Dino Moroni, artista e imprenditore

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 04 mag 2011
di Redazione

Il 7 maggio live al Teatro Novelli
Da Vasco al dialetto rock

Da bravo artista e imprenditore romagnolo, Dino è legato alla sua terra con un doppio filo. Da un lato la sua passione per la musica: dopo anni di cover di Vasco, per cui ha avuto anche riconoscimenti dai media nazionali, recentemente si è dedicato alla diffusione del dialetto romagnolo, rimboccandosi le mani per fare in modo che questa tradizione non si estingua. Dall'altro, avendo gestito un locale a Miramare vuole che la Romagna torni a splendere di vitalità come negli anni del boom turistico.

Come sarà la serata del 7 maggio?
"Una serata presentata da Gilberto Gattei e dedicata all'orgoglio romagnolo: suonerò tutti i pezzi in dialetto e in italiano. Il brano guida, Orgoglio romagnolo per l'appunto, è in italiano e parla dei nostri modi di essere. Ci sono versi come ‘C'è una terra baciata dal sole/dove il mare ti parla d'amore e le colline dall'alto a guardare/ quella pianura che lui va a sfiorare' che sono un inno alla Romagna."
Ma questa è poesia pura...
"La Romagna è terra di grandi poeti, l'ho poetizzata in un brano molto rock. Tutti i brani sono tra il pop, il rock con incursioni etniche".
Sei nato a Montescudo, ma per anni hai vissuto a Rimini: il tuo orgoglio romagnolo a quale città si riferisce maggiormente?
"Paese mio è dedicata a Montescudo, dove ho lasciato una parte del mio cuore, ma sono stato per tanti anni a Rivazzurra e a Rimini è dedicata la prima canzone del concerto del 7 maggio".
Qual'è il tuo sogno?
"C'è il progetto di portare nelle scuole il dialetto, prima musicalmente attraverso concerti nelle sedi scolastiche e stimolare i professori a parlare in dialetto. Tutto questo per salvaguardare le nostre tradizioni, per fare in modo che non scompaiano".
A tal proposito, il giorno prima del tuo concerto sempre sul palco del Novelli, suonerà Davide Van De Sfroos, paladino e icona del dialetto Lumbard (vedi intervista a pagina...)
"Una sfida! Non vorrei essere polemico, ma io in Lombardia ho fatto tanti concerti. Van De Sfroos ad ogni concerto raccoglie oltre 5 mila persone nella sua regione, perché al nord amano il loro dialetto. Il fatto che un comasco venga al Novelli a cantare in comasco, quando io sono stato su Rete4 cantando canzoni romagnole e qui in Romagna non se ne sia accorto nessuno, è un po' strano, no? Sono contento che venga a cantare qua, magari insieme possiamo fare qualcosa. Sono solo un po' arrabbiato con chi amministra in Romagna, da tanti anni chiediamo ai sindaci un teatro per fare suonare il dialetto. Quindi voglio dire loro: diamoci una svegliata. O meglio demece una svigieta!".
Quando hai incontrato Vasco?
"Era il 1995, ci siamo incontrati in una casa discografica (Targa Italia Bollicine) a Milano. Davanti allo specchio lui mi ha chiesto dove ci siamo visti. E io gli ho risposto, ‘Davanti allo specchio?'"

Per i fans della trasmissione televisiva Zeinta di Borg, ricordiamo che Dino è l'autore della sigla "Amarcord" che canterà a furor di popolo anche il 7 maggio.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č