25 ago 2010 - Notizia di sport

Con viva emozione ho letto il suo articolo, su "Chiamami Città" della corrente settimana, incentrato sulla fotografia di "antichi" ciclisti riminesi della famosa ditta "Faber Daini".
Una foto uguale è stata presente, per anni, in casa della mia famiglia perchè il ciclista numero 8, ultimo a destra (ma per i suoi figli sarà sempre il primo!) è mio padre AGIDE TOSI BRANDI.
Nato a Sant'Ermete in comune di Santarcangelo nel 1911, ora defunto, credo fosse il più giovane del gruppo.
Gruppo del quale ho sempre sentito parlare anche se ne ricordo solo qualcuno :
- Canducci, detto "Bacech", che dopo un periodo vissuto in Tunisia ritornò a Rimini e gestì un allevamento di maiali.
- Semprini Mario che dette vita ad un commercio di cicli, come da lei ricordato, col fratello Ilario, noto a Rimini per aver creato, con altri soci, il primo grande magazzino della città, la famosa OMNIA, che quando il Publifono di spiaggia definiva ".. uno dei più grandi magazzini d'Europa.." suscitava qualche ilarità nei turisti francesi, tedeschi e inglesi e che fu ceduta, dopo molti anni, a COIN che ancor oggi ne continua l'attività.

mer 08 set 2010 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Avrei voluto scriverne già da un pezzo. Il tempo fugge come una rondine ed antiche stelle tornano a sfavillare nel travaglioso cielo della mia memoria. Dalla foltissima e spesso amara schiera dei ricordi rispunta, più viva che mai, l'esile, scrinita, distinta figura di mio padre. Si chiamava Biagio Pirroni, era nato nel 1916. Ogni qualvolta intravedo la sinistra compattezza della chiesa di Corpolò, non posso fare a meno di pensare a quel campetto di calcio intrappolato e nascosto, come in un rompicapo, tra attorti cipressi che, con berniniana, acrobatica ascendenza adombrano il pencolante ammasso di lapidi del minuscolo cimitero. Ignoro se tanti, tanti anni fa, il terreno di gioco fosse ubicato in quel luogo. Non so neppure se esistesse, allora, un vero e proprio campo sportivo. So che mio padre, nel 1930 o giù di lì, introdusse, facendolo conoscere, il primo pallone di cuoio (un vero foot-ball) a Corpolò. Lo portava da Vercelli. Nella città del quadrilatero pedatorio piemontese, tra le nebbie appiccicose che si alzavano dalle putride risaie, ci era arrivato bambino; condannato, per triste sorte, al collegio degli orfani di guerra. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - è