Il mercato in cerca di spazi vitali

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 18 nov 2009
di Claudio Costantini

Le molte proposte per coniugare commercio, viabilità e valorizzazione di Castel Sismondo
Quadratura del cerchio cercasi

Spostamento dei banchi del mercato ambulante del mercoledì e sabato: l'ultima proposta in ordine di tempo dell'amministrazione comunale è di sistemarne una parte in Piazzale Gramsci. Le altre indicazioni rivelatesi via via non agibili o bisognose di ulteriore sperimentazione riguardavano la Circonvallazione Occidentale, Piazza Tre Martiri, via Valturio, il parco Cervi ed aree limitrofe, oltre alla prospettata demolizione dell'edificio dell'Ausl insieme allo spostamento dell'asilo. Per quest'ultima proposta si deve tener presente che l'attuale collocazione degli ambulatori dell'Azienda sanitaria è utilissima ai cittadini sopratutto per quelli più anziani che non possono recarsi agevolmente in sedi decentrate se non con un notevolissimo disagio.

Lo spostamento dei banchi sarà inderogabile quando e se verranno iniziati i lavori del fossato del Castello. Ogni proposta ha avuto le sue controdeduzioni che quasi sempre si sono rivelate fondate e tali da dover cambiare il progetto. Il mercato ambulante oltre ad essere una storica tradizione dove migliaia di riminesi e poi turisti hanno fatto le loro spese, è ovviamente anche un'attrattiva, e fra le più tipiche, del centro storico.
Negli anni il commercio è cambiato, sono cambiati i proprietari dei banchi, basta fare un giro per accorgersene, ed anche gli acquirenti; ciò nonostante al mercato c'è sempre gente. E' difficile spostare un commerciante che ha la licenza in un'area mercatale dove vige anche la regola dell'anzianità. Si è cercato di diminuire il numero dei banchi, (attualmente sono 440) con incentivi, per ora non si è raggiunto il risultato sperato. Questo anche perché non conoscendo la futura sistemazione di una parte dei banchi, non si sa se il nuovo sito aumenterà o diminuirà il valore della licenza. Qualsiasi soluzione si sceglierà dovrà essere condivisa e non potrà essere presa semplicemente con un atto amministrativo.
Insomma, quadratura dl cerchio cercasi: l'ideale sarebbe preservare e riqualificare la risorsa mercato e nello stesso tempo adeguarlo alle esigenze di viabilità dell'area interessata, valorizzando nel contempo un patrimonio come Castel Sismondo e le iniziative che ospita, come la visitatissima mostra in corso "Da Rembrandt a Gauguin a Picasso".

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č