RIMINI Liberi dal dolore

RIMINI - Notizie Benessere - mer 05 nov 2008
di Redazione
[{Parte da Rimini la rete nazionale contro le sofferenze inutili } Il prof. Raffaeli lancia una maratona di solidarietà in cento città Il consigliere regionale Piva: “Negli ospedali della nostra provincia dobbiamo arrivare al 30 per cento di parti con epidurale”] Con lo slogan “Liberi dal dolore, metti in moto la gioia”, Rimini lancia il progetto “Cento città contro il dolore”: una maratona di solidarietà per sostenere la ricerca e la cura del Dolore. La Fondazione ISAL - Istituto in Scienze Algologiche - presieduta dal prof. William Raffaeli, direttore del Centro ospedaliero di Terapia del Dolore - sarà il baricentro della rete italiana contro il Dolore. Una rete cresciuta grazie anche alla Scuola riminese ISAL frequentata, dal ’93 ad oggi, da centinaia di medici antalgologi. Lo stesso Raffaeli spiega i progetti futuri. “Le dinamiche del dolore nell’Uomo sono ancora poco conosciute; abbiamo in programma l’attivazione di un Istituto di Ricerca sul Dolore e di un Osservatorio Europeo di Antropologia e Genetica, ma guardiamo oltre, e vogliamo avviare Centri Antalgici anche nei Paesi in via di sviluppo”. L’iniziativa è stata accolta favorevolmente dal consigliere regionale Roberto Piva, di professione ginecologo: ”Rimini è tra le città che registrano il più alto numero di nascite in Italia, e quindi il controllo del dolore rappresenta un’indispensabile conquista di civiltà”. E Piva aggiunge: “A Rimini l’obiettivo è di offrire il 30% dei parti con epidurale, secondo il Documento regionale del 2007, con attenzione alla possibilità di scelta femminile”. Con alle spalle anni di studi e di esperienze in questo pur “giovane” campo della medicina, la Fondazione guarda fiduciosa al futuro perché l’approccio al dolore mostra grandi potenzialità. Per sviluppare la ricerca ISAL lancerà raccolte fondi e campagne di sensibilizzazione, come il progetto “Liberi di dolore - liberi di volare” vincitore del “C’entro anch’io” di Coop Adriatica 2008/2009. Il dolore tocca circa il 15% delle persone, compresi i giovani dopo traumi o incidenti stradali, e accompagna l’80% dei tumori terminali. Star male ogni giorno condiziona la vita. Le cure oggi ci sono, ma sono ancora poco applicate. Tecniche come la minichirurgia spinale, sono state ideate proprio dal gruppo riminese, fra i primi in Italia a disporre di un reparto di degenza, aperto nel 2001 dopo una precedente attività ambulatoriale più che decennale. Il Centro, in via Ovidio, registra oltre 500 ricoveri all’anno e 200 ricoveri in Hospice, il reparto per le cure di fine vita. L’équipe riminese ha un’altissima attività ambulatoriale con 7.500 prestazioni annue e 350 interventi chirurgici per blocchi nervosi o impianti di pompe per i farmaci anti-dolore. I pazienti provengono per il 45% dalla provincia, per il 30% dall’Emilia Romagna ma un 25 % è di fuori regione. Noto a livello internazionale per l’applicazione della Minichirurgia Spinale per la “lisi delle aderenze in endoscopia” messa a punto proprio dal prof. Raffaeli, il Centro è stato fra i primi a praticare interventi di Neuroimpiantologia midollare (dal 1988) e, come pochi nel mondo, unisce le competenze per la Cura del Dolore da Cancro e Non da Cancro. ISAL è collegata con Centri Universitari e Ospedalieri, compreso l’Istituto Mario Negri di Milano e la Fondazione Maugeri di Pavia, e collabora con i Centri di Ricerca di San Francisco, Denver, Amsterdam, Madrid, Barcellona, Colonia. {Per sostenere la FONDAZIONE ISAL ricerca sul dolore: bonifico bancario intestato a Fondazione ISAL presso CARIM Filiale Ospedale Infermi IT 21 Q 06285 24212 001207512047; destinazione del 5 per mille indicando il C. F. 91020540406; offerte alla memoria in occasione di funerali e altre ricorrenze. Il Consiglio di Fondazione: presidente prof. William Raffaeli, vice presidente dr.ssa Giovanna Filippini, consiglieri avv. Fabio Barone, dr.ssa. Antonella Chiadini, avv. Franco Garuffi, dr. Vilelmo Serralegri Magnani, dr. Alberto Vignali, rag. Roberto Zavatta. Presidente del Comitato d’Onore sen. Sergio Wolmar Zavoli. Segreteria ISAL 0541705587}.

commenti

SCRIVI COMMENTO Nome
email
Titolo
Commento
I commenti verranno pubblicati salvo approvazione da parte della Redazione di Chiamamicittà
Chiamamicittà - via Bonsi, 45 - - 0541 780332 - Fax 0541 784170 - info@chiamamicitta.net
Codice Fiscale-P.IVA 02 410 730 408 - Reg. Imprese Rimini n° 02 410 730 408 Capitale Sociale euro 35.000,00 i.v.
Copyright ©2010  - è