La Convention annuale di CNA Piccola Industria

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 30 giu 2010
di Redazione

Innovazione, una sfida ancora tutta da giocare
L'economia riminese non brilla per dinamicità, ma le imprese sembrano consapevoli che occorre muoversi

Mercoledì 23 giugno presso il Museo della Città di Rimini si è tenuta la quinta Convention annuale di Piccola Industria CNA. L'evento è stato occasione per affrontare il tema dell'innovazione nelle piccole e medie imprese del territorio attraverso il progetto "Innovation Community" organizzato da CNA Piccola Industria e patrocinato della Provincia e del Comune di Rimini.
Durante l'incontro è stato presentato il terzo volume di: "Persone imprese innovazione nella provincia di Rimini", strumento di approfondimento per l'analisi della realtà economica locale.
Hanno partecipato Jamil Sadegholvaad Ass.prov.le attività produttive Laura Ramaciotti Università di Ferrara, Luciano Goffi Direttore Generale Banca Popolare di Ancona, Renzo Lazzari, Presidente CNA Rimini, Sabrina Vescovi manager di Eurocom srl., Lorenzo Ciapetti Presidente Antares, mentre sono stati intervistati sulle loro attività Paolo Terenzi della Cereria Terenzi e Marco Polazzi della Ubisol, che agisce nel campo del fotovoltaico.
La Convention ha preso spunto dalla relazione del dott. Lorenzo Ciapetti, direttore del Centro di ricerca Antares e coordinatore del progetto Innovation Community, che ha esposto i risultati della ricerca svolta nel primo semestre 2010.
Dai dati raccolti, emergono elementi noti, come la scarsa propensione all'export dell'economia riminese, il basso contenuto di hi-tech e di servizi ad alta intensità di conoscenze, pur in crescita. Basso anche il numero dei brevetti e il numero dei laureati, che però in compenso sono ben assorbiti dal sistema economico.
Le imprese riminesi sembrano però consce di questi limiti. O almeno, quelle prese in considerazione dal focus Innovation Community di CNA Piccola Industria Rimini, stanno investendo proprio su alte tecnologie, livelli di conoscenza, ricerca, nuovi prodotti, reti di imprese, strategie per l'export, interazione con il territorio e le università.
Nel caso dell'Innovation Community di Rimini, però, partendo dai dati di debolezza strutturale dell'innovazione a livello locale, pare opportuno - secondo i relatori - lavorare soprattutto sull'incontro con il canale accademico "conducendo un'azione specifica di trasferimento tecnologico, soprattutto adesso che la Regione Emilia Romagna si è dotata dell'infrastruttura reticolare dei Tecnopoli".
"I risultati del primo anno di lavoro - ha aggiunto Ciapetti - attestano che esiste uno spazio importante per pensare alla community come ad uno strumento importante di incontro tra canale industriale e canale accademico. La sfida resta quella di offrire nel prosieguo dell'esperienza ‘servizi di rete' di elevata qualità".

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č