Borgo Sant'Andrea

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 06 apr 2011
di Claudio Costantini

Per una nuova viabilità sostenibile
Con le nuove rotatorie sulla statale cambieranno anche gli accessi alla città

A poco più di un mese dalle elezioni comunali, i comitati, le associazioni e singoli cittadini hanno fatto sapere ai candidati a sindaco città i problemi ai quali la prossima Amministrazione dovrà dare una risposta. Per il Borgo Sant'Andrea, i nodi che dovranno essere sciolti sono innanzi tutto quelli della viabilità, dei parcheggi, della mobilità lenta, pedoni e biciclette, dell'arredo urbano. Tutti elementi, sottolinea Roberto Balducci dell'Associazione Quei de Borg ad Sant'Andrea, che se non affrontati potrebbero frenare lo sviluppo economico dell'area. Ad appena un chilometro da Piazza Mazzini passano la circonvallazione e l'autostrada che avrà sei corsie e con il futuro assetto saranno attuate nuove rotonde in via Covignano e all'altezza dei Padulli con relative vie di accesso al Centro e tutte in qualche modo interesseranno il quartiere di Sant'Andrea. Se si potenzieranno questi percorsi dovranno essere anche previsti parcheggi adeguati per non intasare tutta l'area.

È l'anno della grande kermesse
In attesa del Palazzo dei Congressi
Se non sarà a maggio, almeno per la festa del Borgo?
Quest'anno sarà quello della tradizionale Festa del Borgo, un appuntamento atteso dalla città e dai borghigiani. Un evento che negli anni ha saputo ritrovare l'anima del luogo, le sue tradizioni, la sua storia ma anche un'attenzione maggiore al quartiere in cui si vive ed alle sue potenzialità economiche. A differenza di altri parti della città, qui aprono nuovi negozi e non si vedono saracinesche abbassate. Via Saffi, la main street dove si trova la maggioranza delle attività commerciali del quartiere, ha bisogno di interventi sui marciapiedi e di una migliore regolamentazione del traffico. Quasi per scongiuro nessuno più ipotizza una data per l'apertura del nuovo Palazzo dei Congressi, una realizzazione che influirà sicuramente in positivo sull'economia del quartiere che dovrà essere attraversato dai congressisti che vorranno visitare il centro della Città. Un'opera che molti riminesi guardano con ammirazione, pronta ormai nei minimi particolari e che nessuno vuole che diventi una cattedrale nel deserto, ma vorrebbero vederla in piena funzione. C'è però chi giura che prima dell'estate non succederà niente e chi spera in un'inaugurazione almeno per la festa del borgo.

Un progetto della comunità parrocchiale di Sant'Andrea
Per pedalare in sicurezza fino alle colline
Una pista ciclabile da piazza Mazzini a Santa Cristina

Il borgo Sant'Andrea storicamente è sempre stato la porta verso il contado e le colline di Rimini. In questi ultimi anni il percorso mare-monte e viceversa si è costantemente fatto più difficoltoso per coloro che lo vogliono percorrere in bicicletta o a piedi. L'autostrada e la circonvallazione con le nuove rotonde lo renderanno ancora più difficile. Per cercare di risolvere questo problema la comunità parrocchiale di San Gaudenzo ha proposto la realizzazione di una pista ciclabile per collegare con la zona collinare tutta la vasta area del Borgo. Il tracciato partirebbe da piazza Mazzini per poi proseguire lungo via di Mezzo e via Aldo Moro, attraversare l'Ausa sul ponticello esistente, passare sotto la circonvallazione nuova e sotto l'autostrada e giungere infine in via S. Cristina. La proposta, dopo vari incontri, è stato presentata alla "conferenza dei servizi" del 22 marzo scorso. Data la validità e l'urgenza dell'intervento si è deciso di inserirla fra questioni fondamentali da risolvere nel corso della realizzazione delle opere previste nelle prossime settimane.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č