L'esercito dei volontari ha sbaragliato tutti

Rimini - Notizie Borgo Sant'Andrea - mer 21 ott 2009
di Claudio Costantini

Sant'Andrea tira le somme
In oltre trecento hanno lavorato gratis per una festa del Borgo come non si era mai vista

Le feste dei borghi sono diventate - uniche nel panorama romagnolo e non solo per il modo in cui sono organizzate e per la loro periodicità - un vero e genuino momento di aggregazione e di incontro degli abitanti della nostra città. L'ultima festa di Sant'Andrea, detta "dei record", ne è la chiara dimostrazione. L'evento durato cinque giorni ha coinvolto decine di migliaia di cittadini proponendo momenti culturali, musicali, di spettacolo e poi mostre, laboratori e competizioni sportive. Sono stati venduti, solo per dare alcune cifre, 14 mila biglietti della lotteria (vedi numeri estratti in queste pagine); 12 mila sono stati i pasti serviti nelle varie "trattorie" ognuna con le sue specialità; gli stand espositivi sono arrivati al numero di 282 con offerte delle più varie diramandosi per sei chilometri nelle vie del Borgo. Le arene per gli spettacoli e la musica hanno coinvolto migliaia di persone con orchestre di tipo tradizionale e moderno e compagnie di attori che hanno allestito rappresentazioni per bambini e adulti. Si è esibito anche il coro cittadino L. Benizzi con il suo repertorio classico.
L'iniziativa dei Luoghi Parlanti, unica ed inedita, ha fatto riscoprire luoghi e storie che si stavano perdendo nel tempo. All'interno della festa fra le cento cose vi erano spazi specifici dedicati ai laboratori, per ravvivare quell'artigianato di cui un tempo il borgo andava fiero. Ognuno aveva un numero chiuso di iscritti che è stato superato del triplo. Sono stati coinvolti anche i giovani scolari della scuola del quartiere con premi per le più belle poesie. Diverse mostre hanno riportato, attraverso le immagini, il visitatore al borgo del passato, quello delle acque e dei mulini, ormai scomparso.
Le serate dedicate a Giovanni Pascoli, il cantore della Romagna, l'invitato speciale della festa, sono state un autentico successo sia per la partecipazione del pubblico - i posti non erano mai sufficienti - sia per l'atmosfera poetica e musicale che ha coinvolto i presenti. L'ultima serata, in particolare, con la recita del'Avvento nella sala del Valloni, eseguita magistralmente da Raoul Grassilli, ha fatto conoscere un poeta che sapeva parlare con la poesia e con la prosa all'animo delle persone allora come ora.
La peculiarità ed il vero motore delle feste dei Borghi è il lavoro volontario. A Sant'Andrea hanno dato la loro opera, gratuita e convinta, più di trecento persone senza le quali nulla sarebbe stato possibile. Alcune hanno preso per l'occasione le ferie, altre per alcuni giorni hanno trascurato il lavoro; e tutto per il successo della loro e nostra Grande Festa.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č