Una strada da percorrere insieme

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 22 feb 2012
di Redazione

Duecento numeri di Zeinta di Borg
I rappresentanti dei Borghi raccontano l'esperienza del nostro inserto

Spesso sono più veloci i cambiamenti della realtà che nella sua percezione. Rimini è cambiata in questi ultimi anni sia nella composizione sociale che nel modo di vivere la città. Zeinta di Borg, l'inserto di Chiamami Città, ha cercato nelle sue duecento uscite di registrare questo mutamento. Un'iniziativa quella di Zeinta di Borg sostenuta fin dall'inizio dai cittadini dei borghi che hanno potuto raccontarci esperienze e tradizioni e dagli operatori del commercio che in questi anni hanno saputo interpretare i cambiamenti e le sfide del mercato.
Non solo Centro Storico
"La voce del singolo cittadino - sottolinea Roberto Balducci del Borgo Sant'Andrea - non è più isolata, diventa la voce della comunità e in Zeinta di Borg si può confrontare con le altre e anche l'Amministrazione deve tenerne conto".
"Si sono riscoperte le tradizioni e anche le potenzialità commerciali, l'originalità, la qualità e il rapporto diretto con il cliente - continua Balducci - e la città non è più solo Centro Storico e Marina, vi sono altre realtà da valorizzare".
Il cuore antico dei Borghi
Le Feste che in questi anni ogni borgo ha organizzato hanno contribuito a mantenere unita la città: ne è convinto Arturo Pane, ristoratore del Borgo San Giuliano: "Nei borghi, baluardi di una identità che rischia di perdersi, batte un cuore antico - afferma - qui sopravvivono le tradizioni, le vecchie botteghe, e l'enogastronomia di qualità. Zeinta de Borg ha favorito il sorgere delle associazioni dei commercianti nei vari borghi che oltre a dare impulso alle proprie attività hanno proposto iniziative e progetti culturali".
L'incontro dei vecchi e nuovi abitanti
C'è poi un borgo, quello della Marina, che sta rinascendo con i suoi mille problemi di integrazione e convivenza fra le varie etnie. Zeinta de Borg ha contribuito a far prendere coscienza delle potenzialità che possono scaturire da una ritrovata identità, frutto anche dell'incontro di culture diverse. "Il nostro impegno come Associazione Borgo Marina - rimarca il presidente Giovanni Bastianini - è quello di far incontrare, e possibilmente unire, i vecchi con i nuovi abitanti del borgo ed insieme costruire le condizioni per lo sviluppo economico e civile del luogo dove operiamo e abitiamo". Negli ultimi anni si sono realizzate diverse iniziative per affrontare i problemi della civile convivenza. In questi giorni, si è inaugurata la mostra fotografica, curata dal cavalier Moroni, ospitata nei locali dell'università, il "Navigare necesse" vecchia sede della scuola marittima. Attraverso le fotografie di prima della guerra si potrà vedere il borgo com'era e compararlo a quello che è oggi e riscoprirne l'identità.
Sentirsi a casa propria
Parlare dei Borghi e parlare della quotidianità, della vita della gente, dei problemi di tutti i giorni è parlare all'anima della città e Zeinta di Borg, secondo il parere di Massimo Guidi dell'associazione del Borgo San Giovanni, ha cercato di farlo. Vi è una rinascita dei Borghi, i cittadini ritornano a frequentarli, a riscoprirli e sentirsi a casa propria. "Anche il commercio ha ripreso vigore, la gente è stanca dell'anonimato dei grandi centri commerciali, vuole essere ‘coccolata' - sottolinea Guidi - e desidera qualità, cura e attenzione. Non c'è dubbio che i borghi in questi anni siano loro ad aver indicato una via percorribile per il futuro della città. Ogni problema come ogni realizzazione deve essere di tutti i cittadini e la strada deve essere percorsa insieme".

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č