Sulla Collina dei Poeti i ragazzi tornano a coltivare la terra

SANTARCANGELO - Notizie Valmarecchia - mer 29 giu 2011
di Daniela Succi

Salviamo la bionda
La cipolla di Santarcangelo fra i temi del progetto "Con le nostre mani"

Se siamo in crisi di lavoro, la terra ci può sempre dare una mano. Naturalmente, qualora ve ne sia. Non hanno di questi problemi i ragazzi del progetto "Con le nostre mani", che di terreno coltivabile ne hanno in uso gratuito ben 20.000 metri quadri, grazie alla generosità dell'azienda agricola Collina dei Poeti. E' molto più di un esperimento. E' un'opportunità di costruirsi un futuro, per chi opportunità lavorative proprio non ne vede. Nasce da un percorso educativo realizzato all'interno del Centro Giovani con la partecipazione del Comune di Santarcangelo e della Provincia di Rimini, per dare un supporto a ragazzi e ragazze che si trovano disoccupati e che ora si sono riuniti in cooperativa, pronti a tirar fuori zucchine, cipolle e tanto altro dal terreno di Spinalbeto.
"Cerchiamo di dare un futuro ai giovani che hanno bisogno - spiega Sauro Torsani, socio della Collina dei Poeti - invece di dare un aiuto in denaro abbiamo preferito dargli della terra". I ragazzi che hanno aderito all'iniziativa lavorano sodo, cominciano anche alle 5 del mattino per raccogliere i fiori di zucca. I campi infatti sono stati piantumati a ortaggi, che vengono venduti attraverso il Centro Agro-Alimentare riminese e nel mercatino dei produttori agricoli del sabato mattina. Anche l'azienda agricola che li ospita compare tra i clienti, pagando i prodotti al prezzo di mercato.
In ballo c'è anche un progetto legato alla famosa cipolla santarcangiolese, quella che ha dato ai nativi il soprannome di "zvulot". "Il seme della cipolla è sempre più raro - prosegue Torsani - noi abbiamo messo a disposizione dei ragazzi i semi della tipica cipolla dall'acqua, con l'accordo che il raccolto lo compriamo noi".
I ragazzi sono coordinati da Mimmo Evangelista e sono aiutati, ma proprio con le maniche rimboccate, da Danilo Rinaldi, che ha il compito in qualità di esperto di trasferire il sapere della terra e dei suoi tempi. Hanno ottenuto un contributo dal Comune di 5.000 euro all'anno per comprare le attrezzature e pagare le spese. Tutto quello che non riescono a comprare, gli viene passato con grande generosità dall'azienda agricola Collina dei Poeti, utilizzo dei trattori compreso.
Per l'amministrazione e per l'associazione culturale "Ora d'Aria" gli obiettivi sono due: offrire supporto a qualunque persona fra i 18 e i 35 anni residente nel Comune di Santarcangelo, che sia in cerca di nuove prospettive e creare nuove opportunità di lavoro nel settore dell'agricoltura, incentivando la produzione e distribuzione di prodotti tipici.
Intanto il lancio del prodotto "Cipolla di Santarcangelo" è nell'aria da tempo, si è sentita in qualche discorso ufficiale, lo stesso sindaco Morri l'ha citata in più occasioni. Il gruppo Passioninsieme, assieme a collina dei Poeti, ha fatto stampare in 1000 copie un libretto dal titolo "La bionda di Santarcangelo", dove la bionda è la cipolla, cantata dai poeti e interpretata dagli chef.

 

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2012  - č