AUTORE Tomasicchio Marta Ileana

mer 03 dic 2008 - Notizia di Musica e cinema - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

mer 19 nov 2008 - Notizia di Musica e cinema - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dopo l’uscita della {reissue} de “I milanesi ammazzano il sabato”, il doppio album con sette rare versioni live e due inediti, gli Afterhours tornano sul palco per il tour autunnale 2008 che partirà proprio da Rimini. Sabato 22 novembre il Velvet ospiterà la band di Manuel Agnelli proponendo brani...

mer 05 nov 2008 - Notizia di Musica e cinema - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Al Rintocco di S. Giovanni in Marignano, giovedì 6 novembre arriverà da Reggio Emilia Sonny Babe, con il chitarrista Albert Ray. Forse l’unica donna fisarmonicista blues in Italia, Sonny ha partecipato a diversi prestigiosi festival nazionali, come il “Cento in Blues Festival" e “Castel San Pietro...

mer 22 ott 2008 - Notizia di Musica e cinema - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

[{Intervista alla band di Anversa ed emblema dell’eclettismo musicale} Tom Barman e soci live sabato 1 novembre al Velvet di Rimini] E’ dal 1994, ossia dall’anno della pubblicazione del primo eccellente album ‘Worst Case Scenario’, che i dEUS creano scompiglio nella musica internazionale,...

mer 17 dic 2008 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Nato nello scenario dell'Hip Hop milanese, componente della Dogo Gang, sangue siciliano nelle vene, Marracash ha già conquistato un Disco d'Oro con l'album omonimo. Radio, MTV e web sono tutti per lui. Marracash piace perché raccolta la realtà - quella non scontata - mediante rime musicali e testi affidabili, dotati di spessore e sintesi. Intervistiamolo.

mer 14 gen 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Raffinato il live di mercoledì 21 gennaio al Rintocco di San Giovanni in Marignano con il cantautore norvegese Nordgarden, in un set solo acustico. Considerato come una delle nuove stelle del panorama rock internazionale, il suo passaggio in Italia non è da perfetto sconosciuto, avendo una produzione alle spalle con il sostegno di Paolo Benvegnù. 

mer 11 feb 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Nella rassegna “Effetto Doppler” un insolito appuntamento quello di domenica 15 febbraio al Museo della Città con Elio e Luca Scarlini che racconteranno il mondo colorato di uno scrittore di clamoroso e straziante sarcasmo nella conferenza - reading “Disastri futuristi e casi della vita; un viaggio al centro di Daniil Charms”. A noi Elio ha rivelato qualche curiosità su questo singolare spettacolo.

mer 25 feb 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Grazie alla sua capacità di incastonare testi sofisticati in un contesto pop Mango si conferma un riferimento prestigioso per la canzone d’autore italiana, Abituati ad ascoltare brani da lui stesso scritti e composti, un album come l’‘Acchiappanuvole’, uscito nel 2008, ha interrotto la serie di ben 17 lavori tutti originali. Cosa avrà portato Mango ad un album di cover? 

mer 25 feb 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

50 anni di brillante, costante carriera e non dimostrarli. Una delle protagoniste della Notte Rosa 2008, con ospite Gino Paoli a Riccione. Senza attendere molto, l’ascolto di classici come ‘Domani è un altro giorno’ o ‘Eternità’ sarà nuovamente possibile grazie al “Più di Me tour 2009” che partirà dalla vicina Cesena per toccare i principali teatri della penisola. 

mer 11 mar 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

La zona del 105 Stadium a Rimini diventerà, per qualche ora di sabato 14 marzo, un’area protetta per chi gradisce un sound veloce concepito da culture multi-etniche. Nulla da temere per i residenti nei paraggi, che sicuramente beneficeranno dalla concentrazione di energia vitale che si irradierà al di là delle mura del palazzetto. Consigliato quindi dotarsi di jeans, scarpe basse e t-shirt: durante quella notte a Rimini si intravedrà l’ombelico del mondo. Da una parte gli Asian Dub Foundation, il cui nome indica senza rischio di errore genere musicale ed origini, dall’altra gli Ska-P, spagnoli, la più importante ska band in Europa.

mer 22 apr 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

John De Leo è per molti cultori una lega di creatività ed eccellenza musicale tagliata da una dose imbarazzante di pignoleria concettuale. Come autore, incarna un nuovo possibile mito romanzesco, in eterna lotta per la quadratura del cerchio tra essere umano, arte e società. Un’idea percepibile nei brani del suo cd ‘Vago Svanendo’ e relativo dvd, in cui dimostra la sua capacità di coordinare, con una regia generosa, vari linguaggi espressivi come musica, video-arte e letteratura, anche grazie al supporto di personaggi come Stefano Benni e Alessandro Bergonzoni.

mer 06 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Per descrivere i Marlene sfrutto un commento di Enrico Brizzi: “non sono un gruppo di rock italiano, ma l'unico gruppo italiano di rock”. Nel corso della loro storia le sonorità sature e soniche, hanno attraversato una maturazione compositiva verso uno spleen ordinato più europeo, adeguato per la ricerca autorale di Cristiano Godano. Converso con il chitarrista Riccardo Tesio.

Il nuovo tour coincide con l’uscita del cd ‘Best of Marlene Kuntz’. Si può dire che questo tour riepiloga la vostra carriera lunga vent’anni?

“E’ un ritorno ai club dopo qualche anno di tour principalmente nei teatri. Un tour vecchia maniera, un concerto rock e in un certo senso è quello che dicevi tu, una specie di riepilogo di tutta la nostra storia. Il live è una specie di ‘Best of’ ma non ci sono tutti i brani del disco anzi, ci sono molti brani diversi. Credo che sia un bel concerto, invito a venire il più numerosi possibile”.

mer 20 mag 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Intervistare Davide Toffolo risulta paradossalmente problematico: è sì una miniera di esperienze e racconti, ma proprio per questa ragione questo spazio si riempie velocemente come farebbe un alito di gas in un palloncino. Presentazione: è tra i più apprezzati fumettisti in Italia e al contempo il cuore della rock band Tre Allegri Ragazzi Morti (TARM), una carica di energia e freschezza a dispetto del nome di evocazione gotica. Non stupitevi quindi se questa intervista è avvenuta in via intercontinentale. Sul serio.

Davide Toffolo in eterno movimento. Cosa ci fai in Russia?

“E’ una tappa di un viaggio lungo, partito da Berlino quasi un mese fa. Ora sono a Munsmark, la città più a nord del mondo. Mi hanno raccontato che in questo estremo luogo vengono i ricchi dentisti italiani per la pesca sportiva. E tutti si stupiscono di come sono ricchi i dentisti in Italia...”

Rimini è una città quasi familiare per te e la band.

“Conosco meglio questa parte d'Italia grazie ad Alessandro Baronciani, un artista di queste parti con cui ho vissuto a Milano qualche anno fa. E poi ci vive il mio disegnatore preferito, Giacomo Nanni”.

 

mer 03 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

E’ la rassegna estiva di Rimini, nel cuore della città: Percuotere la Mente. Anche quest’anno si propone con appuntamenti musicali trasversali e contaminati. La caratteristica fondamentale è la novità, intesa più forse come cosa inaspettata. Tra i cinque appuntamenti, infatti, si trova anche un omaggio al rock progressive seventies, il 13 luglio. Cosa c’è di inaspettato? Che questo omaggio è offerto da Roberto Gatto assieme purissimi musicisti jazz come Gianluca Petrella, Luca Mannutza, Maurizio Giammarco, Fabrizio Bosso, Roberto Cecchetto e Francesco Puglisi: quale inaspettata formazione per l’opera dei King Crimsom o dei Genesis? Ma andiamo in ordine. La rassegna inizia giovedì 2 luglio con ‘Concerto della Penombra’, in collaborazione con ‘Assalti al Cuore’, con esibizioni di Gli Ex, Banda Olifante, H.E.R, Erica Scherl e Daniele Maggioli, ideato da (e con poesie di) Valerio Corzani, coordinamento artistico di Simone Bruscia e immagini visionarie di Pablo Echaurren. Segue lunedì 13 luglio ‘Progressivamente. Omaggio al progressive rock’, già sopra citato. Quindi tutto è pronto per decollare verso la musica urbana brasiliana il 23 luglio con lo spettacolo ‘Brasileirinho ao vivo’, evento dedicato al “Choro”, con il Trio Madeira e la partecipazione di Silvério Pontes, Sergio Krakovski e Gabriele Mirabassi. Se tale esperienza fosse ancora inappagante, gli Oi Va Voi, made in UK sono pronti a contaminarci tra klezmer ed elettronica sofisticata.

mer 17 giu 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

A vent’anni sono già divi. Tra i loro risultati già raggiunti: dvd di platino per il ‘Lost live@MTV’, TRL Awards, Wind Music Awards, il nuovo album ‘Sospeso’ direttamente al 4° posto in classifica, un brano con Joel Madden dei Good Charlotte (band internazionale pop punk), un nuovo tour. Io non ho più vent’anni, ma intervistare il cantante Walter Fontana è stato piacevole, per la forza di volontà e tenacia che la band ha saputo dimostrare.

Siete molto giovani. Da quando suonate?

“Dal 2003. Il nostro batterista aveva 14 anni. All’inizio è nato un po’ per gioco, per imitare le nostre band preferite come Good Charlotte, Blink 182. Grazie a qualche concerto abbiamo visto che le nostre canzoni piacevano. Ci siamo iscritti al Myspace, in Italia ancora poco conosciuto e abbiamo incominciato a girare anche fuori della nostra provincia. Poi il Cornetto Free Music Audition e l’esibizione in diretta tv con MTV: lì una casa discografica si accorse di noi”.

 

LOST | TRL_ON_TOUR | MTV | RIMINI commenti a questo articolo commenti ( 2 )
mer 01 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Nel 1968 al largo di Torre Pedrera appare la Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose e si staglia orgogliosamente per “vedere fiorire le rose sul mare”. Nel 2009, mentre la Riviera si tinge di rosa, con tanti concerti ed eventi, a Rimini si recupera anche la memoria perduta di questa micro-nazione. Non si tratta dunque della materializzazione di una mia fantasia psichedelica ma vera storia, ricostruita nel documentario ‘Insulo de la Rozoj’. La prima visione del film avverrà il 1 luglio per l’apertura di ‘Assalti al Cuore’, appuntamento che incrocia ‘La Notte Rosa’ e a questo proposito Roberto Naccari commenta: “…d'altronde è l’Isola delle Rose, il progettista si chiama Giorgio Rosa, mi sembra che tutto si sposti verso quella direzione”.

mer 15 lug 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Il Verucchio Festival dà i numeri: 25 anni di età, 5 anni di direzione artistica di Ludovico Einaudi, 12 concerti per 6 serate. E ora parliamo di qualità. Un ottimo cartellone dal 15 al 25 luglio in cui spiccano, tra le altre, le presenze di Emiliana Torrini, ricercata cantautrice islandese e di una folta schiera di pianisti come Hauschka, Gonzales, Brad Mehldau, lo stesso Einaudi, con capofila Stefano Bollani. Dal Canada, Stefano si rende disponibile per parlare del suo prossimo concerto del 15 luglio e dei suoi progetti, presenti e futuri.

Che concerto proporrai al Verucchio Festival?

“Facile! Non lo so. Quando suono da solo non preparo mai una scaletta e decido sul momento. Mi lascio ispirare dal luogo, dal pubblico, dalla posizione del pianoforte, da quello che ho mangiato, da come ho dormito prima, se ho bevuto... pesco in tanti repertori e il 90% del concerto è improvvisato”.

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Al Beky Bay di Igea Marina ritorna Freak!, il beach party ideato da (Qualcosina)² e da Velvet Club.Venerdì 7 agosto gli Hormonauts dal vivo come colonna ‘freak’- sonora. La band romagnol-scozzese ha oramai conquistato un pubblico intercontinentale: il loro ultimo “Spanish Omelette” è stato pubblicato anche in Giappone. Da sempre si contraddistinguono con uno stile aperto a tutte le sfumature musicali: partendo dal rockabilly ed innestando influenze che includono l'aggressività del punk/rock, la leggerezza del rocksteady fino ad arrivare alle morbide song del country, non perdendo mai di vista una sottile vena ironica. Concerto alle 22.45, seguiranno i djs Elio, Lappa e Thomas Balsamini fino all’alba. Ingresso libero. Info 328.2610098. 

 

ven 07 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Domenica 16 agosto ore 21 alla Corte degli Agostiani, appuntamento con la Memoria con “La meglio gioventù”, quarta edizione. L’Anpi ogni anno organizza un concerto gratuito per celebrare l’anniversario del sacrificio dei tre martiri partigiani, impiccati dai nazisti nel ‘44. Ospiti d’eccezione “I Mercanti di Liquore” che da anni accompagnano l’attore Marco Paolini. Il loro repertorio recupera i ritmi del folk per rielaborarli in un sound moderno ed amalgamato con la canzone d’autore. Dopo 8 album, proseguono a stupire per l'estro e l'originalità degli arrangiamenti nell’ambito della musica acustica, tanto da essere definiti dalla critica specializzata un vero e proprio "power-folk trio". Info 0541 704293

mer 26 ago 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Un buon motivo per amare la città di Bologna con un cuore di 40 gradi al termine dell’estate è per l’imminente mese di incredibile musica e interessanti spettacoli che si svolgerà nell’area dell’Arena Parco Nord. Quest’anno Estragon organizza la quindicesima edizione della rassegna rock più importante del capoluogo bolognese, in concomitanza con la Festa provinciale dell’Unità 2009 del Partito Democratico, per cui è facile la combinazione tra politica, tortellini e musica dal vivo. Si esibiranno Antonello Venditti (4 settembre), Cristiano de André con un concerto ispirato ai successi del padre Fabrizio (9 settembre) e i Negrita (10 settembre). Sabato 5 settembre è dedicato invece alle risate con Bologna Ridens, affidata alle battute emiliano-romagnole di Giuseppe Giacobazzi, Paolo Cevoli, Duilio Pizzocchi, Giovanni Cacioppo e di molti altri comici e cabarettisti. Per gli appassionati di rock italiano ed internazionale, tra i 17 appuntamenti in cartellone spiccano il concerto dell’ex leader dei Dead Kennedys Jello Biafra (28 agosto), il rock d’autore di Paolo Benvegnù (il 29), gli intramontabili Skiantos (2 settembre), i padri del reggae tricolore Africa Unite il 4 e Peaches, la regina dell’electroclash il 5.

mer 09 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Obiettivo: conoscere lo sconosciuto che c’è in noi, complice l’oscurità della notte. Ludovico Einaudi ci coinvolgerà in un percorso introspettivo tra buio e luce, tra caos e quiete, tra saturità e vuoto, tra forti ritmi e intima melodia, come il contrasto dei suoi tasti bianchi e neri. ‘Nightbook’ è l’ultimissimo progetto che lasciamo raccontare al suo stesso autore.

‘Nightbook’ ossia ‘Libro della Notte’. Introspezione, musica per la buona notte o fascino per il mistero e il buio?

E’ un percorso nello sconosciuto, nei territori più oscuri dell’animo, con immediati passaggi tra luce e ombra. In alcuni momenti partecipa una band con elementi già nel precedente ‘Divenire’, come Robert Lippok all’elettronica. Le novità: Federico Mecozzi, giovane violinista di Verucchio, Mauro Durante, leccese, al secondo violino ma anche al tamburo a cornice, e ssendo maestro di percussioni di pizzica. Complessivamente una dimensione più estatica grazie a questa nuova parte ritmica, che tende all’ossessione e si avvicina alla trance”.

 

mer 23 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

«Non una compilation, ma un’affascinante rassegna di proposte musicali di varia ispirazione, stimolante, ricca di spunti che speriamo venga trainata dalla nostra presenza al festival, che nel nostro piccolo vuole contribuire ad infrangere quella cortina d’indifferenza che penalizza la nuova musica». Così Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, ha presentato “Il paese è reale”, il progetto discografico che ha coinvolto 19 artisti, diversi tra loro per esperienza e ispirazione musicale ma rappresentativi di quella che si autoproclama la vera nuova musica italiana. Da qui poi l’ultimissimo tour della band denominato “Io voglio far qualcosa che serva” in arrivo a Rimini il 26 settembre, per la sedicesima data nella storia degli Afterhours, tra Slego e Velvet. Info www.velvet.it

mer 23 set 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Arcano, impenetrabile, inaccessibile, inesplicabile: questo è Peter Murphy. Incute timore per il biancore cartilagineo della sua pelle e per la freddezza del suo sguardo. Vi parla “da dentro di esso, con una voce ipnotica e agghiacciante”. Assieme a Robert Smith dei Cure, Siouxsie Sioux dei Siouxsie & The Banshees e il compianto Ian Curtis dei Joy Division, è una figura di primaria importanza nella scena musicale inglese e mondiale degli anni 80, nota come ‘dark’. Front-man dei Bauhaus, gruppo post-punk per eccellenza, in attività dal 1978 al 1983, Murphy ha seguito una sua carriera solista dal 1985 con molti lavori tutti elogiati da critica e pubblico. Convertitosi all’Islam, si è lasciato ispirare da scrittori Sufi come Geylani, Jellauddin Rumi e Sadruddin Konevi. Sebbene sia considerato un autore mistico, non condivide questa lettura e in una rara intervista realizzata dal portale italiano Rockline.it afferma “Il mio approccio alla scrittura di testi consiste nell’evocare un’esperienza che ha molto spesso a che fare con l’ineffabile. Le parole, come la musica, sono capaci di evocare un sentimento che trascende il puro racconto figurativo”.

mer 07 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Ritorna la rassegna attraverso percorsi di nuova colta musicalità sotto la direzione artistica della coppia vincente Atto Alessi e Massimo Eusebi. Tra la sala Il Lavatoio e il Teatro Supercinema, per tre weekend, una serie di appuntamenti che miscelano progetti con alta connotazione qualitativa da terra romagnola e dall'intero panorama italiano. In programma, le originali rivisitazioni della pianista Rita Marcotulli, con ‘The Light Side of the Moon' omaggio ai Pink Floyd. Barbara Casini, tra le più apprezzate interpreti di musica brasiliana in Italia e qui con Fabrizio Bosso alla tromba in un inedito trio, rivisita le poetiche canzoni di Charles Trenet. Il trio di Rosario Giuliani proporrà brani di Ornette Coleman, arrangiati e presentati in forma inedita. Una ricognizione sul nuovo jazz è rappresentato dal quintetto Elettrotico ricco di sonorità sperimentali e pulsazioni "drum and bass". Elettrotico nasce da un'idea del fisarmonicista Simone Zanchini e del bassista Atto Alessi, in questa occasione con Cristiano Calcagnile (batteria), Giovanni Falzone (tromba) e Mauro Ottolini (trombone). Il solista Michele Rabbia in scena con ‘Musica presa alla lettera' e un laboratorio-incontro sulla percussione da lui stesso curato. Il quartetto di Gaspare De Vito prende spunto dall'eredità di Coleman e dal folklore della santeria cubana in un'originale sintesi di world jazz, ‘Passing Notes'. Infine la Banda Olifante, tra le più originali ensemble di fiati e percussioni "di frontiera", in bilico fra jazz e world music, che metabolizza i modelli di partenza per poi offrire sovrapposizioni polifoniche assieme a trascinanti variazioni ritmiche.Info www.santarcangeloinjazz.com

gio 15 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Musiche, cibo, balli, letture, performance, pet therapy, burattini, processioni e molto altro. La Festa del Borgo Sant’Andrea è un evento matrioska di tanti eventi: ciò indica un intelligente approdo verso un pubblico ampio e trasversale. E’ bello quindi incrociare in questa edizione denominata ‘I Luoghi Parlanti’ alcune chicche artistiche come quella proposta per la prima volta a Rimini da Vincenzo Vasi. Anche se risiede a Rimini, Vincenzo – a mio avviso - è galattico: ha collaborato con stelle nazionali ed internazionali della musica, atterrando su alcuni “pianeti” come Capossela e Mike Patton, leader dei Faith no More. Lo avvicino in uno dei rari atterraggi vicino a ‘caasaa’.

mer 21 ott 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Per chi ha voglia di concerti rock e dintorni, oltre che allietare orecchie e cuore negli stimatissimi ed ostinatissimi club della nostra zona, vista la dura battaglia per incentivare la cultura musicale di qualunque genere essa sia, le opportunità che il club bolognese Estragon offre sono degne di seria rilevanza. Tra date uniche in Italia e varietà di proposte, non si può dire che la programmazione annoi. Superata l’esclusiva data nazionale dei Cult e in attesa dei prossimi – qui citati un piccolo numero tra i molti altri - Purcupine Tree, Motorpsycho, Tortoise, Black Heart Procession, due grandi concerti sono in arrivo prossimamente, distaccati da un solo giorno. Hanno per certi aspetti in comune una natura rivelatoria, ognuno per il proprio periodo sociale e ambito musicale: i Gong e i Mudhoney. I Gong si presenteranno giovedì 22 ottobre con i membri originari Daevid Allen, Steve Hillage assieme a Gilli Smyth e Miquette Giraudy, celebrando così circa 40 anni della loro articolata storia.

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Dall'eredità musicale di Ivan Graziani parte l'avventura di uno spettacolo diretto da Bepi Morgia. Sul palco i figli del cantautore: Filippo alla voce e, alle sue spalle, Tommy alla batteria, che ricorda quel tour del ‘96 «quando mio padre mi volle a suonare con sé nonostante fossi giovane e inesperto. Ora davanti a me ci sarà Filippo. E' una sensazione bella quanto strana vederlo lì al posto di papà... abbiamo suonato molte volte insieme ma questa volta sarà emotivamente coinvolgente.» Da qui, il racconto passa a Filippo.

Come è nato questo progetto?
«Da tanto tempo ci chiedono di proporre uno spettacolo su nostro padre. Abbiamo maturato negli anni una voglia che si è sviluppata naturalmente. Poi è capitato di ritrovare una scaletta dei suoi concerti e ci siamo domandati se non era il caso di partire proprio da lì. Il progetto si sta allargando in modo imprevisto anche grazie al supporto dei suoi fan, ancora di più ora mediante l'esplosione dei social network.»

 

mer 04 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Alla ricerca di buoni concerti rock-indie internazionali? Consigliamo di imboccare l'A14 direzione nord. All'Estragon di Bologna arrivano i Porcupine Tree venerdì 6/11 e i Motorpsycho mercoledì 11/11. Gli statunitensi Porcupine Tree si muovono nel territorio tra il progressive rock e la sperimentazione. Nel 2007 l'album ‘Fear of a Blank Planet' ha aumentato la popolarità della band, premiata con una nomination ai Grammy. Il nuovo, decimo album‘The Incident' ne prosegue il senso sonoro elettrizzante, a turno tormentante, desolato, ipnotico ed euforico. A proposito dei Motorpsycho: a Rimini siamo stati abituati a vederli al Velvet in ogni loro tour italiano, più o meno come ogni anno in Rai si replica il film della Principessa Sissi d'Austria, fatto salvo che con la band norvegese la storia proposta non è mai la stessa. La loro grande dote è quella di unire un altissimo livello musicale in un caleidoscopio di sfaccettature, dal rock più potente a spiazzanti melodie. Ora ci muoviamo in direzione Ravenna, ovvero verso il Bronson a Madonna dell'Albero, per il VI° "Winter Sessions Festival". Sabato 14/11 il live dei Polvo, uno tra i gruppi cardini del post-rock made in Usa anni '90. Difficile un'indicazione descrittiva della musica dei Polvo, ecco il loro quadro ‘clinico'. 

mer 18 nov 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il Meeting delle Etichette Indipendenti è nato come un evento in cui gli addetti ai lavori delle realtà musicali al di fuori delle logiche commerciali aderiscono esponendo presso appositi stand le auto-produzioni musicali, partecipano a seminari, creano cultura. Immaginate un agorà in cui si incrociano produttori, musicisti, organizzatori, media e semplici appassionati per scambiarsi idee, instaurare collaborazioni, lamentarsi delle difficoltà (non sempre porta risultati ma lo sfogo è terapeutico), lamentarsi per consuetudine (fa sempre la sua bella figura), prefiggersi nuovi obiettivi. Ebbene, da tempo esiste questa vetrina nazionale, ideata da Giordano Sangiorgi in quel di Faenza. Ma la vera indipendenza che incorpora in sé quella sottile speranza di ‘rivoluzionare' l'attuale fotografia del settore musicale e culturale in Italia, nelle giornate del MEI oramai si è dispersa. 

mer 16 dic 2009 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Partito in dicembre il ‘Paranoia Domestica Tour’ dei Punkreas, si presenta a Rimini con tappa sabato 9 gennaio al Velvet. Caratteristica principale: il programma musicale che non segue il lancio di un nuovo cd. Infatti, le date dei concerti sono state studiate appositamente per ripresentare solo ed esclusivamente i brani dei primi tre album dei Punkreas (United Rumors of Punkreas, Paranoia e Potere, Elettrodomestico) e celebrare così i vent'anni della loro nascita. Cippa (voce), Paletta (basso, cori), Flaco (chitarra), Noyse (chitarra, cori) e Gagno (batteria) sono i rappresentanti di uno dei gruppi punk più famosi in Italia e sicuramente tra i più longevi e stabili. Una carriera che non ha scalfito il loro suono grezzo, nonostante il recente approccio verso sonorità ska. Info www.velvet.it


 

mer 13 gen 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Doppietta internazionale nell’arco di una settimana tra Bologna e Cesena. Sabato 16 gennaio arriva all’Estragon di Bologna Dmc, già membro dei Run Dmc mentre venerdì 22 la band Incognito al Teatro Verdi di Cesena. Due progetti musicali, due diverse facce della stessa medaglia del “black” mondiale. Anni e anni or sono, in tv ruotava un video con un vecchio brano eseguito da una rock band impestata se pur in un modo improbabile (gli Aerosmith, nel 1986 in declino), interrotto e stravolto dai Run Dmc. I muri sfondati e i finti duelli vocali tra i leader delle due band rappresentarono la metafora del conflitto tra il rock (bianco) e l’hip hop (nero) che però in quel caso convergevano in un’unica anima, in un’unica Happy End musicale. In realtà si trattava di un Happy Start, di un buon inizio in via sperimentale del cosiddetto genere ‘crossover’, prima della sua profonda maturazione in ‘nu metal’, i cui elementi primari sono rap e metal. In questo caso però la melodia scanzonata all’interno di ‘Walk this way’ non faceva prevedere gli scenari apocalittici come quelli successivi dei Rage Against the Machine o dei Korn. Nel 2002 MCs Joseph “Run” Simmons, Darryl “Dmc” McDaniels vivono l’assassinio del loro compagno Jason Mizell, più conosciuto come Jam Master Jay. Il concerto a Bologna è l’unica data italiana di Darryl “Dmc” che presenterà brani dal suo progetto da solista e dal repertorio della mitica band.

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Tredici anni di anni di successi e come ‘platealmente’ dimostrarli. La Carmen Consoli arriva in Romagna e in due giorni, due versioni se stessa. Venerdì 26 febbraio al Nuovo Teatro Carisport di Cesena per il tour ‘Elettra’ in cui ne rappresenterà il mito greco assieme ad inediti personaggi femminili e le loro forti storie da ascoltare. Sabato 27 invece il concerto in una notte tutta da club al Velvet di Rimini nel tour ‘Ventunodieciduemilatrenta’. Qui, il piglio rock della cantautrice riproporrà le atmosfere da 'Confusa e felice' ai singoli più recenti, tra cui l’ultimo coinvolgente ‘Mandaci una cartolina’, brano dedicato da Carmen al padre recentemente scomparso.

 

mer 10 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Una probabile configurazione piacevolmente d-evolutiva del rock è prodotta dai Kasabian, band britannica ma con interferenze italiane per il chitarrista, autore dei testi e seconda voce Sergio Pizzorno. Ragionando similarmente come i gamberi, il loro stile va un passo avanti verso le sonorità elettroniche e tre indietro lungo la venatura beat britannica che giunge fino agli Oasis. La hit per eccellenza è ‘L.S.F.’, ben in evidenza nel 2004 in uno spot tv. Freschi dell’ultimo album ‘West Ryder Pauper Lunatic Asylum’ saranno in concerto all’Estragon di Bologna il 19 febbraio e non è difficile credere in una lunga serata dove live e party dopo-concerto si misceleranno bene a vantaggio del pubblico.

mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il rock-blues mariachi non può avere che una denominazione: Tito&Tarantula. Da Los Angeles alla notorietà internazionale veicolata dal cinema di Robert Rodriguez. La collaborazione è strategica in due film, “Desperado” e “Dal Tramonto all’Alba”, rispettivamente con Antonio Banderas e George Clooney in accoppiata con Harvey Keitel, la pellicola in cui la band interpreta se stessa nello zombiano locale Titty Twister. Parlo con Steven Medina Hufsteter, chitarrista in questa cult-band di Tito Larriva, la linfa della band, Alfredo Ortiz e miss Caroline Rippy aka Lucy la Loca. Steven spiega che Tito è in realtà il vero portavoce della band, ma al momento sta impazzendo dietro ai preparativi di questo tour europeo che durerà due mesi. Tito e Stevie lavorano insieme da più di vent’anni in tre band differenti, scrivendo insieme per musiche in diversi film, circa 100 pezzi tra cui la celebre “AfterDark”.

mer 24 feb 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il Teatro degli Orrori rappresenta in parte lo spin-off in lingua italiana degli One Dimensional Man. Verba cantant! Il nome palesa le proprie mire. "Ecco l'angoscia umana in cui lo spettatore dovrà trovarsi uscendo dal nostro teatro. Egli sarà scosso e sconvolto dal dinamismo interno dello spettacolo che si svolgerà sotto i suoi occhi…” Citazione di Artaud: la band si ispira al suo Teatro delle Crudeltà. Nel 2007 l’album ‘Dell’Impero delle Tenebre’è l’acclamato preludio all’ultimo ‘A sangue freddo’. Pierpaolo Capovilla ne è la voce, autore e qui nostro interlocutore.

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Ritornano in Romagna con un nuovo tour e un live show tutto da ballare i Motel Connection, trio composto da Samuel, voce dei Subsonica, Pisti, il dj della band e Pierfunk ex-bassista dei Subsonica. ‘L’elettronica che sposa la dance che corteggia il funk verso libera creatività’: mia locuzione costruita sulla logica dei processi è naturalmente scaturita dopo la piacevole conversazione con Pierfunk. Con lui parlo di musica come tramite per la comunicazione e per generare idee in maniera partecipata.

mer 10 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Voglia di punk? O meglio, voglia di scoprire o di rispolverare le strade che hanno percorso i pionieri italiani dal ’77 al 1987? Esiste un blog su http://punx80.blogspot.comSi tratta di un percorso di ricerca verso l’ascolto, in cui sono elencate alcune ristampe dei migliori cd, talvolta correlati da libri, del punk e dell’hardcore italiano. Giusto per citare dei nomi: Cccp, Gaznevada, Skiantos tra i più celebri, per poi arrivare a band di nicchia come Crash Box e Peggio Punx. Il legame tra punk e hardcore è imprescindibile. Li accomuna la velocità delle esecuzioni, testi rivolti a denunce di tipo politico e sociale. Il blog è uno dei due nuovi percorsi di lettura proposti da NdA, Nuova Distribuzione Editoriale, nota a Rimini per aver intrapreso anche la strada delle produzioni musicali (l’etichetta Interno 4 Records in collaborazione con Assalti al Cuore). Il secondo nuovo blog è rivolto agli appassionati della cultura Hip-Hop, forse la più internazionale sottocultura che si manifesta attraverso i gruppi, le posse, le origini, la ribellione, i ghetti, la musica, l'arte visuale, il mondo del writing metropolitano. All’indirizzo http://librihiphop.blogspot.com/ è possibile consultare un archivio ricco di libri e testi, tutti distribuiti dalla NdA.


mer 24 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Da febbraio c’è una troupe cinematografica in azione sulla provincia di Rimini, fase operativa del corso ‘Fare un film’.Nato dal progetto "Incursioni urbane" sostenuto da Regione Emilia Romagna, Provincia di Rimini e comuni di Riccione, Misano, Cattolica, San Giovanni, Morciano, San Clemente e Coriano, il corso ha proposto organicamente gli approfondimenti teorici e la sperimentazione praticaE’ anche un esempio di proficua collaborazione tra diverse associazioni culturali: qui Effetto Notte, Soglianois, Melodica, Kairos e 24h contest si sono organizzate per seguirecinque laboratori lungo sei settimaneIl film, dunque, rappresenta la parte pratica di questo corso: è stato possibile lavorare fianco a fianco con i professionisti del settore, utilizzando attrezzature professionali come il carrello, i faretti ed altri strumenti per la fotografia cinematografica. 

mer 24 mar 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il primo aprile alle 21 la libreria Indipendentemente propone un appuntamento insolito a cura di Stefano Rossini e soci, ideatori di Barada-comix. Trattasi di una gang riminese che produce fumetti, fotoromanzi e vignette, nonché video, umoristici ed ironici, realizzando spesso parodie di programmi tv come ‘Voyager’ che diventa il ‘Voiazer’ de noi ialtre e di reality show (‘Il Grande Fratello’ ha il suo corrispondente in un inquietante ‘Fumettacci Tua’). Molte anche le idee inedite ed interattive, come il ‘Calendario dei Dinosauri 2010’, scaricabile da www.baradacomix.com, ricco di proverbi e citazioni come ‘un dinosauro a gennaio non fa il mugnaio’ e scrupolosi oroscopi. Aprile è il mese del Tyrannosaurus Rex e per tutti voi nati sotto questo segno si legge un profetico: “Che problemi avete?! Siete voi che divorate gli altri! Attenti solo alle meteore”.

mer 21 apr 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Arrivano in concerto a Ravenna domenica 25 aprile i Turin Brakes, la cui traduzione in italiano è letteralmente ‘I freni torinesi'. Il palco è quello del Bronson, sempre più abituato ad ospitare live di notorietà internazionale. La bislacca creatività espressa dal nome del progetto Turin Brakes non fa trapelare in alcun modo atmosfere folk acustiche ad alta densità melodica. Ricordiamo che la band è diventata una delle principali esponenti del NAM, ossia del New Acoustic Movement (ovvero il vangelo secondo Chris Martin). Si tratta di uno stile musicale che ripercorre la scia di Simon & Garfunkel, Dylan e per certi versi anche Leonard Cohen, senza voler in nessun modo stabilire qui dei paragoni con il Maestro. L'intima semplicità della composizione traduce in musica la grande passione di Olly Knights e Gale Paridjanian per la cinematografia delle piccole storie. Tra i loro lavori, si ritrovano alcuni cortometraggi e filmati spesso autoprodotti. 

mer 05 mag 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il suo nome è legato ai CCCP e CSI, due gruppi seminali del rock italiano degli ultimi trent'anni. Ma da molto tempo Massimo Zamboni è un affermato musicista solista, autore di colonne sonore, scrittore, tra i più sensibili. Sarà in concerto vicino Rimini, al Corte Teatro di Coriano sabato 8 maggio e si avrà modo di ascoltare il suo ultimo lavoro "L'estinzione di un colloquio amoroso", presentato così direttamente dal suo autore: "Ha i piedi affondati a Rimini, è stato registrato presso L'Arboreto - Teatro Dimora di Mondaino e l'etichetta è di Rimini, la Interno 4. Si tratta di un cofanetto con cd e parole scritte e cantate. Il tema principale è appunto l'estinzione di un colloquio amoroso, sviluppato con lo stile di un romanzo, per capitoli. Le parole contengono dei segreti che la musica non è capace di rivelare compiutamente e viceversa."

gio 03 giu 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

I Marlene Kuntz sono ‘la musica rock alternativa italiana' assieme a pochi altri gruppi. Cristiano Godano, leader indiscusso, uomo di grande cultura e sensibilità, giungerà a breve in riviera e per ben due volte: il 2 giugno per l'Anteprima del Bellaria Film Festival con l'intera band e sabato 12 al TTV Festival di Riccione assieme a Dan Fante. E' molto bello parlare con lui, di tutto un po'.

Al Bellaria Film Festival per una musicazione di immagini de ‘La signorina Else'. 
"Su questo film della cinematografia tedesca, diretto da Czinner, ci lasciamo andare con improvvisazioni per più tempo, anche per un'ora di fila. L'unico aspetto a mo' di canovaccio è che conoscendolo, seguiamo i suoi ‘crescendo' emotivi, le stasi, i momenti di falsa serenità e il finale che si risolve in modo drammatico".

 

mer 14 lug 2010 - Notizia di Santarcangelo - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il Verucchio Festival quest'anno riconferma il carattere eclettico e trasversale tra generi e stili musicali, nel rispetto della consistenza musicale. La direzione artistica di Ludovico Einaudi giunge al sesto anno e le sue ultime ricerche e conoscenze lanciano una ventiseiesima edizione ricca di contenuti. Lascia trapelare anche il suo imminente ruolo di maestro concertatore nella ‘Notte della Taranta 2010' (per gli appassionati, il 28/08 a Melpignano). Sabato 31 luglio infatti la chiusura del festival è affidata al concerto di Einaudi con le melodie estatiche e le ritmiche ipnotiche di ‘Nightbook', seguito dall'esibizione live del gruppo folk Canzoniere Grecanico Salentino, affinché sia vera festa di pizziche e tarante. La partenza del festival non è da meno. La prima serata, giovedì 22 luglio, si accende con i travolgenti Taraf De Haidouks, ben 13 elementi di musica tradizionale rumena per un tuffo nella musica d'est Europa. Un concerto di eccezione in seconda serata, Ballake' Sissoko con la sua arpa tradizionale maliana e Vincent Segal violoncellista francese, reduci di un eccellente progetto come l'album ‘Chamber Music'.

mer 14 lug 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dal 1991 al 2008 hanno realizzato solo otto album ma determinanti per consacrare gli statunitensi Mercury Rev come una delle band più importanti nel rock d’avanguardia mondiale. Straordinaria quindi la loro presenza il 27 luglio per il Verucchio Festival 2010, una delle date in programma con alte potenzialità di sold-out. La struttura della band gira da tempo intorno a Jonathan Donahue, carismatico cantante e chitarrista (con un passato nei Flaming Lips) e il monolitico Sean "Grasshopper" Mackiowiak alla chitarra. Per chi non conoscesse i Mercury Rev, il consiglio è di ascoltare l’onirico ‘Deserter’s Song’ e il più recente ‘Snowflake Midnight’. Sentirete il rock contemporaneo fondersi in una psichedelica estasi di raffinata melodia grazie ad un approccio orchestrale/sinfonico. La disponibilità e la leggerezza di Jonathan Donahue in questa piccola ma esclusiva intervista è piacevolmente entusiasmante. Esattamente le stesse sensazioni generate dall’ascolto della loro musica.

ven 06 ago 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Gli appuntamenti Freak (sulla sabbia!) firmati (Q)² e Velvet al Beky Bay, proseguono all'insegna del divertimento e della spensieratezza. Per la vigilia di Ferragosto, ecco gli Horrible Porno Stuntmen, con "il loro modo di "maltrattare e velocizzare all'inverosimile classici degli anni 50". Resi noti grazie alla partecipazione televisiva in X-Factor, il loro percorso concertistico si è espanso dal riminese a tutta la penisola. In questo periodo sono al lavoro per la registrazione del loro album, sicuramente con grosse potenzialità di vendite. Dopo il concerto, djs in azione tutta la notte. Ingresso gratuito.

mer 25 ago 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Anni e anni fa altri amici ed io conoscemmo Marco, bravissimo chitarrista, simpatico e alla mano, una somiglianza un po' sospetta con Luciano Ligabue. Marco aveva anche lo stesso cognome. Ma che strano! Nel 2001 crea i Rio, gruppo pop-rock che si fa strada nel panorama della musica italiana dal 2004 con tre album e tantissimi live. Peccato che però non ci sia stato finora modo di poter assistere agevolmente ad un loro concerto a Rimini. Per cui...
Verrai mai a Rimini a suonare? Qui ci sono amici che attendono...
"Speriamo di sì! Faremo diversi concerti quest'inverno nei club quindi... speriamo! Al momento siamo in tour estivo presentando quasi tutto il nostro nuovo disco "Il Sognatore". E' un album più rock dei precedenti quindi anche il live è particolarmente elettrico. La data più vicina a Rimini sarà l'8 settembre a Chiavica, Imola. E' già la quarta o quinta volta che torniamo lì, abbiamo un seguito importante".

mer 22 set 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Incontro il giovane regista turco Ali Ilhan, grazie al compositore Yann Tiersen, essendo entrambi suoi fan. La conversazione passa facilmente da musiche per film al suo film. Lungometraggio girato a Rimini, con Claudia Cardinale, racconta un'esperienza capitata realmente ad Alì, che ne è anche regista, mentre la produzione è turca. A fine 2009 qualche subbuglio la cittadina riminese l'aveva subito a causa di riprese qua e là. Ora "Diventare italiano con la Signora Enrica" è approdato al Festival del Cinema "Arancia d'Oro" di Antalya, il più importante in Turchia, con Emir Kusturica in giuria. Nelle sale cinematografiche turche uscirà il 3 dicembre mentre la visione in Italia sarà definita dopo la partecipazione al Festival Internazionale del Film di Roma. Claudia Cardinale è la Signora Enrica, la protagonista. Si rende incredibilmente disponibile assieme ad Ilhan per una piccola ma straordinaria intervista.

mer 06 ott 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Nomen omen: chiamare una libreria "Indipendentemente" esprime una sicura intenzione di autonomia, di libertà da ogni tipo di vincolo. Giorni fa giunge la notizia che Andrea Della Corte, l'ex-machina di questa bella libreria, così colorata, ricca di creatività e di cultura non convenzionale, di edizioni non a caso ‘indipendenti' e lontane dalla logica della distribuzione a larga scala, cambia strada. Superato l'empasse del dispiacere, con lui approfondisco questa sua decisione.
A cosa è dovuto questo cambio di prospettiva professionale?
"A questo punto della mia vita, con una bambina e altri progetti personali, era il momento di cambiare. La mia grande passione sono stati sempre i libri. Con la libreria ho voluto unire il lavoro a questa passione, includendo tutto il movimento sotterraneo culturale e artistico. Ho organizzato mostre di giovani artisti che non avrebbero mai esposto altrove ma hanno preferito l'intimità della libreria".
Lascerai questo piccolo patrimonio di stimoli ad altre persone.
"C'è molto di me, dalla posizione scelta, un po'imboscata che però ha sempre attirato gente, all'arredamento, ai libri. Però non ho voluto trascinarla con me nel mio cambio di vita. I ragazzi che dovrebbero subentrare la porteranno avanti bene e le daranno continuità. Se vorranno, il mio aiuto c'è sempre."

mer 06 ott 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Di Rimini si parla spesso nel cinema. A Rimini nasce un giovanissimo attore, Marco Celli, che vanta la partecipazione già in film, cortometraggi, nonché come protagonista in pièce teatrali. Allievo dell'Accademia Europea d'Arte Drammatica diretta da Alessandro Preziosi, viaggia tra Rimini e Roma da più di due anni. Lo intervisto al suo ritorno da alcune riprese in Sicilia per un film di Andrea Aglieri.
Attore perchè?
"La mia passione nasce fin da piccolo, dal teatro nelle scuole materne. Ho capito che avevo un gran bisogno di creare qualcosa, di comunicare. Al cinema sentivo una forte immedesimazione dei protagonisti tanto che nei giorni successivi copiavo le caratteristiche dei personaggi. Grazie all'aiuto del "Teatro dei Cinquequattrini" di San Giovanni in Marignano, ho iniziato a studiare recitazione a Roma, dove tutt'ora vivo e lavoro-studio. Essere attore rende comprensibile la pazzia attraverso l'arte, mentre nella vita reale si è visti come extraterresti.

mer 06 ott 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Mercoledì 20 ottobre al Teatro Rasi di Ravenna si respirerà un'aria di affascinante sperimentazione interpretativa e musicale tra artisti. Un progetto nato nel 2004, da un'idea della sensibile musicista catanese oramai trapiantata a Berlino, Marta Collica, risorge come una splendida araba fenice: in ‘Songs With Other Strangers", diversi musicisti già noti nella musica alternativa e rock italiana e straniera si mescolano sul palco sperimentando canzoni dei reciproci repertori. Uno scambio continuo di ruoli che lascerà spazio ad ampi margini di improvvisazione e ad una forte variabilità di stati emotivi. L'inserimento di riletture di brani di artisti come Cohen, Reed, Dylan ne arricchiscono i contenuti. I protagonisti sono gli italiani Manuel Agnelli e Rodrigo D'Erasmo (Afterhours), il cantautore Cesare Basile, Marta Collica (voce dei Sepiatone e tastierista della John Parish band), Giorgia Poli (membro fondatore degli Scisma e bassista nella John Parish band).

mer 20 ott 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il britpop è uno stile musicale nato negli anni '90 in Gran Bretagna. A tutti poteva piacere all'epoca il britpop (tranne ai metallari, probabilmente), la forza delle canzoni risiedeva nelle sonorità beatlesiane talvolta unite alla moderna psichedelia, talvolta fuse in forme più rock e indie. Succedeva quindi che nei club alternativi si ballasse questo tipo di rock ‘blando', simil "perbene", ma che aveva risvolti ben più pestiferi in alcuni dei suoi personaggi principali. Un esempio su tutti: l'artista fighetto-maledetto Noel Gallagher e la sua band The Oasis (conoscete??), campioni per aver invaso il mondo radiofonico e le classifiche di vendita con hit caratterizzate da una melodia crespata. Questa premessa è doverosa per inquadrare The Charlatans, band ovviamente inglese e ovviamente britpop che arriverà a Rimini venerdì 29 ottobre per una delle tre date italiane. Venti anni di onorata carriera, con successi come "Indian Rope", "The Only One I Know" (nei primi posti delle classifiche inglesi '90).

mer 20 ott 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Freschi del loro quarto e recentissimo album "Costellation", i texani Balmorhea arrivano in Romagna sabato 30 ottobre con la loro proposta musicale strettamente strumentale, il cui background classico si mescola con post-rock e folk contemporaneo. Apriranno il live The Ghost of Bell Star, band cesenate con affascinanti atmosfere musicali e di respiro internazionale grazie ai testi in lingua inglese. Tra i riferimenti, Nick Cave, Tindersticks e Mazzy Star. Chiacchiero con Matteo Castagnoli, chitarra e voce. 

Come è nato il progetto?
"Tre anni fa io e Gianluca Gabellini dei Sybiann abbiamo buttato giù i primi pezzi. Si sono uniti Nicola Bustacchini "Rospo" al contrabbasso, Glauco Salvo (chitarrista degli Amycanbe, Comaneci e di Andrea Cola) alla seconda chitarra. Alla batteria ora c'è Marco Frattini. Con Gianluca abbiamo realizzato il primo cd, poi ha deciso di dedicarsi solo ai Sybiann. Il 2° EP è uscito in dicembre 2009 e adesso vediamo cosa succede".

mer 20 ott 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Grande assente allo Smiting, il festival del demenziale di Rimini, per un imprevisto problema di salute, ecco che Lullo Mosso e il suo "Il Mototrabbasso" giungono venerdì 29 ottobre all'Area Sismica. Da anni musicisti sperimentali italiani ed esteri trovano proprio qui il giusto palco, a Ravaldino in Monte. Il live è parte del weekend denominato Festival Assurdo, omaggio alle forme musicali che nascono da presupposti deviati, create anche da strumenti inesistenti in natura e con finalità artistiche dissacranti. Nel caso di questo spettacolo, è il contrabbasso il protagonista assieme alle capacità canore e interpretative in puro stile grammelot di Mosso. Al tutto si unisce una vena comica che apre le porte ad un pubblico ampio, dagli adulti ai bambini. Info: 346 4104884 info@areasismica.it

mer 17 nov 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

C'è una rara possibilità che, pur non avendo visto il film "Il favoloso mondo di Amélie" non si conosca il suo motivo musicale. E' invece molto probabile che quel valzer per fisarmonica, non sia automaticamente associato al nome del suo autore. Per chi volesse soddisfare tale curiosità finora insoluta, il musicista in questione si chiama Yann Tiersen, francese, studi di Conservatorio e polistrumentista. Una carriera splendida tra produzioni personali e colonne sonore: sono suoi i temi di "Good Bye Lenin!" e di "Tabarly". La sua capacità compositiva è dotata di un geniale romanticismo. Questo lirismo, accentuato dalla predilezione per la scrittura strumentale, più che per la canzone, ha raccolto fan di ogni età e nazione. E' comprensibile quindi come spiazzi molti suoi estimatori a quei suoi concerti in cui emerge l'amore di Tiersen per il rock, con un senso quasi anarchico della gestione del suono e del palco. Due sole date italiane durante un tour mondiale serrato, dagli Stati Uniti all'Europa, intramezzato dalla recente uscita di "Dust Lane" in ottobre. Tra i brani spicca ‘Palestine', scritto dopo la sua ultima visita a Gaza City, così da lui commentata "...anche nella situazione più ingiusta c'è speranza. Quando si è circondati da disordine e dalla polvere, tutto viene di nuovo in vita". La data riminese di sabato 27 novembre è un'occasione realmente speciale e le previsioni sembrano bissare il successo di qualche anno fa in occasione della sua presenza al Verucchio Festival. Rubiamo questa piccola intervista durante le sue tante date inglesi.

mer 17 nov 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Tra i migliori collettivi internazionali nell'ambito della musica rock-folk americana spiccano i Willard Grant Conspirancy, con base in California. Il tour europeo di quest'anno è un essenziale ma importante duo acustico con Robert Fisher e David Curry, membri originali della band. "Papers Covers Stone" del 2009 ha ribadito lo spessore artistico-cantautorale della loro produzione caratterizzata dalla bella e profonda voce di Robert Fisher (definita un "incontro tra Johnny Cash, Leonard Cohen e Cale"). In questo album i WGC hanno riproposto i migliori brani del loro repertorio in acoustic session, con Steve Wynn come ospite speciale. Appuntamento alle ore 20 al Nero su Bianco di Cesena, ingresso libero.

mer 15 dic 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

La poliedrica musicista e artista Lydia Lunch arriva a Rimini accompagnata dai Gallon Drunk, altra icona underground dei nostri tempi. La Lunch fu leader del gruppo sensazione della new wave newyorchese Teenage Jesus and The Jerks nei tardi anni'70 e continuò a essere un personaggio di culto, accostando il suo nome ad altre grandi personalità del rock alternativo tra cui Nick Cave, Sonic Youth e Einstürzende Neubauten. Consacrata come "una delle più influenti e geniali performer" (New Yorker). Insieme hanno realizzato il progetto musicale "Big Sexy Noise", l'album dell'omonimo super gruppo carico di rock viscerale, sonorità blues e echi punk, che sarà proposto a Rimini venerdì 17 al Velvet Club. Infoline: 339-7571399.

mer 15 dic 2010 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Venerdì 17 "torna sul luogo del delitto" Vinicio Capossela presso il Naima Club. Una data per festeggiare un po'il Natale, ma soprattutto i 20 anni di carriera del cantautore, che ha registrato proprio su quel palco il ‘Live in Volvo' nel 1997. La notizia della data ha avuto immediata diffusione con relativo ‘tutto esaurito', tanto che è ipotizzabile una seconda serata il sabato 18, da confermare. Vincitore per tre volte del premio Tenco e di diversi prestigiosi altri premi, Capossela sembra ritrovare sempre nuova fonte creativa grazie alla ricerca minuziosa verso nuovi strumenti e soluzioni sonore. L'ultimo lavoro "Da Solo" vanta una collaborazione con la band Calexico e il produttore JD Foster, tanto da permettere una notorietà internazionale del nostro Vinicio nazionale.

mer 26 gen 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

La storia dei Timoria avrebbe potuto pesargli al punto di non trovare una propria identità artistica. Invece Omar Pedrini conquista sempre nuovi obiettivi: tv, radio, cinema, poesia e anche Alta Formazione. Non di meno, una ripresa fisica perfetta dopo un'operazione urgente a cuore aperto avvenuta anni fa. Ecco quindi direttamente da lui i motivi per cui la musica è non solo un mondo di cd e live.
Ho la sensazione che questo tour serva per rimpossessarti del legame tra te, le tue canzoni e il pubblico.
"Sì, l'idea di un tour lontano dalla logica delle promozioni, in piccoli club, è nata proprio da una serata nella mia città (Brescia) e l'incontro con i ragazzi giovanissimi dell'Indiebox. Nata un po' per gioco, quella serata è invece diventata l'opportunità per me di ricominciare solo dalla mia musica, iniziando così il terzo decennio della mia carriera. Sono pronto a tutto, ho provato tutto nella mia vita, ho suonato di fronte a 400mila persone in eventi come il Primo Maggio o MTV Day a Parigi assieme a Cure e a Mano Negra ma anche in posti piccoli, come succede durante le letture pubbliche delle mie poesie, di fronte a 20 o 30 persone. Da parte mia c'è l'umiltà di rimettermi in gioco. Quando diventi un personaggio molto conosciuto, in qualche modo spunta il pericolo di dimenticare le proprie origini".

mer 23 feb 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Proseguono le iniziative dell'Associazione culturale di Riccione "Il Tassello Mancante", attiva sul fronte del teatro, cinema, musica, letteratura e molto altro. Dopo il cineforum su David Lynch, in arrivo cinque appuntamenti per la rassegna cinematografica dedicata al regista tedesco Werner Herzog. Fuori dalle righe, alla ricerca dell'esaltazione della verità prima ancora che della tecnica, per il celebre ‘Fitzcarraldo' Herzog impiegò tre anni di lavoro nella foresta amazzonica eludendo qualsiasi forma di utilizzo di effetti speciali. I film in programma: 24 febbraio "Aguirre, furore di Dio", il 10 marzo "Grizzly man" il 24 "Fitzcarraldo", il 7 aprile "La ballata di Stroszek", il 21 "L'enigma di Kaspar Hauser". Inizio ore 21. Ingresso con tessera dell'associazione 5 euro, valida fino ad ottobre 2011.

Info: 339-8793578 - www.iltassellomancante.org

mer 23 feb 2011 - Notizia di Valmarecchia - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Molti e diversi sono i tributi proposti in scena nella penisola su Fabrizio De Andrè. Ogni progetto ha lo scopo di tramandarci la conoscenza della sua immensa eredità musicale e l'amore verso il cantautore italiano per eccellenza. I Guanti di Marco hanno radici nella provincia di Rimini e dal 2007 sono attivi presentando le sue canzoni con stile rivisitato e personale. Domenica 27 febbraio al Teatro Pazzini di Verucchio eseguiranno lo spettacolo teatrale "Storia di un impiegato", noto concept album di De Andrè del 1973, il cui protagonista sviluppa un percorso di ribellione verso il sistema sociale e politico dopo aver ascoltato un canto del Maggio francese. Ospite della serata il verucchiese Federico Mecozzi, già violino di Ludovico Einaudi. Ore 21, ingresso €5

mer 09 mar 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Vasco Brondi è Le Luci della Centrale Elettrica. Luci che si scagliano nella penombra di quartieri periferici urbani, descritte da un personalissimo lirismo moderno, attuale, a fotogrammi, dove il mondo esterno e gli stati d'animo si fondono e provocano una (dolorosa) analisi sul vivere contemporaneo. "Canzoni da spiaggia deturpata", prodotto da Giorgio Canali, vince il Premio Tenco nel 2008 come Miglior Opera Prima cantautorale. Ritorna con un nuovo lavoro, "Per ora noi la chiameremo Felicità", da una citazione de ‘La Solitudine' di Leo Ferrè, e da qui partiamo nel conversare.
"Per ora noi la chiameremo Felicità" è il tuo nuovo album. Raccontami l'essenza di come è nato.
"In realtà ho cominciato a scrivere mentre mixavo il disco precedente, un po' alla volta, in giro per i duecento concerti degli ultimi due anni. Sentivo di non avere niente da perdere e ho scritto le canzoni che volevo, quelle che in qualche modo mi assomigliavano di più, anche se per queste canzoni assomigliarmi forse non è un complimento. Penso che questo disco - insieme al precedente e al libro "Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero" - abbia chiuso una specie di trilogia della periferia, come ci diciamo ridendo tra noi".

mer 23 mar 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il calendario del Bronson a Ravenna prosegue con live di alto spessore nel mondo del rock e dintorni. Tre i concerti da evidenziare. Sabato 26 marzo è tutto per i Fu Manchu, band storica statunitense che da più di vent'anni non smette, tra cambi di formazione e uscite di album, di soddisfare gli amanti dello stoner rock più inteso. Sabato 3 aprile, unica data italiana dei norvegesi Ulver, la cui storia creativa li vede esplodere nell'ambito del black metal per poi contaminarsi con stili sempre differenti, approdando fino al folk e all'elettronica del trip hop. Altra data degna di nota è quella dei God is an Astronaut, mercoledì 3 aprile, dall'Irlanda, il progetto più giovane tra i tre, ma con un importante seguito. Musica strumentale appoggiata su crescendo di suoni, sfoghi ritmici e discese malinconiche downtempo descrivono solo in parte la sensibilità espressa dalla band. Info: 333-2097141.

mer 23 mar 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Umberto Palazzo contribuisce ad inseminare vogliosamente la musica rock e aurorale italiana a partire da ‘Stanze', primo album dei Massimo Volume e di cui è stato tra i membri fondatori. Un percorso negli anni '90 con la sua band Santo Niente, sancito dalla pubblicazione come il vorticoso ‘La vita è facile' per il Consorzio Produttori Indipendenti, la colonna sonora del film ‘Jack Frusciante è uscito dal gruppo' dal libro di Brizzi. Il più recente approdo è il cd ‘Il fiore dell'agave' del 2005. Succede però che accanto al Santo Niente, dal laboratorio sia apparso di recente un alter-ego di confine, El Santo Nada con l'album ‘Tuco', le cui atmosfere richiamano l'Ennio Morricone degli spaghetti western, surf, psichedelia e pennellate di folk attinte qua e là tra l'Italia e l'est Europa. La prima domanda ad Umberto Palazzo nasce quasi spontaneamente.
Cosa ti ha portato a mettere su il progetto Santo Nada che mancava nel Santo Niente?
"Non direi che mancasse, ma piuttosto che eccedesse qualcosa. C'era un surplus di creatività che Alessio D'Onofrio ed io abbiamo preferito incanalare in un altro progetto".

mer 04 mag 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Ritornano i Marlene Kuntz a Rimini in occasione del tour di presentazione del nuovo album "Ricoveri Virtuali e Sexy Solitudini". Ritorna il carismatico Cristiano Godano, la cui schiettezza morale ed intellettuale impregna questa mia intervista. Pennellate di sentimenti che ben descrivono lo stato di grazia della band e la sua voglia di parlare della situazione attuale della musica, senza peli sulla lingua.
Il tour di "Ricoveri Virtuali e Sexy Solitudini" tocca finalmente anche Rimini.
"Sarà un concerto particolarmente elettrico, sensuale e poetico, ciò che è stato sempre nei MK ma qui in modo specifico, sia per alcune canzoni con dei testi ben precisi ma anche perché sul palco siamo delle persone più consapevoli e ci muoviamo con maggiore disinvoltura."
L'album richiama le tematiche della solitudine e del rifugio in Internet. Il web non potrebbe essere anche uno spazio di creatività e poesia?
"E' un discorso molto complesso, Internet è un luogo potenzialmente fantastico. Preciso che solo due canzoni fanno capire come la penso sul mondo di Internet. Tutto il resto dell'album è poetico, è sensuale, vola altrove e se ne disinteressa totalmente. Il musicista va in studio di registrazione sapendo che verrà sottoposto ad un possibile giudizio esasperato e che, in maniera abbastanza frustrante, tutto quello che farà verrà scaricato dall'80% della gente, che se poi non gradirà il disco, magari dopo averlo ascoltato due minuti in streaming, lo liquida velocemente prendendoti magari anche per il c... (e gratis)

gio 19 mag 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Giovedì 19 maggio dalle 22 un concerto da non perdere per gli amanti del groove e non solo. Dopo il bell'album "Lux", tornano da Chicago i Disappears con il nuovo disco "Guider", uscito qualche mese fa su Kranky (nota etichetta discografica USA), trenta minuti di oscure e ossessive trame minimal-lisergiche. I brani sono tutti ancorati a un ritmo serrato e propulsivo, quasi un'urgenza espressiva per l'ex 90 Day Men Brian Case (voce e chitarra, anche nei Ponys), Jonathan van Herik (chitarra), Damon Carruesco (basso) e Steve Shelley, storico batterista dei Sonic Youth. "Guider" è un disco di garage-wave, psichedelia, ossessività e reiterazione, con distorsioni chitarristiche e drumming incessante, bassi groovey e atmosfere claustrofobiche, trance indotta a furia di procedere ipnotico. Info: 333 2097141

mer 01 giu 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Tra i più noti concept album rock, "The Wall" dei Pink Floyd, anno 1979, ritorna sui palchi mondiali grazie a Roger Waters, bassista e fondatore della band. 

Brani storici come "Another brick in the wall" e "Comfortably Numb" esplicano i messaggi principali dell'album: la spersonalizzazione dell'individuo, i muri introspettivi e le barriere erette dai centri di potere di qualsiasi forma. In Italia il tour tocca Milano il 3 e 4 luglio al Mediolanum Forum, dopo i sold-out in aprile. Nel live Waters rispetta fedelmente il progetto musicale originale, osando con la tecnologia sulla performance visiva. Uno spettacolo imperdibile.

mer 01 giu 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Ad Azzano Decimo, Pordenone, venerdì 8 luglio giungono i Public Image Limited (P.I.L.) di John Lydon, il Johnny Rotten dei Sex Pistols. Il passaggio dal punk alla new wave ha prodotto un crogiuolo musicale di eccellente creatività. Il percorso dei P.I.L. si blocca negli anni '90: questa data italiana, dopo una lunga assenza dalle scene live, non può che essere entusiasmante. Il carismatico Lydon ha da sempre incarnato uno spirito anarchico di grande impatto emotivo. Tale reunion non è percepita solo come un mero ricordo dei momenti di gloria, ma come un'occasione per attingere energia da un artista in età matura, ma dallo spirito folle e sempre verde.

mer 15 giu 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

La creatività nella musica è l'aspetto imprescindibile per qualificare un qualsiasi tipo di progetto, al di là dei generi e degli stili seguiti. In Romagna egregio è il lavoro della Scuola Popolare di Forlimpopoli (mai dimenticare le ‘radici ca' tieni', cit. Sud Sound System), ma la contaminazione è uno degli elementi indispensabili per l'innovazione culturale. Dal 24 al 26 giugno ecco riuniti in un appuntamento artisti romagnoli che agevolmente dimostrano come la musica d'autore, alternativa e rock sia fonte di energia e potenza comunicativa. Pensato da Luigi Bertaccini, nella Rocca di Cesena si svolgerà la prima edizione di Mysticase Festival. Con ingresso giornaliero a 5€, la possibilità di assistere ad una line-up musicale mista e distribuita con ordinato criterio artistico, in contemporanea ad un programma di incontri con scrittori presso lo Gazebo autori, djset e accesso a stand gastronomici. Venerdì 24 è la giornata della Nuova musica d'autore con i live de Gli Ex, Granturismo, Dany Greggio, Enrico Farnedi, Miami & The Groovers, Santo Barbaro e Saluti Da Saturno.

mer 15 giu 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Anna Calvi is back in Romagna, con un nuovo live martedì 21 giugno all'Hana-Bi di Marina di Ravenna (ingresso libero). La musicista inglese, autrice e chitarrista, ritorna quindi dopo la data primaverile al Bronson in cui ha presentato il suo cd di esordio omonimo, apprezzato da pubblico e critica. Si è distinta a livello mondiale grazie alla sua bellissima voce profonda, modulata con una leggera tecnica lirica ruvida e soft al contempo, ma talvolta eccedendone l'utilizzo drammatico nel contesto della struttura dei propri brani. Coprodotta da Rob Ellis, a fianco spesso di PJ Harvey e Nick Cave, la Calvi è seguita a vista come una promessa in crescita nello star system della musica alternativa e rock d'autore internazionale. Info:info@bronsonproduzioni.com

mer 29 giu 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Un weekend pieno di grande musica tra i Subsonica sabato 9 luglio a Cattolica e Yann Tiersen il giorno dopo a Cesenatico. Sabato 9 i Subsonica occuperanno l'Arena della Regina per un concerto che si prevede già sold-out. I torinesi sono veri ‘habitués' di club elettro-rock e festival ed è concreta l'energia che scaturisce dai loro live, contaminante e che non lascia spazio alla noia. Protagonista del concerto sarà il loro ultimo album ‘Eden', sicuramente affiancato da tutti i loro migliori e più conosciuti successi. Un altro ritorno acclamato - così come forse inatteso - in Romagna è quello di Yann Tiersen. Dopo la partecipazione al Verucchio Festival nel 2006 e la recente (e fortemente voluta) data a Rimini in novembre 2010, Tiersen e la sua musica giungeranno domenica 10 luglio all'Arena Cappuccini di Cesenatico. E' possibile che ci sia una particolare alchimia culturale e umana tra il musicista e questo territorio. Tiersen, noto per essere il compositore delle colonne sonore ‘Il favoloso mondo di Amélie' e ‘Goodbye, Lenin!' si permette di percorrere diversi stili musicali grazie alla sua capacità tecnica di musicista e compositore. L'ultimo album ‘Dust Lane', ad esempio, tralascia le sonorità acustiche per immergere l'ascoltatore in processi rock-psichedelici. Il concerto versione rock di Tiersen svoltosi al Velvet ha dimostrato questo approccio. Ciò che sorprende è il suo senso alquanto anarchico di fare musica, come esattamente lui stesso desidera.

mer 29 giu 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Nell'ambito della nuova musica italiana, nel 2005 il cantautore Gianpaolo Felici, assieme agli Zu e al chitarrista americano Geoff Farina (Karate), ebbe l'idea di reinterpretare canzoni popolari romanesche in chiave moderna, con la firma Ardecore. Nell'ultimo bellissimo doppio cd, "San Cadoco", radici e ricerca, suoni folk e rock, sacro e profano si miscelano in una versione unica. La critica musicale applaude e gli appassionati di musica pure. Grazie agli Ardecore è possibile ascoltare brani della tradizione come "Te possino da' tante cortellate", nella memoria eseguiti da Lando Fiorini o Gabriella Ferri e tra gli originali, la dolente "La povera Cecilia" e la ballata elettrica "Per quella lei ci muore". In occasione del live al Neon di Rimini il 30 giugno, intervistiamo Felici che anticipa, sorprendendoci quanto basta: "presto ci immergeremo in un progetto sulla musica sacra italiana."
Dopo il successo della critica per "San Cadoco", che risposte ricevi dal pubblico in tutta Italia?
"E'stato accolto in maniera positiva ed in molti hanno notato gli aspetti che ci premevano far notare in questo terzo lavoro. La vicinanza che può esserci tra la musica italiana con forme espressive più dure, più hard se vuoi, come anche la presenza di una visione spirituale che fa da filo conduttore per tutto il lavoro."

mer 27 lug 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dall'1 al 7 agosto ritorna lo SMIAF San Marino International Arts Festival - Festival dei Giovani Saperi, una settimana intensa di workshop, spettacoli ed incontri.

Il festival ruota attorno ad un grande appuntamento annuale a San Marino tra i talenti e contributi da ogni parte del mondo. 
Macro-obiettivo è la volontà di promuovere l'innovazione, la creatività giovanile e le sue potenzialità come elementi chiave per sostenere valori sociali, cultura e storia del territorio, stimolando quindi anche un nuovo turismo al di là delle logiche della riviera romagnola. 
Il fitto programma è consultabile su web HYPERLINK "http://www.smiaf.org" www.smiaf.org con dettagliata descrizione e ubicazione degli oltre 100 eventi proposti tra teatro, circo, fotografia, arte, cultura e aperitivi-incontri. Tra i tanti segnaliamo: Danza Aerea: Acrobazie Aeree su tessuto, trapezio, corda e cerchio (il 2, 3 e 4 agosto), "Lecture dello SMIAF 2011", la presentazione del festival e a seguire concerti, spettacoli e dj set (venerdì 5). 

mer 07 dic 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

La personalità è incontenibile, per quanto mi affanni qui a presentare e descrivere Lydia Lunch, nulla di meglio è quanto emerge di seguito. E' stata tra i fautori del filone artistico-musicale "No wave", tra gli ‘80 e ‘90, tra New York e il globo intero, intrecciando esperienze con DNA, Swans, Sonic Youth e così via. E lei, meravigliosamente, rivela "Non vedevo l'ora di tornare in Italia. I miei nonni materni venivano dalla Sicilia e non esitare a rivelare le mie origini siciliane." Non solo non esito, ma intitolo questa piccola ma intensa intervista in occasione del live con i Gallon Drunk del 6 dicembre al Sidro di Savignano.

Il tuo ultimo album è ‘Trust the witch', noi abbiamo 'fiducia nella strega' di nome Lydia Lunch. Dove trovi la forza di andare avanti in modo creativo, primitivo e sexy nella musica e nella vita?
"...da più di 33 anni, più a lungo di tanti miei fan in vita! Prima che iniziassi a mostrare le mie parole e musica al pubblico, sentivo di avere una 'vocazione' così come alcune persone sentono la 'chiamata' al sacerdozio. Ho sentito che era mio dovere, una responsabilità, esprimere la Storia come l'ho vissuta e l'isteria di questi tempi, come tutti noi la viviamo. Musica, arte, letteratura sono i veicoli che uso per presentare i diversi aspetti dell'energia femminile. Come se canalizzassi un'essenza dinamica che precede religione e politica, al fine di affrontare le perversioni che hanno creato. Oppure, per citare una delle mie prime canzoni ‘In principio, prima che avessero inventato Dio...c'era semplicemente la Donna'. Continuo a respirare ancora, quindi continuo a creare. E' quello che faccio per rimanere sana di mente."

 

mer 21 dic 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Può essere possibile un'"altra" vigilia di Natale sganciata da logiche tradizionaliste. Quanto avverrà sabato 24 dicembre al Neon di Rimini manifesta questa voglia di andare oltre le aspettative formali. Nico, la cantante - modella tra gli anni '70 e '80, protagonista in lavori legati in principio ai Velvet Underground e poi in una carriera solista, originalmente spiazzante, amica di Morrison, Dylan, Cale, musa di Warhol, un figlio da Alain Delon, si materializzerà in Angela Baraldi, affiancata dal sempre eccezionale Vincenzo Vasi. Bella, brava, Angela lega la sua carriera di attrice al suo talento di cantante. Un mix che se pur in manifestazioni di vita diverse suggerisce un parallelismo tra lei e Nico. Se della Baraldi infatti è possibile citare film come Come due coccodrilli di Campiotti e Quo vadis, baby? di Salvatores, spettacoli teatrali come Maigret e il delitto a teatro di Lucarelli, The Beggar's Opera, regia di Lucio Dalla e Dondolo di Samuel Beckett, analogamente la performance è pressoché unica in diversi progetti musicali. Cinque album interamente suoi, uno con Zamboni Solo una terapia: Dai CCCP all'estinzione e ancora dal vivo, uno splendido ossequio ai Joy Division con Giorgio Canali. Naviga nell'arte, Angela e l'arte è a suo agio con lei. 
Angela e Nico. Parlami di questa conoscenza artistica e la tua principale considerazione da donna su di lei.

mer 21 dic 2011 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dal 29 al 30 dicembre arriva la chitarra manouche a Pennabilli. Non è una minacciosa arma, ma un policromo e divertente stile jazz: Gipsy Swing. Suo papà è stato Django Reinhardt, tant'è che spesso la denominazione più elementare di tal genere è "musica Django". La direzione artistica di Tolga During ed Enrico Partisani ha imbastito l'alternanza live al Teatro Vittoria di A La Santè De Django, Trans Europe Trio, EZ Gipsy Quartet, Yorgui Loeffler Trio, Django's Fingers e Tolga Trio, ospite Achille Succi. Il tutto con seminari di chitarra manouche con Escoudè e Loeffler e un laboratorio di manutenzione chitarra con Nicola Menci. Si svolgeranno inoltre jam session in "Hot Club", location che ospiteranno i musicisti in ora aperitivo e tarda sera. Info: www.pennabillidjangofestival.com

mer 08 feb 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Cura e raffinatezza di Cesare Malfatti non sono solo caratteristiche artistiche e musicali, ma anche doti umane. Dopo 15 anni intensi assieme a Mauro Ermanno Giovanardi come La Crus fino al 2008, dopo la reunion eccezionale di Sanremo 2011, dopo anni in cui c'eravamo persi ‘di vista', eccoci a conversare sul suo primo, nuovissimo progetto da solista. Stupisce per tanti aspetti il suo album omonimo, in cui il senso dell'"artigianalità della musica" e la voglia di scoprire e provare strade nuove si manifestano nella loro totale bellezza.

Il tuo è un album "fatto a mano".
"Sì, parto da cinque pagine di un quadernetto Moleskine, stampo all'istante con una normalissima stampante i testi e le notizie sull'album, nella prima pagina la data, la numerazione e la personalizzazione, ad esempio "Per...Marta". Chiudo il tutto con tre passate di filo rosso lasciato lungo, mediante macchina da cucire, un'idea di mia moglie Stefania. E' grafica, si è sempre occupata dei cd dei La Crus. Era nata come idea solo per la pre-pubblicazione ufficiale. Alla fine ho visto che era più interessante portarla avanti così. Il tutto è realizzato anche alla fine dei concerti."

 

mer 08 feb 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Cura e raffinatezza di Cesare Malfatti non sono solo caratteristiche artistiche e musicali, ma anche doti umane. Dopo 15 anni intensi assieme a Mauro Ermanno Giovanardi come La Crus fino al 2008, dopo la reunion eccezionale di Sanremo 2011, dopo anni in cui c'eravamo persi ‘di vista', eccoci a conversare sul suo primo, nuovissimo progetto da solista. Stupisce per tanti aspetti il suo album omonimo, in cui il senso dell'"artigianalità della musica" e la voglia di scoprire e provare strade nuove si manifestano nella loro totale bellezza.

Il tuo è un album "fatto a mano".
"Sì, parto da cinque pagine di un quadernetto Moleskine, stampo all'istante con una normalissima stampante i testi e le notizie sull'album, nella prima pagina la data, la numerazione e la personalizzazione, ad esempio "Per...Marta". Chiudo il tutto con tre passate di filo rosso lasciato lungo, mediante macchina da cucire, un'idea di mia moglie Stefania. E' grafica, si è sempre occupata dei cd dei La Crus. Era nata come idea solo per la pre-pubblicazione ufficiale. Alla fine ho visto che era più interessante portarla avanti così. Il tutto è realizzato anche alla fine dei concerti."

 

mer 22 feb 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

E' solo che un piacere scrivere di molti, molti live che si svolgeranno nei prossimi giorni, non nell'area espansa dell'Emilia-Romagna, ma concentrati tutti attorno a Rimini. Rimini's calling: rispondiamo dunque. Si parte da giovedì 23 febbraio, al Neon Caffè. L'inglese Lewis Floyd Henry è one-man-band ma anche un universo di bravura tecnica e stilistica. In occasione del suo tour italiano, sarà ospite del programma London Live su Rai 2 sabato 3 marzo alle ore 14. Venerdì 24 arriva dalla vicina Urbino, ma con riconoscimenti internazionali il pianista cantante Raphael Gualazzi al Velvet, con una vittoria lo scorso anno a San Remo Giovani e un secondo posto all'Eurovision Song Contest. Sabato 25, se non interessati al mitico Johnny Winter al Teatro Novelli, la proposta è al Centro Grottarossa con un duplice live di Uochi Toki e Quarters and Mormons. Hip-hop sperimentale è quello dei Uochi Toki, dal 2009 nella sfera selezionata de La Tempesta che cura anche l'uscita del loro imminente album "Idioti". Il palco sarà condiviso con i Quarters and Mormons, anch'essi in uscita con il loro nuovo progetto "Funeralistic". Mercoledì 29 la cantautrice Frida Neri al Circolo Arci Milleluci, delicata artista per una interiorità non solo nei testi ma anche nel suono. Giovedì 1 marzo al Neon arriva un pilastro poco predisposto a facili esibizioni, Xabier Iriondo assieme a ?Alos.

mer 21 mar 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Incontrare personaggi come Garbo nella penombra scintillante della musica non commerciale italiana è di grande difficoltà. E' stato affiancato, assimilato, poi dissociato grazie alla personale autonomia creativa, a figure quali David Bowie, Sylvian, Ferry. Un'immagine di Garbo è per me sempre nella mente-ricordo, in una puntata di Mr Fantasy di Carlo Massarini. Curato, essenzialmente elegante e al di là dell'apparenza glam, ondate di contenuti nei suoi testi. Riferimento new wave italiano (A Berlino... Va Bene ne è un esempio), non si è fermato mai, Garbo. Le sue produzioni proseguono con costanza, da anni, così come si susseguono i tanti riconoscimenti, testimoniati da Krisma, Soerba, Madaski, Boosta dei Subsonica ed altri. Arriverà live al Wadada Lab sabato 31 marzo in occasione dell'evento Psychedelic Vampire organizzato con Gianluca Cecchini e Andrea Carichini, realtà riminese oramai consolidata per gli amanti del mood con radici negli anni'80.

C'è grande attesa per il tuo concerto a Rimini. Presentai il tuo nuovo album "La Moda". Come si pone rispetto al tuo flusso artistico?
"Direi evolutivo nella sperimentazione e ricerca continua del mio linguaggio sia musicale che lirico. Per quanto riguarda il live ritengo sia il momento di incontro, di scambio e verifica comunicativa con il mio pubblico e questo rappresenta l'aspetto più coinvolgente ed emotivo del mio lavoro, ma anche costruttivo per comprendere sempre meglio il nostro tempo e i suoi cambiamenti e questo anche attraverso la gente che incontro e che a sua volta mi comunica."

 

mer 04 apr 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Per alcune persone i Litfiba sono identificabili tra i protagonisti della suggestiva fase new wave/dark a metà anni ‘80 (punti fermi, album come "Desaparesido" e "17 Re"). Per tante altre, come la rock band da grandi palchi, dei grandi numeri. Alla rottura tra Piero Pelù e Ghigo Renzulli del 1999 segue poi la reunion del 2010. Ora ecco che la "Grande Nazione" Litfiba si erge in vetta delle classifiche dei cd più venduti. Con l'album al 1° posto, solo dopo pochi giorni dal lancio in gennaio, il progetto invade i palchi italiani da metà aprile, l'Europa da maggio. E' ricco di squarci della realtà sociale che ci riguarda direttamente. E' pieno di poche soffici allusioni come nel singolo "Squalo". E' sentito come un obiettivo assolutamente condiviso tra Piero e Ghigo, così come affrontano anche questa conversazione, assieme.

Rimini è la seconda data del nuovissimo tour. Cosa significa per voi dal punto di vista artistico questo nuovo lavoro, "Grande Nazione"?
Piero e Ghigo: "Si tratta di un disco nato durante il tour della reunion e quindi risente di quel clima live. In fase di produzione abbiamo voluto ricreare quel suono. È nei momenti di crisi che vengono fuori le cose migliori e originali. Per noi è importante l'istinto. Le idee ci venivano spontanee, come un fiume in piena, quello che abbiamo fatto è stato assecondarle. "Grande Nazione" rappresenta la seconda tappa di una fase che andrà poi a concludersi con un terzo album, in una sorta di trilogia. Abbiamo infatti la volontà di ricreare dei progetti di ampio respiro e non degli album che esistano solo per sé stessi."

 

mer 04 apr 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Si potrebbe parlare ‘una vita' con Mal o meglio ‘di una vita'. Conduco questa intervista mentre lui conduce un auto. Si trova in autostrada Firenze-Bologna, quella piena di gallerie, camion, traffico, polizia e parla con me in vivavoce tra interruzioni di linea.... bzzz....che va, che viene. E' simpatico e disponibile. Mi percorre un sentimento di paura nel caso io possa distrarlo nella guida, immediatamente confermato quando esclama: "Trovo un po' di difficoltà nel concentrarmi" ad una mia domanda forse lunga. Conoscere Mal significa ricordare i The Primitives, canzoni come Pensiero d'Amore, Occhi Neri, Parlami d'Amore Mariù, Furia e molto altro. Il 14 aprile, in occasione dell'appuntamento "Retropolis, il principale evento di clubbing retro' in Italia" al Velvet, Paul Bradley Couling (in arte Mal) calcherà il palcoscenico portando la sua storia musicale dal beat '60 a quella per il grande pubblico.

La tua storia ha un sapore incredibile, dall'Inghilterra all'Italia, da Paul a Mal. Ti ha accompagnato in modo soddisfacente questo percorso?
"Dovrei raccontare la mia vita! All'inizio ovviamente non pensavo di restare tanto qui in Italia. Quando Alberico Crocetta e Gianni Boncompagni mi videro lavorare a Londra, mi invitarono per lanciare il Piper a Roma. Avevo un contratto solo per un mese all'inizio. Poi è andata talmente bene che questo mese sono diventati due, tre, quattro...e 46 anni dopo sono ancora qui, con tanti successi discografici, Festival di San Remo, Canzonissima, i film, fotoromanzi, famiglia, moglie, figli. Una bellissima vita. Non mi è mancato niente."

 

mer 18 apr 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

In arrivo a Rimini il primo corso per Producer & Autori tv, dopo quattro edizioni di successo a Roma. Un corpo docenti di prestigio: Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo (serie tv Boris), gli autori Francesco Ricchi e Simona Forlini, Paolo Taggi, Alessandra Lera (executive producer Magnolia), Romana Andò, Francesco Di Cola (marketing manager Medusa) e i riminesi Pier Luigi Celli, Paolo Fabbri e Filippo Cesari. Le iscrizioni sono aperte fino alla terza settimana di aprile per 30 partecipanti. Un'ottima occasione per diplomati, laureandi, laureati aspiranti autori e produttori di esercitarsi sulle tecniche di scrittura dei format televisivi e osservare da vicino processi e meccanismi interni al sistema cinematografico, televisivo e pubblicitario. www.immaginarie.com

mer 16 mag 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Giovedì 17 maggio 2012. Una data che dopo tredici anni sigla un inaspettato "back to the future". Chiacchiero con Andrea Cosa, violinista e membro fondatore dei Quintorigo che racconta: "Il Barge è assolutamente familiare: ci ricorda nei tempi che furono, agli inizi noi siamo nati lì. E' una specie di rimpatriata, chiaramente il cantante non è lo stesso, ora c'è Luca Sapio, ma c'è molta nostalgia". Grande realtà musicale italiana, con sede principale in Romagna, due partecipazioni sanremesi, un Premio Tenco, altri importanti riconoscimenti nazionali ed esteri, collaborazioni dal jazz alla musica d'autore, da Rava e Gatto a Fossati. E una "chicca in anteprima" per i lettori di Chiamami Città: in arrivo un lavoro omaggio a Jimi Hendrix.

Suonare in Romagna e in questo caso a Rimini è un "giocare in casa"?
"Capita spesso, suonando al Petrella a Longiano o in altri Teatri. Al Barge andremo con l'animo di divertimento e di ricordo di quello che era stato il pre-primo Sanremo. Suonavamo tra il '97 e il '98 senza distorsori, il suono non maturo come ora, con molta meno esperienza. Non ci ripresentiamo un anno dopo, son passati tredici anni. Chi ci seguiva o ha smesso di seguirci o ha seguito anche la nostra evoluzione. Torniamo fortunatamente con il nostro lavoro, cresciuti".

 

mer 27 giu 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

L'occasione è l'evento del 20 giugno "Rimini, Terra d'asilo" della Provincia di Rimini, sul diritto di asilo politico. Niccolò Fabi interviene nel live di Saba in Piazza Cavour. Da tempo la sua musica è in processi osmotici di comunicazione per campagne solidali. Un percorso artistico che si incrocia con esperienze di vita personali, tra cui essere genitore privato della propria bimba di nemmeno due anni a causa di una meningite fulminante. 
Ospite speciale nel live di Saba. Come è nata questa collaborazione?
"Era già capitato di condividere il palco con autonomi set in una serata sull'Africa. Quest'estate mi sono reso disponibile ad interagire nel suo live in eventi nel contesto di tematiche quali integrazione razziale, dialoghi sulle etnie. Simbolicamente ma anche praticamente, per unire due repertori all'origine diversi. Ma come spesso succede, quando si suona insieme, si finisce per assomigliarsi".
Il palco aiuta a sensibilizzare le persone. Potrebbero utilizzarlo anche altri musicisti?
"Negli anni la mia curiosità verso il mondo in cui viviamo e la musica si sono integrati. Non sono un monomaniaco della musica. Ci sono artisti che per caratteristiche personali, danno il meglio di sé suonando. Laddove escono dalla liturgia del concerto, non aggiungono fascino comunicativo. A me succede il contrario".
Le tue sono caratteristiche naturali. Ma occorre coraggio ad essere se stessi.
"(ride) Anche il coraggio sì, è una caratteristica. Se non hai la tua scaletta, ti butti, collabori con altro artista e chiacchieri su tematiche sociali, indubbiamente è più rischioso."

mer 21 nov 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Il suo nuovo frutto musicale era sbocciato questa estate. Con "Rebetiko Gymnastas", ha voluto confermare ancora una volta di essere un "Rebeta": lui stesso spiega che il termine "viene dal turco "rebet", ribelle, colui che meno si tira indietro quando le città vanno a fuoco. Il rebetiko è musica nata da una catastrofe, da una grande crisi e da una colossale migrazione. Da allora ha sempre avuto un contenuto eversivo, ha portato in sé il cromosoma della ribellione, della rivolta individuale". Ogni lavoro di Vinicio Capossela non può che essere una sorpresa, spesso anche una corsa affannosa per documentarsi sul nuovo contenuto. E' impressionante quanto sia ‘popolare', pur di fronte a tanta minuziosità nella ricerca. Questo è il suo bello. Non tante ore fa, chiacchieravo con una ragazza che esclamava "Ah Vinicio!": la parte romantica di Vinicio. Mentre io intercetto la sua parte ferocemente dotta. Di fronte ad un tale enorme ‘ruminante' culturale, una intervista è ostica. Le esigenze di approfondimento non si esauriscono in poco tempo e spazio. Ne faccio di necessità virtù e se ne riportano note e concetti e idee in questa conversazione.

mer 05 dic 2012 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Ritorna a Rimini Filippo Graziani giovedì 6 dicembre con un concerto omaggio al padre Ivan all'interno dell'evento "Matrioška", un lungo weekend in cui moda, design, vintage, arredamento, musica, sapori, comunicazione, unicità, fantasia e scambio saranno gli ingredienti miscelati fino a domenica 8 dicembre, nel plesso del Teatro degli Atti. Le tre giornate presenteranno importanti collaborazioni artistiche, dj set e allestimenti pensati ad hoc per l'occasione. Coinvolti Luca Giovagnoli, Alexa Invrea, Gilberto Urbinati, Federico Galli e altri artisti riminesi assieme ad emergenti designers e progettisti provenienti da tutta la regione. La ricerca delle idee, della unicità spesso dettata dal concetto dell'artigianalità, ovvero il pezzo unico artistico, trasversalmente tra settori, un grande Negozio-Laboratorio itinerante. La musica live è per diversi aspetti così. E' sempre un pezzo unico. Tanti concerti in un unico tour non equivalgono al risultato finale di uno stesso identico concerto. L'occasione è quindi corretta per ritrovarmi a chiacchierare con Filippo, dopo qualche tempo dall'inizio del tour "Viaggi e intemperie". Alla mia domanda a mo' di citazione, quanto "pigro" fosse, risponde "Credeteci o no... non lo sono mai stato!". Crederci è facile. Assaggia la musica da sempre e quando esce con qualcosa di suo, colpisce nel segno. Come con il suo progetto rock "Carnera": nel 2008 ha pubblicato un EP e subito il respiro e i palchi sono stati di carattere internazionale.

Cosa sta accadendo nella tua vita artistica? 
"Tante cose, il tour continua a crescere e darmi molte soddisfazioni. Finalmente dopo tanto tempo sono riuscito a fare uscire "Tributo a Ivan Graziani" edito dalla Sony dove ho personalmente raccolto i cantautori e band italiane che preferisco per confrontarsi con il repertorio di mio padre, Marlene Kuntz, Marta sui tubi, Cristina Donà, Simone Cristicchi e tanti altri. In più è quasi pronto il mio primo disco in italiano, dopo l'esperienza in inglese dei "Carnera", che farò uscire in maniera totalmente indipendente."

 

mer 16 gen 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dopo l'eccellente rivisitazione di "Mistero Buffo" di Dario Fo, giovedì 23 gennaio ritorna Paolo Rossi al Teatro della Regina di Cattolica, con uno spettacolo teatrale totalmente nuovo "L'amore è un cane blu e la rivoluzione pure".
Un titolo ironico e sarcastico, sintesi del concept dell'opera, così come del processo stesso di scelta. Rossi racconta: "Visto che nei miei lavori ha sempre governato la troika attore - persona - personaggio, avrebbe potuto intitolarsi ‘L'uomo che amava le donne'. Oppure ‘L'uomo che non sapeva amare sia le donne che il suo partito'. Non sarebbe stato male ‘Autobiografia non autorizzata'. Perché no oppure ‘L'uomo che raccontava barzellette ai sassi' . Pensavo anche ‘Ti amo ma non sono d'accordo con quello che provo!'. O ‘Ma cos'è questa crisi?' sottotitolo ‘ho già i miei problemi'. ‘Donne contro donne'. ‘Uomini veri, ma in fuga'. Invece ... ‘L'amore è un cane blu' entrambi animali molto, ma molto difficili soltanto da immaginare". Si assisterà quindi alla storia di un uomo che di fronte allo sgretolarsi dei rapporti sentimentali e alla dispersione dei valori sociali e politici, decide di perdersi anche lui. Un percorso tra i monti e le rocce del Carso, con una particolarissima colonna sonora, liscio balcanico, curata da Emanuele Dell'Aquila e la band de I virtuosi del Carso. Alte probabilità che il pubblico venga trainato in questo Est geografico e musicale, attraverso la parola e i suoni, emozioni e comicità. Si scappa, apparentemente, ma in realtà "per non perdersi, il modo migliore è non sapere dove si sta andando".

mer 16 gen 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Sul palco del Velvet venerdì 18 gennaio per una serata "B-Side", tre acrobati psychorribili che con il delirio funesto infiniti lutti addussero ad individui privi di ritmo e di vita. Hanno ribaltato il sistema convenzionale di X-Factor qualche anno fa, dimostrando come il rockabilly sia "ever green", sempre-verde e, caso raro, come uscire immuni da probabili condizionamenti commercial-televisivi. Con un buon recente album omonimo uscito per la "Go Down Records", gli Horrible Porno Stuntmen sono a noi noti, essendo del riminese e per la carica di energia da assimilabile ad ogni loro live. Ma anche perché suonano da tanto, così da tanto da ingannare la percezione della loro età. "Sono giovane, ho 23 anni" dice Eugenio ovvero Felipe Ortega (o U Gene), voce e chitarra del trio.

Ne hai ancora di tempo allora!
"Sì, il tempo è dalla mia parte (ride). Ma ci sono anche tante persone che mi hanno aiutato e mi aiutano: i Mutoid, la band The Rock'n'Roll Kamikaze. Dopo la brutta perdita del sassofonista (ndr Guy Portoghese, giovane musicista barese scomparso lo scorso ottobre) mi han chiamato Andy (MacFarlane, Hormonauts), Nicolò e gli altri per collaborare. Mi hanno cresciuto loro, sono contentissimo."

Ho visto che ci sono dei cambiamenti negli Horrible Porno Stuntmen.
"Un cambio al contrabbasso. Christian è andato a vivere a Berlino. Max, veterano di vari gruppi rockabilly veneti, suona ora con noi. A marzo dello scorso anno è uscito il nostro album cui ha fatto seguito un'intera estate in tour."

 

mer 30 gen 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Appuntamento di rilevanza nazionale domenica 3 febbraio a Poggio Berni al Circolo dei Malfattori: sul palco Howe Gelb, padrino dell'alternative folk mondiale da decadi. Sebbene per gli appassionati romagnoli (e non) assistere ad un concerto di Gelb è stato attuabile in alcune passate edizioni del festival Strade Blu, non è mai prevedibile il set live che il musicista dell'Arizona plasmerà davanti ai presenti. Il suo ultimo album solista, "Snarl Some Piano", prosegue e chiude un ciclo di album in cui il pianoforte ne è il protagonista. Unico brano cantato da Gelb (e in un punto dell'album giusto per placare eventuali desideri sopraggiunti), "Better man". Ciò diversamente avviene nel suo album con i Giant Sand, ora denominati Giant Giant Sand grazie alla formazione allargata a ben dodici elementi: "Tucson" è una country rock opera in cui sotto traccia narra una storia di scoperta e trasformazione di un protagonista, attraverso lo strumento canzone su un'architettura di suoni e umori musicali di confine. Sul suo album solista, Gelb commenta che svolge la sua utile funzione di strumento per affrontare e fluidificare quando ci si trova in grovigli di traffico. 

mer 30 gen 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

L'occasione è il live del 9 febbraio dei Tre Allegri Ragazzi Morti (o TARM) a Ravenna. Enrico Molteni, bassista nel gruppo esclama: "Siamo contenti di suonare al Bronson, è un bello spazio gestito da appassionati di musica veri. Sarà una bella serata!". Non mancherà la presentazione del loro nuovo album, "Nel giardino dei fantasmi". E' il settimo del loro percorso, dribblando tra il rock'roll punk, le attuali sonorità folk "di una etnia immaginaria" e un personale cantautorato in lingua italiana, capace di affrontare con semplicità anche temi delicati, scomodi, specchio di problematicità generazionali e sociali. Ogni lavoro dei TARM attrae per le novità anche visive (immagini, disegni, foto), ulteriore output artistico. Assieme ai disegni di Davide Toffolo, leader della band (voce e chitarra) e al contempo tra i principali fumettisti in Italia, c'è la grafica di Alessandro Baronciani, dalla qui vicina Pesaro, entrambi autori di progetti di rilevanza nazionale. Non gli si può non voler bene ai TARM. Sono tre ragazzi morti ma allegri, oltremodo con un talento innato nell'essere vitali e generatori di iniziative. Parlare infatti in questo periodo de "La Tempesta", nel mondo musicale italiano neanche tanto underground, equivale ad un modello di come una idea di collettivo artistico, grazie a corrette scelte ed organizzazione, possa diventare una realtà stimata e propulsiva. Nel catalogo dell'etichetta si trovano Il Teatro degli Orrori, One dimensional man, Le luci della centrale elettrica, Giorgio Canali, Aucan, Pan del diavolo, solo per citarne alcuni. Il riferimento primario de "La Tempesta" è proprio Enrico, con cui converso e mi aggiorno sulla sua attuale "doppia vita".

mer 13 feb 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

 

Un artista senza confini, per gli amanti della profondità soul, del virtuosismo jazz, della ruvidezza rock blues intinta nella psichedelìa: Luca Sapio e la sua musica al nostro cospetto. In concerto sabato 23 febbraio nell'appuntamento Bradipop con Funk Rimini (info 377-9647434), sul palco con Christian Capiozzo e Mecco, in un ensemble complessivo di otto elementi. Il primo album, "Who knows", lo scorso anno ha vinto premi ed è finito dritto nella playlist del David Letterman Show grazie al singolo "How did we lose it". Thomas "TNT" Brenneck ne è il produttore. Il musicista newyorkese, noto per produzioni musicali di artisti come Mary J. Blige, St. Vincent e Amy Winehouse, ha intercettato l'italiano Sapio. Già voce e frontman nei Quintorigo per l'album "English Garden", metà del duo Black Friday, progetto condiviso con Adriano Viterbini dei Bud Spencer Blues Explosion, Sapio è ora immerso in questo suo percorso da solista, di cui ci racconta esperienze e stati d'animo, appena reduce da un recentissimo tour in Germania.

Dunque questa data a Bellaria è la prima dopo i tuoi live di fronte al pubblico tedesco. Le tue considerazioni sul pubblico italiano?
"Il pubblico italiano va conquistato con il classico "door to door". Il soul in Italia ha davvero pochissimi precedenti che si perdono nella notte dei tempi. Gli italiani non sono molto abituati a queste sonorità che vengono spesso attribuite erroneamente a tutto un altro circuito che poco ha a che fare con il soul e il blues. E' emblematico un documento RAI del 1971 di James Brown al palasport Bologna dove esegue una versione al fulmicotone di "Give it up or turn it loose" e il pubblico risponde applaudendo timidamente e soprattutto tutti restano inchiodati alle sedie e nessuno balla. Eppure gli italiani sono predisposti al "groove", lo vedo ai miei concerti, dove superato il primo impatto tutti iniziano a ballare e a muoversi."

 

mer 13 feb 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

"Io a Tonino lo chiamo Maestro" così ne parla Manu Chao, di questo zingaro musicale di passaggio in concerto a Rimini durante la serata Retropolis 2000 del Velvet. Tonino Carotone ha lasciato un segno indelebile con 'Me cago en el amor'. Il suo pregio va però al di là del successo di massa. Da Pamplona, Spagna, artista svincolato dai sistemi convenzionali del vivere la cultura e del vivere la vita, ha palesato amore per la musica italiana adottando, se pur con variazioni, look e cognomi di Renato Carosone e Fred Buscaglione. Suoi obiettivi sono anche sociali, sostenuti da ironia dissacrante e melting pot sonoro mediterraneo. Già solo i titoli dei suoi tre album ne tracciano il profilo: 1999 "Mondo Difficile" (nessuna opposizione a tale proposito); 2003 "Senza ritorno" (forse: ogni lasciata è persa?); 2008 "Ciao Mortali" (sì, forse è probabile di sì). Da queste premesse, chiacchiero con lui.

Sei riuscito a distillare una cultura anarchica con spirito mediterraneo. Progetti sui quali stai lavorando e forse presenterai a Rimini?
"Il ‘mare nostrum' è pieno di isole e culture simili, comuni, diverse e anche indipendenti, per quello è il più grande. Non annuncio niente però si vedranno cose nuove e in un futuro prossimo ancora di più. Lavoro sempre a progetti diversi e proprio in questo periodo lo sto facendo."

Da conoscitore della musica italiana, chi apprezzi attualmente?
"Sto studiando Giorgio Conte, credo che sia un grande anarchico musicale molto interessante."

mer 27 feb 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Luca Bergia, Cristiano Godano, Riccardo Tesio, ovvero l'essenza dei Marlene Kuntz al Bradipop di Bellaria sabato 9 marzo. Sarà un concerto inedito, confidenziale. Sul palco voce e chitarre per ripercorrere la loro produzione in modalità intima. Cristiano Godano ha voglia di sperimentare e mutare, si immerge in ciò che sente possa amare. Non si spaventa. Questo nuovissimo tour si chiama "Tre di tre". Mi sovviene il loro pezzo omonimo dell'album "Il Vile". Immagino che "Tre" in questo caso significhi "band a tre" ma gli chiedo direttamente conferma, non si sa mai che ci trascinino in un fantasioso ambiente di tentazioni.

Tre di tre. Uno stato come descritto nel vostro brano, tre sul palco o cos'altro?
"Tre sul palco, null'altro. Anche perché se vi portassimo lo stato descritto nel testo della canzone omonima... faremmo una cosa un po' troppo spinta e giocoforza censurabile."

Autore e cantante, docente, studioso, un'opera letteraria "I Vivi", scrivi su "Il Fatto Quotidiano". Quale è l'utilizzo che al momento stai amando della parola?
"Non c'è un ambito privilegiato rispetto un altro. Mi diverto sia a scrivere per il Fatto che per i testi del nostro nuovo disco, questi sono i due ambiti in cui mi sto esprimendo con la lingua scritta ufficiale. Non dimenticherei le mail, quando sono in vena possono tranquillamente trasformarsi in un pretesto per tenere vivace e creativo il mio approccio alla scrittura. La prosa (dunque, soprattutto, il blog sul Fatto) mi permette di imparare sempre più a controllare la mia esuberanza, che è a rischio di involuzione, per quanto non arriverò mai a rinunciare al mio modo di esprimermi, sicuramente non agile, non stringato, non semplice, non minimalista. E quant'altro. I testi, invece, mi permettono di evolvere nei confronti di un linguaggio al quale sono ormai avvezzo da otto dischi a questa parte. Sul blog del Fatto a volte ne approfitto per esprimere i miei stati d'animo, le mie convinzioni, i miei gusti, le mie letture, i miei ascolti: invito a farsi un giro lì ogni tanto. Tutto è archiviato cronologicamente e c'è modo di scoprirne un po' di più. So che è apprezzato da molti, spudoratamente non temo di consigliarne una visita."

mer 27 feb 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Dal 1997, da Forlì, i Blastema evolvono continuamente il proprio stato, nel tragitto verso prestigiosi palchi. SanRemo Rock, MEI di Faenza, Italia Wave Love Festival di Livorno, Heineken Jammin Festival, palchi del Woodstock 5 stelle di Beppe Grillo a Cesena e del concertone del Primo Maggio a Roma. Il loro ultimo album "Lo stato in cui sono stato" è prodotto da Dori Ghezzi e Luvi De Andrè per Nuvole Productions/Sony Music. Rock, melodia e introspezione, un disco che contiene anche "Dietro l'intima ragione", brano grazie al quale hanno partecipato all'appena passato Festival di Sanremo come finalisti nella Sezione Giovani. La band presenta il lavoro sul sito: "È lecito interrogarsi su quale sia questo stato. Lo stato interiore, dimesso e mai pienamente appagato? Lo stato sociale, sempre più scollato, precario, fragile? Lo stato "nazione", oramai sconsacrato da quegli stessi simboli che avrebbero dovuto garantirne la legittimità e il decoro? Lo stato dei fatti, degli accadimenti, delle cose, come declinazione d'esistenza appena trascorsa. Un liberato che guarda la cella ancora tiepida del proprio umano tepore." Sulle varie tipologie e significati di ‘stato', se ne potrebbero scrivere tomi interi. E' interessante come il loro stesso nome dia una indicazione cangiante: il significato da dizionario è "Tessuto embrionale non ancora differenziato, da cui si sviluppano gli organi sia vegetali sia animali." Lo stato dell'opera è che saranno in concerto giovedì 28 febbraio al Teatro Petrella di Longiano, per poi proseguire verso altre date nazionali.

Info www.teatropetrella.it / tel 0547/665113.

mer 13 mar 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Sabato 16 marzo torna al Velvet ‘Tropical Pizza' con Nikki di Radio Deejay, serata speciale nella quale suoneranno i Nobraino, altro esempio di band di notorietà nazionale con radici nel nostro territorio. I loro pezzi sono un ideale raccordo tra rock d'autore e ambientazioni indie-folk. I testi, in italiano, trattano la poesia con sano, nonché raffinato cinismo. Un esempio: "Uno strappo sulle ali, uno sguardo verso il sole, un bel bacio, un nodo in gola, bei sorrisi così. Una lotta a gonfie vele, tu m'hai rotto le parole e non ti capisco al volo se non voli con me. A ‘sto cuore muscoloso piace fare l'indifeso, ma ti spaccherebbe il muso e il silenzio sa che...sostenerti è la mia impresa, giorni neri, giorni rosa e il finale è una sorpresa che non voglio sapere." Questo è parte di "Film Muto", brano col quale han fatto anche la loro apparizione al Premio Tenco 2011. Samuele "il Vix", batterista della band, ma anche insegnante di Lettere "per conciliare i due impegni non dormo mai!" chiude l'intervista con uno splendido "W i Led Zeppelin". Ma andiamo per ordine.

C'è stato un momento in cui avete capito che Nobraino fosse un progetto in cui realmente credere?
"Il nostro percorso è stato talmente lungo, lento e tortuoso che non è mai stato possibile stabilire il momento esatto in cui dire "siamo sulla strada giusta"; siamo semplicemente sempre stati (con passione e ostinazione) sulla "strada", come stiamo ancora facendo, consapevoli che l'importante è camminare e non arrivare.

mer 13 mar 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

A stretto giro di qualche giorno si alterneranno a Cesena Max Gazzè e i Negrita, su due palcoscenici differenti. Sabato 16 marzo Gazzé sarà al Vidia. Reduce dalla partecipazione del recentissimo Sanremo 2013, è presumibile che il suo live avrà come baricentro il suo ultimo di otto album "Sotto casa", pubblicato esattamente solo un mese fa e contenente i due brani partecipanti alla kermesse nazionale. In poche settimane il disco è già un successo ed è arrivato tra i primi dieci cd più venduti in Italia. Al concerto del Vidia Gazzè darà sfogo al suo eclettismo, evidente anche grazie alle sue esperienze di conduttore radiofonico e anche di attore (ha partecipato al film "Basilicata Coast to Coast"). Si respireranno produzioni passate invece nell'appuntamento dei Negrita, con il loro "Unplugged 2013", tour acustico che passerà martedì 19 marzo al Teatro Bonci, dopo aver raccolto sold-out in tutta Italia già dalla prevendita. Per gli appassionati della band sarà piacevole ascoltare i classici cavalli di battaglia insieme ai brani dell'ultimo lavoro "Dannato vivere" e a canzoni che da anni non vengono eseguite dal vivo. Lo spettacolo, oltre a prevedere nuovi arrangiamenti, è rivisitato in chiave teatrale per uno spettacolo inedito e dal sound rinnovato, in una situazione intima e raccolta. Il cantante Paolo Bruni "Pau" sta manifestando attraverso i social network, l'entusiasmo di tutta la band durante queste date speciali.

mer 27 mar 2013 - Notizia di spettacoli - scritto da Tomasicchio Marta Ileana

Venerdì 29 marzo la festa Fuorikolle non sarà una normale festa, per quanto possa essere già ristretto tale concetto. Si festeggerà il cinquantesimo compleanno, ben cinquanta feste che nell'arco di sette anni circa rendono perpetuo il ritrovarsi per il pubblico giovane della provincia riminese e non solo. Come in ogni festa, l'apertura della serata è affidata alla musica dal vivo, per questa occasione a cura dei Time Out, tribute band 883. Successivamente, sei piste per ben trenta dj. Sono solo alcuni di quelli che durante gli anni si sono alternati dietro alle consolle col piacere di far ballare. Un aggettivo semplice da associare: una festa sempre "giovane". E' curioso sapere quindi che l'affezionato frequentatore, ironicamente ora con ben un quarto di secolo di età, possa sentirsi "vecchio". Nicola Martorella, più noto come Nico tra i locali a Rimini da lui curati (Kiosko, 365 ed altri), uno dei principali organizzatori, ci aiuta a comprendere come si sia concretizzata l'idea e successivamente sviluppata.
50° compleanno Fuorikolle. Quando e perché è nata?
"È nata alla fine dell'estate 2006 dall'idea di un gruppo di persone che già organizzava insieme feste, ma prevalentemente in estate. La prima Fuorikolle è datata 31 ottobre 2006 all'Ecu, dove è rimasta fino alla primavera del 2010 per poi essere trasferita al Rio Grande. Entrambi i locali si prestano per numero di sale, così da poter soddisfare con più generi musicali un numero molto ampio di giovani."

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - è