ARTICOLI CHE PARLANO DI BOLOGNA

mer 22 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Statunitense del Kentucky Will Oldham è un cantautore la cui prolifica carriera musicale è suddivisa tra gli pseudonimi Palace, Palace Songs e Palace Brothers (assunti nel corso degli anni Novanta), mentre ha visto le opere più recenti alternarsi tra il suo nome di battesimo e l’identità di Bonnie “Prince” Billy. Se i primi lavori (il primo singolo come Palace, Ohio River Boat Song, è del 1992) sono frutto di collaborazioni con i più svariati artisti, al cambio di nome corrisponde un mutamento di attitudine, che vede l’artista virare verso la creazione solitaria. Nonostante la frammentazione della sua opera si percepisce una continuità di fondo: prevalgono sonorità folk e country. Il 29 aprile all’Estragon di Bologna alle 21,30.

mer 22 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Pari Gianmarco

Già noti all’estero grazie alle recensioni apparse sulla rivista inglese New Musical Express e soprattutto grazie ai tanti live nei festival europei, i Les Fauves sono una realtà ai più ancora ignota. Per conoscerli abbiamo incontrato Davide “Case” Caselli batterista e portavoce del gruppo sassolese.

È di fresca pubblicazione il vostro secondo album “Liquid Modernity” che dovrebbe far parte di una trilogia di cui però poco si sa.

mer 21 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Per chi ha voglia di concerti rock e dintorni, oltre che allietare orecchie e cuore negli stimatissimi ed ostinatissimi club della nostra zona, vista la dura battaglia per incentivare la cultura musicale di qualunque genere essa sia, le opportunità che il club bolognese Estragon offre sono degne di seria rilevanza. Tra date uniche in Italia e varietà di proposte, non si può dire che la programmazione annoi. Superata l’esclusiva data nazionale dei Cult e in attesa dei prossimi – qui citati un piccolo numero tra i molti altri - Purcupine Tree, Motorpsycho, Tortoise, Black Heart Procession, due grandi concerti sono in arrivo prossimamente, distaccati da un solo giorno. Hanno per certi aspetti in comune una natura rivelatoria, ognuno per il proprio periodo sociale e ambito musicale: i Gong e i Mudhoney. I Gong si presenteranno giovedì 22 ottobre con i membri originari Daevid Allen, Steve Hillage assieme a Gilli Smyth e Miquette Giraudy, celebrando così circa 40 anni della loro articolata storia.

mer 21 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

James Morrison, che suonerà all’Estragon il prossimo 28 ottobre, ha un nome importante, ma con il suo onomimo (più noto con il diminutivo Jim) poco in comune, a parte il successo. Sì, perché James Morrison, anche se sulla cresta dell’onda pop da poco (è del 2006 il singolo che l’ha lanciato nell’olimpo "You give me something"), dopo anni di “spalla” a varie band è ormai un talento riconosciuto. Profeta in patria (nel 2007 miglior solista maschile britannico ai Brit Awards), e in tutto il resto del mondo, grazie anche al suo timbro sabbiato e soul e a duetti importanti come quello con Nelly Furtado in “Broken Strings”.

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Redazione

Attenzione, Sorcini e Zerofolli: venerdì 6 novembre alle 21 atterrerà al Futurshow Station (ex Palamalaguti) di Casalecchio di Reno (BO) "Zeronovetour", la tournèe di Renato Zero che sta percorrendo l'Italia con le canzoni del nuovo album "Presente", e i suoi più grandi successi di sempre. Una vera chicca per i fan del carismatico e istrionico cantautore, che nel corso della sua carriera ha pubblicato 30 album, tra quelli registrati in studio, live e raccolte, scritto più di 500 canzoni, ed è stato autore di testi e musiche per interpreti come Loredana Bertè, Mia Martini e Ornella Vanoni, oltre a proporre uno stile inimitabile e provocatorio di performer. In questo tour, oltre che dai suoi valenti musicisti, è accompagnato dall'orchestra Prato Ensemble. www.futurshowstation.com

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

A novembre ci sono giorni grigi e piovosi; ci sono giorni più corti e magari nebbiosi, ma soprattutto quest'anno ci saranno Green Day! Reduci dallo strepitoso successo ottenuto da "21st Century Breakdown", la pop/punk band statunitense arriva infatti in Italia per tre esplosivi appuntamenti live già sold out e l'11 novembre sarà di scena nella vicina Bologna al Futurshow.
Dopo il boom del 2004 di American Idiot sembrava impossibile che Billie Joe Armstrong e soci riuscissero a ripetersi ma il loro settimo album è riuscito nell'impresa, lanciato dai singoli "Know Your Enemy" e "21 guns", e ricalcando lo stile punk opera già utilizzato nel precedente lavoro.

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

Al tavolo da gioco di novembre questa volta non c'è stata partita, le altre città hanno provato a bluffare e rilanciare, ma nel momento clou Bologna si è alzata in piedi e ha scoperto le carte: poker di concerti rock! Dopo l'energia punk dei Green Day dell'11 novembre la città emiliana si prepara ad ospitare nei prossimi giorni altri tre live internazionali già sold out: in rigoroso ordine cronologico al Futurshow Station si esibiranno il 21 i Muse, il 25 i Depeche Mode e il 29 i Placebo.
La prima performance sarà quindi quella di Matt Bellamy e soci, freschi del successo registrato dal loro nuovo album "The Resistence" uscito a settembre a tre anni di distanza dallo strepitoso "Black holes and revelations" e lanciato dalla carica del singolo "Uprising". La band inglese ha dato il via al tour europeo lo scorso 22 ottobre da Helsinki e dopo l'esibizione bolognese chiuderà la prima parte ancora in Italia il 4 dicembre a Torino per ripartire poi a gennaio per Giappone e Oceania.

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Micucci Eva

Non solo mobili dalla Svezia, ma anche buona musica. Un metodo interessate per combattere il freddo l'hanno infatti sicuramente escogitato Bjorn, Gustaf, Samuel, Carl e Mats che da oltre dieci anni fanno musica e fanno danzare con le loro sonorità che ondeggiano tra i garage rock e testi che rimandano al "Ballo di Simone". Ingiustamente sottovalutati dal panorama indie, dopo la uraganica "Dance with somebody" stanno vivendo il loro momento di "Gloria" finalmente con il loro ultimo "Give me fire". Il 28 novembre all'Estragon. Costruttivi e infiammanti.

mer 16 dic 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Ortalli Matteo

 

Qualcuno li ha giudicati come la classica boyband costruita a tavolino e figlia del successo televisivo. Loro hanno sempre risposto con l’unica risposta possibile: il rock. I Bastard Sons of Dioniso, scesi dal palco della seconda edizione di X Factor con un secondo posto e uno strepitoso consenso di fans e critica, hanno finalmente dato vita al loro primo vero e proprio album “In stasi perpetua”, uscito lo scorso 23 ottobre. Ora i tre ragazzi della Valsugana sono partiti per un tour che li porterà a rockeggiare in giro per tutta l’Italia e che li vedrà protagonisti anche nella vicina Bologna sabato 19 dicembre, con un live imperdibile all’Estragon.

Ore 22,30. Ingresso 15 euro Per informazioni: 051 241554

 

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Ardito Beppe

 

Non ci sono definizioni specifiche per descrivere una band come gli AIR. Sì, si scrive in maiuscolo per indicare l’acronimo Amour, Imagination, Rêve, e cioè "Amore, Immaginazione, Sogno". Difficile catalogare la loro musica, un viaggio attraverso l’elettronica minimale o, se volete il trip hop. Nicolas Godin e Jean Benoit Dunckel dal 1995, anno di formazione del duo, hanno saputo mescolare con sapienza e intelligenza uno stile raffinato che pesca tanto dalla strumentazione vintage come il Moog e il vocoder, tanto dal kraut-rock anni 70. Non si contano ormai le loro composizioni usate nelle pubblicità. Alessandro Baricco li ha voluti nel 2003 per il “City Reading Project”, musica e letteratura unite in un magico connubio. Per apprezzare il loro viaggio musicale è fortemente consigliato il concerto che gli AIR terranno presso l’Estragon a Bologna il 22 gennaio dove presenteranno il nuovo disco “Love”.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Una probabile configurazione piacevolmente d-evolutiva del rock è prodotta dai Kasabian, band britannica ma con interferenze italiane per il chitarrista, autore dei testi e seconda voce Sergio Pizzorno. Ragionando similarmente come i gamberi, il loro stile va un passo avanti verso le sonorità elettroniche e tre indietro lungo la venatura beat britannica che giunge fino agli Oasis. La hit per eccellenza è ‘L.S.F.’, ben in evidenza nel 2004 in uno spot tv. Freschi dell’ultimo album ‘West Ryder Pauper Lunatic Asylum’ saranno in concerto all’Estragon di Bologna il 19 febbraio e non è difficile credere in una lunga serata dove live e party dopo-concerto si misceleranno bene a vantaggio del pubblico.

mer 25 ago 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Anni e anni fa altri amici ed io conoscemmo Marco, bravissimo chitarrista, simpatico e alla mano, una somiglianza un po' sospetta con Luciano Ligabue. Marco aveva anche lo stesso cognome. Ma che strano! Nel 2001 crea i Rio, gruppo pop-rock che si fa strada nel panorama della musica italiana dal 2004 con tre album e tantissimi live. Peccato che però non ci sia stato finora modo di poter assistere agevolmente ad un loro concerto a Rimini. Per cui...
Verrai mai a Rimini a suonare? Qui ci sono amici che attendono...
"Speriamo di sì! Faremo diversi concerti quest'inverno nei club quindi... speriamo! Al momento siamo in tour estivo presentando quasi tutto il nostro nuovo disco "Il Sognatore". E' un album più rock dei precedenti quindi anche il live è particolarmente elettrico. La data più vicina a Rimini sarà l'8 settembre a Chiavica, Imola. E' già la quarta o quinta volta che torniamo lì, abbiamo un seguito importante".

mer 25 ago 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Carlini Marco

Da un paio d'anni voci di corridoi millantano il ritorno dei Blink 182. Voci rimaste infondate che mi fecero passare la voglia di sperare in un ricongiungimento della mitica band di San Diego. Invece è proprio tutto vero: i Blink 182 tornano on-stage in Italia! Per la precisione il 4 settembre a Bologna - Arena Parco Nord - in occasione del I-day Festival. Prova del nove per il trio californiano che, nel lontano 2001 proprio sullo stesso palco fu letteralmente preso a sassate dal pubblico. In verità si trattava di una dozzina di elementi incapaci di intendere e di volere. Ed io ero lì: a un certo punto un sasso colpisce il piatto della batteria scatenando l'euforia di questi zoticoni pseudo new metallari che non hanno tanto gradito i Blink come head liner. Poco prima si erano esibiti Deftones e Limp Bizkit e la cosa forse era da capire.

gio 13 gen 2011 - Notizia di spettacoli

Le lunghe suite tra il post-rock e il progressive dell'eccentrico gruppo canadese dei Godspeed You! Black Emperor risuoneranno mercoledì 26 gennaio all'Estragon di Bologna, dalle ore 22:00.

Sin dall'esordio nel 1994 la musica del gruppo di Montreal, attualmente assestatosi sui nove componenti, rifiuta una facile catalogazione; le sinfonie dal sapore epico che si aprono improvvisamente verso derivazioni potenti e rabbiose sono state spesso paragonate a quelle dei King Crimson o al genere della più recente band scozzese dei Mogwai.
Dopo una pausa che dura dal 2003, il gruppo con le sue sinfonie, composte da numerosi strumenti a corda e da monologhi recitati e cantati, è pronto a riallacciare quel forte legame col pubblico, condizione indispensabile, secondo i musicisti canadesi, per poter continuare a creare. 

mer 26 gen 2011 - Notizia di attualità - scritto da Piva Beatrice

Nel 1988 l'Università di Bologna, la più antica in Europa (attiva dal 1088), inaugura una nuova sede a Buenos Aires (Argentina) ed avvia un importante programma di internazionalizzazione. Nello steso anno inizia il decentramento in Romagna, sospirato da anni, organizzando una struttura multicampus nelle sedi di Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini.
Alla fine degli anni '80 vengono attivati a Rimini i corsi di Laurea della Facoltà di Economia e di Statistica. Successivamente con l'attivazione dei corsi di Laurea delle Facoltà di: Chimica Industriale, Lettere e Filosofia, Farmacia, Scienze Motorie, Medicina e Chirurgia e Scienze della Formazione si configura una vera e propria dimensione Universitaria.
Nel corso degli anni l'insediamento riminese è cresciuto in molti sensi: da poche decine di studenti dei primi anni agli oltre seimila iscritti dell'ultimo anno accademico; dai due corsi di laurea ai 19 attuali, dai pochissimi docenti in forza a Rimini ai circa 140 di oggi. Una realtà che è cresciuta negli anni rappresentando oggi, per la città di Rimini, un fattore rilevante di sviluppo economico e sociale. 
Ma come vivono gli studenti universitari? Si sentono integrati? Dove si ritrovano? Rimini è per loro una città intellettualmente stimolante e viva? E quali disagi provano, quanto devono spendere? Dalle interviste raccolte emerge che il problema più grande è il caro-affitti. Mediamente un posto letto in casa privata costa circa 300 euro escluse le spese. Accanto all'offerta di stanze in appartamenti privati, sono fioriti negli anni diversi studentati, tra i quali il Convitto Maria Bambina in via Angherà, l'Istituto Igino Righetti in via Cairoli, la residenza Santa Chiara in via Santa Chiara e la Casa della Giovane in via Isotta. Anche in queste soluzioni il costo varia da un minimo di 200 euro per la doppia ai 300 euro per la singola. 

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2011  - è