I parcheggi in via Saffi e Covignano resteranno

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 26 gen 2011
di Claudio Costantini

Borgo Sant'Andrea, un centro commerciale naturale
L'assessore Magrini rassicura anche sull'area Scarpetti e Italo Flori

I borghi di Rimini stanno sempre più diventando centri commerciali naturali. E mentre nel centro della città i negozi chiudono, nei borghi se ne aprono di nuovi, sei solo nel Borgo Sant'Andrea nell'ultimo anno. La tendenza a rivalutare i borghi come luoghi per collocare una propria attività è iniziata con le feste dei Borghi e il desiderio degli abitanti di ricostruire una comunità. Quindi si è intensificata l'attenzione sulla qualità del luogo in cui si vive e la presenza di attività commerciali qualificate certamente contribuisce ad aumentarla.
Problemi sempre in primo piano sono l'arredo urbano, l'accessibilità, l'inquinamento prodotto da traffico, i parcheggi. Per quanto riguarda questi ultimi è stato aperto il parcheggio di via Melozzo. Per quello dell'area Scarpetti, i lavori, così ci assicura l'assessore Magrini, saranno iniziati subito dopo la realizzazione del parcheggio in via Italo Flori. E sempre l'assessore rassicura i commercianti: non saranno tolte le aree di sosta in via Saffi e via Covignano e non sono previsti cambi di sensi unici, "e che comunque ogni intervento sarà discusso preventivamente con le associazioni d'area e del commercio".
Una prassi che dovrà essere attuata anche per quanto riguarda il paventato aumento del prezzo del parcheggio o il mettere a pagamento posti auto fin'ora gratuiti. Una preoccupazione presente nell'Associazione Sant'Andrea.Com, che lamenta che qualora si attuassero questi provvedimenti crescerebbe la disparità con gli apparati commerciali degli Iper dove le soste sono del tutto gratuite.
La ritardata apertura del nuovo palazzo dei congressi ha danneggiato sicuramente diverse attività del Borgo. Un tempo, quello che ci separa dall'inaugurazione, ci fa notare Roberto Balducci dell'Associazione, che può essere impiegato per meglio affrontare il problema dell'accesso al Palazzo, delle piste ciclabili, dei percorsi preferenziali, del tipo di mezzi non inquinanti da metter al servizio dei congressisti. La mobilità lenta e collettiva è sempre di più un nodo al pettine di tutte le città e in particolare in quelle che vivono in gran parte di turismo. E per il Borgo Sant'Andrea rispunta il progetto di realizzare in via Cignani all'incrocio con via Melozzo un punto scambiatore, con un terminal per autobus non inquinanti a due passi dalla città e attraverso il parco Cervi magari, con navette su monorotaia, fino al mare. Un'idea che si ritrova nel progetto apparso in questi giorni del collegamento Rimini San Marino con navette sospese su mono o bi-rotaia che dovrebbe avere anche una fermata al palazzo dei congressi ed una in piazzale Kennedy.
Sempre al Borgo si sono verificati furti e tentativi di furto in negozi. Per prevenirli e rendere la zona più tranquilla si richiederà l'installazione di telecamere.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č