Perché non basta solo dire "mai più..."

RIMINI - Notizie cultura - mer 25 gen 2012
di Redazione

Le iniziative intorno alla "Giornata della Memoria" del 27 gennaio
Durerà per tutto l'anno scolastico il progetto "Educazione alla Memoria"

«Il persistere dei fenomeni di razzismo, xenofobia e antisemitismo in Italia e negli altri Paesi europei rappresenta una sfida importante per le nostre società» scrive Laura Fontana, Responsabile Progetto Educazione alla Memoria, presentando le iniziative dell'anno scolastico 2011/2012. Un percorso per docenti e studenti che «intende delineare il terreno culturale che nel corso del XVIII e del XIX secolo ha preparato la Shoah e, più in generale, gli altri genocidi e massacri di massa del Novecento» attraverso attività per Scuole e docenti, incontri con i testimoni, film e spettacoli teatrali e il Premio Vincenzo Mascia "E per questo io r\Esisto..." destinato alle classi IV e V delle Superiori. Mentre "Come si diventa razzisti. Scienza, potere, barbarie sotto il Terzo Reich" è il titolo che sussume le iniziative per la "Giornata della memoria" di quest'anno. Si comincia il 26 gennaio, con la lezione del prof. Andrea Minuz dell'Università La Sapienza: Il rapporto tra film e musei nella costruzione della memoria della Shoah: il caso Schindler's List (ore 15.30, Cineteca Comunale, ingresso libero) per proseguire alle 21 con Tra immagine e immaginazione: è possibile, ancora, lasciarsi interrogare dal racconto della Shoah? conferenza di Daniela Padoan, scrittrice e regista, con proiezione di un suo filmato girato in Polonia. Il 27 gennaio, alla deposizione di una corona nel Parco "Ai Caduti nei lager 1943-1945" seguirà l'inaugurazione della mostra didattica La Shoah in Europa (ore 12, Palazzo del Podestà). Alle 21 proiezione di This is England di Shane Meadows in Cineteca. La Biblioteca Gambalunga propone invece "Per non dimenticare la Shoah", seconda edizione, una bibliografia aggiornata tratta dalle proprie collezioni, da sfogliare fino al 27 febbraio. Le iniziative proseguono a teatro, con due spettacoli tratti dai libri di Lia Levi, scrittrice e sopravvissuta alla Shoah. Dopo "Come sorelle", rappresentato il 23 e 24 gennaio, martedì 28 e mercoledì 29 febbraio alle 10.00 al Teatro degli Atti il Teatro del Piccione porterà in scena "La portinaia Apollonia", a cura di Alcantara, per le scuole elementari, mentre martedì 13 marzo alle ore 9.30, sempre agli Atti, Lia Levi incontrerà gli studenti delle scuole secondarie di primo grado (a cura dell'Ass. Cult. Mare di Libri - Libreria Viale dei Ciliegi e di ANPI Rimini). Tanti gli spunti, per «stimolare una riflessione più generale sulla responsabilità individuale e sulla capacità di compiere scelte consapevoli, con l'ambizione di promuovere nei giovani la costruzione di una coscienza etica e politica fondata sul valore della vita umana e dei principi democratici.» Info: tel. 0541 704203 - www.memoria.comune.rimini.it

 

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - è