Di Graziella ce n'è una sola

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 17 nov 2010

Cinquant'anni all'Asilo Baldini
La protagonista della nuova campagna di Chiamami Città nel ricordo di un ex alunno

Se è vero che "di mamma ce n'é una sola", è altrettanto obiettivo che di professioniste affettuose e attente all'educazione da impartire ai giovani riminesi, come Graziella Micheloni, non se ne trovano tante. Una delle protagoniste della campagna di affissione di Chiamami Città per l'inverno 2010-2011, infatti, è stata scelta proprio per la sua riconoscibilità e per l'empatia che è sempre stata in grado di trasmettere al prossimo, spesso suo ex-alunno poiché incontrato (e amorevolmente cresciuto) nell'arco dell'ormai cinquantennale presenza all'asilo "Alessandro Baldini", in via IV Novembre.
Graziella o, meglio, "la" Graziella come viene ormai chiamata da generazioni di riminesi (l'articolo determinativo indica, dalle nostre parti, anche il privilegio di occupare un posto generalmente destinato a quella lontana zia amorevole, o all'amica della mamma che quando ti vede ti abbraccia forte regalandoti sempre una caramella), ha infatti iniziato la sua carriera pedagogica durante l'anno scolastico 1959-60 come insegnante proprio al "Baldini", per poi occuparsi della sua Direzione dal 1974. Non ci si faccia trarre in inganno dalle date: "la" Graziella, come tutte le figure rassicuranti appartenenti alla nostra infanzia, non ha età e, comunque, quella che potrebbe avere non la dimostra affatto; noi ci ritroviamo a riconoscerla istantaneamente anche dopo decenni di colpevole assenza mentre lei, superata l'iniziale perplessità dovuta ai nostri lineamenti appesantiti dalla maturità, ritrova nell'occhio vispo, nel ciuffo ribelle, nel sorriso timido appena abbozzato - come una lontana zia, appunto - il bimbo e la bimba dell'altroieri, illuminandosi di ricordi e di una memoria che appare, a noi "volti nella folla", strabiliante per esattezza cronologica e aneddottica personale.
Attorno "alla" Graziella ruotano decine di valide collaboratrici, alcune delle quali "storiche" come Maria Rosa e Stefania (anche loro "mamme in pectore" di tanti giovani professionisti, imprenditori e sportivi riminesi, molti dei quali oggi ultratrentenni), altre molto più giovani ma già dalla provata e autorevole capacità, ovviamente formata e temprata dallo stretto rapporto con le vigili "veterane" e consce di far parte di una vera e propria istituzione cittadina. Eh sì, perché "il Baldini" (in questo caso l'articolo determinativo utilizzato dagli ex-alunni è sinonimo di assoluta autorevolezza) esiste dal 1847 ed è nato per volere dell'omonimo Conte Alessandro che, oltre ad aver dato vita all' "Istituto di educazione gratuita per i figli del povero" (questa la denominazione originaria della struttura) si è dilettato, tanto per dire, anche nel fondare i bagni riminesi e lasciare così la propria impronta eterna sui destini della Città, tanto da meritarsi un busto bronzeo in Piazzale Fellini. È suo, infatti, uno di quegli austeri volti ossidati diffusi per le aiuole in modo un po' caotico, in cui riconosciamo a stento dei piccoli e deliziosi, ma colpevolmente dimenticati, omaggi ai "padri della Riviera": i lineamenti di Alessandro si ergono impassibili al fianco di quelli del fratello Ruggero e di Paolo Mantegazza (di cui quest'anno è ricorso il centenario della morte nell'oblìo collettivo); il pronipote del Conte, l'avvocato Luigi Lega Baldini, attuale Presidente del CdA, provvede idealmente a passarne il testimone alle generazioni più giovani. Se oggi siamo quello che siamo, come ex-alunni ma soprattutto come riminesi, lo dobbiamo un po' anche a loro: non dovremmo mai dimenticarlo.
E dal profondo del cuore, rivolgiamo un corale "grazie, Graziella!" per quello che ci hai dato nei tuoi "primi" cinquant'anni di appassionata attività: ora, basandoci sul tuo entusiasmo, attendiamo con impazienza di festeggiare i prossimi.

Nicola Gambetti

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č