ARTICOLI CHE PARLANO DI CARITAS

mer 18 nov 2009 - Notizia di attualità - scritto da Ceka Agron

Il Dossier Statistico 2009 redatto da Caritas Migrantes dimostra che il numero degli immigrati in Italia è sempre in crescita fra nuovi arrivi e le nascite. Solo nel 2008 sono nati 72.472 bambini da genitori stranieri. Dal Dossier risulta che gli immigrati non sono persone dal tasso di delinquenza più alto, non stanno dando luogo ad una invasione di carattere religioso, non consumano risorse pubbliche più di quanto versino con tasse e contributi, non sono disaffezionati al Paese che li ha accolti e, al contrario, sono un efficace ammortizzatore demografico e occupazionale. Quindi, gli immigrati sono un valore aggiunto molto utile e conveniente per l'Italia. Principalmente gli immigrati provengono dall'Europa (54%), dall'africa (22%), l'asia (16%) e l'america (8%). Gli immigrati credono nell'Italia e qui si vogliono stabilire a lungo. Solo nel 2008 hanno ottenuto la cittadinanza 39.484. Molti immigrati hanno costituito la loro impresa: si contano 187.466 imprese con titolari stranieri. L'immigrazione è una ricchezza demografica per la popolazione italiana, che va incontro al futuro con un tasso di invecchiamento accentuato. Sono circa un milione le assistenti famigliari straniere che si prendono cura delle famiglie italiane.

mer 20 ott 2010 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Per scoprire la miseria non occorre guardare lontano. I poveri anche a Rimini sono sempre più numerosi e tra questi aumentano sempre più il numero degli italiani che chiedono assistenza. Nella nostra provincia le situazioni di disagio sono sempre più numerose e i dati della Caritas diocesana lo dimostrano: in 2.145 si sono rivolti alla Caritas di Rimini nei primi nove mesi del 2010. Di questi 615 sono stati accolti per dormire e in 660 hanno potuto lavarsi grazie al servizio docce. Cresce il numero degli italiani, sono 591 contro 535 dei primi nove mesi del 2009 (lo 0,3% in più). Quasi la metà non si era mai rivolto alla Caritas. 
"In realtà già dal 2008 abbiamo riscontrato un aumento di cittadini italiani ai nostri centri, a testimonianza delle nuove povertà generate dalla crisi", sottolinea Isabella Mancino, responsabile dell'Osservatorio delle povertà della Caritas di Rimini. Aumentano i giovani, sia italiani che stranieri, che chiedono aiuto, nella fascia di età dai 25 ai 34 anni, 525 persone nei primi nove mesi del 2010 (1% in più rispetto al 2009). Giovani che non hanno lavoro, ma anche pensionati che non hanno da mangiare: sono infatti aumentate dell'1% le persone di età compresa tra i 65 e i 74 anni. Allarmante anche la categoria dei separati e dei divorziati. In prevalenza uomini di oltre 40 anni che hanno perso il lavoro per la crisi e lasciato la casa alla famiglia. Spesso non riescono a pagare gli alimenti e dormono in macchina o nelle Caritas d'Italia perché, per motivi di orgoglio, girano varie località. Resta alto anche l'afflusso di famiglie che faticano ad arrivare a fine mese e chiedono i pacchi alimentari o gli aiuti economici per le utenze domestiche, le spese mediche o scolastiche. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - č