RESTITUIAMO DIGNITĂ€ ALLA PIETRA MILIARE DELLA COLONNELLA

Rimini - Notizie Borgo Marina - mer 24 ott 2012
di Oreste Delucca

Segna ancora il Primo miglio lungo la romana Via Flaminia
Semisepolta ai margini di un parcheggio, potrebbe essere ricollocata

Lungo le antiche strade consolari romane - come la Flaminia e l'Emilia - le distanze erano scandite dalle PIETRE MILIARI, poste a un chilometro e mezzo l'una dall'altra (il miglio romano infatti era lungo 1.488 metri).
Spesso queste pietre miliari davano il nome al luogo ove sorgevano, a Rimini come altrove. Così, sulla Flaminia, a un miglio dall'Arco d'Augusto, la Colonnella era anche chiamata "il Primo", dal latino ad primum lapidem (e la relativa pietra esiste ancora). La località presso la rotonda dei pompieri era chiamata "il Secondo"; e lì vicino nel Medioevo c'era una chiesetta intitolata a "S. Giacomo del Secondo".
All'altezza di Miramare si trovava (e si trova tutt'ora) la terza pietra miliare; e quel sito si è chiamato "il Terzo" fino ad anni recenti.
Anche fuori Rimini si conoscono esempi analoghi. Noi non ci facciamo caso, ma luoghi come Quarto Oggiaro, Quinto Vicentino, Sesto S. Giovanni, Settimo Torinese, S. Giovanni in Ottavo, traggono il loro nome dall'essere posizionati a un dato miglio su qualche vecchia strada.
Le pietre miliari romane erano realizzate generalmente in materia locale, avevano forma cilindrica, con un basamento quadrato ricavato di solito nel medesimo blocco. Spesso erano prive di iscrizioni (cioè "anepigrafe"); qualche volta contenevano una scritta celebrativa, come la pietra originariamente posta sulla biforcazione della via Emilia a S. Vito (ed oggi custodita nel Lapidario del Museo di Rimini). L'incisione ricorda il riassetto stradale promosso dall'imperatore Augusto nell'anno secondo avanti Cristo.
Andando in auto per le nostre strade, osserviamo spesso due pietre miliari molto simili: quella di Miramare (al terzo miglio della Flaminia) e quella di Santa Giustina (al quinto miglio della via Emilia, nel giardinetto di fronte alla chiesa parrocchiale).
In maniera meno vistosa, è presente anche la pietra miliare della Colonnella, ai margini del parcheggio in costruzione dietro la chiesa. Appare più bassa delle altre ed è anche deturpata da una scatola metallica che gli hanno applicato contro, non so se quelli dell'Enel, del Gas o di altra società.
Un piccolo scavo effettuato ai suoi piedi permette ora di vedere che la pietra è interrata quasi per metà ed è dotata di un basamento quadrato. Nella sostanza risulta avere la stessa dimensione e la medesima conformazione delle due appena citate. Evidentemente è rimasta lungo tempo nel proprio sito e con l'innalzamento del livello stradale ha finito per trovarsi in parte sepolta.
Sarebbe l'occasione per ricollocarla in modo più dignitoso, rendendola visibile per intero ed eliminando quella bruttura che gli è stata applicata addosso.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č