Grand Hotel di Riccione: finalmente si parte?

RICCIONE - Notizie Riccione - ven 07 ago 2009
di Redazione

Idee per arrestare il declino

Colloqui fra la proprietà e l’amministrazione per iniziare un reale percorso di recupero

In campagna elettorale il sindaco Pironi ne aveva parlato come di uno dei problemi da risolvere per la città di Riccione. Si tratta del Grand Hotel, la struttura turistica con più storia di tutta la Perla Verde, lasciata nell’incuria e degrado più totale ormai da troppi anni.

Ad interloquire con Massimo Pironi sul tema è stato Franco Cattaneo, amministratore delegato della Marebello Spa, la società che ha la proprietà di tutti gli immobili compresi nell’area del Grand Hotel e del parcheggio antistante (il quale è però gestito da un’altra società). Cattaneo è stato nominato dalle Banche Popolari italiane che detengono il capitale della Marebello Spa ed agiscono su delega di alcuni fondi d’investimento esteri. Altri soci sarebbero, secondo quanto riportato dalla stampa quotidiana, una società inglese ed un’immobiliare di Milano.

Sia come sia, la situazione societaria del Grand Hotel è alquanto complessa ma, pare, in lento movimento. La Marebello Spa, attraverso il suo uomo di vertice, ha fatto sapere al sindaco di Riccione di voler iniziare la ristrutturazione della parte dell’immobile che guarda verso viale Gramsci. Fra settembre e ottobre di quest’anno, dunque, dovrebbero partire i lavori che sistemeranno i negozi e la palazzina di sette piani che si affaccia sul Grand Hotel. L’idea della proprietà sembra essere quella di affittare tutto quanto sia possibile, per incominciare ad avere delle entrate certe. Per poi reinvestire, man mano, nella riqualificazione del grande albergo.

Tempi e modi della ristrutturazione del corpo centrale della struttura saranno da valutare fra proprietà e Comune. Certo è che Riccione non vorrà rinunciare a uno dei simboli del suo turismo (o vederlo diventare qualcos’altro). Intanto, l’amministrazione comunale ha chiesto alla Marebello spa di coprire la facciata a mare del Grand Hotel con un telone quanto più scenografico possibile. E’ veramente in brutte condizioni ed è una pessima cartolina della città agli occhi di chi prende il sole in spiaggia o passeggia. Anche dalla risposta che darà la Marebello Spa si capirà che aria tira.

Se cioè continuerà la guerra sotterranea (ma non troppo), finora in qualche modo voluta dall’entourage del Grand Hotel, oppure inizia a spirare, tra la Società e l’Ente pubblico, un vento nuovo e più positivo.

Lorenzo Bellagio

commenti

Chiamamicittà - via Caduti di Marzabotto, 31 - Rimini - 0541 780332 - Fax 0541 780544 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 10.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - é