ARTICOLI CHE PARLANO DI CICLISMO

mer 25 mar 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Il ciclismo amatoriale ha una propria cultura che affonda le radici nel passato. I nomi dei corridori (alcuni di costoro conosciuti nell’ambiente esclusivamente attraverso i soprannomi) paiono venire da un’età etnica lontana, da un tempo in cui la definizione di un individuo era tratteggiata attraverso esclusivi fenomeni esemplari (Gino Bartali il Pio; Learco Guerra la Locomotiva Umana; Vasco Bergamaschi Singapore; Darrigade il Guascone). In più questi nomi hanno il potere di sopravvivere a dispetto degli anni: nella grande roulette del cimento sono punti cardinali che hanno il compito di riagganciare un episodio, anche insignificante, alle essenze codificate dei grandi caratteri. Come si può definire un ciclista buono nelle gare contro il tempo senza paragonarlo a Jacques Anquetil? Chi è, se non Charly Gaul, il metro di paragone per qualsivoglia scalatore?

mer 20 mag 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Ritrovo nelle illustrazioni in bianco e nero dell’ormai arcaico Sport Illustrato, i volti quasi imberbi di Franco Magnani e Sergio Fabbri. Chi sono mai costoro? Franco Magnani di Cesena (classe 1938) e Sergio Fabbri di Rimini (1939), diedero vita per oltre un ventennio (con l’esclusione degli anni compresi tra il 1961 ed il 1965, periodo in cui Magnani corse tra i professionisti) ad un vera e propria contesa sportiva. Codesta rivalità, come nel racconto di Conrad: “Il duello”, che vide gli ufficiali dell’esercito napoleonico D’Hubert e Feraud, protagonisti di una controversia assurda che si protrasse per buona parte della loro esistenza, ha caratterizzato il “destino” di questi due atleti straordinari.

mer 03 giu 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

 

Ripensando al ciclismo rivedo la pista di cemento del vecchio Stadio Comunale, le case popolari sullo sfondo, e sul prato il signor Daini dai candidi baffi asburgici, Riccio, “il bambino più veloce del mondo” ed i pistards inguantati in aderenti maglie di seta: l'amletico Lino Rossi, il poderoso Lombardi, l’irrequieto Cavioli e soprattutto Leopoldo Alessi.

Leopoldo Alessi, classe 1930, è stato, nei primissimi anni cinquanta, uno dei migliori dilettanti italiani, protagonista di imprese entusiasmanti: capace di battere gli specialisti dell’inseguimento, di vincere caroselli forsennati, in quelle vere e proprie roulettes russe che erano le gare dietro motori e di umiliare, su strada, i migliori passisti e scalatori del periodo. Giorni veramente splendidi.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

Nella parrocchia dei “cicloamatori” se c’è un personaggio universalmente conosciuto dalle sponde del Savio finooltre quelle dei fiumi Foglia ed Esino, questi è Luigi Canarecci, Gig per gli amici. Da decenni in sella alla “specialissima”, partendo dalla sua dimora di Santarcangelo, Gig compie quotidianamente veri e propri pellegrinaggi ciclistici. Indossate sgargianti ed aderentissime maglie egli pedala randagio nel labirinto di strade che rappresentano gli itinerari obbligati per i brocchi ed i campioni che questa terra eccentrica: la Romagna, da sempre, produce. Riconosciuto da tutti, viene incitato, salutato ed egli, che tutti conosce, risponde a quelle continue manifestazioni d’affetto, con il compiacimento consapevole del saggio che apprezza l’importanza di un simile affratellamento. Il mondo per Gig è un cerchio (si parte e si ritorna) la cui circonferenza è cosparsa di ostacoli e questi impedimenti (per altro inevitabili) sono le salite che il nostro uomo affronta con rassegnazione tra sbuffi di sudore ed interminabili geremiadi. Perché Gig è pesante. Non alto, amante dei piaceri della tavola, commensale gradevole e spassoso con una spiccata predilizione per tutti i prodotti enologici, Gig, è costretto a combattere (senza speranza di vittoria) un’impari lotta con la bilancia. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - è