Caro Andrea, che abiti in Borgo Sant'Andrea...

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 15 giu 2011
di Redazione

Far diventare mobili le barriere fisse
I residenti si aspettano soluzioni dal sindaco borghigiano

Piazza Mazzini al Borgo Sant'Andrea è a soli trecento metri da piazza Tre Martiri, il cuore della città, ma a causa di una non funzionale viabilità e barriere urbanistiche sembra molto più lontana. Via Garibaldi e via Saffi, non solo per i nomi che ricordano il Risorgimento, dovrebbero avere una naturale continuità, ma questa è ostacolata dalla vecchia circonvallazione, dall'assetto attuale di Piazza Mazzini e di porta Montanara. Queste barriere rigide diventano ostacoli anche per il traffico ciclopedonale. Situazione analoga si riscontra nello stabilire una continuità del corso d'Augusto con il Ponte di Tiberio e il Borgo San Giuliano. L'Associazione commercianti di Sant'Andrea e il comitato d'area hanno da tempo posto all'attenzione dell'Amministrazione la situazione viaria del Borgo e sperano di venirne a capo in tempi ragionevoli. I borghigiani e i commercianti sanno che il nuovo sindaco Andrea Gnassi abita proprio in piazza Mazzini e conosce per esperienza diretta i problemi del luogo. Contano sul suo interessamento e non dando per ora alcun giudizio, gli fanno gli auguri di buon lavoro sapendo che non è facile governare una città come la nostra. In più, hanno in Consiglio Comunale un loro rappresentante che dovrà essere il portavoce degli interessi delle categorie.

Scarpetti e Italo Fiori attendono definizioni
In attesa del Palacongressi pensiamo ai parcheggi
Ok via Cignani, ma in via Melozzo i lavori non sono iniziati

Più volte si è sottolineato il danno economico e di immagine causato dalla mancata apertura del nuovo Palacongressi, la si rimanda di mese in mese, si sperava che coincidesse con i 150° dell'unità d'Italia, poi con l'inizio dell'estate, poi chissà. Di questo edificio si sa tutto, che è il più grande d'Italia e fra i più capienti d'Europa, che può contenere fino a 9000 congressisti, ma non la data di apertura.
E' in piena funzione il parcheggio di via Cignani, molto apprezzato dai borghigiani, ma in via Melozzo - mentre stanno per terminare nella stessa strada i lavori per la costruzione di un edificio a diversi piani - non sono ancora in via di allestimento le aree per le soste promesse. E poi si dovrebbe segnalare meglio la possibilità di usare il parcheggio dell'Inail in parte aperto al pubblico. Si aspetta la definizione dell'area di sosta Scarpetti e quello in via Italo Flori: un sistema di spazi per sosta indispensabile per il futuro assetto di piazza Malatesta, per la realizzazione del fossato intorno al castello, il recupero delle mura romano-medioevali e dello sferisterio e la promessa pedonalizzazione del ponte di Tiberio. Tutte opere anche se realizzate in tempi diversi, ma con un unico funzionale progetto renderebbero senz'altro più bella la nostra città.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č