Quei de Borg ad SantAndrea, nuovo presidente

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 17 nov 2010
di Redazione

Cambio al vertice per l'associazione
Marco Tamagnini succede a Marco Migani

La vitalità di questi ultimi anni del borgo la si deve anche all'azione e all'impegno dei residenti che hanno saputo ritrovare in tradizioni comuni una identità che ha favorito lo sviluppo del quartiere. Una componente importante è l' associazione di commercianti e borghigiani.
Quei de Borg ad SantAndrea: a loro si deve in primo luogo l'organizzazione della festa tradizionale del Borgo, ma anche altre iniziative. A giorni si insedierà il nuovo presidente Marco Tamagnini, il cui incarico durerà per l'arco di due feste del Borgo, ovvero quattro anni. In attesa delle sue prime dichiarazioni, il presidente uscente Marco Migani ha sottolineato l'importanza dei rapporti sociali che hanno permesso di ricomporre una comunità che negli anni si era disgregata. La chiesa di San Gaudenzo con la sua parrocchia ha contribuito in modo significativo moltiplicando le iniziative sociali nello sport, nella cultura oltre a quelle legate alla sua missione ecclesiale. La Società ha prodotto non progetti, ma idee: spunti per rendere più agibile e vivibile il quartiere.

Le mostre al castello, un'opportunità anche per il commercio
In seguito alla polemica sull'apertura domenicale degli esercizi commerciali in occasione delle Mostre d'arte al Castello e della presenza del mercato ambulanti del sabato e del mercoledì che ostacola l'afflusso dei visitatori, l'Associazione S. Andrea.Com che riunisce i commercianti dell'area fa alcuni rilievi e precisazioni. E' d'accordo con il curatore della mostra che denuncia la carenza delle aree di sbarco per i pullman, delle zone di sosta per i veicoli dei visitatori della mostra e dei collegamenti tra la stazione e piazza Malatesta. Non lo è però quando si lamenta "che gli operatori economici del centro non collaborano e tengono chiuso nei giorni di festa". Il mondo del commercio tiene allo sviluppo della propria città come ogni cittadino e sa quanto siano importanti le iniziative culturali e vi partecipa con idee e anche con contributi. Ed invita, per avviare una migliore collaborazione, i curatori della mostra ad incontrare "le associazioni di categoria o dei commercianti spontaneamente organizzati".

Gli operatori e le elezioni: nessuna delega in bianco
A proposito delle prossime elezioni, l'associazione commercianti del Borgo Sant'Andrea auspica che sia definito il piano commerciale per la città e i quartieri e che l'assessorato preposto abbia come dirigente una persona competente in grado di capire le esigenze di questo importante settore economico. Nessuna delega in bianco, questa sarà condizionata alle proposte ed ai progetti di colui che si propone per quell'incarico saprà fare.

Borgo Sant'Andrea in controtendenza
Sei nuove attività per il centro commerciale naturale
Prima di Natale l'inaugurazione del Palacongressi?

Quasi in controtendenza a quanto succede in altre parti della città dove si vedono saracinesche abbassate, al Borgo Sant'Andrea prima di Natale apriranno i battenti sei nuove attività commerciali nel campo dell'abbigliamento, dell'enogastronomia e dell'artigianato. Questo sta a dimostrare che l'area del borgo è diventata un luogo sempre più frequentato che sa offrire risposte adeguate alle domande dei cittadini. Una delle più importante concentrazione di attività della città che sta creando quelle sinergie necessarie per diventare un polo di attrattiva commerciale. Il Palacongressi darà ancora maggior vigore all'economia del luogo se si saprà intercettare la domanda proveniente da quel importante contenitore che coinvolge migliaia di persone. Il ritardo della sua apertura, per le note e non sempre comprensibili vicende legate al collaudo, ha procurato con ogni probabilità un danno economico a tutta l'area. Sembra però, anche se non vi è niente di confermato ufficialmente, che prima di Natale vi sia finalmente l'inaugurazione. Per Rimini il palazzo dei Congressi sarà senz'altro motivo di vanto e di interesse economico.

Il kit costa 5 euro e vale fino al 27 marzo 2011
Rimini City Pass
Gratis sui mezzi pubblici e nei musei, sconti alle mostre

In occasione delle grandi mostre a Castel Sismondo il Comune di Rimini in collaborazione con Tram Servizi ha promosso la Rimini City Pass. I possessori di questa tessera avranno riduzioni e servizi per visitare e scoprire i luoghi dell'arte e della cultura di Rimini. Al costo di 5 euro, si riceverà un kit che contiene 6 voucher e una speciale guida agli itinerari storico-artistici della città. I voucher consentono l'ingresso gratuito ai Musei Comunali e alla Domus del Chirurgo, di viaggiare gratis sui mezzi di trasporto pubblico della rete urbana e di ottenere riduzioni per le visite guidate organizzate dal Museo della Città e per l'ingresso ad altri Musei del territorio provinciale con validità dal 23 ottobre 2010 al 27 marzo 2011.
Il kit si può acquistare presso:
Welcome desk RiminiCityPass presso Castel Sismondo - Piazza Malatesta
Biglietteria Museo della Città - via Luigi Tonini 1
URP -Ufficio Relazioni con il Pubblico- Comune di Rimini - piazza Cavour 29
IAT -Informazione accoglienza turistica- Marina Centro - piazzale Fellini 3
IAT -Informazione accoglienza turistica- Stazione FS - piazzale Cesare Battisti
TRAM Servizi - Ufficio Clienti - via Dante 42
TRAM Servizi - Biglietteria - Stazione FS - piazzale Cesare Battisti

Ecco dove trovare cibi di stagione del nostro territorio e del nostro mare
La Settimana del Gusto fa davvero gola
E' già gara per collezionare i piatti in ceramica artigianale donati dai ristoratori

L'iniziativa presentata da Zeinta de Borg, da Comune, Provincia, camera di Commercio in collaborazione con CNA.COM ha avuto un successo superiore ad ogni aspettativa. La prossima settimana, quella che va dal 22 al 28 novembre, i ristoranti e le enoteche, le osterie e le trattorie che hanno aderito al progetto proporranno menu autunnali legati alla tradizione dei nostri territori e costruiti con prodotti tipici e stagionali. E' così valorizzata la filiera a km zero, che va dall'entroterra al mare.
Ad ogni commensale verrà poi regalato un piatto in ceramica, realizzato appositamente da Mattia Pari, che raffigura i maggiori monumenti della città, con il nome e l'immagine del ristorante. E' già cominciata una gara alla collezione dei piatti con il logo dei diciannove esercizi che partecipano all'iniziativa. In ciascun ristorante, lo ricordiamo, sarà possibile acquistare i prodotti tipici utilizzati nei vari menù ed anche il libro "...ricette di Paola Tarozzi" di Antonella Chiadini. Il ricavato sarà devoluto all'Isal, l'istituto per la ricerca sul dolore e le conseguenti cure.
I ristoranti e le enoteche che hanno aderito:
Tiresia, Trattoria San Giovanni, Osteria de Borg, Marinelli, Locanda Monte Cavallo, Pic Nic, La casetta, Osteria il Mare in Piazza, Osteria Storie di mare, Il Lurido, Osteria S. Caterina, Il Ponte di Tiberio, Osteria del Vizio, Osteria La Piazzetta, L'Angolo Divino, Dei Marinai, Da Marco, La Mi Mama, il Cocomerò dei Teatini.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č