Al Cinema

RIMINI - Notizie spettacoli - mer 09 mar 2011
di Paolo Bronzetti

I film del mese

"Manuale d'amore 3" di Giovanni Veronesi con Carlo Verdone, Donatella Finocchiaro, Laura Chiatti, Michele Placido, Monica Bellucci, Riccardo Scamarcio, Robert De Niro e Valeria Solarino.
La grande novità, rispetto ai due film precedenti, è rappresentata dalla presenza di un Robert De Niro, ormai bollito, che recita in italiano e sceglie i film per girare i ristoranti del mondo. Diviso in tre capitoli, giovinezza, maturità e oltre, "Manuale d'amore 3" rinuncia in parte alla comicità degli altri episodi sottolineando maggiormente la riflessione. A me sembra il solito noioso prodotto De Laurentis. Veronesi ha dichiarato che arriverà al numero cinque. Una minaccia?

"Il gioiellino" di Andrea Molaioli con Remo Girone, Renato Carpentieri e Toni Servillo
Una grande azienda agro‐alimentare ramificata nei cinque continenti e quotata in Borsa, un gioiellino. Vi ricorda qualcosa o devo aggiungere la città di Parma come riferimento ultimo? Molaioli, con un cast che merita da solo il prezzo del biglietto, dopo il grande successo de "La ragazza del lago" si avvicina al racconto contemporaneo e sociale non dimenticando il pathos del thriller. Per uscire dall'Italia leggera di questo triste periodo.

"I ragazzi stanno bene" di Lisa Cholodenko con Annette Bening, Eddie Hassell e Julianne Moore.
Una famiglia al centro di una commedia tradizionale ricca di humor, di una buona scrittura e di ottimi interpreti. Solo il cinema indie americano poteva sdoganare abilmente la maternità e la retorica della famiglia all'interno della coppia omosessuale. Le protagoniste della commedia della Cholodenko madri di due figli adolescenti sono lesbiche. La carta vincente del film è quella di mostrare la normalità della situazione e costruire una semplice commedia tradizionale americana.

"Easy Girl" di Will Gluck con Alyson Michalka, Penn Badgley, Amanda Bynes Cam Gigandet, Dan Byrd, Emma Stone. Una ragazza racconta una bugia innocente sulla propria verginità e la notizia arriva immediatamente ai compagni di scuola. Un ricordo indulgente ma non troppo banale e stereotipato dell'adolescenza. Chi amava le commedie di Hughes negli anni ottanta lo troverà divertente. Può anche essere una scelta carina di compromesso per la festa dell'otto marzo. Per tutti gli altri solo uno dei tanti film sull'adolescenza americana.

"The Fighter" di David O. Russell con Christian Bale, Mark Wahlberg e Melissa Leo.
Il film racconta la vera storia di due fratelli. Dicky Eklund, un pugile professionista ora allenatore dopo una vita di crimini e droga e "Irish" Micky Ward, che sotto la guida di Dicky è diventato un campione nel mondo del pugilato. Un po' di "Rocky", un pizzico di "Cinderella man" e tanto "Toro scatenato". Christian Bale è sempre bravo. Wahlberg ho sempre pensato che fosse un Brad Pitt dei poveri ma piano piano sta mostrando del talento. Il regista dei "Three kings" non è banale con la macchina da presa. Un racconto di genere potente e muscolare che narrando lo sport esamina la famiglia.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č