RIMINI Quel palasport senza memoria

RIMINI - Notizie Storia Borgo S. Giovanni - mer 23 lug 2008
di Redazione
Ad onore dei riminesi, la “Sartona” che aveva costruito il suo “casino” sulle macerie di San Gaudenzo veniva presa a sassate quando passava in carrozza. A disonore, il fatto che siamo tornati sul luogo del delitto neppure quarant’anni fa, nel 1970. Si doveva costruire il palasport Flaminio, ben sapendo cosa ci fosse sotto il “casino” della Sartona: una necropoli romana, poi cristiana, e la cripta dell’abbazia con tanto di sarcofagi. Eppure quei resti sfuggirono per un pelo e solo in parte alle ruspe, essendo stata permessa l’ispezione archeologica solo a sbancamenti già iniziati.

commenti

SCRIVI COMMENTO Nome
email
Titolo
Commento
I commenti verranno pubblicati salvo approvazione da parte della Redazione di Chiamamicittà
Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - è