Liberiamo il Tempio dalle macchine

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 10 feb 2010
di Redazione

Martedì scorso un incontro pubblico

Cresce la campagna contro la sosta selvaggia

Chiunque si rechi in Centro si accorge come sempre più spesso l’isola a traffico limitata venga “violata”. Durante l’ora di punta transitano per il Corso veicoli di servizio magari per la raccolta rifiuti o altri mezzi per l’approvvigionamento delle merci per i negozi. E poi vi è la sosta delle autovetture, più o meno consentita, che contribuisce a deturpare l’area del Centro Storico. L’annoso, irrisolto problema dello spostamento della questura causa costringe le Forze dell’Ordine a stazionare ancora in corso D’Augusto, impedendone un suo completo sviluppo commerciale. Vi sono poi le macchine che assediano fin davanti all’entrata il tempio Malatestiano, monumento orgoglio della città, visitato da migliaia di turisti, candidato a divenire patrimonio dell’umanità. La maggioranza di queste vetture ha un regolare permesso. Dovrebbero però sostare per motivi urgenti e momentanei, ma al contrario non di rado si vedono ferme per l’intera mattinata. Si aggiungono, quelle dei privati cittadini che devono fare un “salto” in prefetturao accompagnare i bambini alle vicine scuole. E pensare che vi è a trecento metri uno dei parcheggi più grandi della città. Non è un problema di questi giorni, sono mesi o anni che se ne parla. Ora l’attenzione dell’opinione pubblica forse contribuirà a risolvere il problema. Martedì scorso il Pd ha organizzato un incontro sul tema, moderato da Manuela Fabbri e presenti l’assessore provinciale Jamil Sadegholvaad, l’architetto Massimiliano Sirotti, lo scrittore Piero Meldini, lo storico Oreste Delucca e Pier Luigi Martelli del Resto del Carlino.

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č