Fu grazie a Lando Cosi che il rugby riprese vigore a Rimini

RIMINI - Notizie sport - gio 03 mag 2012
di Enzo Pirroni

Storie e personaggi del nostro sport
Il profeta della palla ovale

In pochi a Rimini ricordano Lando Cosi, classe 1924, ma fu grazie a questo vecchio giocatore ed allenatore di rugby, se la palla ovale ha potuto prendere piede nella nostra città. 

Fu nella piovosa primavera del 2000 che un gruppo di giovani studenti, per lo più provenienti dall'Istituto per Geometri, "O. Belluzzi" di Rimini, si ritrovò sull'immonda spianata del campo parrocchiale della Regina Pacis, per dare inizio ad un'embrionale franchigia rugbistica. A guidare quel primo "allenamento" c'era Lando Cosi, l'antico "tallonatore" del "Petrarca Padova".
L'avevo contattato poco tempo prima e lui, che aveva indossato, in gioventù, la maglia azzurra della nazionale e che alla guida del "Petrarca" aveva vinto due scudetti (1954 -1955), non esitò un attimo ad accettare e, calzate le scarpe bullonate, si tuffò con entusiasmo, in un'avventura che per la provvisorietà e l'assoluta inconsistenza dei mezzi appariva, non solo velleitaria, ma sicuramente fallimentare.
Ascoltandolo, mentre spiegava i fondamentali del gioco, si capiva che le di lui conoscenze rugbistiche erano sconfinate, ma non montava per questo in superbia. Era un allenatore severo, che non ammetteva né leggerezze né viltà. Apriva la porta a tutti ma pretendeva rispetto e dedizione. Attraverso una scoppiettante, arguta dialettica, gratificava i propri allievi di aneddoti, battute e spesso ripeteva il motto del giocatore romano Armando Sisti, padre di generazioni di rugbisti romani: "Dalla lotta chi desiste fa figura molto triste. Chi desiste dalla lotta è ‘n gran fijo de ‘na mignotta".
In seguito, per incomprensioni con altri "improvvisati" tecnici, per la di lui durezza che era mal digerita da giovani non avvezzi ai sacrifici, si defilò e nessuno seppe dirgli grazie. Solo pochi anni fa, precisamente nel 2008, Lando Cosi, diede alle stampe un fortunato libro dal titolo apertamente fogazzariano: Piccolo, grande rugby antico! Un'opera che ripercorre la difficile, avventurosa storia della palla ovale nel nostro Paese. Leggendolo si respira lo spirito di quegli anni pioneristici e fa tenerezza rivivere quelle ingenue esperienze e quasi ci si ritrova in quelle incredibili trasferte effettuate su scassate carrozze di terza classe mangiando pane e salame. Ho voluto ricordare Lando Cosi, in questo momento in cui la sua forte fibra deve combattere un incontro assai duro con la malattia. Formulo al vecchio campione il più sincero: in bocca al lupo, convinto, come sono, che saprà uscir bene, anche da questo "placcaggio".

 

commenti

Chiamamicittà - via Caduti di Marzabotto, 31 - Rimini - 0541 780332 - Fax 0541 780544 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 10.000,00 i.v.
Copyright ©2015  - é