ARTICOLI CHE PARLANO DI CIOCOPAESE

mer 07 ott 2009 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Tutto pronto per la quarta edizione della festa dei golosi che riverserà a Riccione Paese, sabato e domenica 17 e 18 ottobre, fiumi di cibo degli dei e visitatori da tutto lo stivale.
Corso Fratelli Cervi, nell'occasione, sarà chiusa al traffico per permettere l'allestimento della festa interamente dedicata alle eccellenze romagnole e italiane, alle imprese di qualità e agli artigiani del settore dolciario. 
L'edizione del 2009 ha tutte le carte in regola per doppiare le precedenti edizioni e i commercianti del Comitato di Riccione Paese stanno avendo un forte riscontro da parte degli espositori: pasticceri, ristoratori, artigiani e commercianti da tutta la regione vogliono partecipare all'evento e portare un personale contributo per rendere la manifestazione davvero indimenticabile. "Oltre a tante richieste da parte di espositori piemontesi - che si sa, di cioccolato son esperti conoscitori - ha dichiarato Lucia Baleani, presidente del comitato Riccione Paese - abbiamo dovuto rinunciare alla presenza di pasticceri lombardi, perché ci sono pervenute tardi. Il prossimo anno cercheremo di allargarci anche nelle altre vie del Paese".

mer 07 ott 2009 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Ingredienti per 4 persone:
2 uova, 500 gr di patate, 300 grammi di farina bianca, 60 gr di grana grattugiato, 20 gr di uvetta, 20 grammi di cedro (o arancio) candito tagliato a pezzi piccoli, 30 gr di burro, 1 cucchiaio grande di cacao amaro in polvere, un pizzico di sale, uno di cannella e due cucchiaini di zucchero.

mer 07 ott 2009 - Notizia di Riccione - scritto da Micucci Eva

Musa di molti registi, il cioccolato negli ultimi vent'anni è stato soggetto e oggetto del desiderio in molti film. Anche grazie allo charme di Johnny Depp, un film indimenticabile in questo senso è stato "Chocolat" del 2000 di Lasse Hallstrom con Juliette Binoche nel ruolo di cioccolataia in cerca di amicizie in un paesino francese. Dopo 5 anni Depp si lascia ri-sedurre dal cibo degli dei con "La Fabbrica del Cioccolato" esilarante remake di Tim Burton dello storico "Willie Wonka" con Gene Wilder. Anche Claude Chabrol seduce con la pasta di cacao: è del 2000, infatti, "Grazie per la cioccolata" un intrigante lungometraggio con Isabelle Huppert nel ruolo di direttrice dell'azienda di cioccolato Muller. Molto più leggero, ma comunque ironico e apprezzabile "Lezioni di Cioccolato" del 2007 con Violante Placido e Luca Argentero nel ruolo di un cinico geometra obbligato ad un corso sul cibo degli Dei. Di qualche anno prima "Come acqua per il cioccolato" di Alfonso Arau (1992) ambientato nel Messico dei primi del ‘900 è la storia di Tita, che per tenersi accanto il cognato che ama ma non può sposare cerca di conquistarlo con piatti afrodisiaci. Dulcis in fundo, tutti i golosi della spalmabile hanno nel cuore "Bianca" dove Nanni Moretti affonda le sue ansie e fobie con un cucchiaio in un enorme bicchiere di Nutella. Buon cine-nocciolone a tutti!

mer 07 ott 2009 - Notizia di Riccione - scritto da Ortalli Matteo

Tra tante conferme e qualche dolce sorpresa anche quest'anno il programma dei due giorni più golosi dell'anno si preannuncia intenso e per tutti gusti.
Come di consueto l'avvio ufficiale della manifestazione si avrà nella mattinata di sabato: alle 10 è infatti prevista l'apertura degli stand (venti quest'anno le aziende partecipanti, tra pasticcerie, gelaterie, forni, bar, erboristerie, caffé). Passeggiando e degustando, per tutto il giorno quattro animatori intratterranno i bimbi con giochi e show, e, sempre per più piccoli, piazza Unità ospiterà numerose giostre. Nel pomeriggio di sabato spazio alla musica a partire dalle 17.30 con Maurino dj in piazza Matteotti, mentre sempre alla stessa ora c'è una novità assoluta per Ciocopaese: in piazzetta Parri si terrà infatti un mini corso di cucina a cura dell'Associazione Cuochi Romagnoli. 

mer 21 ott 2009 - Notizia di attualità - scritto da Redazione

San Martino e San Lorenzo si devono essere messi insieme per salvare Riccione dalla perturbazione che ha turbato la riviera solo sabato sera. E i golosi ringraziano i due santi per aver potuto accedere liberamente a Ciocopaese, la festa del cioccolato che ha riempito Riccione Paese di famiglie, di giovani e giovanissimi, ma anche di curiosi da tutta Italia. Sì, perché il cioccolato tira, e attira: oltre 6.000 presenze in due giorni e assalto agli stand, soprattutto a Staccoli, Slurp e Chocopassion di Merate: dove per gustare una pralina c'è chi è rimasto in fila per un'ora. A Chocopassion va anche il merito di aver fatto sbarcare una nave di un metro per un metro e mezzo circa di cioccolato, tutta colorata. Il premio allo stand più in tema è andato invece al "Ritrovo degli Ingordi", allestito con cornici e pannelli autunnali e un cuoco di cioccolato ad altezza naturale. Gli altri protagonisti? Crepes, cubetti dalle scritte più strane, attrezzi "arrugginiti"... tutti con un denominatore comune: lato per lato, il signor cioccolato!

mer 06 ott 2010 - Notizia di Riccione - scritto da Micucci Eva

Il prossimo appuntamento con Ciocopaese sarà sabato 16 e domenica 17 ottobre nel centro storico di Riccione. La kermesse del cioccolato artigianale che celebrerà la sua quinta edizione è patrocinata dal Comune di Riccione, organizzata dal comitato Riccione Paese e sponsorizzato dalla Banca Popolare Valconca e Confcommercio. 
Tutti gli incontentabili amanti del cioccolato potranno immergersi per due giorni in una divertente dimensione di dolcezza. 
Nelle due giornate della manifestazione si potranno assaggiare i sapori della migliore produzione del cioccolato puro: tavolette, praline, cioccolatini, deliziose dragées, oltre ad una gran varietà di creme spalmabili e cioccolato in tazza che saranno i "padroni di casa" della kermesse dedicata al cacao.
Un appuntamento immancabile della sezione formativa di Ciocopaese sarà il laboratorio artigianale "Wine dessert" curato dal sommelier Bruno Piccioni collocato in Piazza Parri (sia sabato che domenica alle 18) dove si terranno lezioni per approfondire la cultura del cioccolato abbinata al vino e ai dolci locali tipici. 
Domenica alle 15, in piazza Matteotti, Mirco Della Vecchia (2010 vincitore Guinness World Record per la scultura più alta del mondo in cioccolato) terrà il laboratorio "Chocopassion" durante il quale verrà creata appositamente per l'evento una scultura a sorpresa. Alle 16 animazione e musica in Piazza Matteotti con "Move". Per i piccoli ci saranno tante giostre in piazza Unità.

mer 06 ott 2010 - Notizia di Riccione - scritto da Micucci Eva

Dodici anni di rock (dagli esordi hard all'attuale percorso country) e non sentirli. I Nashville Trio (all'anagrafe Matteo, Michele e Marcello) dopo anni di live sono diventati una voce sola ed il feeling tra loro è così forte che le loro voci si uniscono in un unico strumento. E mentre cercano una nuova etichetta che riesca a valorizzare le loro potenzialità e aiutarli a produrre lavori nuovi vengono contattati per i provini di X Factor. "Non è stato voluto - racconta Marcello Dolci, chitarra e voce - ci ha chiamato la redazione perché quest'anno mancavano gruppi, ci hanno cercato loro. Il primo provino l'abbiamo saltato: gli avevamo mandato un video. Siamo andati a Milano direttamente davanti ai giudici. Non è stato molto appagante: avevamo preparato un medley ma Mara Maionchi ci ha detto "no", mentre gli altri tre giudici ci hanno criticato ma si sono anche complimentati. Soprattutto Elio ha apprezzato l'impasto delle voci (cori con le tre voci che si mischiano insieme ndr) che è il nostro punto forte". 
Poi al Bootcamp (campi di addestramento per gli aspiranti Talent scelti dalla prima grande scrematura iniziale) direttamente in un teatro con giudici e telecamere (sempre a Milano) ci hanno fatto scegliere le canzoni da eseguire.

mer 06 ott 2010 - Notizia di Riccione - scritto da Micucci Eva

Quando i vini passiti sposano i dolci tipici. Un matrimonio tipicamente romagnolo quello proposto dal corso di degustazione di Ciocopaese. Torna anche quest'anno in piazzetta Parri alle 18 di sabato e domenica - previa prenotazione - la lezione di accostamento vino e cioccolato del Sommelier Bruno Piccioni. 
La sacra unione sarà celebrata a Ciocopaese attraverso la degustazione guidata di vini del territorio, accostati a tre tipi di dolci tipici al cioccolato della tradizione locale. Ad esempio Staccoli, noto pasticcere cattolichino, porterà il miacetto: una torta al miele e frutta secca, icona della Regina; Le Ricette di Anna e Gabri proporranno una frolla di pere e cioccolato e il panificio Bianchi un dolce a sorpresa.
Dall'altra parte, tre i passiti che saliranno sull'altare: l'Albana (dalla tradizione romagnola) dell'enoteca Sorgente, la Rebola (riminese doc) e il Sangiovese, una produzione esclusiva delle Rocche Malatestiane. 
"L'abbinamento con i dolci - racconta Giovanni Bucci, di CNA Alimentazione e co-organizzatore dell'iniziativa - va creato per concordanza: ad ogni dolce va abbinato un vino da dessert, in questo contesto abbiamo deciso di accoppiare vini e dolci autoctoni".

mer 06 ott 2010 - Notizia di Riccione - scritto da Ortalli Matteo

Ha visto nascere Ciocoapese come associato al Comitato Riccione Paese, lo ha cresciuto da Presidente del medesimo comitato, ora lo apprezza e lo appoggia con orgoglio da amministratore. Stiamo parlando di Lanfranco Francolini, attuale Assessore alle attività economiche che nel 2005 fu uno dei commercianti di Riccione Paese che lanciò l'idea di una festa del cioccolato lungo Corso fratelli Cervi e ci racconta come nacque l'iniziativa:
"Fu una scommessa nata quasi per caso, volevamo portare nel quartiere l'eccellenza del cioccolato artigianale creando un evento ad hoc. Fin dall'inizio siamo stati intransigenti sulla qualità degli espositori, abbiamo rifiutato prodotti industriali per puntare solo sul fresco e artigianale, locale e non".
Al quinto anno il bilancio può considerarsi positivo?
"E' sufficiente guardare i numeri per rendersene conto: dai 12 espositori del 2005 siamo passati ai quasi 30 del 2010 con tutto il Corso praticamente pieno e un costante incremento di visitatori".

mer 06 ott 2010 - Notizia di Riccione - scritto da Ortalli Matteo

Dopo quattro edizioni in crescendo Ciocopaese è forse diventato, in termini di visibilità e presenze, l'appuntamento più importante per Riccione Paese, il primo quartiere della Perla Verde che con il suo comitato ha scelto di investire negli eventi. 
Ci spiega i motivi di questa scelta la Presidente del Comitato, Lucia Baleani:
"E' stata una scelta necessaria per una zona come la nostra che non è a valenza turistica. La crescita di grandi realtà vicino a noi ci ha obbligato a muoverci in questa direzione per fare conoscere le nostre peculiarità e la qualità delle attività che popolano il Paese".
Ciocopaese, giunto alla quinta edizione, è l'evento principe del calendario?
"Ciocopaese ha un'importanza strategica, è partita come una festa del quartiere, ora sta diventando una festa della città e la conferma viene da alcuni tra i più importanti hotel che stanno proponendo pacchetti benessere per il weekend del 16 e 17 ottenendo risposte positive da turisti che a ottobre a Riccione non si sono mai visti".

mer 12 ott 2011 - Notizia di Riccione - scritto da Micucci Eva

"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita" diceva Forrest Gump, ma forse Tom Hanks non era mai passato da Riccione. Chi passerà, il 15 ed il 16 ottobre lungo Corso F.lli Cervi a Riccione Paese saprà invece sicuramente cosa gli capiterà. Sarà catapultato letteralmente in una festa in onore di Sua Maestà il cioccolato! 
Per il sesto anno torna infatti Ciocopaese, la kermesse dedicata al cibo degli dei. Un appuntamento che diventa ormai consolidato e già annoverato sul calendario degli appassionati di dolci e leccornie. Si può parlare di una vera e propria "celebrazione" aperta e libera a tutti ed è proprio per tutti i gusti! Nei due giorni di esposizione sono comprese degustazioni al fianco dei maestri artigiani, corsi di cucina e concerti. A fare gli onori di casa sarà come sempre tutta la selezione di cioccolato: dalle praline, ai bregès (mandole o nocciole ricoperte), le mini mousse, le crepes, zuccheri aromatici e creme spalmabili. Per conoscere il cioccolato nelle sue varie formule dalle classiche alle più elaborate ci saranno gli stand dei panifici che prepareranno per i palati più esigenti biscottini, ciambelline, paste frolle e torte dedicati al cioccolato. I forni caldi permetteranno di poter gustare deliziose fette di pane (o panini) caldi farciti di cioccolata, e poi ciambelle, crostate e tanti altri prodotti caserecci. E ovviamente le pasticcerie con le loro dolci opere d'arte, barche o enormi betoniere, stecche gigantesche o piccole chiavi inglesi o funghi tutti da gustare. 

mer 12 ott 2011 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Se la Movida de Pais è diventata in soli due anni l'evento clou della bella stagione, Ciocopaese, arrivato alla sesta edizione, è indubbiamente l'appuntamento più importante dell'autunno/inverno di Riccione Paese. Lo conferma Lucia Baleani, presidente del Comitato: "E' una fiera consolidata che ha raggiunto una certa dimensione, ma ha ancora ampi margini di sviluppo. Bisognerà essere bravi a sfruttarli rinnovandosi per permettere a Ciocopaese di proseguire la sua crescita".
La mancanza di contributi da parte dell'Amministrazione, a partire da quest'anno, potrebbe mettere in dubbio il futuro della festa, ma la Baleani esclude con decisione questa ipotesi: "Il Comune paga la crisi e ha dovuto fare delle scelte fornendoci solo un supporto tecnico. Ma noi, già in questa edizione, siamo andati avanti con le nostre forze perché crediamo in Ciocopaese e reputiamo sia un evento importante per tutto il quartiere, quindi anche in futuro se non arriveranno aiuti pubblici i commercianti faranno la loro parte". 
Il Paese sembra risentire poco della crisi e della tanto temuta apertura della Coop, ma la Baleani ci tiene a mettere i puntini sulle i: "Il nostro è un quartiere in salute e tanti negozianti sono soddisfatti. Non può dirsi lo stesso dei negozi alimentari (forni, pescherie, pasticcerie, etc) che sono lo zoccolo duro del quartiere e che stanno pagando un po' la vicinanza di Coop".

mer 10 ott 2012 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Ciocopaese sette bellezze. Sì perché sono proprio sette le edizioni della festa più golosa di Riccione organizzata dal Comitato di Riccione Paese e patrocinata dal Comune che va in scena anche quest'anno in corso Fratelli Cervi il 13 e 14 ottobre. Sarà come sempre una festa per tutti, famiglie, giovani e bambini, accomunati da un'unica grande passione: quella per il cioccolato. Lungo la via principale del centro storico riccionese scorrerà un fiume di delizie in cui tutti potranno immergersi e godersi le prelibatezze proposte dai diversi espositori presenti. Come sempre saranno una ventina le aziende presenti, riccionesi e non, che si daranno da fare per rendere il proprio stand accogliente e ricco di ogni golosità e particolarità: dalle tavolette ai cioccolatini, dalle praline alla cioccolata in tazza, dalle crepes alle creme spalmabili ce ne sarà per tutti i gusti. 
Queste le aziende partecipanti:La Piazzetta, Boutique del Dolce, Il Moro, Chocopassion, Slurp, Antonia Tarallo, Filippo Accetta, Cioccolateria Veneziana, Staccoli, La Voglia Matta, Lufi Zamira, Caruana, Giovanni e le sue piade, Tosi Brandi, La Sorgente, Eros Moro, Chickshock.

mer 10 ott 2012 - Notizia di Riccione - scritto da Ortalli Matteo

Il momento è difficile ma Riccione Paese non molla, anzi rilancia, e il Comitato prosegue nella sua attività per animare la zona. La Movida estiva ha confermato il suo successo, ora torna Ciocopaese e l'obiettivo non può essere che continuare sull'ottimo percorso intrapreso negli anni scorsi come conferma la presidente del Comitato Lucia Baleani: "La manifestazione si è evoluta negli anni prendendo sempre più piede, è ormai un appuntamento sentito sia dai riccionesi che dalle aziende partecipanti ed ha trovato una sua precisa identità, ora è importante consolidarla evolvendosi di anno in anno".
Anche in questa edizione le novità non mancheranno: "Sul fronte intrattenimento avremo la presenza di veri artisti di strada, funamboli e giocolieri che si esibiranno in corso Fratelli Cervi con spettacoli sorprendenti. Per i più golosi, invece, in piazzetta Parri andrà in scena una maratona di cucina con una quindicina di chef romagnoli che si alterneranno ai fornelli nella preparazione di piatti della nostra terra con insoliti abbinamenti al cioccolato".
Le novità riguarderanno anche i partecipanti: "Abbiamo voluto fare un ulteriore salto di qualità mantenendo la linea che privilegia i mastro cioccolatai piuttosto che le industrie. Come sempre - prosegue la Baleani - saranno diversi i partecipanti che provengono da fuori Riccione, dal nord Italia fino alla Sicilia, ad ulteriore conferma dell'importanza che la manifestazione ha raggiunto".

mer 10 ott 2012 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Ormai la sdoganatura è totale: le più improbabili farcitura della piada non scandalizzano più nessuno. Come già accaduto alla pizza, si è appurato che il cibo "nazionale" romagnolo tollera benissimo ogni sorta di accompagnamento, anche quello che lo conduce molto distante delle tradizioni originarie.
Meno che meno, i golosi si fanno problemi di fronte alle piade "dolci". E a dire il vero, già molte nostre nonne preparavano sostanziose merende con piada e marmellata, o miele, oppure infarcendola con due ingredienti che più tradizionali non si può: la "saba", cioè il mostro cotto, o il più elaborato "savor" confettura preparata con mosto di uva nera, mele, pere e noci. 
Ma c'era già anche chi aveva scoperto un altro matrimonio dal radioso futuro: piada e cioccolata. All'inizio il cioccolato era quello in tavolette, spezzettate e rinchiuse dentro il cassone caldo. Le scaglie di cioccolato si ammorbidivano deliziosamente, ma non abbastanza per un'uniforme distribuzione sulla piada.

mer 10 ott 2012 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Se è vero che i cibi più buoni sono anche i più pericolosi per la salute, il cioccolato sembra essere la classica eccezione che conferma la regola, o almeno in parte. Chi vuole beneficiare appieno del suo prezioso carico di antiossidanti deve infatti abituarsi ai risvolti amarognoli del fondente, rinunciando al gusto cremoso del cioccolato bianco e a quello vellutato delle barrette al latte. Non a caso, il cioccolato fondente rappresenta una delle più generose fonti alimentari di flavonoidi, rinomati antiossidanti presenti negli alimenti di origine vegetale, come il tè, il vino rossa, gli agrumi ed i frutti di bosco. Tanto maggiore è la percentuale di cacao nell'amata tavoletta e tanto superiore è la presenza di flavonoidi. Il consumo quotidiano di piccole quantità di cioccolato fondente è inoltre in grado di abbassare lievemente la pressione arteriosa. E' comunque buona regola non lasciarsi prendere da un eccessivo entusiasmo, i flavonoidi infatti non cancellano grassi e calorie, che nel cioccolato la fanno da padrone.

mer 10 ott 2012 - Notizia di Riccione - scritto da Redazione

Diciamo la verità: la Romagna eccelle a tavola con tanti piatti, ma non sono certo i dolci a renderla famosa nel mondo. Eppure, senza arrivare ai tripudi delle pasticcerie meridionali, anche da noi le massaie nei secoli hanno escogitato tanto dolci modi per rendere la vita più piacevole.
Le nostre ricette sono di solito semplici e poco elaborate, come la ciambella. Ma quando nella casa contadina entrava in scena il cioccolato, allora sì che era festa sul serio.
Ci sono almeno due ricette tradizionali che comprendono il cacao. 
Una è quasi dimenticata, anche perché l'ingrediente base nei più - e soprattutto fra chi non l'ha mai assaggiata - suscita a dir poco repulsione: il sangue di maiale. A questo punto sarà già chiaro che si sta parlando del migliaccio. Chi volesse avventurarsi, sappia che il sangue - due tazze, per quattro persone - va messo a bagnomaria per evitare grumi, quindi passato con un colino a fori non troppo fini. Intanto si sarà cotto nel latte mezzo chilo di riso; appena freddo, aggiungere 50 grammi di farina di castagne, 200 di uva sultanina, lievito, vaniglia, tre cucchiai abbondanti di farina bianca o meglio ancora fecole di patate, 100 grammi di mele cotte in tegame (alcuni le usavano crude), 300 grammi di zucchero, pan grattato, sapa, liquore, noci e mandorle a piacere. Il tutto va mescolato pazientemente fino all'amalgama, aggiungendo il sangue poco alla volta. Poi va preparato un impasto di farina, latte e poco burro, steso sul tegame unto comprendo i bordi. Qui va versato il composto, che viene poi cotto in forno.

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č