ARTICOLI CHE PARLANO DI BIBLIOTERAPIA

mer 23 set 2009 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Non siamo nati per leggere - afferma  Maryanne Wolf,  neuroscienziata cognitivista, autrice del recente “Proust e il calamaro” - Ma appena una persona impara a leggere, il suo cervello cambia per sempre”, perché moltiplica le sue connessioni, e ne crea di nuove. Siamo perciò fatti anche dei libri che abbiamo letto e di quelli che leggeremo, e per orientarci la Biblioteca Gambalunga di Rimini propone per otto domeniche, dal 25 ottobre al 20 dicembre, il corso “Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) con i libri”. Otto conversazioni tenute da chi dei “mestieri del libro” ha una lunga pratica, armato per l’occasione solo del suo “prontuario” di lettore. Per caldeggiare una pratica terapeutica della lettura, o mettere in guardia dai testi che possono sviare l’intelletto, mandandoci magari a combattere contro i mulini a vento. 

mer 22 set 2010 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

La biblioteca Gambalunga dal 17 ottobre torna a proporre il ciclo di conversazioni "Biblioterapia: come curarsi (o ammalarsi) coi libri", la "diagnosi e terapia letteraria" che la "casa dei lettori", con la collaborazione dell'Istituto Musicale G. Lettimi, dedica al libro come "farmaco". Cura e veleno, in senso etimologico: entrambi gli aspetti saranno, a rigor di titolo, presentati dagli ospiti. Due quest'anno le novità: gli incontri si terranno nella sala del ‘700 della Gambalunga e all'Auditorium del Lettimi (dalle 17), e alle conversazioni (su iscrizione) si alterneranno due letture "ad alta voce", a ingresso libero. Mariangela Gualtieri, poetica voce del Teatro Valdoca, suggerirà il 24 ottobre come "mantenere il passo conquistato", mentre il reading dell'attrice (e scrittrice) Patrizia Zappa Mulas evocherà "Il messaggero. Un narratore senza nome", il 14 nov. Sarà lo scrittore (e critico) Emanuele Trevi a inaugurare, il 17 ottobre alla Gambalunga, il ciclo di conversazioni, inoculando "I veleni del romanzo", mentre l'enigmista e scrittore Stefano Bartezzaghi il 31 chiamerà in campo i "Lettori giocatori". Si passa all'Auditorium del Lettimi il 7 novembre, dove il letteratissimo Michele Mari immunizzerà dalla "Letteratura come infezione", seguito dall'invito al viaggio della saggista Gabriella Caramore: "Toccare il mondo.

mer 06 ott 2010 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

Dal 6 al 27 ottobre il mercoledì alla Biblioteca Gambalunga - sezione Ragazzi è dedicato alla Biblioterapia per bambini e bambini, un ciclo di letture in biblioteca. Il 6 ottobre "Prometeo e il fuoco" - il mito raccontato da Emanuela Serri (da 6 a 10 anni). Mercoledì 13 ottobre lettura dei racconti "Con Sara in biblioteca" a cura di Lia Finato (da 2 a 5 anni). Il 20 ottobre è dedicato alle mamme e ai bambini con "La mamma va a scuola. I racconti di Penelope" - le storie di Maura Del Chierico. Il 27 ottobre doppio appuntamento, a cura dei lettori volontari: "Storie per ridere" alle 16.30 per bambini da 3 a 5 anni, e alle 17.15 per bambini da 6 a 8 anni. Orario: 16.30. Ingresso: gratuito Info: 0541/704486 www.bibliotecagambalunga.it

mer 17 nov 2010 - Notizia di cultura - scritto da Redazione

"Toccare il mondo. Letture attraverso il tempo" è il titolo della conversazione del 21 nov. di Gabriella Caramore, saggista e conduttrice di "Uomini e profeti" su Radio tre. "Leggere è un viaggio: allontanarsi da ciò che è noto verso qualcosa che da un lato attrae, ‘chiama', dall'altro persiste nella sua lontananza, nel suo enigma". Domenica 28 novembre la scrittrice e saggista Elisabetta Rasy in "Memorie di una lettrice notturna" muoverà da alcune domande connesse a quell'atto strano ed elementare che è la lettura: «Perché leggiamo? Perché amiamo certi libri e altri li detestiamo? E' necessario per amare un racconto identificarsi con un personaggio e riconoscersi nella trama? Esistono gli autori o i libri si scrivono da sé?". Auditorium Istituto Musicale Lettimi, ore 17, ingresso libero. Per info: Biblioteca Gambalunga: Tel. 0541.704486.

mer 28 set 2011 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

«Ciò che può guarire» scrive Luca Ferrieri intorno alla Biblioterapia, «è il potere della parola letta, è il dialogo tra testo e lettore, è l'interpretazione infinita che offre continui spunti per far agire omeopaticamente la lettura.» E la possibilità di dare una «risposta narrativa» alle grandi domande sull'esistenza. La terza edizione di "Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri - Le figure del male", ciclo di conversazioni e letture ad alta voce promosso dalla biblioteca Gambalunga di Rimini, verterà sul perché e la natura del male, uno dei temi su cui l'arte e la letteratura si sono interrogati più a fondo e che la contemporaneità rilancia con urgenza. Indagando personaggi e pagine divenuti immagini archetipiche per la nostra cultura, narrati a loro volta da autori che se ne sono occupati a vario titolo nel corso del loro lavoro. A cominciare da Le figure del male, magnifico saggio di Franco Rella, esploratore di percorsi fra filosofia e arte, che aprirà la rassegna il 15 ottobre, con letture di Giorgia Bondi, Matteo Castellucci, Luca Di Gregorio. La psicanalista junghiana Lella Ravasi Bellocchio, il 29 ott., sonderà poi il dolore profondo dell'anima con Il grido di Giobbe. L'enigma del male in analisi. Perché Dio permetta il male è domanda che da Sant'Agostino si ripete costantemente, ed Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose, con ...liberaci dal male (5 nov.) raccoglierà «con timore e tremore» l'impossibilità e l'eterno tentativo dell'uomo di dare una risposta. Seguirà, intersecando per la prima volta le Tracce D Nuovo Teatro, l'anteprima nazionale di Per voce e ombra del Teatro Valdoca (9 nov.). Un trio per corpi recitanti e percussioni porterà in scena il tema cardine della Biblioterapia nella figura di Caino, nostro fratello d'ombra, cantato dai versi di Mariangela Gualtieri.

mer 26 set 2012 - Notizia di cultura - scritto da Barlaam Lorella

"Come in uno specchio. Leggere sé, narrare l'altro / leggere l'altro, narrare sé" è il tema della quarta edizione di "Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri", il ciclo di conversazioni e letture promosso dalla Biblioteca Gambalunga. Sette incontri, che si svolgeranno tra ottobre e dicembre, con un appuntamento teatrale e una "drammaturgia sul doppio" in parole e musica dedicata a tutti i lettori. La metafora originaria dello specchio, nella cultura occidentale è fin dall'antichità associata all'invito socratico del conosci te stesso, e per Lacan lo "stadio dello specchio" è formatore della funzione dell'Io. Ma lo specchio è anche il dispositivo perturbante in cui vedersi come un Altro. E la figura del doppio, messa in crisi dell'idea unitaria dell'Io, ossessiona da sempre la letteratura. Ma lo sdoppiamento non è forse anche il procedimento principe della lettura e della scrittura? Scrivere come crearsi un altro Io. Leggere come identificarsi in soggettività altre. "Come in uno specchio", la riflessione della Biblioterapia di quest'anno interrogherà i diversi linguaggi della filosofia, del mito, della narrativa, della psicoanalisi, della poesia, del teatro. Ad aprire la riflessione sarà il filosofo Franco Rella (20 ottobre) con L'enigma nello specchio, mentre Giulio Guidorizzi, grecista e filologo italiano, il 27 ci guiderà Nello specchio del mito. Lo specchio della scrittura sarà il tema dell'anglista Roberto Bertinetti con C'est moi? Lettura e scrittura in Jane Austen e Virginia Woolf (3 novembre), per proseguire con "La grande festa". Nello specchio della scrittura insieme a Dacia Maraini, la scrittrice italiana più tradotta nel mondo, il 17 novembre. A seguire (24 novembre) il filosofo e psicanalista Romano Màdera ci introdurrà al Labirinto del riconoscimento a partire dal "Libro rosso" di Carl Gustav Jung, mentre Valerio Magrelli, poeta e scrittore, l'1 dicembre guiderà il nostro sguardo su Paul Valéry.

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č