Chi pagherĂ  le luminarie?

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 26 ott 2011
di Redazione

Arrivano grandi catene ma il piccolo torna ad essere interessante
Il commercio chiamato a sacrifici ma intanto fa investimenti

Soldi per le luminarie quest'anno ce n'è pochi. Rimini era fra le ultime città dove il Comune dava un sostanzioso contributo per gli addobbi natalizi: a Riccione il discorso è chiuso da anni, a Bologna addirittura non solo non arriva un solo centesimo pubblico, ma a pagare è una sola fra le associazioni di categoria.
A Rimini gli albergatori chiedono che anche gli altri comparti, come commercianti e pubblici esercizi, concorrano ai costi del nuovo palacongressi. A loro volta, i commercianti che quest'anno si vedranno arrivare un conto molto più pesante per le luminarie, vorrebbero una partecipazione maggiore da parte degli alberghi, fin qui "generosi" solo a Marina Centro.
Un compromesso si troverà, ce lo auguriamo, e la città per Natale sarà ben illuminata. Vi è una visibile tendenza dopo l'attrazione della novità degli iper a ritornare al Centro non solo per il piacere di passeggiare in una vera città. Il comparto commerciale, nonostante le difficoltà del passato, sta proponendo occasioni ed offerte originali, diversificate e di qualità e sembra che i cittadini le apprezzino. Il 28 ottobre si inaugurerà sul corso d'Augusto il nuovo negozio dell'H&M, 1300 mq su due piani, la multinazionale svedese dell'abbigliamento e il prossimo novembre la libreria Feltrinelli in fondo al Corso vicino all'Arco. E come nei Borghi si aprono nuovi negozi, anche nel Centro qualche piccola serranda si alza e mette in luce una vetrina con proposte originali. Sono spesso questi esercizi che fanno la differenza e contribuiscono a formare l'anima commerciale di una città. Sono però ancora molte le serrande di piccoli esercizi chiuse anche se ben collocati nel Centro come quelli in via Bertola, solo per fare un esempio. Tanti piccoli negozi creano sinergie e stimolano l'interesse della domanda. Sarebbe necessaria una politica commerciale adatta per sviluppare questo tipo di offerta dove il piccolo ritorna ad essere bello e interessante.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č