Il Senato boccia la vendita di alcolici nei locali dopo le due

RIMINI - Notizie primo piano - mer 17 giu 2009
di Stefano Cicchetti

Giovanardi non ci sta

Il Senato l’11 giugno scorso ha cancellato lo “strampalato” emendamento - così lo ha definito il sottosegretario Carlo Giovanardi (Pdl) - che eliminava il limite di orario delle 2 di notte al divieto di somministrazione degli alcolici nei locali di pubblico intrattenimento e spettacolo. “Una grande vittoria a cui abbiamo contribuito in modo determinante” dichiarano Asaps (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale) e Aicat (Associazione Italiana Club degli Alcolisti in Trattamento). Alla Camera il divieto era stato eliminato con un emendamento firmato Pini (Lega Nord) e Pizzolante (Pdl), che dava la possibilità ai pubblici esercizi, siano essi bar, ristoranti, pub o discoteche, di somministrare alcolici fino a mezz’ora prima dell’orario di chiusura. Meno soddisfatti gli operatori turistici riminesi: Confcommercio, Confesercenti e CNA.Com tornano a chiedere a gran voce che si elimini “una legge ingiusta e proibizionista”. Secondo l’on. Elisa Marchioni (Pd) “è stato vanificato un percorso di concertazione che aveva visto convergere gli sforzi di diverse parti politiche al fine di trovare, insieme, una buona soluzione condivisa”. Ora la normativa tornerà alla Camera per la quarta lettura.

 

commenti

Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2013  - č