Quando i burdèl i parleva in dialet

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 13 lug 2011

I ricordi di Giulia e Armando scolari degli anni venti

Rimini è una città legata al suo dialetto perché mantiene vivo l'orgoglio di appartenere a questa terra di Romagna e anche per la simpatia che genera in chi ascolta. L'accento però cambia di quartiere in quartiere e così alle Celle assomiglia di più al dialetto santarcangiolese mentre e Miramare assomiglia di più a quello di Riccione e così via negli altri Borghi del centro.

Da piccolo, anche io parlavo spesso il dialetto dato che in famiglia i miei nonni lo avevano sempre usato e così succedeva anche nelle altre famiglie riminesi, tranne in quelle più agiate.
An ve deg a scuola! la maestra si lamentava di me e degli altri ragazzi perché parlavamo dialetto e anche perché an steva mai bon e studieva poc.
Giulia di 90 anni, mi racconta che quando andava alle elementari, Benito Mussolini aveva imposto l'uso del solo italiano in classe, vietando i dialetti e i termini mutuati dalle lingue straniere, scatenando problemi non poco gravi: molti infatti sapevano poco o nulla di italiano e tanti altri erano addirittura analfabeti. Così mentre le maestre si arrabbiavano, i genitori a casa spesso faticavano anche a parlare italiano.
Armando di 88 anni mi racconta di aver ripetuto la prima elementare per ben tri volti can saveva zcor ben l'italien e mi bà l'era analfabeta us po dì e l'aveva poc da dì! Chi aveva i soldi andava avanti e veniva promosso mentre i figli degli operai non contavano nulla e is buzeva sempra.
Sabrina, fa la maestra elementare in una scuola di Rimini e racconta che ancora i burdèl i pèrla in dialet, soprattutto quando giocano e scherzano. Il dialetto è insito in ogni riminese e difficilmente lo si può dimenticare.
Per questo spesso scrivo in romagnolo, nella speranza che resti un patrimonio di tutti e anche delle generazioni future.

Claudio Cupi

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - è