Cinema di Rimini, crisi e speranze

Rimini - Notizie Centro Storico - mer 23 set 2009
di Paolo Bronzetti

Film di qualità, una specie in via d’estinzione

Dalla riapertura del Settebello alle prime rassegne autunnali

Partirei con la notizia buona, la riapertura del cinema Settebello annunciata per settembre. Il gestore Silvio Zanni comunica che il nuovo indirizzo obbligato è verso le pellicole di qualità. È facile capire che le pellicole di cassetta sono ormai appannaggio delle multisale (leggi Befane).

Il target al quale si rivolgerà il nuovo cinema Settebello è un pubblico adulto, che sa apprezzare la qualità al cinema. Una sala sarà propriamente d’essai, mentre l’altra proporrà titoli importanti ma con distribuzione scarsa sul nostro territorio. Oltre al target del pubblico e alla scelta delle pellicole i cambiamenti hanno investito anche la struttura che è stata rinnovata nelle poltrone e all’esterno. Buona e aggressiva anche la politica dei prezzi che prevede sconti quasi tutti i giorni, il martedì e il giovedì le donne pagano tre euro, il mercoledì quattro euro per tutti mentre nel week-end i prezzi saranno sui 6/7 euro (deve essere ancora presa la decisione definitiva). Il progetto è a lungo respiro visto il contratto fino al 2015 prolungabile per sei anni.

Passiamo ora alla brutta notizia: il cinema Corso resterà al buio. Non essendo prevista la stagione teatrale, la gestione di una sala da 730 posti era una sfida troppo ardita. Il titolare Massimo Succi spiega infatti che nel centro storico si potranno gestire in futuro solo sale da 150/200 posti capaci di ospitare un pubblico di nicchia.

In attesa della ristrutturazione del cinema Fulgor, avviata dal Comune e presentata quest’estate con successo da Dante Ferretti, ricordiamo l’ecatombe di sale in centro che ha coinvolto l’Eliseo, il Capitol, il Supercinema, il Modernissimo e ora il Corso.

Il Settebello in questa stagione darà man forte per un cinema di qualità alle proiezioni della cineteca (siamo in attesa del programma) che stanno avendo un crescente successo e al programma del cinema Tiberio. L’inaugurazione si è svolta il 22 settembre con un evento speciale, la proiezione del film “The Age of Stupid” della nota documentarista Franny Armstrong. L’evento ha coinvolto attraverso la premiere del film 45 paesi collegati via satellite con Central Park a New York dove il protagonista Postlethwaite insieme a Kofi Annan ha presentato la pellicola sui cambiamenti climatici. Dopo la proiezione del film il concerto di Thom Yorke voce dei Radiohead e leader del movimento per combattere il riscaldamento del pianeta. Mercoledì 23 settembre alle 20 ripartirà la stagione operistica Opera Live con “l’Orfeo”, in diretta dalla Scala di Milano, mentre per gli appuntamenti con il cinema di qualità organizzati dal Notorious Rimini Cineclub bisognerà attendere il 15 ottobre con “Ritorno a Brideshead” di Julian Jarrold con Emma Thompson, tratto dal romanzo di Evelyn Waugh. 

Vi aggiorneremo sempre sulla faticosa distribuzione dei film di qualità nel nostro territorio. Buona stagione cinematografica.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č