Crediamo che me la cavo

RIMINI - Notizie primo piano - mer 11 feb 2009
di Stefano Cicchetti

Con bambini così il futuro fa meno paura

Chiamami Junior e Zeìnta di Borg in tutte le elementari di Rimini

Chiamami Junior è la nuova iniziativa del nostro giornale che lanciamo da questo numero. Un inserto dei più piccoli: non dedicato a loro, ma uno spazio che i bambini stessi possono gestire insieme ai loro insegnanti. Il progetto viene realizzato in collaborazione con la Provincia di Rimini. L’inserto, quattro pagine, sarà distribuito in tutte le scuole elementari di Rimini e utilizzato da oltre 5 mila alunni, dalla seconda alla quinta classe. A realizzare le prime uscite – la seconda è programmata per aprile – sono due classi quinte della “Ferrari” e alcune delle seconde, terze, quarte e quinte delle “Toti”. Già al primo sguardo, il lettore si renderà conto del grande dono di questi bambini: a noi come giornale, ma anche a tutta la città. Ci regalano la loro freschezza, la ricchezza delle loro diverse origini, la curiosità di chi sta imparando, la gioia di chi gioca insieme. Guardando i loro disegni, leggendo i loro scritti, vediamo che “integrazione” non è solo una parola, ma è già una realtà dei fatti. E avviene con la naturalezza che solo i più piccoli conoscono. Comprendiamo così che tante paure, su cui è così facile e cinico speculare, sono solo dentro di noi: là in quelle classi, c’è un uturo che potrà essere migliore, se lasciamo fare a loro. Chiamami Junior non è la sola iniziativa che abbiamo messo in piedi assieme al mondo della scuola. In questi giorni è in corso la distribuzione in tutti i circoli didattici di 12.500 copie dei nostri volumetti Un po’ ad Zeìnta di Borg - Storie di Rimini e dei suoi Borghi, che raccolgono alcuni degli articoli pubblicati sull’inserto Zeìnta di Borg. I libretti saranno letti in tutte le quarte e quinte classi, gli alunni vi lavoreranno sopra assieme agli insegnanti. Sono ricordi riminesi, quando nelle nostre classi molti sono i bambini di provenienze anche lontane. “Ma ciascuno ha qualcosa da ricordare – sottolinea la professoressa Alberta Fabbri, direttrice del primo circolo – e queste letture sono un modo per far conoscere agli alunni il contesto in cui vivono. Ma anche per stimolare lo scambio con quelli fra loro che arrivano da altri Paesi, confrontando le differenze e riconoscendo le somiglianze. Per esempio, è emozionante trovare nei bambini di origine soprattutto est-europea, una cultura contadina, con le sue strettezze e i suoi tesori, assolutamente simile alla nostra di mezzo secolo fa. La scuola è molto grata a Chiamami Città per questa iniziativa”. No, signora professoressa: ancora una volta, siamo noi a ringraziare la scuola. Che a Rimini, una volta di più, si dimostra un patrimonio prezioso di apertura e innovazione, a disposizione della crescita di tutta la collettività.

 

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č