ARTICOLI CHE PARLANO DI AURELIO_UGOLINI

mer 04 nov 2009 - Notizia di sport - scritto da Pirroni Enzo

La bicicletta, per me, è una sfida a ritroso ed ogni volta che percorro, su quel meraviglioso traliccio, (ormai sempre più piano) antiche e conosciutissime strade, navigo, con la memoria, verso cimiteri lontani. In quanti a Rimini si ricordano di Aurelio (Berto) Ugolini? Ugolini, nato nel 1916, era stato, in gioventù, uno dei più promettenti "dilettanti" italiani. Usciva da una famiglia povera del "Comasco". Una famiglia nella quale, tutti i componenti, portavano per il mondo, da generazioni, la rassegnata mestizia, di chi, per sorte, possiede la consapevolezza d'essere condannato a soffrire comunque. La fatica li avvolgeva come un lercio sudario. Abituato, fin dalla fanciullezza, a sopportare il peso dei più usuranti lavori, Aurelio Ugolini, aveva sviluppato quadricipiti ipertrofici e polmoni capienti che sapevano assecondare il di lui cuore bradicardico in furibonde alternanze di diastole - sistole, al punto che gli era possibile far mulinare, con facilità sorprendente, moltipliche spaventose.

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - č