La forza di stare insieme

RIMINI - Notizie attualità - mer 17 dic 2008
di Beatrice Piva

Promo Viserba, Associazione Borgo Marina e Celle.com

Le imprese più piccole si uniscono per far fronte alla crisi e alla grande distribuzione

La necessità dello stare insieme diventa ancora più evidente in periodi di crisi. E le imprese medie e piccole, il commercio e l'artigianato, hanno ben presente quanta forza si possa acquistare attraverso consorzi, associazioni, reti.

Per far rinascere Viserba
Per esempio, nel giro di poche settimane sono sorti ben tre sodalizi su iniziativa di Cna.com.
Il primo dicembre è nata "Promo Viserba", associazione che riunisce commercianti e artigiani con l'obiettivo di migliorare l'immagine, la vivibilità della frazione, un tempo un piccolo gioiello della riviera riminese. " Non vogliamo lamentarci ma essere propositivi - spiega il presidente Roberto Mazzotti - ci siamo uniti per ridare valore al centro e alla zona mare di Viserba, rilanciando questo territorio come centro commerciale naturale, in dialogo con l'amministrazione comunale, per iniziative di cambiamento strutturale, per una nuova immagine e una nuova accoglienza in questa parte della città. Tra gli obiettivi, la sicurezza, la vivibilità, i parcheggi e l'arredo urbano. Vogliamo essere alternativi ai grandi centri commerciali, per incidere positivamente anche sul turismo e le attività ricettive". L'associazione conta circa una trentina di soci, non ha scopi politici ed intende coinvolgere un po' tutte le categorie. "Tra le iniziative del prossimo anno, permessi permettendo, c'è la volontà di riportare a Viserba la tradizionale fogheraccia del 18 marzo", conclude Mazzotti.

Integrazione è lavorare insieme senza paure
"La vera integrazione è tirarsi su le maniche e lavorare tutti assieme, senza paure e allarmi strumentali": esordisce così Giovanni Bastianini, presidente dell'Associazione Borgo Marina. Costituita il 3 ottobre scorso, raccoglie i commercianti e gli artigiani di Via Giovanni XXXIII e dintorni. La particolarità di questo sodalizio è che al suo interno sono presenti, e in posizione di responsabilità, alcuni piccoli imprenditori di origine straniera, come il vice Presidente è Rashid MD Abdur. "E' la prima volta - continua Bastianini - che un'associazione mette assieme una trentina tra commercianti, imprenditori, e residenti della zona, di cui la metà extracomunitari. Bisogna di unirsi per ottenere condizioni sociali migliori, senza dover subire. Confrontandosi alla pari si capisce che i problemi che abbiamo sono gli stessi. Il che è importante soprattutto in un momento come questo, in cui spesso l'intolleranza prende il sopravvento sull'accoglienza". Con questa iniziativa gli imprenditori "sani" di tutte le etnie, che nel Borgo sono la maggior parte, desiderano riappropriarsi della città e isolare i soggetti indesiderati.

45 mila euro per gli iscritti a Celle.com
Celle.com è formata dall'adesione spontanea di 20 operatori del commercio e dell'artigianato che vogliono valorizzare un quartiere che è un'importante porta d'ingresso al centro. "Dalla costituzione nel 2006 - spiega il presidente Stefano Dadi - abbiamo raggiunto importanti traguardi, primo fra tutti quello connesso alla legge 41/97 sui centri commerciali naturali che ha permesso alle nostre attività di suddividersi 45.000 euro a fondo perduto a fronte di lavori e promozione. E pensare che all'inizio non ci si credeva, invece grazie all'impegno di tutti i risultati sono arrivati,".

 

 

commenti

SCRIVI COMMENTO Nome
email
Titolo
Commento
I commenti verranno pubblicati salvo approvazione da parte della Redazione di Chiamamicittā
Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net - Piva: 02410730408
Copyright ©2009  - č