Quando la bontā nasce dalla bontā

VERUCCHIO - Notizie il taccuino della tavola - mer 15 dic 2010
di Luca Ioli

"Cappelletto....solidale....grazie" a Villa Verucchio
Una task force di ardore producono a km superzero per aiutare i poveri del mondo

Il Natale solidale non è una notizia. Nel senso che da molti anni la Caritas Diocesana organizza una serie di iniziative per finanziare progetti nelle zone povere del pianeta.
La fantasia non manca in quel di Villa Verucchio, al punto che si sprecano le tombole, le torte della pace, i mercatini, le recite e le proposte di casa in casa.
Ma l'iniziativa che scalda i cuori oltre il palato è "Cappelletto... solidale... offresi". Dice il volantino che si tratta di pasta fatta a mano con amore. Ed è la soluzione per chi nonostante voglia avere i cappelletti nel menù non sa o non ha tempo di prepararli.
Una task force di azdore si è messa assieme per produrre cappelletti a iosa; il punto di riferimento è il centro ricreativo Le Pozzette (0541671263) dove se ne possono ordinare con un certo anticipo alcuni chili.
Le "ragazze" capitanate da Giuliana, Marisa e Domenica sono un vero commando, meglio dei reparti speciali della Folgore. Con un'organizzazione invidiabile riescono a fare fronte ad una richiesta alimentata da un prodotto a km superzero, con ingredienti supervisionati da chi i cappelletti è abituata a farli per la famiglia e quindi attenta per prima cosa a quello che ci metti dentro.
Insomma, l'unica ebbrezza che non potrete provare è quella di quando da bambini giravate intorno al tavolo dove la mamma si affaccendava con matterello e "rondella" in attesa che i cappelletti fossero pronti perché, essendo buonissimi anche da crudi, si mangiavano così, al volo sino a che l'immancabile tozza materna metteva fine ad ogni questione accompagnando il gesto, in verità poco montessoriano, con la tipica frase: "poi non bastano per il pranzo di Natale". Naturalmente ce ne erano per cinque persone in più, ma che importa.
Ma il sapore di una volta, quello sì lo potrete ancora trovare. E poi è simpatico pensare ad un cappelletto che metaforicamente prende il volo da Verucchio, sorvola come un Boeing oceani e montagne per atterrare sotto forma di solidarietà in Bangladesh od in Colombia. Quasi lo si immagina arrivare da quelle parti con la sua forma panciuta guardato in modo interrogativo da chi i cappelletti non sa neanche che sapore hanno e trasformare baracche in cucine, catapecchie in scuole, rassegnazione in speranza.
"Cappelletto... solidale... grazie" è proprio il caso di dirlo.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č